Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:33:51 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

del 12/12/2011 20:37:39

> Mi pare di capire che al Tantillo di Frigintini è stata data una sistematina con il cantiere regionale costato circa 11500 euro(vorrei vederlo)
mentre per il Caitina è stato presentato un progetto complessivo
di 1 milione 436 mila euro, al fine di trasformarlo in una struttura polivalente in grado di rappresentare davvero un fiore all’occhiello per la Città,come riferisce Spadaro,l'assessore.(ma nel frattempo lo stadio è impraticabile per il manto erboso disastrato quasi quanto le nostre stramaledette strade)
Al contempo una struttura polivalente è prevista sulla via Rocciola Scrofani grazie ad una somma stanziata di 519.000 euro per il progetto "Io gioco legale" finanziato dal decreto del 21 luglio 2011 del Ministero dell'Interno.
Se tutto va in porto,verranno superati i 2 milioni di euro in favore dell'impiantistica sportiva modicana.
Un futuro da sportivi per i giovani modicani,visto che lavoro non ce n'è ,almeno sapranno come consumare le loro energie.
Va bene lo sport,gli stadi,le strutture polivalenti.
Ma nessun politico è in grado d'intercettare finanziamenti utili a programmare per i giovani un futuro certo e sereno fatto di lavoro?
Ad esempio favorire la nascita di un polo industriale nel settore alimentare con industrie conserviere o di trasformazione dei nostri eccellenti prodotti del territorio (latte,pomodoro,zucchine,carrube,olive,grano duro, eccet).
Ma nessun politico è in grado d'intercettare sostanziosi fondi europei per sistemare decorosamente la nostra rete viaria urbana ed extraurbana? Eppure tutti quei fiumi di miliardi di euro messi a disposizione dall'Europa erano proprio per le aree svantaggiate;
possiamo dire "erano" perchè siamo agli sgoccioli,i fondi strutturali 2007 2013 sono in dirittura d'arrivo.
Quali vantaggi ha ottenuto il nostro territorio?
Area svantaggiata eravamo ed area svantaggiata siamo rimasti.
Dal 2001 ad oggi il Sud avrebbe potuto cambiare volto,ma per far sì che questo fosse accaduto, prima avrebbe dovuto cambiare molte teste.
Ed ecco che ci ritroviamo a rappezzare le strade,l'erbetta degli stadi,a turare i buchi nella rete idrica,a non avere l'aeroporto,a non avere la ferrovia,a non avere l'autostrada, in sostanza non abbiamo niente di più rispetto al passato.
Un grazie sentito ai politici ed amministratori regionali provinciali e comunali,a qualsiasi livello, per aver contribuito al sottosviluppo della già tanto martoriata e svantaggiata isola del sole(e della mafia)

Commenti: 0


Re: mercato di modica alta (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 6906
a cura di Giovanni Migliore

del 10/12/2011 12:55:24

> Sig. Siculamente buongiorno.
Io sono presente.Ho la telecamera perfettamente funzionante. Da oltre due anni non vendiamo nessun tipo di merce ai venditori ambulanti.
Ho sostenuto una battaglia. Ho sollevato il polverone dell'abusivismo.Ho cercato di sensibilizzare l'amministrazione nell'attenzionare il problema.Le ricordo che ho fatto anche un sit-in.
Nella vita non si possono intestare lotte o battaglie senza avere nessuno degli interessati a fianco.
In questo momento, io sono in stand by. Sto aspettando l'evolversi dei fatti.Voglio capire se questo nuovo processo,instradato dall'amministrazione porterà dei benefici oppure rimarrà tutto come prima.

Credo che criticare a spron battuto , non migliora nulla.

Giovedi scorso è stato il primo vero giorno di mercato poichè quelli precedenti non hanno mai avuto corso a causa del maltempo.

Io ero sul posto e ho anche la registrazione e il filmato per intero della lite avuta tra un venditore e la polizia.

La pubblicazione credo che non abbia alcun senso. Io sono fiducioso che l'amministrazione riesca nel suo intento.

Io come politico e lei come cittadino, dobbiamo attendere.

Se i risultati non arrivano , la prego di contattarmi personalmente e assieme possiamo studiare un piano diverso, un piano costruttivo e fattivo da proporre all'amministrazione.
In attesa, cordiali saluti.

Commenti: 0


mercato di modica alta (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 6905
a cura di libertà e rispetto

del 10/12/2011 10:04:59

http:++www.radiortm.it+2011+12+05+mercato-di-modica-alta-denunciati-due-ambulanti-per-oltraggio-e-minacce-a-pubblico-ufficiale+comment-page-1+#comment-62971

Commenti: 1


del 10/12/2011 01:27:04

http://www.corrierediragusa.it/articoli/attualit%C3%A0/modica/15950-progetto-di-riqualificazione-o-lottizzazione-7-palazzi-a-ridosso-dell-alveo-alla-fontana.html



Attualità
MODICA - 10/12/2011
L´indignazione e la preoccupazione dei residenti che minacciano d´incatenarsi
Progetto di riqualificazione o solo lottizzazione? 7 palazzi a ridosso dell´alveo alla Fontana
I residenti, che lamentano una pressoché totale assenza di concertazione con l’amministrazione comunale, si chiedono come mai non si è pensato alla realizzazione di un polmone verde, un parco attrezzato o una bambinopoli
Antonio Di Raimondo
CorrierediRagusa.it

L’alluvione del 1902 a Modica e i recenti disastri di Messina non hanno evidentemente insegnato nulla all’amministrazione comunale. Un vecchio adagio dice che errare umano, ma perseverare è diabolico. E così accade che nella zona del quartiere Fontana, nei pressi della Vignazza, un progetto di riqualificazione presentato alla Regione si rivela in effetti una lottizzazione che prevede la costruzione di sette palazzi di sei piani sull’alveo coperto del vecchio fiume che attraversa Modica .

Un progetto complessivo di 17 milioni di euro a compartecipazione privata, con la Regione che mette 6 milioni e mezzo, il privato (la Edilzeta di Zaccaria) 10 milioni, e il comune 484 mila euro, l’equivalente del prezzo del terreno ceduto per la realizzazione dei palazzi. I residenti insorgono, chiedono spiegazioni e minacciano d’incatenarsi per scongiurare l’avvio dei lavori, che metterebbero, a loro avviso, in serio pericolo l’incolumità dei residenti della zona. L’alveo è difatti stato drasticamente ridotto e non è di certo un toccasana per una zona ad alto rischio sismico ed idrogeologico. In pratica, quanto piove, l’acqua potrebbe non trovare il suo naturale deflusso, rischiando di travolgere i palazzi di prossima costruzione, scaricando tutto sul corso Umberto Primo.

