Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:33:51 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

Miraggio Asfalto (Ascolta il messaggio) Tema: 3 - Post: 3159
a cura di Email firmata con richiesta di anonimato

del 25/03/2010 17:13:44

Volevo solo porgere un quesito:
Come si fa ad asfaltare una bretella morta di via Aldo Moro a modica sorda che oltre ad essere morta non conduce al momento in nessun posto, e tralasciare la via risorgimento che sembra più una via crucis che una delle bretelle più importanti del quartiere Sorda??

Ci sarà sicuramente una spiegazione (o almeno spero)si può sapere.
Grazie anticipatamente.

La prego di lasciare anonimo il mittente

Grazie.

Commenti: 0


del 25/03/2010 13:48:43

> non sono affatto d'accordo con le aperture domenicali!!!.....la famiglia viene calpestata!!!...si lavora sempre e non ci si riposa mai!!!!...sono esseri umani e non macchine!!...io sono contro le aperture domenicali........la domenica siamo solo io e mio figlio!!!!...basta con queste aperture festive e domenicali... pagate quattro soldi, e senza giorno compensativo!!!!!.....

cordiali saluti

Commenti: 0


Re: Re: Metamorfosi societarie (6) (Ascolta il messaggio) Tema: 5 - Post: 3157
a cura di Fonte internet

del 25/03/2010 11:49:33

>La nascita della Modica Multiservizi,da quanto abbiamo appreso,ha parecchi legami con la Catania Multiservizi.
La Catania Multiservizi è al 51% pubblica (Comune di Catania) e il 49% Italia Lavoro Spa.
L’amministratore delegato di Italia Lavoro è Natale Forlani
Ha rivestito anche la carica di amministratore delegato della Gesip SpA, società mista costituita da Italia Lavoro e dal Comune di Palermo.
Presidente della Gesip, società nata per stabilizzare i precari cittadini, è l’avv.Claudio Gallina che è anche il legale di Cuffaro,guadagna 115.699 euro, lordi, all'anno.
Palermo,un Comune che sta messo male,come Catania,come Modica,come tanti altri comuni siciliani. Chissà perchè ?

Cerchiamo di capire meglio cos'è Italia Lavoro.

"Italia Lavoro,è un ente strumentale del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali per la promozione e per la gestione di azioni nel campo delle politiche del lavoro, dell'occupazione e dell'inclusione sociale. Italia Lavoro realizza azioni e programmi in collaborazione con le Regioni, le Province e le Amministrazioni Locali, per migliorare le capacità del sistema paese nel creare opportunità di occupazione, rivolgendosi, in particolare, alle categorie più deboli del mercato del lavoro."

Ma qualche autorevole giornale italiano non la pensa proprio così,
leggete questo articolo dello scorso anno :
(nel frattempo la situazione è sicuramente peggiorata)

Il venerdì di Repubblica del 10 aprile 2009 dedica la prima pagina dell'inserto "Società, Inchieste, Politica, Cronaca" allo sperpero dei 36 milioni di euro "mangiati" dalla fantomatica Borsa Continua Nazionale del Lavoro. In un Paese normale, qualcuno sarebbe già finito sotto inchiesta.... ma siamo in Italia, anzi: siamo in Italialavoro, dove ogni progetto "costa" circa il 50% di costi aziendali, vale a dire che se l'Amministrazione Titolare (generalmente il Ministero del Lavoro) finanzia 100 euro, soltanto 50 potranno essere spesi realmente a favore delle finalità progettuali, perché gli altri 50 servono a sostenere gli enormi costi dell'apparato. Del resto, con l'enorme numero di dirigenti a cui bisogna pagare lo stipendio...! Poi però si licenziano i lavoratori veri, quelli che hanno mandato avanti la baracca finora, ricattati dai contratti precarizzanti di una legge volgarmente intitolata a Marco Biagi.
Marco Biagi... se ne riempiono la bocca , abbiamo anche la sala riunioni dedicata a quello che Scajola (e non solo...) definì "rompicoglioni". Si starà rivoltando nella tomba, Biagi, non fosse altro per tutte le volte che il suo nome viene usato a sproposito.
Italialavoro: ovvero, il paese della cuccagna, per molti... basta avere la tessera giusta, o l'entratura giusta.
Sarà normale che in una agenzia il cui capitale è totalmente pubblico, l'Amministratore Delegato rimanga in carica per anni ed anni ed anni.. senza alcun ricambio... con il rischio (per carità, solo rischio...) di creare posizioni di rendita, di dar luogo a incancrenimenti gestionali, ad un organizzazione simil-patronale, ad esempio?
Sarà normale che all'Amministratore Delegato viene anche dato, ad interim, il ruolo di Presidente?
Sarà normale che un pensionato gestisca per anni, da collaboratore, un'intera area dell'agenzia e venga solo recentemente formalizzato come "dirigente"?
Sarà normale che a bilancio, l'agenzia presenti ampie plusvalenze derivanti dalla gestione di società partecipate e che a questo non corrisponda alcun fondo ammortamento? Questi soldi saranno stati destinati di sicuro a nobili fini, ma perché non renderlo evidente?
Ed infine, per Paolo Casicci che firma l'articolo sul venerdì: no, purtroppo non è molto aggiornato neanche questo blog, sa perché? Perché molti dei nostri colleghi sono stati mandati a spasso, da questa agenzia, nel frattempo... Italialavoro o "I tagli al lavoro"... chissà....

