Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/12/2017 20:17:06 da parte di maurizio enzo lazzerini -
22/12/2017 20:05:21 da parte di maurizio enzo lazzerini - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
01/11/2017 00:17:04 da parte di elio penci, cittadino modicano emigrado Argentina - Re: Energie
28/09/2017 20:02:52 da parte di Giovanni Migliore - Una storia antica
22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane

 

Grazie (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6705
a cura di un residente

del 26/07/2011 16:57:47

Grazie COnsigliere Migliore e Consigliere Nigro.
Che forza.
Chi pensava che eravamo abbandonati, si sono sbagliati.

Commenti: 0


Mozione approvata !!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6704
a cura di Giovanni Migliore

del 26/07/2011 02:23:54

Finita la questione time viene illustrata la mozione di indirizzo su “Delocalizzazione antenne di telefonia mobile” presentata dai consiglieri Migliore e Nigro.
E’ proprio Giovanni Migliore ad illustrarla. Cita la data del 19 febbraio del 2009 quando il consiglio votò la regolamentazione dei campi elettromagnetici e quindi intercettare i siti previsti nel territorio del comune dal Piano Polab e che non siano di proprietà privata. Laddove non potrebbe essere possibile, dice il regolamento, le antenne potrebbero mettersi su abitazioni private.
Il 2 febbraio 2010 un gestore chiede l’istallazione di un antenna in Via Botta non prevista nel piano Polab.
Da quella data non risponde nessuno. Il 12 ottobre viene convocato il gtv, organismo consultorio, dando parere contrario. La compagna atteso che il termine del parere era scaduta da notizia che comincerà l’istallazione. Alle contestazioni nate da un movimento di opinione il Sindaco chiede la sospensione e nell’arco di tre mesi la compagnia doveva delocalizzare l’antenna che l’ente indicherà.
Dopo tanti mesi si chiede oggi, in maniera urgente, all’amministrazione di fare scelte coerenti con il piano; nell’ufficio denuncia Migliore c’è un caos e i gestori invocando la pubblica utilità l’ente non riesce a fare rispettare quanto deciso nel regolamento. Non si trovano i contratti e così non si possono introitare le somme appannaggio del Comune. Si chiede il consiglio l’attuazione del regolamento e destinare le risorse per il risanamento ambientale e informare in modo capillare i cittadini della individuazione dei siti delle antenne.
Il consigliere indipendente Paolo Nigro ribadisce che ci sono luoghi di proprietà pubblica dove allocare le antenne. Dalla sua approvazione questo regolamento non è applicato. L’antenna di Piano Ceci che doveva durare tre mesi è ancora lì su una piano mobile. In via Botta l’antenna è ancora lì e il consiglio comunale ha il dovere di fare applicare il regolamento. Auspica che la mozione possa essere votata all’unanimità.
Il consigliere Gaetano Cabibbo dell’Mpa rileva che aveva posto, due anni fa, la questione della installazione selvaggia delle antenne. Denunciò all’assessore dell’epoca la posa in opera di un antenna al Polo Commerciale ed è stata lì è installata. Modica registra un presenza di massiccia delle antenne telefoniche.
Riferisce di ricerche internazionali secondo le quali le onde elettromagnetiche sono dannose per la salute della persona. L’impegno deve essere quello che il regolamento deve essere rispettato perché ci tutela.
Il capogruppo del PID Giorgio Stracquadanio riferisce sull’attività del nuovo dirigente del settore che fa passare otto mesi per rispondere alle istanze dei cittadini, riguardante il problema dell’Antenne, quando la risposta doveva essere rapidissima. Denuncia il ritardo con cui vengono gestite le pratiche molto delicate e importanti come l’Antenna di Via Botta.
Il consigliere del Pd Carmelo Cerruto si dichiara d’accordo, e non può essere diversamente, il rispetto del regolamento. Il decreto Gasparri però bypassa quanto deciso dai consigli comunali. La discussione sulle prerogative relative al controllo del territorio è aperta. La Regione Lombardia su questo ha avuto ragione con l’avvallo della Corte Costituzionale che ha deciso che la gestione urbanistico del territorio è dei Comuni. Invita l’amministrazione ad approfondire dal punto di vista legale la materia per affrancarsi dagli effetti del decreto Gasparri.
