Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

28/09/2017 20:02:52 da parte di Giovanni Migliore - Una storia antica
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
31/01/2015 22:12:26 da parte di Stefano - Gruppo di preghiera di Gesù Bambino di Gallinaro
25/05/2014 00:26:28 da parte di ex fonte internet - Re: Re: Re: Metamorfosi societarie (5)
24/03/2014 20:20:40 da parte di Pinzo Panzo - La situazione si sta facendo drammatica !!!!!
22/03/2014 08:58:59 da parte di Antonio - Re: ma chi c'è nell'aria?
17/03/2014 00:42:30 da parte di uno ri murica auta - ma chi c'è nell'aria?

 

del 10/05/2010 17:47:44

> X una persona che osserva.

Non meriterebbe neanche una risposta, ma un semplice Amen.

Però Le voglio dire che Lei ha una visione dell'onestà veramente singolare.

Un commerciante con negozio paga, l'affitto del locale, la tassa annuale per la registrazione del contratto, la TARSU (molto salata), deve rispettare la legge 626, HCCP, e non so quante altre cose, e Lei ritiene onesto un ambulante che di tutto questo paga ZERO?

Sono sicuro che Lei non sa neppure dove abita di casa l'onestà.

Che ci prenda per il culo un Ministro ci può stare, ma un ambulante abusivo no, non è possibile.

Commenti: 0


del 10/05/2010 17:25:52

> Tutte le discariche, dalla Val D'Aosta alla Sicilia, gestite da Piemontesi, Siciliani o Cinesi, sono a rischio eco-mafie.

Spesso le mafie utilizzano le discariche per riversarvi rifiuti tossici.

Inoltre le discariche, malgrado gli enzimi, hanno un impatto ambientale ad alto rischio inquinamento se non dell'aria, delle falde acquifere.

Non possiamo dimenticare che in natura nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma, pertanto la discarica non può essere il futuro o l'avanguardia.

L'unica soluzione ad impatto zero o quasi, può essere solo la differenziata, rendendo così i rifiuti una miniera.

In questo modo si eliminano o riducono sensibilmente i costi della discarica e relativo trasporto, e le varie tipologie di rifiuto producono reddito.

Commenti: 0


complimenti (Ascolta il messaggio) Tema: 2 - Post: 3509
a cura di un blogger

del 10/05/2010 17:01:59

Complimenti al Sig. Dirosa per aver scritto e risposto su questo blog.
Credo che sia la prima persona come giornalista a scrivere.
Credo che questo spazio possa essere utile a tutti per confrontarCi e capirCi meglio.
Grazie

Commenti: 0


del 10/05/2010 15:45:43

SONO CONTENTO CHE LEI ABBIA INDIVIDUATO IL PUNTO. NATURALMENTE IL SERVIZIO ERA SOLO SATIRA E NULL'ALTRO. AGGIUNGO PERO' DUE COSE. 1) IO PENSO CHE ALL'INTERNO DI UN TG (QUANDO LA COSA E' PALESE) UN SERVIZIO SATIRICO CI PUO' STARE BENISSIMO (SUL MODELLO DELLA TV INGLESE PER CAPIRCI). 2) SONO CONVINTO (E HO RACCOLTO FONTI AUTOREVOLISSIME ALL'ASSESSORATO REGIONALE ALL'ENERGIA E DA ESPERTI DI SMALTIMENTO RIFIUTI) CHE IL DISINTEGRATORE NON POSSA MAI E POI MAI ESSERE LA SOLUZIONE PER IL PROBLEMA DEI RIFIUTI IN PROVINCIA DI RAGUSA. HO MANDATO UNA SERIE DI NOTIZIE IN MERITO SUL SITO DI RTM. PUO' VERIFICARLE LA'IA. CORDIALMENTE

Commenti: 0


del 10/05/2010 15:41:45

> Tutto vero quello che Lei dice. Ma ripeto che la gestione ATTUALE è in mano a piemontesi (non a caso) che il cda di tirrenoambiente è cambiato e aggiungo (l'ho detto nel servizio andato in onda più volte) che adesso uno dei partner della Tirrenoambiente è una società che gestisce la discarica di Londra e che fa usa un metodo con enzimi che cancella ogni traccia di puzza (dentro la discarica ci sono andato e non c'era nessun odore. Aggiungo che ora fanno fare visite alle scolaresche per vedere come funziona la discarica e l'impianto per la produzione di energia tramite il biogas. In ogni caso il punto è capire se ADESSO quello di Mazzarrà è un modello gestionale per una discarica da cui prendere esempio. Io penso di sì, ma il dibattito è naturalmente aperto