Danni su danni, considerata anche la cementificazione selvaggia alla quale sarebbe sottoposta la zona, la più antica di Modica e dove insiste peraltro nei pressi una necropoli del 2.500 A.C. Il sindaco Buscema ha promesso d’interessarsi della vicenda, ma nel frattempo i residenti non hanno ancora visto nessuno, come hanno confermato alcuni di loro, tra cui Orazio Puglisi, Michelangelo Aurnia e Mariela Bramanti.

Peraltro, stando a quanto riferito dai diretti interessati, un dipendente forse della ditta che ha in appalto i lavori di costruzione dei palazzi ha messo mano al materiale di risulta accumulato in questi mesi, e, tramite un escavatore, ha livellato tutto i rifiuti, tra cui quelli altamente tossici e pericolosi come l’eternit frantumato dei vecchi serbatoi idrici, restringendo ulteriormente l’alveo. Le polveri sottili hanno qualche mese fa invaso tutta la zona, come una densa nube bianca.

I residenti sono quindi determinati a non subire ulteriormente, stroncando sul nascere la costruzione dei palazzi, di cui l’imprenditore edile avrebbe già ottenuto la gran parte dei permessi necessari all’edificazione, tra cui, ovviamente, quelli del comune, con un tempismo a dir poco sorprendente. Le regole, almeno sulla carta, risulterebbero tutte rispettate, ma nel concreto si rischia comunque di combinare un disastro.

I residenti, che lamentano una pressoché totale assenza di concertazione con l’amministrazione comunale, si chiedono come mai non si è pensato alla realizzazione di un polmone verde, un parco attrezzato o una bambinopoli, per riqualificare la zona. La giunta ha invece scelto di realizzare questi palazzi i cui alloggi saranno in parte destinati alle famiglie più disagiate. Ma questa esigenza, comunque encomiabile, può davvero giustificare il rischio concreto di un paventato disagio ecologico che potrebbe altresì intaccare l’incolumità di centinaia di persone?

Commenti: 1


del 09/12/2011 23:19:19

>quello che mi fa paura dei membri della soka gakkai ,sono i loro paraocchi, non sanno nulla della storia dei seguaci di nichiren,non sanno che e stato un icona dei militari,perché?
Gli hanno propinato la storia dell'abbattimento dello sho hondo come un torto fatto dai religiosi,quando in realtà e stato costruito nella peggior maniera possibile , poco cemento, sabbia di mare non raffinata cioe piena di sale, e altre economie varie....perché?
Non sanno neanche che il daimoku crea dei danni permanenti.....semplicemente perché e un mantra..in altre parole un suono o un verso ripetuto velocemente protratto nel tempo crea..sovraproduzione di adrenaline e endorfine ....non sapete cose? .....su su fate i bravi digitate queste cose su google visto che quando finite di fare daimoku dite che avete una sensazione di dilatazione del tempo, cinque minuti li trovate sicuramente per avere il coraggio di prendere in considerazione certi particolari.........no non lo fate perché appartenete......per essere devi avere coraggio e volerti bene.
E questo che mi fa paura della gente, la facilita con cui si fa prendere in giro.

Commenti: 1


Re: REPLICA ASSESSORE SPADARO (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 6902
a cura di Giovanni Migliore

del 08/12/2011 23:36:30

> Sig. Peppe avevo già riportato la notizia in due post precedenti al suo.Grazie comunque.

Commenti: 0


REPLICA ASSESSORE SPADARO (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 6901
a cura di Peppe

del 08/12/2011 21:01:34

PER COMPLETEZZA D'INFORMAZIONE.

Modica. Assessore Spadaro: “Sul “Tantillo” di Frigintini il consigliere Migliore ha detto delle bugie”

“Il ruolo di un’opposizione coscienziosa e costruttiva, dovrebbe essere quello di contribuire al dibattito democratico sui temi rilevanti, di aiutare la cittadinanza a ottenere chiarezza sulle questioni che la riguardano, non certo quello di creare artatamente confusione pur di sollevare polemiche sterili e strumentali”. Così, secondo l’assessore all’impiantistica sportiva del Comune di Modica, Giovanni Spadaro, ha fatto il consigliere Giovanni Migliore a proposito del campo sportivo Tantillo di Fringintini, “sul quale non una riga di verità ha scritto nel comunicato inviato alla stampa nel tentativo di ergersi a paladino di una causa che -come i cittadini della frazione sanno bene- sta a cuore a me e a tutta l’Amministrazione: talmente a cuore che, sebbene a certe provocazioni sarebbe meglio non replicare, non possiamo rischiare che le menzogne passino per verità”.

“Il bando della Regione Siciliana per le strutture sportive a cui il consigliere Migliore fa riferimento – spiega Spadaro – non è passato senza che l’Amministrazione modicana se ne sia accorta, come lui vorrebbe far capire: per parteciparvi, anzi, abbiamo fatto ogni sforzo.

Solo per far comprendere al consigliere Migliore e a tutti i cittadini che non uso a sproposito la parola “sforzo”, è a questo punto necessario informare tutti che il Comune di Modica non avrebbe avuto nemmeno diritto di partecipare a questo bando, essendo l’unico della Provincia di Ragusa che non risultava essere stato iscritto, nel 2007, in un apposito elenco stilato dal Coni e fornito alla Regione siciliana.

Proprio perché comprendevamo di non poter assolutamente perdere questa preziosa occasione, abbiamo fatto ogni pressione possibile presso il Coni e presso la Regione, e, conducendo questa battaglia insieme ad altri Comuni siciliani che avevano subito la stessa penalizzazione, siamo riusciti a far riaprire i termini del bando, la cui scadenza dal mese di agosto è stata rinviata al mese di ottobre: nella stessa circolare della Regione – come il consigliere Migliore potrà verificare, se avrà la bontà di documentarsi con la stessa precisione con cui si è documentato a proposito del Tantillo – si fa riferimento, tra le ragioni della proroga, agli “enti che hanno fatto richiesta di inserimento nel piano di impiantistica sportiva”.