Il capogruppo di Nuova Prospettiva Antonino Cerruto rileva che c’è una preoccupazione legittima nel territorio delle antenne, comprese quelle televisive, di cui peraltro si è occupato da quindici anni.
Il decreto Gasparri del 2002 non mette l’ordine; anzi ha danneggiato quello che di buono c’era. Le installazione delle antenne sono opere di interesse nazionale anche in deroga agli strumenti urbanistici. La legge ha sottratto ogni podestà agli enti locali. Con la Gasparri si possono installare le antenne anche vicino ai luoghi sensibile. L‘amministrazione ha votato il regolamento rispetto al Piano Polab del 2006, la revisione dei contratti con i gestori; il Comune deve avviare un’opera di concertazione con i gestori chiedendo il piano di sviluppo utile per adeguarlo al piano di gestione al fine di evitare i pericoli per la popolazione.
La mozione non può chiedere all’amministrazione di applicare il regolamento in quanto l’Ente non può imporre nulla. Tutto va confrontato con i gestori con la concertazione. Bisognerebbe avviare un referendum per superare la legge Gasparri e riportare in vita la vecchia legge che rimetteva la gestione delle antenne ai comuni.
Il capogruppo dei popolari, Salvatore Cannata si dichiara d’accordo al fatto che l0’amministrazione si deve impegnare ad applicare il regolamento.
Il consigliere del Pdl Michele D’Urso stigmatizza la maggioranza che tenta di portare una materia così importante come di parte. La mozione ha un tono bonario e invita l’amministrazione a fare applicare il regolamento. Le responsabilità sono della maggioranza che approvando nel regolamento nel 2009 non lo fa rispettare. La questione non è politica; la mozione doveva passare con sobrietà e senza eccezioni di parte. Ritiene che non si ha una precisa mappatura delle antenne per cui come si fa a fare rispettare il regolamento ? Le antenne vanno mappate quelle che si vedono e quelle che non si vedono e si intervenga con cadenza periodica. La mozione va approvata.
Giorgio Zaccaria capogruppo del PD ritiene che la problematica va gestita in quanto legata alla modernità.
La mozione ribadisce quello che in effetti vuole il regolamento. L’antenna di Via Botta va comunque tolta perché non rientra nei siti del Piano Polab. Ai gestori vanno indicati i siti dove vanno messi gli impianti. Rifuggiamo dalla demagogia e si facciano scelte di concretezza.
Il consigliere dell’Mpa Gaetano Cabibbo intervenendo nuovamente ha citato il Comune di Massa Carrara secondo il quale non solo applica il proprio regolamento ma hanno anche creato una rete di monitoraggio che consente di aggiornare i cittadini circa il rispetto dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici e avviare le conseguenti azioni di tutela. I dati delle centraline, che sono ubicate in prossimità delle antenne, vengono rese note quotidianamente ai cittadini. La proposta è stata assunta come emendamento nella mozione votata.
L’amministrazione per bocca del Vice Sindaco, Enzo Scarso condivide la mozione a cui propone anche una proposta aggiuntiva. Chiarisce che il Piano Polab è del 2006 e la cui realizzazione fu il frutto di una concertazione. Da allora ad oggi sono passate “sei ere glaciali” nel senso che la tecnologia è molto avanzata e chiede celle di collegamento molto più potenti e soprattutto risente di barriere come immobili alti.
Il piano Polab non ha più quella efficacia tecnica con cui era nato. Il regolamento ovviamente ne risulta condizionato. L’emendamento aggiuntivo come il costante aggiornamento del Piano Polab che potrebbe essere fatto con le risorse che provengono dai contratti di affitto. Bisogna poi monitorare i contratti a scadenza per una migliore gestione delle allocazioni.
Il consigliere Nino Cerruto propone l’emendamento secondo il quale con i contratti in scadenza si concordi con i gestori altri siti dove rilocalizzare in area pubbliche le antenne.
Ai voti la mozione viene votata a maggioranza, con 21 favorevoli, e un’astensione.
I lavori del consiglio sono rinviati a lunedì 1 agosto 2011 alle ore 20.00

