Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:33:51 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

Testimonianza (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7079
a cura di Luca

del 01/06/2013 00:56:44

Sig mirabelli la sua testimonianza è bellissima! Perché non la rende visibile su Facebook
C e chi attacca Giovanni di insebilita su queste cose

Commenti: 0


la mia esperienza (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7078
a cura di giuseppe mirabelli

del 31/05/2013 20:40:02

Sono Giuseppe Mirabelli, modicano disabile a causa di una amputazione alla coscia destra. Mi sento in dovere di intervenire in prima persona per smentire le dichiarazioni che ho letto nei giorni scorsi da parte di una candidata. La suddetta si è permessa di definire Giovanni Migliore come “insensibile alle problematiche dei disabili”. La mia esperienza è invece la testimonianza tangibile del fatto che Giovanni Migliore è un uomo attento ai problemi di tutti, soprattutto dei disabili. E’ una persona che ha messo a disposizione di un semplice cittadino come me il suo ruolo di politico per portare in consiglio comunale, all’attenzione di tutti, il mio problema che è un diritto.

Nel periodo agosto 2009 giugno 2010, per circa dieci mesi, Giovanni Migliore ha incessantemente lottato affinché mi venisse assegnato il posto auto riservato ai disabili a me più congeniale. Ha fatto un lavoro certosino, ha raccolto tanta di quella documentazione nei meandri degli uffici comunali da fare finanche un libro in merito alla piazzetta Pisacane. Giovanni è stato inoltre il promotore di una mozione affinché fossero abbattute le barriere architettoniche in piazza Pisacane che mi impedivano di avere il posto auto a me più congeniale.

Se per caso qualcuno volesse consultare il lavoro svolto dal consigliere Migliore a mio favore lo invito a visitare il blog dello stesso all’indirizzo web: www.giovannimigliore.it alla sezione piazzetta Pisacane.

Sono certo che se Giovanni Migliore avesse ricevuto l’invito dell’anfass lo avrebbe certamente accolto in quanto lo conosco bene. Sono sicuro che Giovanni preferisce lavorare in silenzio per risolvere i problemi, le manifestazioni spettacolari non sono da lui.

Commenti: 1


CONFERMA (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7077
a cura di ANTONELLO TURLA' -COMMERCIALISTA

del 30/05/2013 20:07:49

STO' PRODIGANDOMI, PER IL TEMPO CHE HO A DISPOSIZIONE (SCADENZE FISCALI A NON FINIRE), FARO' QUANTO DI MEGLIO MI E' POSSIBILE PER LA TUA ONESTA' E PER L'AMICIZIA CHE CI LEGA CON ANGIOLETTO SAMMITO E SALVATORE GIURDANELLA (INGROPIU').
UN SALUTO E UN GRANDE IN BOCCA AL LUPO.
ANTONELLO TURLA'

Commenti: 0


del 28/05/2013 16:54:28

Il megafono
è un altoparlante portatile di dimensioni ridotte costituito da: Microfono · Batterie · Altoparlante.
Lo si usava in passato nelle campagne elettorali per propagandare i candidati politici, tutt'oggi c'è chi lo usa ancora per vendere alcuni prodotti, tra di essi figurano pescivendoli, arrotini e denigratori di persone perbene che nemmeno si conoscono.
Il megafono fu una bella invenzione in quanto dà più voce a chi non ne ha o ce l'ha troppo bassa, è però importante che chi lo tiene in mano abbia i requisiti psicofisici per poterlo fare, altrimenti diventa una temibile arma d'offesa !!!

Commenti: 0


Link su giornale di Ragusa (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7074
a cura di Giovanni Migliore

del 27/05/2013 00:10:22

a target="_blank" href="http://www.ilgiornalediragusa.it/notizie/politica/47625-prime-proposte-del-candidato-migliore-abolizione-della-tarsu-in-due-anni-e-mezzo.html">http://www.ilgiornalediragusa.it/notizie/politica/47625-prime-proposte-del-candidato-migliore-abolizione-della-tarsu-in-due-anni-e-mezzo.html