Ottenuta dal Coni l’iscrizione al piano, ci siamo affrettati a far concludere ai progettisti il progetto per il Caitina, che io personalmente sono andato a depositare a Palermo, affinchè Modica non perdesse questa opportunità più unica che rara, tenuto conto dell’esiguità dei fondi generalmente a disposizione per le strutture sportive.

Abbiamo presentato un progetto complessivo di 1 milione 436 mila euro, al fine di trasformare il Caitina in una struttura polivalente in grado di rappresentare davvero un fiore all’occhiello per la Città: il bando in questione, infatti, è un bando del servizio turistico che ha come obiettivo quello di incrementare l’offerta sportiva della città e di trasformarla in un’ulteriore strumento di attrattiva, per esempio attraverso l’organizzazione di grandi manifestazioni sportive o di spettacoli.

Non abbiamo dunque nessun fallimento di cui vergognarci, se è questo che ci chiede Migliore. Chiariamo anzi che, se non abbiamo detto tutto questo alla città, è stato perché è nostra abitudine “vantare” i risultati solo quando li raggiungiamo: in questo caso se e quando il progetto vincerà il bando e il finanziamento arriverà.

Per quanto riguarda infine il caso del Tantillo – conclude l’assessore – oltre a precisare che il progettista incaricato non ha in realtà mai presentato il progetto dal 2004 a oggi e non è chiaro il perché, ricordiamo che un cantiere di lavoro è stato attivato qui proprio per l’adeguamento del campo da gioco e per la sistemazione degli spogliatoi: lavori già progettati, realizzati e conclusi grazie a questa Amministrazione, con i finanziamenti che ha chiesto e ottenuto dalla Regione siciliana”.

Commenti: 2


del 08/12/2011 20:47:36

http://www.radiortm.it/2011/12/04/giovanni-migliore-i-modicani-sanno-che-chi-amministra-la-citta%e2%80%99-rinuncia-a-realizzare-opere-di-pubblica-utilita%e2%80%99-a-costo-zero/

GIOVANNI MIGLIORE: “I MODICANI SANNO CHE CHI AMMINISTRA LA CITTA’ RINUNCIA A REALIZZARE OPERE DI PUBBLICA UTILITA’ A COSTO ZERO”?
scritto il 4 dic 2011 nella categoria: Politica
Pubblicata alle ore 13:14:06 - Fonte: redazione - 572 letture - 20 commenti.
.......

Commenti

Alfredo 4 dicembre 2011 alle 17:04
forse è un problema di uffici comunali e di dipendenti comunali?

Ignazio Giunta 4 dicembre 2011 alle 20:07
Sicuramente i diretti responsabili non sono stati attenti, forse, ma altrettanto sicuramente nemmeno il consigliere Migliore è stato attento, visto che ha lasciato decorrere i termini per poi attaccare un’Amministrazione …. distratta.

salvo 5 dicembre 2011 alle 8:22
Certo che il sign. Giunta, sicuramente saprà cosa vuol dire, un colpo alla botte, e un colpo al timpaglio.
Chi vuole capire capisca.

gino cittadinno curioso 5 dicembre 2011 alle 9:14
CONTENTO PER AVER RILETTO IGNASSIO GIUNTA, DIREI CHE MIGLIORE POTREBBE AVER SAPUTO ADESSO DELLA QUESTIONE. NO? SIAMO ACIDELLI GIA’ DI MATTINA?
IN QUANTO POI A MIGLIORE COSI’ PRECISO NEI DETTAGLI , NEI NUMERI E TUTTO IL RESTO……..MI SCIVOLA SUL NOME DEI RESPONSABILE? NO. I NOMI CI VOGLIONO…CHI? PERCHE’? TROPPO FACILE ATTACCARE TUTTI E NESSUNO.

pino lavatrice 5 dicembre 2011 alle 9:39
Sig. Giunta non si ostini a fare il tifoso.
La leggo spesso e mi pare Lei sia persona sensibile dal punto di vista sociale ed anche molto intelligente.
L’errore più grosso che si commette nella politica italiana è quella di trasformare i cittadini in tifosi; da parte attiva a parte difensiva di questa o quella posizione. Rimaniamo oggettivi e non difendiamo più chi lavora con mediocrità a tutti i livelli, forse, solo così daremo un forte contributo a risollevarci.
Grazie
Pino Lavatrice

giovanni migliore 5 dicembre 2011 alle 14:10
Mi corre l’obbligo di precisare che il sottoscritto non è stato affatto distratto o intempestivo nel denunciare alla pubblica opinione l’ennesima disattenzione di qualche amministratore della città. Basti rendersi conto che la scadenza ultima era ottobre 2011. Ma il punto è un altro: ciò che l’amico Giunta definisce poca attenzione ,in realtà è l’ennesimo caso di politica clientelare che agisce non sulla base di oggettive esigenze del territorio, ma sui ritorni di tipo elettorale. Debbo comunque ritenermi soddisfatto del commento di Ignazio Giunta, che ammette una possibile defaillance dei suoi pupilli al Comune.

Ignazio Giunta 5 dicembre 2011 alle 14:56
Intanto cercare di dribblare sulla disattenzione mi pare il classico tentativo di accampare delle scuse, carissimo Giovanni prendo atto che la data di scadenza era ottobre 2011 ed è proprio per questo che sottolineavo la distrazione: perché, infatti, non lo hai detto prima ancora della scadenza? Magari ci sarebbe stato tempo per rimediare, non credi?

Ma tu sei soltanto un consigliere, e dell’opposizione per giunta, e forse non ti spettava vigilare sul corretto iter di una pratica tanto importante?

In quanto all’ammissione di una possibile defaillance lo sai bene che, oltre a difendere l’operato dell’Amministrazione, fra l’altro corretto e significativo per tantissimi aspetti della vita amministrativa, sono stato una spina nel fianco (magari una spina blanda, ma sempre spina) della stessa laddove si segnava e si continua a segnare il passo su aspetti importanti della vita quotidiana e sociale ( vedi viabilità, parcheggi, verde pubblico, trasporto pubblico, assistenza agli anziani e ai disabili, scuola, etc.).

Quanto sopra mi porta ad estendere la risposta a “pino lavatrice” e a “salvo”.
Personalmente ho sempre difeso a spada tratta le azioni dell’amministrazione perchè ne ho sempre condiviso l’operato e perché lo stesso è parte del PROGRAMMA ELETTORALE del Sindaco Antonello Buscema, e non mi pare che si possa parlare di tifoseria tout court; mentre, e questo deve essere sicuramente emerso fra le righe, ho sempre cercato di “suonare la carica” per quegli aspetti che venivano e vengono visti con timore elettorale, e quindi saltati a piè pari dall’amministrazione nelle parti di entrambi i maggiori componenti della coalizione, PD ed MPA.