Modica lì 25 luglio 2011 Il capo ufficio stampa

Commenti: 0


del 23/07/2011 22:16:46

> Il Consigliere Migliore è intervenuto in tempo visto che il collaudo era lunedi scorso.Tutto sospeso.la ditta andrà a rifare i lavori.Grazie Consigliere Migliore a nome di tutta Modica

Commenti: 0


Risposta al (vivo e vegeto) geometra in pensione (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6702
a cura di R.C. ... e non solo

del 22/07/2011 20:32:46

> Sa,da qualche mese non La si leggeva,quindi qualche dubbio aleggiava.
Mi rincuora il fatto che Lei stia bene,nonostante sia molto avanti con l'età;
le auguro di raggiungere e superare l'ambìto sogno di molti: festeggiare e superare i 100 anni.
Farò tesoro delle Sue risposte,dettate dalla Sua saggezza e dall'inconfutabile esperienza.
Grazie.
Cordialmente,R.C.

Commenti: 0


del 22/07/2011 18:15:31

Fatti i dovuti scongiuri, informo l'amico R.C. che ancora sono di questo mondo.
Certo, la mia salute cagionevole, data l'età forse, non mi consente di ossequiare a tutto quello che si discute su questo blog, per cui la frequenza è scarsa.
In merito al suo commento e a quanto sollevato circa le responsabilità di quanti sono preposti al controllo e al collaudo dei lavori stradali, posso dirle solo che il mio immaginario si ferma alle cause del mancato e dovuto ripristino dei lavori.
Possiamo infatti ipotizzare che la ditta che eseguì i lavori fu pagata per l'esecuzione degli stessi secondo la regola d'arte, ma che il collaudo conseguente avvenne solo sulla carta senza sopralluogo e quindi con chiara connivenza degli uffici preposti.
Ma possiamo anche immaginare che all'epoca del sopralluogo, magari fatto subito dopo l'esecuzione dei lavori, questi risultassero realmente fatti a regola d'arte, e che poi l'assestamento sia avvenuto dopo, con le conseguenze che conosciamo.
Ancora possiamo immaginare che la ditta debba percepire il compenso per tali lavori, per cui si crea il classico stallo "se non mi paghi, non riparo i danni".
Potrebbe anche darsi che l'ufficio preposto non abbia ancora fatto il collaudo, e che quindi si riserva (in tempi dettati dalla burocrazia) di rivalersi sull'impresa.
Insomma tante ipotesi che vanno approfondite.
Interessante sarebbe anche sapere se la stessa ditta che ha eseguito (male) quei lavori, ne abbia contratti altri col comune in data posteriore, allora qualche dubbio sulla buona fede dell'ufficio verrebbe su.
Scusandomi ancora per le mie prolungate assenze (ancorchè giustificate da demenza senile) la saluto e auguro buone ferie a tutti gli amici del blog.

Commenti: 2


re: ancora su opinioni anonime (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6700
a cura di giancarlo palazzolo

del 22/07/2011 10:27:20

Conviene essere a favore dell'anonimato sulla Rete (nonostante cosa pensi bene il redattore dell'articolo), perché solo così si può conoscere la città.
In effetti, diciamolo, si leggono con più fastidio i commenti di chi, pur si firma ma, sproloquia praticamente sempre e comunque, bene o male, su quasi tutto, come se le migliaia di visite quotidiane del blog avessero bisogno del loro parere omnitematico per andare avanti nella vita.
Sappiamo comunque quanto interessa il vero sentire della città, più che la notizia in se stessa. Si apre con più "avidità" una notizia commentata pur da anonimi che un'altra glabra e solo ...succo di arida professionalità redazionale.
Poi certo, non c'è da garbarsi di chi solo critica malamente e infanga l'azione degli altri: è il limite di gente che non sa costruire e dunque proporre, anziché solo denigrare.
Comunque tutti cercano Ragione: chi critica e chi è attaccato anche giustamente, come premio ambito per il proprio Ego puerile; non si cerca l'etica assoluta: questo invece è il vero guaio.
Per intenderci, 'na muratura c'è un detto che si usa frequentemente per scherzo. Si rici: "Hai Ragghiuni, sicuru, certu ca hai Ragghiuni!, Havi Ragghiuni iddu!", ma non è A Ragghiuni, ma U Ragghiuni, cioè il grande raglio, chiddu do sceccu!
Ecco, a costo di conoscere a forza di pseudonimi e frasi sconce, è bene conoscere tutte le "anime" della città, almeno si conosce meglio la realtà. ...così non ci si stupisce poi di come vanno le cose.