Commenti: 0


del 25/05/2013 08:52:08

U.B.I. Unione Buddhista Italiana si, Soka Gakkai no!!!!
La trafila fatta dall'U.B.I. per il riconoscimento da parte dello Stato Italiano del buddhismo come religione, inizia 25 anni or sono. Dell’U.B.I. fanno parte una quarantina di centri di tutte le tradizioni buddhiste: Hinayana, Mahayana e Vajrayana. La Soka Gakkai non ha mai chiesto di farne parte e comunque non potrebbe farne parte perchè lo statuto dell’U.B.I. RICONOSCE PARI VALIDITA’ E DIGNITA’ A TUTTE LE TRADIZIONI BUDDHISTE, non consente l’adesione delle organizzazioni che si dichiarano UNICHE ED ESCLUSIVE RAPPRESENTANTI DEL DHARMA AUTENTICO e che CONTESTANO la VALIDITA’ DELLE ALTRE TRADIZIONI……cioè esattamente il contrario di quello che predica la Soka Gakkai (unica detentrice a loro dire del “vero budd(h)ismo). Qualcuno potrebbe pensare di ridurre il riconoscimento dell'U.B.I. in maniera veramente triste e meschina alla sola storia economica dell’8 x mille, anzi 4 per mille, si perchè il governo di Mario Monti a dicembre 2012 ha emanato un decreto legge che dimezza quell'8 per mille, destinandone la metà ai disastri che provocano le calamità naturali.
Tornando alla questione riconoscimento, l’11 dicembre 2012 la Prima Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati ha approvato l’intesa stipulata dal governo con l’Unione Buddhista Italiana per il riconoscimento del buddhismo come religione. Il 17 gennaio 2013 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge sull’intesa con l’U.B.I. che rende effettiva la sua applicazione. In pratica l’U.B.I. avrà la sua autonomia, libertà religiosa, assistenza spirituale negli ospedali senza limitazioni di orario, libertà di accesso agli istituti penitenziari senza particolare autorizzazione, insegnamento nelle scuole nell'ora di religione, celebrare in senso pieno i matrimoni, protezione degli edifici di proprietà da espropri, scuole ed istituti di educazione, ministri di culto, trattamento delle salme per i funerali e dei cimiteri, attività di religione e di culto, tutela degli edifici di culto, tutela dei beni culturali, festa religiosa buddhista (possibilità di assentarsi dal lavoro senza prendere giorno di ferie), infine anche la storia del quattro per mille, e altre robe giuridiche. Chi volesse andare a vedere tutti i punti sopracitati descritti e spiegati per intero: http:++www.gazzettaufficiale.it+atto+vediMenuHTML?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2013-01-17&atto.codiceRedazionale=13G00015&tipoSerie=serie_generale&tipoVigenza=originario

Hanno perso l'unico treno per essere riconosciuti dallo Stato Italiano a 360 gradi come confessione religiosa, dando l'ennesima prova di essere una setta.
Signor Giovanni, fatevi restituire la cittadinanzaaaaa !!!!!

Commenti: 0


del 24/05/2013 23:44:53

Mi spiace tanto che una bella cittadina come Modica abbia preso una gran cantonata. Fatevi restituire la cittadinanza!!! Come si sono potuti fare abbindolare i vostri politici locali? Prima di dare la cittadinanza, potevano fare delle indagini personali e non credere ciecamente a tutte le cose che gli hanno propinato i membri della Soka Gakkai. Naturalmente appena qualche sokiano leggerà l'inizio di questo post.....BBBoingggg scatterà come una molla, dicendomi che parlo per invidia, per gelosia, che non conosco le cose, che sono tutte falsità e bla bla bla....il solito vittimismo ad oltranza, niente di nuovo.
L’istituzione Soka Gakkai insegna una pratica tutta sua, personale che anche se ha preso alcune cose in “prestito” dal buddhismo di Nichiren è ben lontana da tale insegnamento. Come ha detto il patriarca Nikken della Nichiren Shoshu (non è totalmente pazzo come vuol far credere Ikeda e la Soka Gakkai), la Soka Gakkai non “POSSIEDE” nessuna dottrina, nessun insegnamento. Per dottrina si intendono l’insieme degli insegnamenti e non di dogmi come erroneamente si potrebbe pensare. Il “possedere” non è inteso al semplice possedimento (esterno) dei libri di Gosho, del Sutra del Loto, o di saper fare Gongyo o recitare Nam Myo-Ho Renge Kyo, ma è qualcosa di molto, molto profondo (interno) che va oltre, che si chiama lignaggio (importantissimo in tutte le scuole e tradizioni buddhiste) che è la trasmissione orale diretta delle “realizzazioni” che viene dall’esperienza, e degli insegnamenti. Le “realizzazioni” nel buddhismo, non sono i racconti della “rivoluzione umana” e della “nuova rivoluzione umana” (collana di romanzi sulla storia della Soka Gakkai scritta da Ikeda), nè tanto meno la “realizzazione degli obiettivi+desideri messi nella lista della “spesa” sotto il Gohonzon, e nemmeno le esperienze che vengono raccontate ai vari zadankai, meeting, riunioni e quant’altro. Dopo la scomunica di Ikeda da parte del patriarca, e di conseguenza anche della Soka Gakkai la moglie di Josei Toda (secondo presidente della Soka Gakkai nonchè maestro e mentore di Ikeda), la signora Iku Toda e i suoi figli non seguirono Ikeda ma rimasero nella Nichiren Shoshu (tempio Myokan-Ko). Quando la sig. Iku Toda morì il 6 marzo del 2000 il funerale fu celebrato dai monaci della Nichiren Shoshu (tempio a cui era rimasta fedele), il presidente Ikeda non andò nemmeno al suo funerale. Possibile che nessuno nella Soka Gakkai non si sia mai fatto la domanda del perchè la moglie e la famiglia del “maestro”, del “mentore” di Ikeda non lo seguì e abbandonò la Soka Gakkai? Misero tutto a tacere come al solito? Una delle caratteristiche della Soka Gakkai è che manca di chiarezza, trasparenza e risposte....proprio come il colore bianco (rappresenta purezza e chiarezza) che hanno eliminato dalla bandiera buddhista (per fare la loro) che accomuna tutte le scuole e tradizioni.
Nichiren Daishonin in un Gosho cita una frase di Miao-Lo che dice:
“Benchè studino Buddhismo, le loro idee non sono Buddhiste”.
Avrà visto lungo e si riferiva alla Soka Gakkai?