Non è quindi “un colpo alla botte, e un colpo al timpaglio” come vuole sottolineare “salvo”, ma semplicemente dare fiducia alla “propria” amministrazione e nel contempo indicare azioni propositive, ma, a quanto pare, senza riscontri precisi, da qui la scelta ponderata di percorrere itinerari politici più chiari, determinati ed incisivi.

io sono modicano 5 dicembre 2011 alle 15:17
Bene, anzi male : la disattenzione (poi vorremmo sapere di chi) c’è stata.
Ma Lei, Consigliere Migliore, sia più serio e faccia la sua perte sino in fondo e risponda cortesemente : Lei sapeva ed ha taciuto al sol scopo di attaccare meschinamente l’Amministrazione (questa sarebbe becera politica), oppure lei ha saputo al 61° giorno?
Metto le mani avanti : nel primo caso sarebbe un fatto miserevole, nel secondo caso, da cittadino modicano, La reputo egualmente responsabile della disattenzione.
Essere all’opposizione vuol dire anche lavorare per la propria città e per i cittadini.
Scelga Lei la risposta, alla fine le responsabilità sono eguali.

detective mancato 5 dicembre 2011 alle 19:07
scusate l’intromissione ma fra gli 8 cantieri regionali costati circa 115.000 euro ciascuno non c’era pure” l’ampliamento del rettangolo di gioco del campo sportivo di Frigintini e la sistemazione degli spogliatoi” ?
E’ stato realizzato quanto previsto dal suddetto cantiere?
Stiamo parlando degli stessi lavori oggetto della determinazione emessa nel 2007 dal sindaco Torchi?
Qualcuno ha controllato fisicamente tutte ed 8 le opere realizzate con i nostri soldi pubblici?
E la vanella 185 non era per caso strada più privata che pubblica?
La via Morana è stata realizzata in maniera impeccabile?
Qualcuno mi chiarisca le idee

detective mancato 5 dicembre 2011 alle 19:38
Quello di cui parlo è il cantiere 33-RG inserito nella Determinazione del Segretario Generale N.830 Atto N.884 del 31 marzo 2011
http://www.comune.modica.gov.it/sites/default/files/det.884%20del%2031.03.11.pdf


Ignazio Giunta 5 dicembre 2011 alle 20:12
Vorrei andare in fondo a questo argomento, mi spiacerebbe constatare che si è lasciato scivolare come certi argomenti scottanti affrontati da certi personaggi che, dopo aver suscitato una specie di sommossa popolare, hanno, poi, abbandonato tutto per palese insussistenza.

So bene che non siamo a quel livello, ma vorrei delle risposte ben precise circa le responsabilità di una mancata occasione per lo sviluppo della frazione di Frigintini, oppure la dichiarazione che ormai la situazione fosse ampiamente superata da altri adempimenti.

detective mancato 6 dicembre 2011 alle 8:28
…non ho altro da aggiungere…aspetto chiarimenti…
scrivo solo per riportare in evidenza l’articolo tra i “commenti recenti”.

giovanni migliore 6 dicembre 2011 alle 10:16
Non certo per ulteriormente alimentare le polemiche già innescate da qualche blogger ma semplicemente per provocare più attente e meno condizionate riflessioni, aggiungo quanto segue:considerato che oltre a svolgere il ruolo di Consigliere comunale, espleto un’attività che spesso non mi consente di seguire le vicende politiche nei tempi e nei modi in cui vorrei, molto spesso, faccio tesoro della preziosa collaborazione di tutte quelle persone che frequentano il mio forum e che oltre a pormi delle questioni per le quali mi sforzo di dare risposte, mi mettono a conoscenza di notizie delle quali magari ero all’oscuro.
E’ il caso della vicenda di cui stiamo trattando, riportatami da un blogger che m’invitava a produrre spiegazioni sul fatto che il campo sportivo di Frigintini non fosse entrato nel progetto di ampliamento di cui poteva beneficiare in virtù della legge citata nell’articolo.
Non conoscendo la vicenda, mi sono fatto carico di scoprire al Comune chi fosse il progettista e dopodichè, l’ho contattato per approfondire la questione.
A chi vuole a tutti i costi attribuirmi responsabilità che chiaramente non sono mie, chiedo di farmi capire come mi sarei potuto attivare nei tempi utili non conoscendo la problematica.
O secondo qualcuno, ho il potere di pretendere dalle persone che frequentano il mio blog di mettermi a conoscenza delle varie problematiche più tempestivamente per ovviare alle disattenzioni di chi amministra ?
Piuttosto che tergiversare sulle deficienze di qualche proprio pupillo, qualche blogger farebbe meglio a interrogarsi obiettivamente sul perchè accadano certe cose.


Ignazio Giunta 6 dicembre 2011 alle 14:09
Alimentare polemiche non serve a nulla e quindi “qualche blogger” si è ampiamente interrogato sul perchè accadano certe cose ed è arrivato alla conclusione che qualcosa sfugge alla comprensione umana, visto che si parla di un argomento ben preciso e per cui esiste una determina (31 marzo 2011, Atto 884) che dà mandato al dirigente del settore, e ad altri tecnici preposti, di avviare tutte le pratiche per i lavori di cui sopra, oltre ad altri cantieri.

A questo punto individuare le responsabilità non dovrebbe essere difficile, a meno che i lavori non siano già stati avviati e conclusi (… sulla carta …).