Commenti: 0


Mozione Aperture Domenicali nelle zone rurali (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3155
a cura di Giovanni Migliore

del 25/03/2010 01:15:09

IN EVIDENZA


Commenti: 1


Documenti sul mercato rionale di Modica Alta (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3154
a cura di Giovanni Migliore

del 25/03/2010 00:58:37

IN EVIDENZA




Giorno 01/03/2010 si è svolta una conferenza di servizio volta alla rimodulazione del Mercato di Viale Manzoni

Amici aiutatemi a capire

Cosa hanno deciso in quell'incontro ?

Cosa è stato fatto ?

Commenti: 1


Finalmente un Consiglio Comunale (Ascolta il messaggio) Tema: 95 - Post: 3153
a cura di Giovanni Migliore

del 25/03/2010 00:47:10

IN EVIDENZA





Amici sembra quasi impossibile, ma stamattina alle 12:35 da Messo comunale mi è stata notificata la convocazione del Consiglio Comunale.

Dopo 20 giorni, di che tipo poteva essere la convocazione ?

Convocazione in SESSIONE URGENTE giorno 25/03/2010 ore 20:00.

Dalle 23:30 fine della seduta alle 20:00 ora d'inizio abbiamo 3 ore e 30 minuti e cioè 210 minuti.

210 minuti per 15 punti ......quindi 14 minuti a punto.

Può essere una cosa del genere ?

mai e quindi è un Ordine del Giorno privo di senso

Commenti: 0


del 25/03/2010 00:04:34

IN EVIDENZA


INTERROGAZIONE SU UNA SOCIETÀ MISTA CONTROLLATA DA UN ENTE LOCALE IN PROVINCIA DI RAGUSA
(3-00026) (13 giugno 2006)

BATTAGLIA Giovanni - Al Ministro dell'interno - Premesso che:
la Società Modica Multiservizi S.p.A., società mista a prevalente carattere pubblico con capitale sociale di euro 500.000,00, di cui euro 255.000,00, pari al 51%, sottoscritto dallo stesso Comune di Modica, ha ricevuto su affidamento diretto dell'amministrazione comunale di Modica cinque contratti di servizio che riguardano la manutenzione e cura del verde pubblico, la pulizia degli immobili comunali, la manutenzione ordinaria degli edifici comunali e scolastici di pertinenza comunale, la manutenzione e l'affidamento dei servizio idrico e stradale e i servizi di trasporto scolastico per un importo complessivo di € 1.858.000,00 più IVA;
lo scrivente, con interrogazione a risposta scritta n. 4-08975 presentata al Ministro dell'interno nella seduta pubblica n. 834 della XIV Legislatura, aveva chiesto di sapere per quali motivazioni, di fronte alla richiesta formulata in data 28 marzo 2005 da parte del consigliere comunale di Modica dott. Vito D'Antona di accesso ai documenti della società relativi alle procedure di assunzione di personale esterno, il management della società rifiutasse ripetutamente di fornire la documentazione in materia.

La documentazione veniva ad essere negata da parte della società nonostante il parere del segretario generale del Comune sostenuto dalla sentenza del Consiglio di Stato 7900 del 9/12/2004 che legittimava la richiesta di acquisizione dei documenti presentata dal consigliere comunale nell'esercizio della sua attività di vigilanza su atti di interesse del Comune.