Commenti: 0


Miglioriamoci tutti (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7071
a cura di r.c.

del 21/05/2013 10:56:50

http:++www.ragusatg.it+2013+05+20+migliore-rinuncia-a-60-000-euro-per-la-campagna-elettorale+

No all’affissione selvaggia e no allo spreco di denaro in campagna elettorale! Il rispetto e il bene di Modica passa dal rispetto della regole della campagna elettorale. Giovanni Migliore ha fatto delle scelte chiare e coerenti con la sua idea di politica e di bene collettivo che intende rispettare al di là di ogni tornaconto personale, senza paura di perdere visibilità ma nella certezza di essere onesto con se stesso e i propri concittadini :
“Rinunciamo al finanziamento pubblico per la nostra campagna elettorale – dice – circa sessanta mila euro, che provengono dalle tasse dei cittadini.
Desideriamo rispettare l’ambiente
Rispettosi del difficile momento economico vissuto da tante famiglie, la nostra è una campagna elettorale sobria e all’insegna delle spese sostenibili anche a costo di rinunciare a importanti spazi di visibilità pubblica. Insieme alla mia squadra girerò tutta la città soffermandomi nei vari punti d’ascolto, appositi spazi allestiti nei quartieri di Modica, dove raccoglieremo i consigli e le richieste dei cittadini del posto. Saremo presenti al quartiere sorda, a Modica Alta, quartiere Dente, Frigintini, Marina di Modica e zone periferiche. Abbiamo il piacere di portar avanti una campagna elettorale della legalità, alla luce del sole, rispettosa dei cittadini che hanno il diritto e dovere di farsi conoscere e di conoscere i propri candidati all’interno degli spazi prestabiliti senza subire ingerenze dagli altri candidati. Non è possibile avere un tale disprezzo del denaro e della crisi economica. Non è giusto vedere coperti i propri manifesti ed essere costretti a sostenere nuove spese di stampa e di affissione.
Ogni candidato ha degli spazi assegnati con regolare richiesta al Comune, allora io mi chiedo perché questi spazi non vengono rispettati? Perché i candidati che parlano del bene di Modica, che si candidano per governare la nostra città, dimenticano la legalità? Purtroppo sappiamo come il non rispetto degli spazi degli altri e l’affissione selvaggia hanno recentemente provocato un episodio che non vogliamo e non possiamo dimenticare. L’episodio come ricorderete è quello che ha colpito il nostro concittadino modicano, attacchino che durante l’ultima campagna per le elezioni regionali è stato vittima di un vile episodio di pestaggio.
Siamo noi responsabili di questo e siamo noi che dobbiamo evitare che si ripetano altri episodi consimili. Io non ci sto!!!

Commenti: 0


del 16/05/2013 14:25:57

> Nella nostra provincia ci sono politici semplici che lavorano in silenzio,ci sono politici a livello nazionale che fanno quello che possono, e poi ci sono politici che ingrassando(di consensi)facendo bene Il Sindaco ,per carità, si vedono allo specchio così ingrassati da pretendere ed ottenere poltrone più grandi e grasse per contenerli magari alleandosi con chi prima per loro rappresentava il diavolo.I consensi della gente bisogna sempre rispettarli ma il primo dovere di un rappresentante istituzionale come l'On.Di Pasquale è quello di rispettare gli altri e nella fattispecie Il Candidato Giovanni Migliore.L'ignoranza è solo dell'Onorevole che ignora totalmente le doti politico-amministrative di Giovanni Migliore e che,con certi giudizi affrettati sulle persone, fa becera campagna elettorale in una realtà a lui sconosciuta.