Salto a piè pari tutte le argomentazioni addotte per giustificare e giustificarsi, sottolineo solamente che non c’è alcuna intenzione polemica fine a sè stessa e, soprattutto, che la posizione politica su fronti differenti non ci può esimere da atteggiamenti collaborativi tendenti al BENE COMUNE, nè all’approvazione di atti positivi per la città.

un tantillo curioso 7 dicembre 2011 alle 10:39
se inadempienze ci sono state,da qualsiasi parte provengano,
DEVONO VENIRE A GALLAAA
ma gli altri 19 consiglieri sono in letargo?
L’unico che agisce correttamente e studia le carte è Migliore.e viene ingiustamente criticato. Ma
Questo campo del Frigintini com’è ridotto?Esistono delle foto?
l
l’analizzatore 8 dicembre 2011 alle 0:34
L’ATTACCO DI sPDARO HA BISOGNO DELLE RISPOSTE.a QUESTO PUNTO SONO NECESSARIE NUOVE DELUCIDAZIONI. gRAZIE

l’analizzatore 8 dicembre 2011 alle 0:37
sIG. TANTILLO CURIOSO PERCHè NON CHIARISCA ANCHE LEI. lE RICORDO CHE I CONSIGLIERI SONO 30 E QUINDI IL NUMERO DEI CONSIGLIERI IN LETARGO è 29.sPADARO ATTACCA E FORSE IL CONSIGLIERE mIGLIORE BNON HA STUDIATO LE CARTE.ASPETTIAMO UNA RISPOSTA

l’analizzatore 8 dicembre 2011 alle 0:37
iGNAZIO GIUNTA HA SCRITTO PROSIT. SI CHIEDE UNA SPIEZAIONE ATTENTA.

io sono modicano 8 dicembre 2011 alle 9:56
@salvo, @gino cittadino curioso :
http://www.radiortm.it/2011/12/07/modica-assessore-spadaro-sul-tantillo-di-frigintini-il-consigliere-migliore-ha-detto-delle-bugie/
Consigliere Migliore, a seguito del comunicato dell’Assessore Spadaro, potrebbe darci, oggi, una spiegazione o un Suo parere? Così, senza “alimentare polemiche ma solo per conoscere la verità.
A prescindere dai fatti, gradivo anche dirle che è puerile e poco serio (non nel senso che Ella è persona poco seria, anzi …) nascondersi dietro a “le sue attività che non le consentono di …”.
Mi perdoni, fare il Consigliere Comunale dovrebbe comportare il mettersi al servizio della comunità e, capendo che l’Uomo è nato anche per sbagliare, sarebbe eticamente, politicamente e correttamente giusto e con segno di umiltà, dire “scusate, mi sono sbagliato”.
Semplice, no?

osservatore 8 dicembre 2011 alle 12:03
@ io sono modicano: ma è proprio sicuro di non essere d’un altro pianeta ? A me sembra marziano ! Ma lei, al posto di Migliore, darebbe priorità all’attività politica piuttosto che alla propria azienda ? Non ci credo, ma se lo facesse, sarebbe fuori dal mondo.E’ che a volte non riusciamo a fare il preventivo collegamento tra cervello e bocca.

Commenti: 1


del 08/12/2011 20:34:17

http://www.radiortm.it/2011/12/07/modica-assessore-spadaro-sul-tantillo-di-frigintini-il-consigliere-migliore-ha-detto-delle-bugie/

Modica. Assessore Spadaro: “Sul “Tantillo” di Frigintini il consigliere Migliore ha detto delle bugie”


“Il ruolo di un’opposizione coscienziosa e costruttiva, dovrebbe essere quello di contribuire al dibattito democratico sui temi rilevanti, di aiutare la cittadinanza a ottenere chiarezza sulle questioni che la riguardano, non certo quello di creare artatamente confusione pur di sollevare polemiche sterili e strumentali”. Così, secondo l’assessore all’impiantistica sportiva del Comune di Modica, Giovanni Spadaro, ha fatto il consigliere Giovanni Migliore a proposito del campo sportivo Tantillo di Fringintini, “sul quale non una riga di verità ha scritto nel comunicato inviato alla stampa nel tentativo di ergersi a paladino di una causa che -come i cittadini della frazione sanno bene- sta a cuore a me e a tutta l’Amministrazione: talmente a cuore che, sebbene a certe provocazioni sarebbe meglio non replicare, non possiamo rischiare che le menzogne passino per verità”.
“Il bando della Regione Siciliana per le strutture sportive a cui il consigliere Migliore fa riferimento – spiega Spadaro – non è passato senza che l’Amministrazione modicana se ne sia accorta, come lui vorrebbe far capire: per parteciparvi, anzi, abbiamo fatto ogni sforzo.

Solo per far comprendere al consigliere Migliore e a tutti i cittadini che non uso a sproposito la parola “sforzo”, è a questo punto necessario informare tutti che il Comune di Modica non avrebbe avuto nemmeno diritto di partecipare a questo bando, essendo l’unico della Provincia di Ragusa che non risultava essere stato iscritto, nel 2007, in un apposito elenco stilato dal Coni e fornito alla Regione siciliana.

Proprio perché comprendevamo di non poter assolutamente perdere questa preziosa occasione, abbiamo fatto ogni pressione possibile presso il Coni e presso la Regione, e, conducendo questa battaglia insieme ad altri Comuni siciliani che avevano subito la stessa penalizzazione, siamo riusciti a far riaprire i termini del bando, la cui scadenza dal mese di agosto è stata rinviata al mese di ottobre: nella stessa circolare della Regione – come il consigliere Migliore potrà verificare, se avrà la bontà di documentarsi con la stessa precisione con cui si è documentato a proposito del Tantillo – si fa riferimento, tra le ragioni della proroga, agli “enti che hanno fatto richiesta di inserimento nel piano di impiantistica sportiva”.

Ottenuta dal Coni l’iscrizione al piano, ci siamo affrettati a far concludere ai progettisti il progetto per il Caitina, che io personalmente sono andato a depositare a Palermo, affinchè Modica non perdesse questa opportunità più unica che rara, tenuto conto dell’esiguità dei fondi generalmente a disposizione per le strutture sportive.

Abbiamo presentato un progetto complessivo di 1 milione 436 mila euro, al fine di trasformare il Caitina in una struttura polivalente in grado di rappresentare davvero un fiore all’occhiello per la Città: il bando in questione, infatti, è un bando del servizio turistico che ha come obiettivo quello di incrementare l’offerta sportiva della città e di trasformarla in un’ulteriore strumento di attrattiva, per esempio attraverso l’organizzazione di grandi manifestazioni sportive o di spettacoli.

Non abbiamo dunque nessun fallimento di cui vergognarci, se è questo che ci chiede Migliore. Chiariamo anzi che, se non abbiamo detto tutto questo alla città, è stato perché è nostra abitudine “vantare” i risultati solo quando li raggiungiamo: in questo caso se e quando il progetto vincerà il bando e il finanziamento arriverà.