Le dodici unita di personale assunte, secondo una nota del 23 maggio 2005 della stessa società, risultavano essere al di fuori del bacino di lavoratori precari del Comune alla cui stabilizzazione la Modica Multiservizi S.p.A. doveva concorrere attraverso il sostegno della Regione Siciliana.

L'atto di sindacato ispettivo presentato dallo scrivente rimaneva senza risposta;
in data 18 maggio 2006 la Modica Multiservizi S.p.A. comunicava con un avviso pubblico la volontà di procedere all'assunzione di personale per le qualifiche di operatore per la manutenzione del verde, operaio ed idraulico;

il Presidente della società, designato dal socio di maggioranza ovvero dal Comune di Modica è un noto esponente dell'UDC, ex-assessore del medesimo Comune.

L'avviso di selezione è stato presentato a dieci giorni dalle elezioni regionali siciliane;
l'avviso di selezione dei curricula, che non dà luogo ad alcun obbligo di assunzione da parte della società, si presenta come assolutamente generico, privo di titoli in grado di garantire trasparenza ed obiettività nella scelta dei candidati, lasciando ai vertici della società la più ampia discrezionalità nella procedura di selezione dei candidati e nella assunzioni, qualora avessero effettivamente luogo,

si chiede di sapere:

quale giudizio il Governo dia di una gestione operativa di una società mista a prevalente carattere pubblico in cui, in più occasioni, sono venuti a mancare i requisiti minimi di trasparenza nei confronti di uno degli organi di Governo del Comune quando, a norma di legge, il Comune per garantire l'affidamento diretto dei servizi a tale società dovrebbe esercitare, con i suoi organi, un controllo analogo a quello esercitato sui propri servizi (articolo 113, del decreto legislativo n. 267 del 18 agosto 2000);
se il Governo non ritenga, fatta salva l'autonomia gestionale degli enti locali e delle società di capitali da essi controllate, di dover intervenire in sede legislativa per impedire assunzioni di personale nei periodi immediatamente precedenti alle elezioni, tali da configurare nel giudizio dell'opinione pubblica delle vere e proprie concessioni clientelari;
se non ritenga opportuno ridefinire la normativa sulle assunzioni di personale da parte delle società miste e controllate dagli enti locali in modo da favorire criteri di trasparenza, equità e pari opportunità tra i cittadini secondo lo spirito dell'art. 97 della Costituzione che informa le assunzioni nelle pubbliche amministrazioni; pur non trattandosi di pubbliche amministrazioni il prevalente carattere pubblico di una società per azioni come la Modica Multiservizi S.p.A. indurrebbe a una maggiore trasparenza nella scelta del personale.

Commenti: 0


Re: Re: Vittoria, torna la protesta della Icom (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3151
a cura di residenti di viale manzoni

del 24/03/2010 20:56:58

> Consigliere Migliore,ad oggi e prorpio in questo momento che sono le 20:50 ancora nessun camion per la raccolta della spazzatura è passato.L'assessore a quando ho capito le ha garantito lo svuotamento dei cassonetti del quartiere,ma per il dopo mercato che cosa verrà fatto?il quartiere verrà ripulito?ho dobbiamo rivedere le scene del passato?Grazie mille per il suo impegno.
ps: a proposito degli abusivi di Viale Manzoni oggi pom ne erano presenti almeno 3, e alla fine della giornata lavorativa,si sono radunati in gruppo con altre persone e discutevano.Secondo lei di cosa discutevano?????Buona serata

Commenti: 0


Comunicato Stampa (Ascolta il messaggio) Tema: 95 - Post: 3150
a cura di Giovanni Migliore

del 24/03/2010 17:35:20

Il consigliere Giovanni Migliore presenta una mozione di indirizzo per le aperture domenicali e festive nelle zone rurali e balneari