Commenti: 0


Riflessioni sul bilancio (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6699
a cura di Giovanni Migliore

del 19/07/2011 18:11:18

In tre anni ho sentito tante parole e poi parole.
In questo momento ho finito la mia disamina sul bilancio consuntivo e voglio anticiparvi alcune riflessioni che evindenzierò questa sera in aula.

Una riflessione a caldo è la seguente :
Con questo bilancio abbiamo risparmiato tante pizze al Sabato cioè in un anno abbiamo fatto grandi sacrifici a non aver mangiato la pizza per tanti sabati con amici e famiglia.
Purtroppo abbiamo lasciato le luci accese notte e giorno tutto l'anno e quindi abbiamo reso nullo il sacrificio.

Quante cose brutte sono state dette sulla contabilità di Modica, quante ingiustizie sono state fatte........

ovviamente si è detto anche la verità, ma come sapete quando le cose sono estrapolate in modo cattivo, creano solo informazioni sbagliate.

Nel 2007 gli uffici di ragioneria fecero una forte ricognizione sui residui .......

.....ma la triste sorte volle che il riaccertamento venisse fatto solo cui residui attivi....

.....la conseguenza ...grave non rispetto del patto di stabilità
.....grave disavanzo e cosi via

cosa non fu fatto?

non fu fatta una attenta ricognizione dei residui passivi.

Il comune di Modica e nella fattispecie tutta la classe politica e dirigenziale ha sempre male coinvissuto con quello che non è di competenza.

Tutti hanno ragionato sempre nella competenza mentre male si è adattati nel rapportare la contabilità nella prulralità degli esercizi ........anzi la discrasia nei residui non ha permessonel tempo fino a qualche anno fa di imputare nel modo corretto i vari costi generando in modo quasi automatico i debiti fuoti bilancio.

Cosa voglio dire?

Se l'accortezza che si ebbe nel 2007 di imputare in modo corretto i residui attivi , fosse stata adottata anche nei residui passivi, avremmo avuto sin da subito un bilancio in pareggio e non avremmo sforato il patto di stabilità.

Invece cosa è successo, l'incapacità di imputare i conti assieme al "tradimento" di Torchi hanno creato lo spettro del debito e a questo è stato imputato il tutto di tutto.

Andiamo al consuntivo di oggi:

Un consuntivo che non rileva la minima traccia di programmazione.

Perchè?

Perchè l'anno scorso è stato adottato un previsionale ormai fuori termine

sono stati imputati i costi in modo esatto?

No

qualcuno potrebbe dirmi, perchè?

lo dimostra il consuntivo che dovremmo approvare perchè è caratteirzzato da una molteplicità di storni
alcuni esempi al 1.01.05.03 capitolo 1275 sono stati imputati previsioni di spesa per 1.080.000 nella realtà sono stati impegnati 800.000 e quindi si è creata una economia di 280.000
nel 1.03.01.01 capitolo 2110 retribuzione polizia locale un avanzo di oltre 100.000 e cosi potremmo continuare fino ad arrivare ad uno storno sul previsionale dell'anno scorso Net Titolo I spese correnti
€ 1.824.129,51
e uno storno sempre sulle Spese Correnti di € 5.559.734.91

è possibile una contabilità del genere?

a Modica evidentemente si

Cosa si evince leggendo il bilancio


l'assoluta mancanza di programmazione nel garantire una maggiore liquidità all'ente cioe cash-flow

da oltre 3 anni i revisori invitano l'amministrazione ad accellerare le riscossioni sia i+comptenza e sia c+residui.