Per quanto riguarda infine il caso del Tantillo – conclude l’assessore – oltre a precisare che il progettista incaricato non ha in realtà mai presentato il progetto dal 2004 a oggi e non è chiaro il perché, ricordiamo che un cantiere di lavoro è stato attivato qui proprio per l’adeguamento del campo da gioco e per la sistemazione degli spogliatoi: lavori già progettati, realizzati e conclusi grazie a questa Amministrazione, con i finanziamenti che ha chiesto e ottenuto dalla Regione siciliana”.


Commenti


Ignazio Giunta 7 dicembre 2011 alle 23:05
Bhe, il pranzo è servito caro consigliere Giovanni Migliore, prosit.


osservatore 7 dicembre 2011 alle 23:17
Ignazio Giunta, siamo all’antipasto, il pranzo arriverà a breve. Poi che farà? Andrà a mangiare in sagrestia ?

Osservatore 8 dicembre 2011 alle 10:01
Finalmente si capisce il ruolo di questo Sig.Giunta:”Il Cameriere Servitore” Anche questo un ruolo dignitoso e rispettabile.

Ignazio Giunta 8 dicembre 2011 alle 14:46
Siamo alle solite vero “Osservatore”, poichè non sai avviare un contraddittorio preferisci rifugiarti in polemiche puerili, non essendo in grado nemmeno di cogliere le sottili ironie.

Questo sai fare … e questo accettiamo. Prosit

Rimane il fatto che Frigintini è stato depauperato di una struttura importante e si è sprecata una ghiotta occasione per arricchirla di una struttura significativa per la frazione.

Commenti: 0


Link su radio rtm (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 6898
a cura di Giovanni Migliore

del 04/12/2011 22:17:13

http://www.radiortm.it/2011/12/04/giovanni-migliore-i-modicani-sanno-che-chi-amministra-la-citta%E2%80%99-rinuncia-a-realizzare-opere-di-pubblica-utilita%E2%80%99-a-costo-zero/

Commenti: 0


del 04/12/2011 00:49:29

I CITTADINI MODICANI SANNO CHE CHI AMMINISTRA LA CITTA’ RINUNCIA A REALIZZARE OPERE DI PUBBLICA UTILITA’ A COSTO ZERO ?

Era il 9 aprile 2004 quando il Sindaco Torchi, con determinazione n° 936 affidava ad un libero professionista l’incarico di provvedere alla redazione del progetto esecutivo per procedere ai lavori di completamento del campo di calcio Tantillo di Frigintini, incompleto da decenni e che l’Amministrazione dell’epoca intendeva completare.
Con determinazione del dirigente IV settore del 9 novembre 2004 viene formalizzato il precedente impegno.
I lavori di completamento, avrebbero riguardato l’ampliamento del rettangolo di gioco e la sistemazione degli spogliatoi esistenti.
Per il finanziamento della suindicata opera, era stata avanzata richiesta di concessione di un mutuo all’Istituto per il credito sportivo che con nota del 24/03/2004 aveva comunicato la favorevole disposizione ad accordare il finanziamento richiesto.
Tutto rimase in standby, in attesa di potersi avvalere di qualche legge che evitasse d’incidere nelle casse comunali. La legge arrivò ma non per noi !
In data 3 agosto 2011, il professionista incaricato sollecitava, a mezzo lettera regolarmente protocollata, l’attuale Amministrazione a produrre la relazione geologica al fine di poter completare la redazione del progetto e soprattutto per rendere possibile la partecipazione al bando pubblico P.O. F.E.S.R. Sicilia 2007/2013 – Asse 3 – Obiettivo specifico 3.3 – Operativo 3.3.2 linea d’intervento 3.3.2.1 , pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 06/05/2011.
Tale bando pubblico prevedeva in particolare il totale finanziamento di opere inerenti allo sviluppo dell’offerta sportiva, anche in aree interne di pregio ambientale.Ad agosto di quest’anno ,scadevano i termini per la partecipazione al bando prorogati di 60 giorni e, incredibile ma vero, il progetto di cui stiamo parlando non viene presentato né entro agosto né ad ottobre.
I concittadini di Frigintini si chiedono se possa essere tollerato che per l’ignavia di qualche Amministratore, la frazione, di cui tutti i politici, a parole, dicono di voler rilanciare e valorizzare,debba subire la penalizzazione di non poter fruire d’una struttura sportiva degna di tale nome, che peraltro non avrebbe intaccato d’un solo euro le casse comunali.
Si chiedono anche se i responsabili di tale inadempienza non provano vergogna del fatto che la loro inadeguatezza costringa gli utenti del campo ad usare un container arrugginito al posto degli spogliatoi.
Si chiedono infine se il lavoro tecnico eseguito dal professionista incaricato per un corrispettivo di € 21.571,80 che comunque andrà pagato, non andrebbe addebitato ai responsabili del fallimento d’un progetto che avrebbe contribuito a migliorare l’immagine della frazione modicana.
Da questa sconcertante vicenda, emergono ancora una volta l’incapacità di gestire il territorio con la doverosa competenza e serietà e l’antico vizio di concepire la politica in maniera clientelare , privilegiando le prospettive di ritorno in termini elettorali e non le reali esigenze e gli impegni assunti. Tant’è ! I lavori programmati per il Tantillo di Frigintini, sono stati eseguiti al Caitina di Modica.


Commenti: 0


del 03/12/2011 18:29:28

> il sutra del loro tanto per cominciare non e stato scritto da Shakyamuni tanto per cominciare, ma scritto circa 400 anni dopo la sua morte, e questo la dice lunga sul grado di preparazione degli attuali membri dell IBISG ,tutti ikeda e daimoku...il resto e opzionale.
La questione buddismo e solo strumentale, se vogliamo parlare di qualcosa piuttosto parlate di nichirilismo ?
E giusto il consiglio di leggere qualche libro anche di ikeda se vogliamo, ma direi anche qualche bell'articolo di cristiano martorella per esempio?



Commenti: 0


del 02/12/2011 01:24:09

Commenti: 0


Link Sanita su radio Rtm (Ascolta il messaggio) Tema: 112 - Post: 6893
a cura di Giovanni Migliore

del 01/12/2011 21:02:18

http://www.radiortm.it/2011/11/29/giovanni-migliore-denuncia-carenza-di-personale-al-pronto-soccorso-di-modica/

Commenti: 0


La sanità a Modica (Ascolta il messaggio) Tema: 112 - Post: 6892
a cura di Giovanni Migliore

del 29/11/2011 14:13:50

LA SANITA’ DALLE NOSTRE PARTI ED IL MANCATO RISPETTO DELLE LEGGI CHE LA POTREBBERO RENDERE PIU’ EFFICIENTE.