Commenti: 0


Re: L'ignoranza di Migliore........ (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7069
a cura di Giovanni Assenza

del 15/05/2013 14:20:45

> L'arroganza del Signor Di Pasquale va oltre ogni campanilismo.
Voglio ricordare a tutti i Modicani che il Signor Di Pasquale nelle qualità di Sindaco di Ragusa si è arrogato il diritto di poter decidere chi poteva conferire i rifiuti a Cava dei Modicani, trascurando, sempre per arroganza, che il Comune di Ragusa non era proprietario, ma socio ATO così come gli altri Comuni costretti a conferire in provincia di Messina.
Il Signor Di Pasquale, con il silenzio del Consigliere comunale Michele Colombo, ha costretto ogni famiglia modicana e tutte le imprese del territorio a pagare una tassa sui rifiuti molto più alta del normale.
Meglio l'ignoranza che non l'arroganza.
Un invito a Tutti i Modicani NON VOTATE chi sostiene questo Signore che conosce da intelligente solo le leggi che gli fanno comodo.

Commenti: 1


Articolo di H 24 RAGUSA (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7068
a cura di r.c.

del 15/05/2013 12:16:24

L'emendamento civetta per Ibla e le "onorevoli furbate"

DI CONCETTO IOZZIA + 06.05.2013 h 13.33

Nell’era del “GRILLISMO” scopriamo anche l’emendamento “CIVETTA”. E’ quello che, per chi, come noi, non è aduso al linguaggio dell’Assemblea regionale siciliana quando si discute di Legge Finanziaria significa: io voto una cosa a te e tu ne voti una a me, magari per non dare nell’occhio o per mettere a tacere le malelingue. Ai politici piace chiamarlo “gioco di squadra”. Ma solo quando conviene. Potrebbe anche chiamarsi scambio, o baratto con i soldi pubblici. Nel caso specifico, anche una “furbata”, come l’ha intesa qualche addetto ai lavori, per fare approvare un fiume di euro (cinque milioni per il 2013, un milione in più rispetto allo scorso anno) a favore della legge privilegio su Ibla. E che sia un privilegio lo si capisce anche da qualche dichiarazione dello stesso ideatore della “furbata”, l’onorevole Nello Dipasquale, ex sindaco di Ragusa, della lista “Crocetta-Megafono”, lanciato all’Ars dal movimento politico “Territorio”. “Un obiettivo – afferma Dipasquale - raggiunto grazie al lungo lavoro di raccordo tra le forze politiche della maggioranza e della minoranza con la “complicità” del Governo regionale”. Siamo certi che il termine “complicità” non sia penalmente rilevante e che si riferisca alla circostanza che l’emendamento salva-privilegio sia stato presentato da un deputato palermitano del Pdl, Giuseppe Milazzo, il quale non ha nulla a che spartire né con il territorio ibleo, né con il Territorio di Dipasquale. Il puzzle, alla fine, si è composto e dal cilindro della Finanziaria sono usciti cinque milioni di euro che, aggiunti al quasi 120 elargiti dal 1981 (anno della geniale intuizione di un deputato d’altri tempi, Giorgio Chessari, del Pci) portano a circa 250 miliardi delle vecchie lire, in 32 anni, la dotazione di una legge che doveva servire, all’inizio, per risolvere le emergenze del quartiere barocco di Ibla, da intendersi come riqualificazione del patrimonio monumentale del centro storico. Dal 1981 ad oggi, tuttavia, le competenze della legge si sono estese enormemente, fino ad arrivare anche a comprendere Ragusa superiore, varie ed eventuali. C’è, infatti, un articolo “magico” nella legge su Ibla. E’ l’articolo 13 che istituisce un “Fondo di gestione per le spese generali” a cui è destinato l’8,5% dell’intero finanziamento regionale, cioè una cifra mediamente tra i 300 e i 400 mila euro l’anno con cui si è finanziato di tutto. Non solo da questo fondo sono state attinte le risorse per pagare la Commissione Risanamento, l’ufficio tecnico centri storici, tutti gli incarichi ai liberi professionisti per la redazione dei progetti, delle indagini, dei collaudi, degli stessi strumenti urbanistici, ma è stato pagato anche il bimestrale “Ragusa sottosopra” e soprattutto è stata pagata la serie delle manifestazioni culturali più fortunate per il rilancio turistico di Ragusa: Ibla Grand Prize, il Festival organistico internazionale, le rassegne di cinema e teatro, Ibla Buskers, il Convegno Terraemotus e altri convegni sul centro storico, il protocollo d’intesa con la banda musicale, la stagione concertistica Melodica. Per le sole manifestazioni culturali sono stati spesi quasi 130mila euro l’anno. E, in tempi di crisi e di restrizioni nella spesa pubblica, non è cosa da poco. Continuare in questa direzione con i soldi di tutti in un periodo in cui – per rimanere nell’ambito della salvaguardia del patrimonio architettonico delle città della provincia di Ragusa – ci sono chiese e monumenti che hanno bisogno di restauri urgenti per non crollare, stanziare un milione di euro in più per la legge su Ibla sembra davvero uno sproposito che si aggiunge, inopportunamente, ad un privilegio. Come hanno detto più volte (ma sempre sommessamente per non disturbare i manovratori dell’Ars) vari sindaci iblei, sarebbe opportuno, dopo 32 anni, ridurre i finanziamenti per Ibla e destinare qualcosa anche ad altri centri del Val di Noto. D’altra parte, se fino all’anno scorso era stato speso solo il 70% dei fondi stanziati per Ibla, c’è da supporre che si comincia ad avere qualche difficoltà ad individuare le opere da finanziare nel quartiere barocco. A meno che non si vogliano smaltare le fontanelle pubbliche, la qual cosa susciterebbe certamente qualche perplessità nella Magistratura ragusana che potrebbe mettere il naso nelle modalità di spesa di tanti soldi pubblici. Malgrado tutto, comunque, l’intera deputazione iblea all’Ars (che dovrebbe rappresentare tutto il territorio che ha elargito voti e non solo il Territorio dell’onorevole Dipasquale) si è dichiarata soddisfatta del risultato raggiunto. Contenti loro, scontenti migliaia di elettori che credevano di avere dei validi rappresentanti all’Assemblea regionale siciliana. E tutti, prima delle elezioni, avevano battuto in lungo e in largo le città della provincia per chiedere voti promettendo impegno incondizionato al di là di ogni interesse campanilistico. A giudicare dall’esordio e dal risultato portato a casa, c’è da rammaricarsi del fatto che troppi cittadini si siano fatti “ammaliare” ancora una volta. Vedremo se, nei prossimi mesi, ci sarà data l’opportunità di cambiare opinione.