Le anticipazioni sono al massimo e comportano una spesa abnorme.

quanto paghiamo ?

euribor a 3 mesi + 4% di spread

Amici penso che devo fermami qui poichè mi devo praprare per andare al consiglio ...spero di continuare il discorso non appena possibile.

Commenti: 0


del 19/07/2011 13:08:10

> Ecco,questo è il tipico esempio che una strada di pertinenza PROVINCIALE ha più chance rispetto ad una COMUNALE.
Se lo stesso episodio fosse accaduto in una delle TANTE STRADE EX PROVINCIALI inopportunamente DECLASSATE a COMUNALI,beh allora.....
campa cavallo...che l'erba cresce.
Tra le tante cose discutibili della trascorsa amministrazione,da annoverare ci sono senz'altro anche le "facili" declassazioni di parecchie strade che erano della Provincia e che sono passate nelle mani poco sicure del Comune. Ricordo che il cons.Migliore si occupò di questa vicenda in merito anche ai costoni rocciosi "ereditati"in uno stato precario assieme alle strade,senza che venisse fatta all'epoca una perizia,una stima o un sopralluogo dei tecnici per il rilievo di quelle che sarebbero divenute nell'immediato futuro delle rogne e delle incombenze per il Comune e cioè per tutti NOI.
Parlo con cognizione di causa,essendo uno dei tanti
(facciamo mille,o perchè no,anche duemila)
che vive quotidianamente il dramma di percorreree una strada (oramai comunale,per sfortuna) dissestata,squarciata,sventrata da un'opera di scavo d'interramento tubi che si protrae per quasi 2 KM LINEARI.
Tale scavo eseguito circa 3 o 4 anni fa fu maldestramente e frettolosamente ricoperto da materiale senza neanche dargli il tempo di assestarsi e compattarsi. Fu riposta una fascia (rustica)di asfalto per tutta la lunghezza dello scavo e vi lascio immaginare le conseguenze.Percorriamo tutti i giorni questa strada con annessa questa stretta e lunga trazzera e per evitare gli sbalzi ed il frastuono delle sospensioni,siamo costretti a camminare chi al centro,chi sulla corsia opposta,creando i presupposti per qualche grave incidente.
Se all'epoca del lavoro fossero stati ESEGUITI i controlli dei tecnici per attestare la conformità e la regolarità dell'opera a quest'ora non vivremmo questo ennesimo scempio tipico delle città del Meridione o se preferite della Bassa Italia.
Essendo il Comune indisponente nel poter riasfaltare la strada,sarebbe opportuno richiamare la ditta privata che realizzò i lavori ed indurla a ripristinare A REGOLA D'ARTE e definitivamente quel lavoro fatto male e da nessuno controllato.
Trattasi della strada ex provinciale dalla quale ci si immette dalla via Rocciola Scrofani lato dx. ed esattamente la Trecasucce-Torre Rodosta. Al più presto produrrò prove fotografiche di quanto sopradetto.
Accettasi consigli sul da farsi da parte del dott.Migliore e perchè no anche da qualche blogger "tecnicamente informato e del mestiere" come il saggio "Geometra in pensione" semprechè faccia ancora parte di questo variegato ma pur sempre bello mondo terreno.

Commenti: 1


del 18/07/2011 23:26:41

> L'anonimato non avrebbe ragione di esistere se i nostri politici prendessero in considerazione che le critiche a loro rivolte sono frutto del loro operato nella carica pubblica che rivestono.

Purtroppo non è così, loro sono gli eletti, gli unti del Signore, di facile offesa e con la puzza sotto il naso.

Lo stesso dicasi per i vari funzionari e dirigenti.

Dirò di più, più le critiche sono pertinenti e maggiore è l'offesa che ritengono di aver ricevuto, non piace essere presi in castagna e subire uno sputtanamento.