Commenti: 1


domenica e lunedi (Ascolta il messaggio) Tema: 18 - Post: 3506
a cura di Giovanni Migliore

del 10/05/2010 14:44:16

IN EVIDENZA


Amici del blog.....non riesco a comunicare con voi.
Sabato pomeriggio e Domenica ho cercato di ritagliarmi degli spazi per mettere avanti del lavoro che era rimasto ...indietro e allo stesso sto cercando di preparare i video.
In particolare il video sulla spazzatura mi ha creato dei problemi perchè bisogna fare piccoli aggiustamenti poichè si inquadrano spesso l'autista e l'aiutante.

Poi ho da montare il video che Domenica Mattina io e il consigliere Mavilla abbiamo girato al cimitero...un'altro scempio

e il video di stamattina che ho fatto dalle 8:50 fino alle 9:26 a modica Alta appresso ad una cagna.
alle 9:27 sono arrivati i Vigili Urbani.
la cagna l'hanno seguito e alle 11:15 sono riusciuti con l'intervento della Dog Professional a prenderla. La cagna è stata portata al canile.
vi racconterò.....

poi sono andato a Ragusa presso l'assessorato all'ambiente dove si svolgeva una conferenza stampa sul disintegratore.
Purtroppo la puntualità è diventata un optional.

Alle 12:00 sono ritornato in azienda.

Pian piano riusciremo a portare a frutto tutto.

Commenti: 0


del 10/05/2010 11:37:42

IN EVIDENZA


BASTA GIOCARE CON LA SALUTE DEGLI ESSERI UMANI

Questo è il nome di un gruppo nato e presente su Facebook.
L'argomento che tratta è la "salubre" ed "efficiente" discarica comprensoriale di Mazzarrà S.Andrea in prov.di Messina.

http://www.facebook.com/group.php?gid=39024424150#+group.php?gid=39024424150



Commenti: 0


del 10/05/2010 11:25:09

IN EVIDENZA


articolo tratto da : LA GAZZETTA DEL SUD

http://www.gazzettadelsud.it/NotiziaArchivio.aspx?art=63615&Edizione=13&A=20100501


Messina (01/05/2010)


Chiusa da oggi la discarica di Mazzarrà

Scatta l'emergenza. Iniziativa di Italiano, mediazione di Nania


Barcellona Da stamani saranno nuovamente chiusi i cancelli della discarica di Mazzarrà Sant'Andrea. Lo ha comunicato con una lettera TirrenoAmbiente, la società mista che gestisce l'impianto di smaltimento, firmata dall'Ad Pino Innocenti.
Sono infatti scadute ieri le due settimane di moratoria concesse lo scorso 14 aprile quando fu trovato un accordo transitorio che permise ai 38 comuni dell'Ato Me 2 di tornare a conferire nuovamente nel sito di Mazzarrà i rifiuti da smaltire. I sindaci riuniti ieri per affrontare la nuova emergenza sono pronti a pagare il conferimento corrente (il sindaco di Milazzo Italiano ieri sera ha riunito la giunta per deliberare 60.000 euro per iil pagamento dei conferimenti nei prossimi giorni e ha rivolto al prefetto un appello a intervenire).
I sindaci hanno delegato il primo cittadino del comune capofila di Barcellona, Candeloro Nania, affinché conduca la trattativa per arrivare ad una bozza definitiva di transazione per l'estinzione del debito arretrato che ammonta a 27 milioni e 400 mila euro. Già da lunedì il sindaco Candeloro Nania sarà a Palermo per sollecitare ancora una volta – dopo i precedenti fallimenti – un finanziamento regionale che con senta ai comuni di affrontare con maggiore serenità il prossimo futuro. Fino a ieri sera sia il sindaco Nania che il presidente dell'Ato Re, hanno invano tentato di mettersi in contatto con l'Ad di TirrenoAmbiente Innocenti che risultava irreperibile. Il presidente dell'Ato è riuscito a rintracciare solo il sindaco di Mazzarrà Carmelo Navarra e il neo presidente della stessa società mista Francesco Cannone incassando dagli stessi la disponibilità a trattare la questione in termini d'urgenza.
Oggi, anche se primo maggio, alcuni servizi di igiene ambientale dovranno essere assicurati e il rischio è quello che invece si blocchi per la chiusura di Mazzarrà. Tutto dipenderà adesso dall'esito dell'incontro che Nania dovrà avere con Innocenti al quale sarà prospettata la bozza di transazione frutto di una intesa tra i sindaci. Nania chiederà a TirrenoAmbiente di rivedere da subito la propria posizione e consentire già da lunedì un nuovo conferimento di rifiuti. La bozza del piano di rientro adottata dai sindaci prevede di liquidare subito la spesa corrente, impegnarsi poi a pagare il 20 per cento dell'importo in tempi rapidi e scaglionare il restante debito con soluzioni rateali pluriennali, si parla dei prossimi 20 anni. Il futuro dei comuni ipotecato dai debiti della spazzatura. Tutti sperano che TirrenoAmbiente possa dare il via libera agli autocompattatori dei 38 Comuni e ciò per scongiurare che i rifiuti invadano strade e piazze d i paesi e città. A confidare in una soluzione transitoria in attesa delle definizioni degli accordi è soprattutto il sindaco Nania che ha assunto il delicato ruolo di mediazione(l.o.)