Complice la crisi che da circa tre anni rende complicata la vita di tutti, si è consolidata l’incomprensibile abitudine di tagliare risorse anche a quei settori che per l’ importanza che rivestono nella vita di tutti noi, non dovrebbero essere mai sfiorati da politiche di austerità.
Si tolgono infatti risorse all’istruzione, alla ricerca, alla sanità, rendendo precaria la tutela della salute dei cittadini, sancita dalla nostra Costituzione ma praticamente inapplicata per quella miopia politica e manageriale che considerano la sanità alla stregua di altri settori nei quali è possibile intervenire senza pregiudicare diritti fondamentali del cittadino e contraddicendo le stesse leggi che dovrebbero regolare la materia.
Accade infatti che nelle strutture ospedaliere facenti capo all’ASP 7 di Ragusa, soprattutto nelle ore serali e notturne, ci si possa recare con i propri piedi ed uscire in posizione orizzontale, ma non per problemi legati alla professionalità dei medici o degli infermieri, né per la loro mancanza di abnegazione al servizio, bensì perché i manager, hanno un solo obiettivo che è quello di non sforare la spesa programmata.
E se qualcuno ci rimette la vita ? Cosa importa, si troverà una motivazione più o meno plausibile e si aspetterà il prossimo sfortunato.
Nel mese di giugno di quest’anno, il dottore Ettore Gilotta, manager dell’Asp 7 di Ragusa, dichiarò in una sua intervista che durante la sua gestione, non ci sarebbero stati infermieri in più negli ospedali minori. Bene ! Eliminare gli sprechi non può che essere elogiato, ma è normale che al pronto soccorso del Maggiore di Modica, nel turno serale e notturno, ci sia solo 1 medico e 2 infermieri ? E’ concepibile che un cittadino vada al pronto soccorso per verificare un sospetto inizio d’infarto e a causa dell’arrivo di molte ambulanze, il personale medico e paramedico non possa controllare l’evolversi delle condizioni di coloro che potrebbero correre seri rischi per la loro vita ?
Siamo tutti contro gli sprechi, ma la salute dei cittadini non può essere barattata con esigenze di bilancio e detestiamo al contempo i privilegi e le contraddizioni. Tagliare risorse alla sanità e riconoscere stipendi milionari ad un professionista dello stesso settore, rappresenta una contraddizione che confligge con la tanto osannata razionalizzazione dei costi e costituisce una doppia beffa per il cittadino che non riceve un servizio adeguato, dovendo comunque pagare i privilegi di qualche manager.

Commenti: 0


del 29/11/2011 12:34:55

carissimo Sig. tony, Le voglio fare un parallelismo con la Chiesa Cattolica.
Vero è che qualche prete si dedica agli affari suoi personali invece che agli insegnamenti originari della Chiesa Cattolica (pace e amore)... continua la lettura.

Commenti: 1


del 29/11/2011 12:19:43

carissimo collega (in quanto fortunato pensionato),
raccolgo con entusiamo la provocazione e comincio da lontano; più precisamente a cavallo tra gli anni settanta e ottanta.
Dietro la parola "RIQUALIFICAZIONE" si nascondeva una delle più grandi insidie sociali di quegli anni, con ripercussioni fino ai giorni nostri: l'edilizia economica e popolare sovvenzionata e convenzionata; ovvero grandi alveari per gente poco abbiente che veniva letteralmente relegata in ghetti_lager lontano dai cittadini "probi ed onesti" che potevano starsene tranquilli nei loro residences alberati e serviti di ogni comfort (non a Modica, però, dove la città ha subito uno sviluppo diverso tanto nella parte vecchia quanto in quella nuova).
A metà degli anni ottanta gli urbanisti conclusero che l'esperimento non era riuscito (vedi ZEN, PEEP o periferie popolari di qualunque città d'Italia, ma anche i cugini francesi con le loro "banlieu" non scherzano, anzi hanno raggiunto apici di decadenza sociale che non hanno pari nel mondo se non nelle grandi metropoli degli Stati Uniti d'America).
Tutto da rifare dunque, prevedere l'integrazione sociale e non l'emarginazione, ma...
ma gli urbanisti (di solito grandi teorici) non avevano fatto i conti con l'economia e con i grandi appalti, con gli interessi che gravitano attorno allo "sviluppo verticale" della città a scapito dello "sviluppo intelligente".
E veniamo ai giorni nostri; facciamo uno zoom su Modica e poi su Via Fontana, fino all'ex Foro Boario (oggi costruenda villetta comunale) e, come possiamo vedere dai fotomontaggi allegati ad un progetto di "riqualificazione" che il Cons. Migliore mette gentilmente a disposizione del cittadino [IL CONS. MIGLIORE, HO DETTO, NON IL SINDACO BUSCEMA], di tutto si tratta fuorchè di riqualificazione.
Si tratta di cementificazione;
si tratta di addensamento edilizio;
si tratta di congestione;
si tratta di business;
si tratta di emarginazione di famiglie poco abbienti che vengono contrassegnate con la X e poste lungo l'alveo di un torrente a rischio idrogeologico (tanto chi se ne frega se a rimetterci le penne sono dei poveracci);
si tratta di far arrivare soldi (lodevole), se poi vengono spesi male, pazienza!

Personalmente vedrei la riqualificazione qualora il progetto prevedesse dei corsi alternativi al greto del torrente, giusto per non rivedere le scene genovesi che hanno fatto il giro del mondo;
qualora al posto di orrende palazzine fossero state previste casette bipiano con sottotetto più consone al nostro tessuto cittadino;
invece no! il progettista si è assuefatto alle palazzine esistenti (probabilmente oggetto di sanatoria!) pensando che così si amalgamava il tessuto urbano; come dire: dove c'è già degrado, un pò in più non si nota, anzi diventa una regola compositiva.

Nota 1: ma la Sovrintendenza lo ha visto il progetto?

Nota 2: ma i geologi che visionano il progetto sono sicuri che DUE PIANI INTERRATI non subiranno spinte idriche alle prime acque che alimentano i lati del torrente? (ricordiamo, per la cronaca, che le acque provenienti dai costoni non entreranno nell'alveo del torrente, ma si fermeranno ai lati, spingendo verso l'alto tutto quello che gli capita a tiro).