Lo sviluppo del turismo e soprattutto il senso dell'accoglienza richiedono l'incentivazione di tutti i servizi commerciali che contribuiscono a rendere la permanenza nei nostri luoghi più piacevole e completa, anche nelle numerose zone rurali e balneari che caratterizzano il territorio di Modica
Nelle giornate festive e domenicali sono numerosi i turisti che apprezzano la qualità e l'ospitalità delle aziende agricole, degli agriturismi, dei ristoranti delle nostre campagne e delle località marine, ma in queste zone non è prevista la deroga per le aperture delle attività commerciali ed in particolar modo di quelle strutture che possono fornire prodotti tipici richiesti dai visitatori, rendendo un importante servizio che può incrementare i flussi turistici.
In alcune zone, come parte di Frigintini, San Giacomo e Montesano, cioè in territori che ricadono in parte anche nella competenza del Comune di Ragusa, si assiste al fenomeno che alcuni esercizi commerciali, quelli appartenenti a Ragusa, rimangono aperti nelle domeniche e festivi, mentre a quelli appartenenti a Modica non è consentita l'apertura.
“Ritengo – sostiene il consigliere Migliore –che appare necessario ed utile allo sviluppo dei flussi turistici garantire i servizi commerciali, nelle domeniche e nei festivi,in tutto il territorio della città di Modica, comprese le zone rurali e balneari, posto che allo stato attuale esiste soltanto una deroga calendarizzata per gli esercizi commerciali all'interno della città per la sua caratteristica di centro turistico riconosciuto dagli organismi regionali.
Da questo presupposto scaturisce la mozione, presentata dal consigliere Migliore e sottoscritta dai consiglieri Azzaro, Carpenzano, Cavallino, D'Urso e Gerratana, che impegna il Sindaco e l'Amministrazione Comunale ad approvare appositi atti amministrativi volti alla deroga delle aperture domenicali e festive da estendere anche agli esercizi commerciali siti nelle zone rurali e balneari del nostro territorio allo scopo di favorire ed incrementare le attività a servizio del turismo, quali in special modo quelle dei prodotti tipici eno gastronomici.
24 marzo 2010.

Giovanni Migliore - consigliere comunale -

Commenti: 0


Re: Vittoria, torna la protesta della Icom (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3149
a cura di Giovanni Migliore

del 24/03/2010 13:53:40

> Stamattina ho telefonato all'Assessore Frasca Caccia per informarlo ,in base all'accordo fatto nell'ultimo incontro,
o di sospendere per sanità pubblica il mercato di domani mattina
o di provvedere alla pulizia di tutti i cassonetti della zona sia oggi che domani.
L'Assessore mi ha ringraziato per aver segnalato il problema e provvederà.

Aggiornamenti ore 13:06.

Ho ritelefonato e dati i diversi impegni non aveva ancora potuto fare nulla.

ore 13:15 mi telefona L'assessore Frasca Caccia e mi riferisce quanto segue:

"Sentiti con l'Assessore Serra e visto che a Vittoria fanno scaricare solo due camion alla volta,
in modo eccezionale tra stasera o al massimo domani mattina prima che arrivano gli operatori commerciali, i cassonetti ubicati nell'area del mercato saranno svuotati."

Amici Residenti di Modica Alta ...questo è quello che sono riuscito a fare.
Speriamo bene.Saluti

Commenti: 1


Video Martedi 23/03/2010 (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3148
a cura di Giovanni Migliore

del 24/03/2010 02:18:29

IN EVIDENZA


Amici del blog, non posso passare per le strade di Modica e non sottolineare qualcosa che so e forse era meglio non sapere.
Purtroppo sapere chi è in regola ad esempio nel Viale Manzoni oppure sapere che in Via Marchesa Tedeschi o C.So Umberto, è vietato qualsiasi tipo di ambulantato sia itinerante che a posto fisso, mi fa riflettere.

A Modica Alta abbiamo una persona che per l'intera mezza giornata ha venduto tranquillamente senza che nessuno lo abbia disturbato
(Vigili e Assessori e Finanza avvisati)

A Modica Bassa nella Via Marchese Tedeschi, tre persone per l'intera mezza giornata (non so nel pomeriggio) hanno venduto tranquilalmente ....dimenticavo forse nessuno dei Vigili Urbani e Assessori è passato per quella strada
Incredibile ma vero solo io sono passato in quella strada e mi sono accorto della presenza di questi signori che vendono in barba a qualsiasi presupposto di legalità.

Io credo che è giusto che immortali con un video questo mio "unico" passaggio in Via Marchese Tedeschi.

Commenti: 0


Foto Viale Manzoni 23/03/2010 (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3147
a cura di Giovanni Migliore

del 24/03/2010 02:06:15

IN EVIDENZA


Commenti: 0


Foto Viale Manzoni Sabato Mattina ore 9:00 (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3146
a cura di Giovanni Migliore

del 24/03/2010 01:28:19

IN EVIDENZA







Commenti: 0


Abusivismo .....una piaga sociale !!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3145
a cura di Giovanni Migliore

del 23/03/2010 23:16:17

> Cari amici "Residenti di Viale Manzoni" sono molto preoccupato.