Commenti: 0


l'ignoranza di chi ? (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7067
a cura di r.c.

del 15/05/2013 12:14:15

http:++www.ragusah24.it+tino-2-0+l-emendamento-civetta-per-ibla-e-le-onorevoli-furbate

Commenti: 0


Re: L'ignoranza di Migliore........o (ibla gate?) (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7066
a cura di da Fonte Internet pubblicato il ( 05/07/2011)

del 15/05/2013 12:05:10

> LO SAPEVATE CHE :

La legge su Ibla è una legge prodigiosa che in 28 anni di provvisorietà ha versato nelle casse della città 119 milioni di euro (calcolati moltiplicando la somma rifinanziata 4.250.000 euro annui per 28 anni). Idem per Ortigia.
Rimane fuori da ogni dubbio il fatto che questa legge abbia prodotto splendidi risultati ridonando a Ragusa innanzitutto e alla provincia intera poi, un meraviglioso salotto in cui, credo tutti, ci riconosciamo.
Ma tutto quello che accade a Ibla si ferma a pochi metri, arrivando al massimo al centro di Ragusa. Modica e Scicli vivono ogni giorno l’umiliazione di un’architettura costretta alla morte.

C’è bisogno di un intervento strutturato e di qualità sul patrimonio, che non può essere fatto a scapito di altre realtà. Non si può farlo a Modica e Scicli a scapito di Ragusa. Non lo si può continuare a fare a Ragusa a scapito di Modica e Scicli.
L’allora presidente del consiglio provinciale Nello Di Pasquale, ora sindaco di Ragusa, che in un consiglio comunale aperto del 2003 a Scicli ebbe a dire: “occorre pensare ad una nuova legge, che non sia necessariamente rimodulazione della legge su Ibla, che tuteli anche gli altri centri storici riconosciuti patrimonio dell’Unesco”.

……..NON VOGLIO APPROPRIARMI DEGLI ARTICOLI ALTRUI,PER CUI TENGO A PRECISARE CHE LE FRASI SOPRAMENZIONATE SONO TRATTE DA UNA LETTERA ALLA REDAZIONE DELL’ANNO 2009 apparsa sotto forma di articolo SU RAGUSANEWS.COM (o Sciclinews) dal titolo:
“Il Barocco va in frantumi.A ciascuno i suoi cocci” firmato da F.Roccasalva di Milano.