Per ora è tutto, nei dettagli costruttivi entreremo a suo tempo.

saluti,
geometra in pensione.

Commenti: 0


del 29/11/2011 11:33:11

> Quello che ho letto, non e' affatto giusto. Sono ormai 12 anni che pratico il buddismo del Sutra del loto antico sutra scritto da Shakyamuni il budda storico. Nichiren ne ha colto l'essenza non e' falso buddismo... continua la lettura.

Commenti: 2


Il paziente deve essere paziente. Il "Triage" (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6887
a cura di Giovanni Assenza

del 28/11/2011 01:27:19

Tempo fa qualcosa del genere è successo a Te caro Giovanni, Ti confermo e rassicuro, nulla è cambiato.

Il Paziente oltre ad essere paziente deve conoscere anche il francese per capire la scritta “triage” sulla targhetta accanto a quella stanza vuota.

Sul sito www.salute.gov.it viene spiegato come funziona il “triage”.
L'attivita' del triage si articola in:
• accoglienza:
raccolta di dati, di eventuale documentazione medica, di informazioni da parte di familiari e+o soccorritori, rilevamento parametri vitali e registrazione;
• assegnazione codice di gravità:
tali codici, in analogia con i criteri definiti dal decreto del Ministero della Sanità del 15 maggio 1992, articolati in quattro categorie ed identificati con colore sono:
o codice rosso: molto critico, pericolo di vita, priorità massima, accesso immediato alle cure;
o codice giallo: mediamente critico, presenza di rischio evolutivo, possibile pericolo di vita;
o codice verde: poco critico, assenza di rischi evolutivi, prestazioni differibili;
o codice bianco: non critico, pazienti non urgenti;
• gestione dell'attesa:
i pazienti in attesa della visita medica possono variare (migliorare o peggiorare) le proprie condizioni cliniche, è quindi parte integrante dell’intero processo di triage la rivalutazione periodica della congruità dei codici colore assegnati.

Ma a Modica funziona così?

Forse di giorno, ma sicuramente non di sera, pertanto siete invitati a non aver bisogno del pronto soccorso nelle ore notturne, perché l’accoglienza è lasciata al caso e per aver assegnato un codice bisogna sperare che i bisognosi notturni siano un numero limitato, inutile aggiungere che se ci sono problemi per valutare ed assegnare il codice di gravità è inutile sperare in una rivalutazione periodica dei codici assegnati.

Perché non funziona?

Perché di sera l’organico del pronto soccorso viene ridotto al minimo, un medico, due infermieri, un inserviente e inoltre nessun medico ai reparti per ottenere delle consulenze.

Giorno 24 novembre 2011 verso le 20:20 mentre ero al lavoro ho avuto una forte tachicardia con dolore al petto e al collo. In pochi minuti mi sono recato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore, c’era solo una signora col figlio e nessun altro, penso di essere fortunato perché l’attesa sarebbe sicuramente stata modesta, così, malgrado la paura, mi sono seduto in attesa del codice “triage”. Non immaginavo che in pochi minuti la sala d’attesa si sarebbe riempita e le ambulanze, 6, forse 7 in poco più di 3 ore, senza sosta, portassero i loro carichi di sofferenza.
Nel frattempo la stanza con la targhetta “triage” restava desolatamente aperta e vuota come l’aveva trovata il primo paziente alle 20:10.
Finalmente alle 21:20 arriva un infermiere e comincia a chiamare per assegnare il codice, dopo un’ora, alle 21:32, mi viene assegnato il tanto sospirato codice, per la cronaca è giallo, ma resto in attesa perché, come ho già detto, le ambulanze sembravano delle api che entravano ed uscivano dall’alveare in continuazione.
Alle 22:00 entro nell’ambulatorio e trovo solo un medico ed un’infermiera, il secondo infermiere continuava ad assegnare codici. Il pronto soccorso ha due sale attrezzate, una era occupata, nel corridoio antistante c’erano tre barelle con Pazienti e anche la saletta di fronte era occupata e, se non ricordo male, un altro Paziente era in sala TAC. L’unico inserviente faceva la spola fra laboratori e reparti.
Dopo l’ECG e il prelievo mi fanno accomodare nella seconda saletta e nell’attesa sento che c’è un codice rosso e di tanto in tanto quanto si apre la porta noto che la sala d’attesa è piena e vedo che il paziente arrivato dopo di me è ancora lì ed è passata la mezzanotte.
Riflettendo sull’accaduto mi viene in mente la grande rabbia che c’era in tutti noi, ma nello stesso tempo tanta dignitosa rassegnazione e comprensione verso l’unico medico, i due infermieri e l’inserviente che senza sosta hanno lavorato per tutto il tempo.

Di chi è la colpa di tutto ciò?

Chi amministra il servizio sanitario nella nostra provincia si rende conto di quello che succede negli ospedali? Sa che non sono rispettate le regole che loro stessi hanno adottato?

Mi sono chiesto quanto guadagna questo dirigente che ha ridotto all’osso l’organico del pronto soccorso e mentre lui dorme beato altri soffrono disagi enormi? Una vocina al telefono mi dice appena 400.000,00 euro l’anno.
Sarà vero? Se è così magari quando dorme sogna come spendere i 1.000,00 e più intascati ogni giorno.

Signor amministratore la posso denunciare per ritardato soccorso?

Non crede sia meglio ottimizzare i servizi anziché tagliarli per risparmiare?
Lo sa che spesso ottimizzare e risparmiare possono coesistere?
Non pensa che della sofferenza si debba avere grande rispetto?
Sa cosa mi rende meno triste? La certezza che malgrado tutto ci sono Uomini e Donne che per molto meno di 1.000,00 euro al giorno rendono un servizio straordinario alla collettività, malgrado l’ottusità di amministratori, burocrati e politici.
Dorma sonni tranquilli, con l’augurio che restino sempre tali; anche se purtroppo a volte si trasformano in incubi, la ruota gira per tutti.

Commenti: 0


Relazione-quantificazione costi- galleria foto (Ascolta il messaggio) Tema: 11 - Post: 6886
a cura di Giovanni Migliore

del 28/11/2011 01:09:05

Amici del blog, incomincio a passarvi alcuni documenti e foto in modo che ognuno possa rendersi conto in misura precisa di quello che si vuole fare e quindi di quello che si dice.

Ringrazio alcuni residenti ,... continua la lettura.

Commenti: 0


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)