Sapete perchè ?

Sabato mattina come sapete ho fatto un giro a Modica Alta e nel Viale Manzoni (approffitando che il sabato i controlli sono inferiori)alle 11:30 vi erano 5 abusivi.

Lunedi mattina nel Viale Manzoni c'erano 3 abusivi.

Stamattina era presente un abusivo.
Sistemato bene, sul marciapiede
L'ambulante è senza autorizzazione, senza nulla osta, e inoltre vende la frutta in modo contrario alle norme igieniche e cioè una parte di essa è poggiata a terra e quindi sotto la soglia dei 90 cm.

Appena visto questo, ho telefonato all'Assessore Calabrese il quale ascoltato il mio problema mi ha promesso che mandava qualcuno.

Sono sceso al Comando e ho segnalato quando visto direttamente ai Vigili Urbani.

Non contento di ciò, ho pensato di andare al Comando della Guardia di Finanza.
Ho parlato con un Maresciallo e gli ho esposto il problema.
Dopo che ho raccontato tutto quello che mi è successo in questi ultimi 6 mesi, lui mi ha invitato a parlarne con il Tenente dopo il suo rientro che sarà giorno 29 Marzo.
Il Maresciallo mi ha illustrato i vari interventi che hanno fatto insieme con i Vigili Urbani durante le feste patronali.
Nel caso in specie mi ha detto che loro hanno poco da fare poichè loro sono un organo di repressione e quindi possono intervenire solo quando si crea un illecito tributario e cioè quando si è in presenza di una persona che non emette scontrini.

Sono rimasto deluso ma credo che non ho avuto la soddisfazione desiderata poichè il Maresciallo con cui ho parlato non era specializzato in questa materia.

Mi sono ripromesso che ritornerò dopo giorno 29 Marzo con l'intento di capire quali sono i margini effettivi del loro intervento.

(Ogni giorno ricevo oltre 5 telefonate di ambulanti che reclamano i loro diritti e altrettante sono le mie telefonate ai vari uffici e spesso vengono raddoppiate per dare una risposta e allo stesso capire se si è fatto qualcosa)

Per completare la giornata di oggi, alle 11:00 circa sono ripassato nel Viale Manzoni e nulla era cambiato.
Incredibile ma vero !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ricordo ad alcuni "amici" ambulanti che la mia lotta contro l'abusivismo, ha un solo scopo e cioè
garantire una presenza sul territorio di una figura di ambulante "professionista" che svolge il proprio lavoro con il massimo della dignità e il massimo del decoro.
Vivere nella legalità diventa un onore e un orgoglio.

forse non riuscirò nel mio intento ma da oggi a quando completerò il mio mandato ....i punti non completi resteranno un chiodo fisso !!!!

Ah dimenticavo......
se per caso mi dimentico qualcosa.....aiutatemi a ricordare !!!!!!

Commenti: 0


del 23/03/2010 21:15:26

IN EVIDENZA


http://www.modicamultiservizi.it/public/organigramma%20web.JPG










Commenti: 0


del 23/03/2010 20:33:27

IN EVIDENZA


Buco Multiservizi, il Comune ora ricorre contro se stesso

L'amministrazione comunale ricorre contro se stessa. La vicenda dei centodieci dipendenti della «Modica Multiservizi» si avvita a seguito della decisione dei lavoratori di ricorrere all'autorità giudiziaria per vedersi riconoscere le somme arretrate dovute per stipendi e straordinari. Un decreto ingiuntivo di tre milioni e 700 mila euro è stato notificato a palazzo S. Domenico e l'amministrazione dovrà decidere al più presto quale strada imboccare.
Il pagamento di una mensilità delle due dovute e la promessa del saldo da qui a dieci giorni non ha convinto i lavoratori che hanno confermato lo sciopero indetto per martedì prossimo. I lavoratori premono da tempo e hanno manifestato tutto il loro disappunto ma anche la loro preoccupazione per il futuro nel corso della seduta del consiglio comunale.
Quello che turba maggiormente il sindaco Piero Torchi e l'assessore al bilancio Carmelo Drago è il decreto ingiuntivo che dovrà essere onorato a breve termine se non interverranno altri fatti nuovi e con le casse comunali a secco questo potrebbe diventare un problema imprevisto e non messo in conto. L'amministrazione sta pensando di ricorrere contro il decreto ingiuntivo per bloccare l'effetto immediato del provvedimento giudiziario; l'assessore Carmelo Drago è sempre più deciso di percorrere questa strada anche se si tratta di una situazione veramente anomala. La «Modica Multiservizi» è infatti partecipata al 51 per cento dall'ente pubblico ed al 49 per cento dai privati. Con l'opposizione al decreto ingiuntivo l'amministrazione ricorrerebbe praticamente contro se stessa trovandosi allo stesso tempo nella condizione di ente pagatore e di ente beneficiario. Alla fine i tre milioni 700 mila euro dovranno comunque uscire dalle casse comunali a causa del debito accumulato in soli due anni.
A questo punto occorrerebbe, forse, anche ripensare la stessa società mista. Le altre esperienze portate avanti in diversi comuni non hanno mai raggiunto gli obiettivi sperati cumulando tutti i difetti delle vecchie municipalizzate senza essere minimamente "contaminate" dall'apporto di managerialità dei privati.