QUINDI PERCHE’ ADDOSSARE TUTTE LE COLPE AL PRESIDENTE LOMBARDO(lungi dal difenderlo,è l’ultima cosa che farei).
OCCORRE SEMPRE GUARDARE LE DUE FACCE DI UNA MEDAGLIA ED ESSERE OBIETTIVI.
SECONDO ME ENTRAMBI,e per ragioni ognune opposte a quelle dell’altro,NON FANNO ALTRO CHE STRUMENTALIZZARE questa vicenda per scopi strettamente legati alle elezioni.

......................................................................


…e di quest’altro articolo d’archivio del 4+10+2008 che ne pensate?

“L’auto blu del Sindaco di Ragusa è pagata con i fondi della legge su Ibla”

In un comunicato stampa di SD inviato dal consigliere Giuseppe Calabrese si legge: «Il noleggio dell’Alfa Romeo 166 executive 2,4 Mjet del comune di Ragusa, usata come vettura di rappresentanza dal Sindaco e dalla Giunta, viene pagato con i soldi della legge speciale su Ibla.
Difatti con determina dirigenziale n. 1963 del 9 settembre 2008, il settore ottavo dei centri storici, impegna euro 19.823,84 per il noleggio dell’ammiraglia.
Non si capisce la motivazione che autorizza il sindaco ad utilizzare fondi che dovrebbero servire per rivitalizzare Ibla, verso acquisti che nulla hanno da vedere con il corretto utilizzo di queste risorse.
L’11 settembre 2006, il sottoscritto [Calabrese, ndr] presentò apposita interrogazione al sindaco quando fu deciso di acquistare 3 autovetture per le notifiche con la legge su Ibla e ricordo che allora quel procedimento venne sospeso.
Ritengo che anche il canone di locazione dell’ammiraglia pagato con questi fondi è una forzatura alla normativa : SD segnalerà quanto accaduto a chi di competenza».

..chissà,forse Lombardo non ha poi tutti i torti,dopo trent’anni basta,chiudiamolo sto rubinetto!!!

Commenti: 0


Si parte ............................. (Ascolta il messaggio) Tema: 0 - Post: 7065
a cura di Giovanni Migliore

del 15/05/2013 00:52:41

Amici stasera alle 20:00 circa abbiamo depositato tutto. Programma, squadra assessoriale ecc......
Si parte
Sono felice di avere una squadra di 90 persone che ha solo una volontà ......quella di vincere .

Le battaglie più diventano difficili più diventano belle.

Mi raccomando non promettiamo nulla di quello che non si possa realizzare.

Dobbiamo sempre rispettare il postulato delle TRE C
Certezza
Competenza
Credibilità

Siamo 90 x 10 contatti al giorno cadauno avremo 900 contatti giornalieri x 20 giorni= 18.000 contatti.........
senza spendere soldi ma con solo il tam tam c'è la facciamo ad informare molta gente
Noi dobbiamo preoccuparci solo di fare sapere che noi ci siamo , poi lasciamoli liberi .....le urne decidono. Con affetto Giovanni

Commenti: 0


del 14/05/2013 23:44:36

> Che cazzo scrivono
Lo sa il Sig.Di Pasquale che Migliore oltre a sapere cosa significa lavorare ha conseguito più lauree fra cui una specialistica in Pubbliche Amministrazione con 110+110 . Master in Contabilità Nazionale ecc ecc

Commenti: 0


L'ignoranza di Migliore........ (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7063
a cura di Giovanni Migliore

del 14/05/2013 23:21:45

.............
http://www.ragusah24.it/2013/05/14/megafono-a-muso-duro-contro-il-pd-ha-prevalso-la-loro-arroganza
......
Dalle polemiche con l’altro candidato sindaco del PdL, Giovanni Migliore a quelle più recenti con Sgarbi. Migliore chi? Ha chiesto Dipasquale ad una precisa domanda sulla proposta del consigliere del PdL di stornare la legge su Ibla anche per Modica. “Migliore si è dimostrato politicamente e amministrativamente ignorante perché non ha neanche idea di cosa sia una legge speciale. La legge su Ibla è solo per Ibla non si può certo dividere in più parti. Invece poi di vedere nella mia persona il responsabile della mancata erogazione di fondi per Modica, Giovanni Migliore dovrebbe ricercare i colpevoli nelle sue immediate vicinanze, onorevoli che da tanti anni sono in politica”. Chiaro il riferimento tra le righe a Nino Minardo, primo sponsor di Giovanni Migliore nella corsa a Palazzo San Domenico.

Commenti: 3


Re: manifesto (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7062
a cura di roulette

del 12/05/2013 22:30:37

> Les jeux son fait :
che vinca il Migliore !!!!