Il Consigliere Migliore è l'esempio della critica e le minacce di querele, da lui ricevute, sono la prova di quanto asserisco.

Sinceramente mi stupiscono sempre di più questi inviti ad uscire dall'anonimato all'interno dei blog, nessuna legge me lo vieta, e se i miei commenti sono diffamatori, sono rintracciabile e perseguibile.

Vorrei far notare a quanti insistono, che nei secoli abbiamo presenza di anonimi nella letteratura, nell'arte, nella storia ecc. Una poesia, un romanzo, un quadro possono essere di valore anche senza conoscerne l'autore, lo stesso vale per i commenti, firmati o meno valgono per quello che esprimono, anzi a volte un commento anonimo fa riflettere meglio di uno firmato, perchè conoscendo la persona potrei essere premunito e pertanto non darei il giusto valore al suo pensiero.

Commenti: 0


del 18/07/2011 21:36:38

> Sig. Ballarò non condivido il suo pensiero; spesso l'anonimato permette di dire la verità o meglio esporsi diventa eccessivamente oneroso per la propria immaggine.

Commenti: 1


Mancata clorazione dell'acqua. (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6695
a cura di Email firmata Meno Rosa

del 18/07/2011 19:22:58

Al Sindaco di Modica
Agli Organi di stampa


Oggetto:Mancata clorazione dell'acqua.

A distanza di 15 mesi dall'emissione dell'Ordinanza di divieto dell'uso dell'acqua pubblica in quasi tutta la città per mancata clorazione e nonostante le ufficiali assicurazioni da parte del Sindaco che entro il mese di Giugno scorso tutto sarebbe ritornato alla normalità,ad oggi permane il divieto e quindi l'acqua pubblica della nostra rete idrica continua a essere NON POTABILE.Non abbiamo più parole per denunciare questa incresciosa situazione che rischia di mettere a repentaglio la salute dei cittadini oltre che creare notevoli disagi in particolare alla popolazione anziana.Non vogliamo riproporre le decine di comunicati che da 15 mesi inviamo al Sindaco ed alla stampa nella speranza di sollecitare la soluzione di questa problematica.Sappiamo con certezza che la soluzione è sempre lontana per le pastoie amministrative-burocratiche e tecniche che avvolgono questa vicenda ed appunto per questo riproponiamo CON FORZA al Sindaco la soluzione che avevamo proposto un'anno fa e che abbiamo sempre reiterato:" AFFIDARE LA CLORAZIONE AI PRIVATI NELLE MORE DEL COMPLETAMENTO DEI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA".Solo così potra essere restituita serenità ai cittadini in merito all'uso dell'acqua,serenità che si allontana sempre di più e che vede sempre più quartieri senz'acqua per le aumentate perdite idriche.Un danno per i nostri concittadini a cui si aggiunge la BEFFA di pagare bollettte idriche sempre più esose a causa degli enormi costi per le centinaia di interventi sulle perdite idriche purtroppo mai risolutivi ma semplici pannicelli caldi ma MOLTO COSTOSI.Ribadiamo ancora una volta l'importanza di ricorrere ai metodi del "Buon Padre di Famiglia" che nel caso specifico impone di ricorrere ad interventi RISOLUTIVI sulle varie colonne idriche fatiscenti,una colonna idrica alla volta porterà col tempo alla soluzione definitiva .Auspichiamo che che qualche" Buon Padre di Famiglia" alberghi ancora nella cosidetta stanza dei bottoni.

Meno Rosa
"Coordinatore Cittadino di "Fare Ambiente"

Commenti: 0


del 18/07/2011 18:05:14

STRADA PROVINCIALE MODICA – GIARRATANA, PRODOTTI SODDISFACENTI CHIARIMENTI DA PARTE DELLA PROVINCIA.

Sabato 16 u.s., avevo pubblicamente lamentato che il tratto di strada provinciale della Modica-Giarratana fosse pericoloso a seguito del recente rifacimento del manto stradale, per la comparsa di alcune chiazze di diverso colore rispetto al resto dell’asfalto e soprattutto perché in tali punti, la strada diventava scivolosa, tant’è che l’impresa che aveva eseguito i lavori di rifacimento, aveva sistemato dei cartelli di pericolo indicanti strada sdrucciolevole.