Modica paga la Multiservizi e la Multiservizi i dipendenti

Il comune corre ai ripari e paga una tranche del debito (ammontante ad oltre tre milioni di euro) alla società mista Modica Multiservizi, per metterla nelle condizioni di pagare lo stipendio di luglio agli oltre cento dipendenti. Rimane in sospeso il pagamento del salario di agosto e, i dipendenti, sembra non siano disposti a revocare lo sciopero programmato per martedì, sospendendo i servizi forniti al comune, primo fra tutti, il trasporto degli alunni delle scuole dell’ obbligo. L’amministrazione comunale che è socio di maggioranza della Multiservizi, nei prossimi giorni deciderà se attivare il ricorso contro la decisione del Tribunale di Modica al quale si è rivolta la parte privata della società mista, di fare pagare al comune la somma dovuta. Il decreto del giudice è esecutivo per cui il comune dovrà liquidare il debito entro i prossimi giorni a meno che non decida di opporre ricorso. E’ l’assessore al Bilancio, Carmelo Drago, ad avanzare tale ipotesi. Vito D’Antona, consigliere di Sinistra Democratica, intanto, incalza l’amministrazione comunale sul futuro della società mista che, purtroppo, non ha rispettato le aspettative del consiglio comunale. “Rimane valida l’idea della società mista – replica l’ assessore Carmelo Drago – che, però, sarà rimodulata sulla scorta del decreto Bersani che impone la trasformazione in società in house, cioè a totale capitale pubblico. La Multiservizi ha svolto un ruolo anche sociale in quanto è servita a stabilizzare lavoratori e sono in corso trattative per la cessione all’Ente del 49 per cento. In ordine al decreto ingiuntivo emesso – aggiunge Drago - l’amministrazione sta valutando l’iniziativa dell’opposizione atteso che il 51 per cento di quel debito vantato è in carico allo stesso ente socio di maggioranza, per cui la somma andrebbe rimodulata”. Per fare chiarezza sul futuro della Modica Multiservizi ma, soprattutto, sulla stabilizzazione dei lavoratori, Vito D’Antona ha proposto la discussione in consiglio comunale evidenziando che vadano rivisti i contratti stipulati con la Multiservizi. Contratti ritenuti costosi a carico dell’Ente e che ricadono sui bilanci delle famiglie.


Fonte Sciclinews Archivio



Commenti: 0


Vittoria, torna la protesta della Icom (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3142
a cura di residenti di viale Manzoni

del 23/03/2010 19:13:33

Consigliere Migliore,Modica a causa di questo scipero si ritrova con tutti i cassonetti strapieni di spazzatura.Noi residenti di viale Manzoni,la contattiamo per ricordare che giovedi 25 a Modica alta si dovrebbe svolgere il mercato quindicinale.Speriamo che lei faccia un'intervento presso l'assessorato competente per capire se l'amministrazione ha intenzione di far svolgere il mercato e se è si,noi residenti abbiamo bisogno delle certezze per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti.Ci tenga informati.

Commenti: 2


del 23/03/2010 14:18:06

IN EVIDENZA


> Ma chi bella Cumacca.
Ma sa quanto na ma sentiri e birri. Poveri Cittadini Muricani, e Poveri Ex L.S.U. ca sunu a Multiservizi.