Commenti: 0


del 10/05/2010 11:02:31

IN EVIDENZA


>Per il dott.Emiliano di Rosa.
Sperando di farle cosa gradita,le invio solo alcuni fra i tanti articoli sulla discarica di Mazzarrà reperibili facilmente sul web.
Articoli dai quali si evince un passato prossimo non proprio limpido come l'acqua di un ruscello.
Mi farebbe piacere se Lei,grazie alla sua professionalità,creerebbe un dossier su questo sito partendo dalle origini fino ai giorni nostri, visto che ci interessa da vicino,essendo diventata anche la discarica dei modicani.
Più tasselli si mettono e prima il mosaico si completa.
Per dovere di cronaca,per la ricerca della verità e con la presunzione che in Sicilia siamo tutti onesti e la mafia è solo una mera fantasia.
Con stima.


La discarica di Mazzarà Sant’Andrea,dista solo 300 metri dal centro abitato di Furnari,(Comune sciolto per infiltrazioni mafiose e quindi commissariato).
Ben sette consiglieri comunali,su quindici complessivi,si sono dimessi.
Nel paese l’aria è irrespirabile, non sempre, ma spesso, il cattivo odore arriva dalla discarica, ne sono coinvolti anche i comuni limitrofi.
La discarica era fin a qualche tempo fa un problema che era meglio tacere, era comoda da tirar fuori in campagne elettorali con promesse, dimenticate subito dopo l’elezione, qual’ è la stranezza? in Italia è prassi, in Sicilia è obbligo. Il 10 Aprile 2008 scatta l’operazione “ Vivaio” condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Messina, che porta a provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di varie persone, riconducibili a “ Cosa Nostra” operante nella zona tirrenica.
Buona parte dell’operazione è riconducibile all’attività imprenditoriale legata alla discarica ed al suo indotto; il Gip scrive: “ il Comune di Mazzarà allo scopo di allargare la discarica avrebbe dovuto acquisire attraverso la procedura espropriativa, determinati terreni. Di fatto quest’acquisizione è avvenuta per cessione bonarie dei proprietari che si sono rivelate particolarmente lucrose per i precedenti proprietari dei fondi”. La società che si occupa della discarica è la Tirreno Ambiente.

Il Senatore Lumia,in un'interrogazione, chiede: quali iniziative il Governo intenda assumere per evitare che la discarica di Mazzarà S. Andrea sia ancora soggetta al condizionamento mafioso; se il Ministro dell’interno sia a conoscenza dei gravissimi fatti esposti in premessa e delle ragioni per cui sono, allo stato, mancate conseguenti iniziative da parte delle istituzioni competenti; se, una volta verificata la veridicità di quanto riportato, non ritenga doverosa l'adozione di una procedura di accesso, al fine di poter assumere le eventuali necessarie determinazioni in ordine allo scioglimento dell’amministrazione comunale di Furnari, ai sensi dell’articolo 143 del decreto legislativo n. 267 del 2000.
Il 13 Marzo 2009 si è insediata al comune di Furnari la commissione ministeriale nominata dal Prefetto Alecci di Messina su disposizione del Ministro degli Interni Maroni, per accertare infiltrazioni della criminalità organizzata all’interno dell’ente. La commissione, presieduta dal viceprefetto Contarino, è composta da esponenti delle forze dell’ordine: il dirigente del commissariato di Barcellona, Rodolfo Savio, il tenente colonnello dei Carabinieri, Luigi Bruno, e il Maggiore della Guardia di Finanza, Ugo Rabbuffetti. La commissione avrà tempo novanta giorni per concludere le indagini.
La legge deve fare il suo corso, speriamo che a Furnari non accada ciò che già si è verificato in altri comuni, ma intanto il danno ai cittadini è stato fatto, il comune è rinomato per il suo vino e il suo olio, oggi invece ha un danno ambientale causato dalla vicina discarica, che tra l’altro dovrebbe essere ampliata.
I Camion carichi di spazzatura la notte attraversano la statale 113, per arrivare alla discarica di Mazzarà, lasciamo perdere la velocità, lo dico perché io personalmente abito sulla statale in territorio Terme Vigliatore, da lì passano; Dai camion cola un liquido che si riversa sulle strade e con l’avvento del caldo lascio al lettore immaginare l’odore che al mattino si sente salire, non oso immaginare l’odore che arrivi a chi si trova vicino alle discariche.