Poiché sostenevo che tale risultato fosse conseguente allo scarso controllo degli organi provinciali preposti, con grande solerzia, sono stato contattato da alcune persone che con dovizia di particolari, mi hanno spiegato la vera ragione tecnica che ha provocato il problema.

Si è trattato dell’utilizzo d’un prodotto innovativo che avrebbe dovuto ottimizzare il risultato, anche per la maggiore quantità di materiale impiegato rispetto al passato ed invece, probabilmente per le alte temperature registrate nei giorni scorsi, si è verificato ciò che non era prevedibile.

La Provincia, oltre a fornirmi le motivazioni tecniche dell’accaduto, si è immediatamente fatta parte diligente per contattare l’impresa e creare subito le condizioni per ovviare all’inconveniente.
La direzione dell’impresa si è resa immediatamente disponibile a riparare il problema insorto e presto provvederà a rifare il tappetino che porrà fine al problema evidenziatosi.
In questo caso, un esempio concreto di buona politica, attenta alle problematiche del territorio e disponibile a risolverle con la sensibilità e l’intelligenza del buon amministratore.

Commenti: 1


la mia modesta opinione su un'opinione anonima (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6693
a cura di giombattista ballarò

del 18/07/2011 16:17:33

La rubrica "opinioni" che il dott. Giovanni Migliore ha voluto riservare a quanti desiderano esprimere il loro punto di vista su varie tematiche, è uno spazio il cui spirito è quello di promuovere il confronto dialettico tra persone che possono pensarla in maniera diversa ma la disponibilità a confrontarsi può determinare momenti di crescita reciproca.Ritengo tuttavia che il concetto stesso di confronto non conceda spazio all'anonimato, perchè credo che la condivisione o la contestazione di un'opinione debba avvenire mettendoci la faccia. L'ultima opinione pubblicata da un signore che peraltro condivido interamente, viene postata in maniera anonima. Perchè se io o un altro deve complimentarsi o contestare la sua opinione, non lo debba poter fare, sapendo chi è il proprio interlocutore ? Per fortuna ancora in Italia si gode tutti del diritto di libertà d'espressione, perchè noi stessi ce la precludiamo ?

Commenti: 1


Re: IL DENARO CHE NON HA VALORE (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6692
a cura di Meno Rosa "Fare Ambiente"

del 18/07/2011 08:43:28

> Una sola domanda su questa strana,molto strana vicenda:QUESTI LAVORI SONO STATI COLLAUDATI? e se si da chi? I consiglieri Provinciali Failla e Abbate hanno il dovere di dare risposte ai cittadini.

Commenti: 0


Link sui Giornali on line (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6691
a cura di Giovanni Migliore

del 18/07/2011 00:06:14

http://www.radiortm.it/2011/07/16/sp-modica-giarratana-nuovo-asfalto-strada-pericolosa/

http://www.ilgiornalediragusa.it/notizie/politica/33528-modica-manto-stradale-malfatto-qmancato-controllo-in-corso-doperaq.html

http://www.ragusaoggi.it/11848/il-denaro-che-non-ha-valore

http://www.modicaliberata.it/wp/?p=10361


Commenti: 0


nuova sistemazione mercato di modica alta (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 6690
a cura di Email firmata MV