Commenti: 0


del 12/05/2013 11:09:31



Perchè questo logo?

Se tu vuoi ottenere benessere in futuro, quindi pane per i tuoi figli
devi seminare

seminare ....significa intanto rinunziare ad alcune certezze che hai oggi
prendiamo ad esempio il grano

l'agricoltore ha due scelte

o prende il grano lo macina e lo trasforma a pane
oppure ...INVESTE....
cioè prende il grano ..e temporaneamente se ne priva ..

siccome crede nel FUTURO

che cosa fà?

si alza la mattina presto

ara il terreno, lo prepara in modo preciso

e poi.......con ulteriore sacrificio ...butta tutto quello che ha

cioè semina .....semina con una certezza ....RACCOGLIERA'

il seminatore ad un certo punto avrà grande sconforto

perchè...

perchè i giorni passano.....

dal terreno non spunta nulla...

poi osserva e vede che parte di quel grano

una parte se lo sono portati gli uccelli
un'altra parte le formiche


ma la sua pazienza e il tempo

gli daranno ragione

perchè dopo freddo e tempeste ...in primavera spunteranno i primi germogli


con fiducia ...con grande fiducia ...con grande cura ogni giorno accompagnerà il futuro raccolto fino ad arrivare al giorno della mietitura.

L'agricoltore raccoglie un grande raccolto

il suo investimento ha prodotto un grande risultato

ha investito 1000 chicchi di frumento , ne raccoglierà milioni

Dobbiamo investire per risparmiare nel futuro, dobbiamo credere al nostro futuro, dobbiamo avere pazienza ed essere ottimista ( le tempeste passeranno, il maltempo finirà

Commenti: 0


Rendiconto 2012 (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7059
a cura di Giovanni Migliore

del 11/05/2013 23:35:50

Approvato dopo tre ore e mezza di dibattito dal Consiglio Comunale di Modica il conto consuntivo 2012. Adottato a maggioranza con tredici voti favorevoli, quattro contrari e tre astenuti. L’atto doveva essere approvato entro il 30 aprile. Presenti 16 consiglieri la seduta si apre con una comunicazione del Presidente Scarso che annuncia una serie di convocazioni per affrontare e volate il bilancio di previsione 2013 ( da approvarsi entro il 30 giugno) e poi entro il 14 giugno c’è la necessità di adeguare il piano di riequilibrio pluriennale sul quale il consiglio dovrà esprimersi.
La seduta affronta l’adozione del conto consuntivo 2012. Il quadro generale presenta un risultato di amministrazione con un disavanzo complessivo al 31/12/2012 pari a € – 24.003.856,51. La somma è il frutto della differenza tra residui attivi pari € 93.607.448,40 e i residui passivi pari a € 117.615.051,64.
La gestione di competenza indica un disavanzo di € – 3.774.626,37.
Il dato risulta da un quadro complessivo di riscossioni pari a € 37.859.431,14; pagamenti pari ad € 30.202.107,75, differenza è di € 7.657.323.
Residui attivi pari a € 19.975.673,61; residui passivi € 31.407.623,37 che fa una differenza pari a € €-11.431.950 che indicano un disavanzo, se rapportato alla differenza di € 7.657.323, di € – 3.774,626,37.
Il parere dei revisori dei conti evidenzia tra l’altro una differenza tra risultato obiettivo e saldo finanziario pari € – 7.440.795,00 sforando in questo modo il patto di stabilità per l’anno 2012. La sanzione prevista è pari al 3% e l’introito della somma da parte dello Stato.
E’ in corso di discussione sulla legge che prevede una revisione del Patto di Stabilità e si attendono novità. I debiti certi entro il 31 dicembre 2012 sono di 64 milioni di euro che è la cifra richiesta allo Stato in riferimento al DL 35 / 2013 per ottenere un mutuo con la CC.DD.PP. su base trentennale.

Bocciata una sospensione dei lavori, il presidente dei revisori dei conti rende in aula una relazione tecnica del conto consuntivo 2012 attraverso la quale motiva i numeri in agenda rilevando tra lì’altro come gli accertamenti sono inferiori rispetto alle previsioni indicate nel bilancio di previsione. Evidenzia lo sforamento del Patto di Stabilità per l’anno 2012 come già riferito in consiglio.
Sulle partecipate invita l’amministrazione a porre in essere gli atti per la chiusura della Servizi per Modica, oggi in stato di liquidazione, così come previsto dalla legge. L’Ente ha il dovere e il diritto di controllare le società che vengono finanziate dall’Ente.