Commenti: 0


Precisazioni 1°Puntata Multiservizi (Ascolta il messaggio) Tema: 5 - Post: 3140
a cura di Giovanni Migliore

del 23/03/2010 02:31:55

IN EVIDENZA


Le imprese che hanno partecipato al bando Europeo per l'individuazione del partner privato della struttura societaria creata dal Comune a capitale pubblico sono state sei.
Cosim di Gela
Agesp di Castellamare del golfo
Maggioli di Sant'Arcangelo di Romagna
Tronconi Costruzioni di Napoli
Catania Multiservizi di Catania
Altecom di Enna.

Le offerte dei privati furono prese in esame da un'apposita commissione, presieduta da
Salvatore De Vitis, docente di Diritto Commerciale all'Università di Foggia
Serena Cantale,consulente del presidente della Regione Siciliana,Salvatore Cuffaro
Giovanni Mulone,avvocato
Giorgio Giannone,commercialista
Pietro Spadola,commercialista

Sono state controllate le posizioni degli aderenti in base a quanto prevede il bando, dopo di che quelle selezionate sono state invitate a presentare l'offerta e il piano economico-finanziario per la costituzione della società.

Articolo tratto dal "La Sicilia" del 14 ottobre 2003

Commenti: 0


del 23/03/2010 02:17:53

IN EVIDENZA


La società Modica Multiservizi S.p.A. è stata costituita il 27 Luglio 2004 - giusto atto pubblico in pari data Rep. N.9115 e Racc.n.2180 tra il Comune di Modica e la società OMNIA GLOBAL S.r.l per le quote sociali al 51% e 49% del capitale sociale.
Viene approvato lo statuto e il patto parasociale regolante i rapporti tra il socio pubblico e privato in ordine, sopratutto, in oridne all'esercizio e ripartizione del potere gestorio.
- affidato alla costituenda società i seguenti servizi

1)manutezione edifici comunali
2)manutenzion stradale ed idrica
3)pulizia immobili urbani
4)cura e manutenzione del verde pubblico
5)trasporto scuolabus
6)gestione soste a pagamento

Quali erano gli scopi dell'amministrazione comunale dell'epoca?
Detti scopi erano due :
a) introdurre modalità di gestione dei servizi improntate a criteri di economicità, efficacia, ed efficienza, così da ridurre i costi, elevare gli standard qualitativi e quantitativi dei servizi
b)assicurare lo sbocco occupazionale dei lavoratori precari(articolisti,L.S.U,L.P.U.) di tipo duraturo e non assistito, derivante da un'iniziativa avente valenza economico-imprenditoriale con garanzia di stabilità.


A tale scopo il decreto assessoriale n.1756/2004 Serv.V del 23/10/2004 registrato dalla Ragioneria centrale del lavoro in data 12/11/2004, con il quale è stata impegnata sul capitolo 322131 del bialncio della Regione siciliana a favore del comune di Modica,la somma di euro 542.279,50 quale contributo straordinario una tantum per l'allocazione lavorativa di n. 25 lavoratori impegnati in lavori socialmente utili con risorse del Fondo nazionale per l'Occupazione.

Ricordo che il protocollo d'intesa fu stipulato il 21 Ottobre 2004 e in quella sede il Comune di Modica si è impegnato ad attuare la stabilizzazione occupazionale di 25 lavoratori e di contro l'Assessorato regionael del Lavoro si è impegnato ad erogare in analogia alle disposizioni recate all'art.2 della legge regionale 24/2000 un contributo una tantum pari ad euro 542.279,50.

Dalla relazione dell'Avv.Giurdanella : L'amministrazione comunale,in ottemperanza a quanto previsto dall'art.5 della L.R.24/2000 aveva precedentemente inviduato ed approvato un percorso per la fuoriuscita dal precariato dei lavoratori L.S.U. nel piano complessivo di fuoriuscita dal bacino dei lavoratori socialmente utili dei 172 lavoratori che operano presso questo ente,deliberato dal COmune di Modica il 27/01/2001.
Detto atto di programmazione prevedeva, in particolare, che di questi lavoratori 98 fossero destinati- 39 nella forma della collaborazione coordinata e continuativa e 59 mediante impiego - alla costituenda società mista.

A fronte di tale impegno il Comune avrebbe - ed in effetti in parte ha- beneficiato di incentivi e contributi previsti dalla normativa nazioanle e regionale.