ulteriori informazioni per chi ha tempo e pazienza :


http://isolapulita.over-blog.it/article-furnari-sette-consiglieri-si-dimettono--42828985.html



______________________________________________________________________
http://www.enricodigiacomo.org/2009/12/mazzara-santandrea-me-operazione-antimafia-vivaio-il-nuovo-collaboratore-di-giustizia-enzo-marti-del-clan-di-mazzara-spiega-la-gestione-mafiosa-del-business-rifiuti/


C’è un nuovo collaboratore di giustizia pronto a raccontare parecchi retroscena della vita del clan di Mazzarà Sant’Andrea, in particolare i loro interessi nel business dei rifiuti e in relazione all’omicidio di Antonino Rottino, il fedelissimo di Carmelo Bisognano eliminato a fine agosto 2006 nell’ambito dei contrasti interni al gruppo, tra il boss storico e l’emergente Tindaro Calabrese. Si tratta del marchigiano Enzo Marti, ex dirigente di Tirreno Ambiente, la società che si occupa di raccolta rifiuti nel barcellonese, condannato a 6 anni in abbreviato nel processo Vivaio, l’indagine sugli affari dei mazzaroti sfociata nella retata dell’aprile 2008 che costò le manette anche a lui. I suoi primi verbali sono stati depositati ieri agli atti del troncone principale del processo, in corso davanti ai giudici della Corte d’assise d’appello, dai pm dell’accusa, il sostituto della Direzione distrettuale antimafia, Giuseppe Verzera, e il collega della procura ordinaria di Barcellona, Francesco Massara. Adesso sono a disposizione dei legali che difendono gli imputati alla sbarra. Tra loro anche i Bisognano, Tindaro Calabrese e i loro fedelissimi. Marti ha raccontato agli investigatori come operava la longa manus del clan nel business dei rifiuti. Enzo Marti era legato proprio ai Bisognano. Molte le telefonate intercettate dai Ros dei carabinieri tra il marchigiano e i fedelissimi di Bisognano. Una di queste conversazioni risale all’indomani della notizia dell’inchiesta sulla società TirrenoAmbiente. Marti raccomanda ad uno degli uomini del boss di “stare vigili” sulla faccenda. Ancor più interessanti per gli investigatori quelle intercettate l’indomani dell’omicidio di Rottino, nelle quali il marchigiano si preoccupa di cercar riparo al fratello dell’ucciso, temendo ulteriori ritorsioni. Le conversazioni captate in quei giorni fanno emergere la convinzione, di Marti e dei suoi interlocutori, che dietro il delitto ci sia il capo della frangia “scissionista” Tindaro Calabrese, allontanatosi dal Mazzarrà proprio qualche giorno prima dell’omicidio. Nel marzo 2007, in vista della scarcerazione di Carmelo Bisognano, la sorella Vincenza e i suoi fedelissimi si recano nelle Marche per comunicare a Marti i loro intenti: si preparano possibili ritorsioni nei confronti degli scissionisti e si progetta la vendetta all’omicidio di Rottino. La probabile faida interna fu scongiurata dalle Forze dell’Ordine proprio col bltiz Vivaio. Il contatto tra Enzo Marti ed i mazzarroti risale all’inizio del decennio. Nel 2003 il marchigiano è responsabile della discarica di Mazzarrà per Tirreno Ambiente. E’ lui a siglare gli atti che consentono a Teresa Truscello, moglie del boss Bisognano, di continuare a guadagnare dalla discarica stessa, attraverso l’affitto dei terreni di famiglia alla società che gestisce il sito. Antonino Rottino, invece, era un imprenditore del settore movimento terra che operava nell’indotto delle discariche. E in quest’ambito che nasce l’amicizia tra il marchigiano e l’ucciso.