del 17/07/2011 23:46:55

Salve consigliere Migliore, la contatto per segnalare una cosa al quanto ridicola che ho sentito con le mie orecchie.
ieri mattina trovandomi in zona viale manzoni,ho visto i vigili urbani con due signore che intente a numerare i nuovi posti per le bancarelle, e quindi mi sono trattenuto in zona per vedere cosa facevano. Arrivati in via Giovanni Verga (allego foto) una delle signore stava per segnare un nuovo posto vicino allra ringhiera di ingresso alla villetta e sento dire al vigile che si rivolge agli addetti, di non segnare nessun posto in quel punto percheè la ringhiera dovrà essere tolta per sistemare altre bancarelle all'interno della villetta.Ora iodico: machi ha progettato questa nuova sistemazione sa fare il suo lavoro?sti signori sanno il perchè esite questa ringhiera?tutti i pomeriggi la villetta è un ritrovo per i bambini del quartiere che con le bici o con la palla giocano, e questa ringhiera è una protezione per far si che siano al sicuro e lontani dalla strada. or io spero che il vigile si sia sbagliato, ma se è vero quello che hanno udito le mie orecchie, allora siamo all'assurdo. io spero vivamente che non accada mai nulla di spiacevole perche poi il nostro caro sindaco e assessore dovranno assumersi le loro responsabilità.
MV

Commenti: 0


Il super Failla (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6689
a cura di maria

del 17/07/2011 19:42:11

Coma mai il Super Consigliere Failla super attentissimo e super di tutto, non si accorto del problema?
Come mai quando si muove una foglia a Modica , lui all'indomani scrive un'articolo e ora non ha scritto nulla ?
E' forse in ferie? oppure è in silenzio stampa?
Si attende una risposta da lui o dal suo team.

Commenti: 0


Re: IL DENARO CHE NON HA VALORE (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6688
a cura di Ezio Cataudella

del 17/07/2011 19:36:14

> Uno scempio incredibile. Una strada che era in ottime condizioni, oggi diventa un pericolo.Il paradosso è che il pericolo avviene dopo la stratificazione e la posizione del nuovo asfalto.
Spendiamo soldi per buttarli. Complimenti per la sua attenzione e a nome della città la ringrazio per la sua attenzione.

Commenti: 0


(Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6687
a cura di vedetta

del 16/07/2011 16:49:37

Amici come da notizia su
http:++www.corrierediragusa.it+articoli+attualità+modica+14207-carica-esplosiva-per-abbattere-gli-scheletri-di-treppiedi.html , propongo di piazzare qualche altra carica in altri punti di modica ,risolveremmo molti problemi della citta di modica!!!!!!!!!!

Commenti: 0


IL DENARO CHE NON HA VALORE (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6686
a cura di Giovanni Migliore

del 16/07/2011 14:43:36

IL DENARO CHE NON HA VALORE

Nonostante da un paio d’anni, tutti i Paesi cosiddetti industrializzati, vivano momenti difficili sotto il profilo economico-finanziario, motivo per cui il denaro dovrebbe avere una sempre maggiore importanza e dovrebbe imporre a tutti una maggiore cautela nel suo utlizzo, continua ad esserci del denaro che non ha valore e non perché sia fuori termine dal suo corso legale ma per la ragione che si tratta di denaro pubblico e sembrerebbe che chi lo spende, non abbia quella cura propria del privato cittadino che solitamente si preoccupa di verificare che il proprio denaro speso, non sia stato buttato.
Circa tre mesi fa, la Provincia Regionale di Ragusa diede in appalto il rifacimento del manto stradale del tratto che va dall’incrocio della S.S. 115 per Frigintini fino al palazzetto dello sport di contrada mauto.

Qualche giorno fa, la sgradevole sorpresa per i tanti cittadini che quotidianamente transitano per quel tratto, di circolare su una strada ad alto rischio per la presenza di pozzanghere d’asfalto e da ieri, l’impresa che ha eseguito i lavori, ha sistemato dei cartelli che indicano “strada sdrucciolevole”. Se l’Ente che ha commissionato i lavori avesse fatto i dovuti controlli in corso d’opera, non avremmo evitato di trovarci di fronte all’ennesimo caso di denaro pubblico speso male ?

Ma si sa purtroppo che quando il denaro non è nostro, piaccia o no, non se ne ha la stessa cura di quando lo è.

Al di là delle superiori considerazioni, il mio personale intento è quello di sollecitare il Sindaco di Modica ad intervenire presso la Provincia Regionale di Ragusa affinchè provveda celermente a fare eseguire i lavori necessari per scongiurare probabili incidenti a nostri concittadini.






Commenti: 2


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24  25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)