Dopo un chiarimento del Sindaco sui debiti fuori bilancio si apre il dibattito che ha registrato una serie di interventi che si possono così sintetizzare.

Il rispetto dei termini di approvazione del conto consuntivo e del bilancio di previsione 2013 sono elementi di regolarità finanziaria amministrativa per il riconoscimento del piano di riequilibrio da parte della Corte dei Conti. C’è da augurarsi l’azzeramento dei debiti dell’ente grazie al DL in fase di riconversione e quindi migliorerà le cose. Necessario rendere coerente l’accertamento con le previsioni di entrata con le riscossioni. I dati sono preoccupanti e mettono in forte crisi l’ente costretto ad anticipare risorse per garantire i servizi. ( Vito D’Antona).

Sulla SPM va fatta chiarezza non solo sui conti ma anche sul suo destino. Necessario porre in essere una strategia utile a recuperare i residui attivi e le previsioni ad oggi non sono confortanti. L’approvazione del piano grazie al DL 35 darebbe una maggiore liquidità per le casse dell’ente, con tutte le ricadute positive, in quanto i debiti possano liquidarsi in trent’anni. Dannoso sulla programmazione avere approvato i bilanci di previsione in grande ritardo, malgrado consentito dalla legge, quasi a fine anno. ( Giovanni Migliore).

Si richiama al senso di responsabilità del consiglio comunale in cui la maggioranza non garantisce il numero malgrado l’impegno costante di diversi consiglieri che registrano anche il richiamo pubblico, attraverso la stampa, del Presidente del Consiglio comunale su assenze e presenze nel civico consesso. Si reclamano la conoscenza dei debiti fuori bilancio che sono stati regolati per cassa e di cui il civico consesso è ignaro.
Registra il fallimento della giunta per la politica finanziaria dell’ente che non riesce a riscuotere e dove lo fa non usa metri equitativi di giustizia sociale. Anticipa il voto di astensione per senso di responsabilità e contrario sul piano politico. (Paolo Nigro)

Questa amministrazione ha prodotto un’azione di recupero su accertamenti e riscossione degli anni pregressi. Non esiste oggi una maggioranza ma tutti sono chiamati a rispondere al proprio mandato con senso di responsabilità indipendentemente delle posizioni di ognuno. I debiti pagati dalla giunta sono il frutto di decreti ingiuntivi e pagati per cassa per non caricare di oneri il debito e quindi le casse dell’ente. Esiste un problema di rapidità nell’acquisire il pagamento dei ruoli malgrado sia stato potenziato l’ufficio delle entrate per debellare l’evasione e l’elusione fiscale.
Non aver approvato l’aumento dell’Irpef ha creato un problema all’ente peraltro su una tassa progressiva che avrebbe dato respiro alle casse dell’ente. Auspicabile l’approvazione del piano pluriennale di equilibrio che sancirà la bontà della politica dell’ente. (Giorgio Zaccaria)

La Corte dei Conti nel gennaio 2012 con delibera indicava al consiglio la strada da percorrere per dare equilibrio ai conti del nostro ente. Ritiene che le sue preoccupazioni espresse nelle varie sedi per quanto non è stato fatto da parte dell’amministrazione sono rimaste inascoltate.
Il decreto Salva Enti ha affrancato il Comune dal dissesto ed è sperabile che la previsione del nuovo patto di stabilità faccia superare le questioni finanziarie presenti oggi.
Il mancato rispetto del patto di stabilità del 2012 la dice lunga sullo stato di salute finanziaria dell’ente; Sulle società partecipate non si hanno notizie contabili certe ed è strano che il socio sia unico, il Comune, e laddove c’è un amministratore unico non si garantisca il dato contabile.
Su IMU, Irpef non si dichiara d’accordo con il consigliere Zaccaria e quindi contrario all’aumento della pressione fiscale e stigmatizza le modalità di approvazione del piano di riequilibrio fatto in un quarto d’ora il 30 dicembre scorso. ( Silvio Iabichella).

Si passa al voto dell’emendamento proposto dai consiglieri Zaccaria e Carpenzano che nei fatti riconoscono la facoltà del civico consesso, come da legge, che in tema di conto consuntivo può deliberare anche in presenza di apertura dei comizi elettorali per le amministrative 2013 che interessano l’ente.

Il civico consesso approva l’emendamento con tredici a favore, astenuti quattro
Il conto consuntivo 2012 viene approvato a maggioranza con dieci favorevoli, quattro contrari e tre astenuti. Il consiglio comunale approva.

Commenti: 0


Cosa posso fare per la mia città? (Ascolta il messaggio) Tema: - Post: 7058
a cura di Giovanni Migliore

del 11/05/2013 23:28:19

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Commenti: 0


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6  7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)