da Normanno.it

Commenti: 1


Test Multiplo (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3500
a cura di Giovanni Migliore

del 10/05/2010 10:25:18

Test di inserimento multiplo1

Commenti: 0


del 10/05/2010 09:59:07

penso che Lei sia una di quelle persone che fanno finta di "osservare", ma coltivano solo il proprio orticello fottendosene di quello che succede oltre il recinto, senza rendersi conto che prima o poi quel recinto, sempre più debole, si sgretolerà sotto le ruote dei furgoni degli ambulanti che dopo il dito e la mano si prenderanno tutto il braccio.

Ma non le viene minimamente alla luce del suo cervello, che se il mercato viene organizzato in legalità, sicurezza, ordine e igiene in una zona sicuramente attigua al Viale Manzoni (vedi Terreno Carrubbella) tutti ne gioverebbero in salute, immagine e guadagni?

provi a pensare oltre che ad osservare (male direi).

per quanto riguarda i Suoi commenti sul Cons. Migliore stendiamo un pietoso velo.

Commenti: 0


Re: Re: Video Mercato Modica Alta (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3497
a cura di Lupo solitario

del 10/05/2010 09:52:45

> Sono convinto che lei osservi poco e male. Il famoso "pezzo di pane" si può sudare onestamente e nella legalità più profonda. Lei parte dalla considerazione egoistica secondo cui il suo pezzo di pane viene prima della legalità, prima dei residenti, prima del rispetto delle regole. Bene, allora trasliamo il suo punto di vista nei residenti di viale Manzoni e nei cittadini modicani. La possibilità di vivere serenamente e civilmente viene prima del suo pezzo di pane. Come la mettiamo? Non crede che il rispetto delle basilari regole di civile convivenza sia un diritto e un valore erga omnes? O vuole ridurre tutto a una primitiva lotta per la sopravvivenza, in cui prevaricazione e mancanza di rispetto siano la base? Lei guarda la pagliuzza nell'occhio degli altri, ma non si accorge della trave che è nel suo.

Cordialmente.

Commenti: 0


del 10/05/2010 09:51:40

Sig. Emiliano Di Rosa,
in merito al suo passaggio televisivo circa il "disintegratore" del Cons. Galizia ho due opinioni (queste si che sono opinioni e non notizie scevre da partito preso)
1) se Ella vuole dare una notizia di cronaca senza incorrere nel giudizio personale, deve riportare i fatti e non commentarli.
2) se Ella vuole dare inizio ad una "notizia con sfondo satirico" allora sono ben felice di accettarla come tale, e anzi Le faccio i complimenti perchè il servizio era veramente carino. Satirico come pochi nel nostro panorama giornalistico locale. Però non deve farlo passare all'interno di un Telegiornale che ha presunzione di ben altro taglio informativo.

Fa bene il suo nobile mestiere quando si informa sui fatti, ma, per parafrasare un grande politico dei nostri tempi, dubiti, perchè "a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca".

silvio

Commenti: 1


Re: Re: Video Mercato Modica Alta (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3495
a cura di Un cane che osserva...la legge del taglione .

del 10/05/2010 09:47:15

> Sono uno dei cagnolini che segue il Consigliere.
Come tutti i cagnolini,quando mi scappa la pipì,vado a cercare un albero oppure la ruota di un'auto.
La prossima volta invece piscerò sul furgone del primo ambulante che capita,uno di quelli che sporca la città e sopratutto la dignità delle persone.
Con i cafoni occorre comportarsi da cafoni.
Sono stanco di andarmene al mercato delle pulci. Il Prossimo giovedì
andrò al mercato degli orrori,quello di modica alta.

Commenti: 0


del 10/05/2010 09:09:43

1) per l'ATTUALE gestione della discarica di Mazzarrà sono stati chiamati due ingegneri di Vercelli con cui ho verificato l'ATTUALE documentazione su tutto ed è tutto in regola
2) l'inchiesta della magistratura riguarda la precedente gestione e comunque è in corso, non ci sono condanne nemmeno in primo grado e vale la PRESUNZIONE DI INNOCENZA (come per tantissimi politici ...)
3) il sindaco viene eletto e rieletto portando avanti e allargando la discarica, questo è quello che ho detto nel servizio (e ho parlato con alcuni cittadini e 7 su 7 mi hanno detto che a loro va bene la discarica, non pagano tasse, non sentono puzza e non hanno problemi di inquinamento)
4) il garantismo e l'efficenza di una scelta sono principi che si accettano come tali (principi appunto). Nel servizio che ho fatto io li ho applicati, potreste farlo anche voi che commentate
5) aspetto con ansia qualche collega o qualche commentatore che nel merito mi dismostri il coniatrario di tutto quello che ho detto finora per quanto riguarda la questione rifiuti.

Commenti: 2


Re: Video Mercato Modica Alta (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3493
a cura di una persona che osserva

del 10/05/2010 08:26:54

IN EVIDENZA


> E' strano.Lei è un commerciante e va contro la sua stessa categoria.Va contro quelli che per guadagnarsi un pezzo di pane devono fare i cani,contro quelli che anzichè rubare vanno a lavorare.Sono contento che lei è seguito solo da qualche "cagnolino" mentre la gente perbene e i giornalisti sanno distinguere il bene dal male.Io credo che i suoi video ormai sono superati e credo che lei anzichè sperperare il tempo in modo inutile potrebbe fare qualcosa per la sua città oppure dedicarsi alla sua famiglia.Credo che la politica non fa per lei.Credo che lei non fa altro che prendere fischi per fiaschi.Si rassegni.Sig."vari nomi" solo questo blog ospita le sue rivendicazioni perchè forse solo lei e il consigliere migliore vi scrivete.Alla città siti buffoni come questo credo che non servono.Vada in pace.

Commenti: 6


Video Mercato Modica Alta (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3492
a cura di Giovanni Migliore

del 10/05/2010 03:06:06

IN EVIDENZA


Commenti: 1


del 10/05/2010 00:05:17

> Ho appena guardato l'intervista al sindaco di Mazzarrà,con lo sfondo dei gabbiani e dei tir che scaricano spazzatura,anzi ricchezza,come dice lui. Mi ha convinto.IL PROSSIMO WEEK END lo trascorrerò prpprio lì. è una zona stupenda,lui,il sindaco,avrà la sua dimora principale all'interno di quel parco naturale (perchè chiamarlo discarica). Ognuno di noi vorrebbe avere in quel posto una bella villa con vista sul parco...con i gabbiani...e le caccarazze.
Un bell'esempio di discarica,come ha riferito recentemente un giornalista esperto di rifiutistica.
Unbell'esempio di rispetto per l'ambiente,un esempio di gestione corretta e trasparente...ed il passato di mafia ?
Scurdammece o passatu, simmu e napole paisà....

Commenti: 1


del 30/04/2010 20:04:22

> Per Franco vero.

Io credo che nel momento in cui una persona viene eletta abbia l'OBBLIGO MORALE verso i propri elettori di rappresentarLi aldilà di ogni logica partitica.

Pertanto la presenza in aula è un DOVERE, salvo impedimenti personali, perchè questo permette un assunzione di responsabilità piena.

Detto questo il Signor Cerruto dovrebbe essere cosciente che siamo in presenza di un Assemblea con maggioranza assoluta. Non dovrebbe richiame i Suoi Colleghi di maggioranza ad una presenza più assidua ai lavori in Consiglio?

E' osceno non tener conto delle assenze della Sua maggioranza.


Commenti: 0


Re: Consigliere Migliore che combina !!!!!!!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3413
a cura di Giovanni Migliore

del 30/04/2010 13:50:44

> Mi dispiace se lei dissente dal mio comportamento.
Io ho ampliamente illustrato ai miei amici consiglieri comunali che se non impedito da motivi personali "gravi" non lascierò l'aula per nessun motivo.
Politicamente, a volte, potrebbe essere uno strumento politico.
Spesso anche l'attuale maggioranza ha utilizzato questo strumento specialmente quando visti i "non accordi" ha preferito con il numero di 12 consiglieri avere la maggioranza e quindi fare passare qualche delibera.
Quindi io non condanno e non faccio alcun commento sulla scelta dei miei colleghi, poichè è un problema di metodo e non di merito.

Io, a scanso di ogni equivoco, resterò in aula anche con il mio voto contrario.

In ogni caso avrei piacere, nel sapere quale sia la sua interpretazione e quale sia, secondo lei, un comportamento ideale che dovrebbe tenere un consigliere comunale.
Saluti Giovanni

Commenti: 1


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178  179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)