£ 5.000.000, una tantum per ogni lavoratore precario assunto a tempo indeterminato (Art.7, comma 14,D.Lvo 81/2000)

£ 60.000.000, da ripartirsi in 5 anni in quote di pari importo, perogni lavoratore precario assunto (art.2,comma 3,L.R. 24/2000)

£ 4.600.000 quale contributo annuale per 4 anni, per ciascuna unità lavorativa aggiuntiva, assunta ad incremento della base occupazionale (indipendemente della provienza dal bacino L.S.U)con finalità di formazione iniziale e continua.

Sempre leggendo nella relazione redatta dall'Avv. Giurdanella leggo:

All'atto della costituizione della società il Consiglio di Amministrazione era cosi composto :

1)Vindigni Concetta nata a Pozzallo (presidente)
2)Maltese Salvatore nato a Rosolini
3)Adamo Giovanni nato a Melfi
4)Adamo Mario nato a Ragusa
5)Salvo Rossi Giuseppe nato a Ragusa


i primi tre compreso il Presidente sono stati nominati dal Comune di Modica
mentre gli altri due, dal socio privato (e di essi Adamo Mario, amministratore delegato)

Attenzione,qui è necessario uno stop
:
Quello descrittnella relazione è errato.

Perchè ?

da una analisi delle buste paga trovo qualcosa di diverso :

Prendiamo alcuni esempi
quelle dei consiglieri sono uguali mentre cambiano quello del Presidente e dell'Amministratore Delegato

Vediamo

Vindigni Concetta Presidente C.d.A. data assunzione 27/07/2004
busta paga Novembre
Compenso Lordo 6.577,00
Rimborso chilometrico 302,52
Rimborso spese 200,00
Lordo 7,079,52 - Contributi 1.995,61 = € 5.083,91

Salvo Rossi Giuseppe Amministratore delegato data assunzione 27/07/2004

busta paga Novembre
Compenso Lordo 7.856,00
Rimborso chilometrico 1.171,64
Rimborso spese 200,00
Lordo 9.227,64 - Contributi 2.910,75 = € 6.316,89

Attenzione colpo di scena

L'ing Rossi non doveva essere consigliere e invece lo troviamo come amministratore delegato ?

come può essere ? bohh !!!!

ma per completare meglio vediamo la busta paga di Dicembre perchè nelle buste paghe troviamo
assunzione 27/07/2004
cessazione 31/12/2004


Vindigni Concetta Presidente C.d.A
compenso lordo 9.000,00
rimborso chilometrico 909,34
rimborso spese 500,00
totale lordo 10.409,34 - trattenute 2.809,87 = 7.599,54


Salvo Rossi Giuseppe Amministratore delegato
compenso lordo 10.750,00
rimborso chilometrico 1.171,64
rimborso spese 500,00
totale lordo 12.421,64 - trattenute 3.562,82 = 8.858,82


Adamo Mario Consigliere
compenso lordo 1.250,00

totale lordo 1.250,00 - trattenute 298,75 = 951,25

per eventuali precisazioni
l'importo di € 6.316,89 Assegno n. 61.212.295-01 data 30/11/2004 tratto su Banca Agricola Popolare di Ragusa firmato Concetta Vindigni e intestato Giuseppe Salvo Rossi

l'importo di € 5.083,91 Assegno n. 61.212.294-01 data 30/11/2004 tratto su Banca Agricola Popolare di Ragusa firmato Giuseppe Salvo Rossi (amministratore delegato) e intestato Concetta Vindigni

l'importo di € 8.858,82 Assegno n. 61.217.071-06 data 14/01/2005 tratto su Banca Agricola Popolare di Ragusa firmato Concetta Vindigni e intestato Giuseppe Salvo Rossi

l'importo di € 7.599,54 Assegno n. 61.212.300-06 data 14/01/2005 tratto su Banca Agricola Popolare di Ragusa firmato Giuseppe Salvo Rossi e intestato Concetta Vindigni

l'importo di € 951,25 Assegno n. 61.217.072-07 data 14/01/2005 tratto su Banca Agricola Popolare di Ragusa firmato Giuseppe Salvo Rossi e intestato Adamo Mario




A questo punto mi chiedo :

QUESTE SOMME PER QUALI SERVIZI SONO STATI PAGATI SE IL PRIMISSIMO CONTRATTO FU SOTTOSCRITTO IN DATA 24/11/2004 ?

Il primissimo contratto fu sottoscritto in data 24/11/2004 per gestire l'emergenza idrica mediante autobotte.
Tale contratto fu prorogato di volta in volta in abase alle disponibilità dei capitoli di spesa fino al mese di Aprile 2005.

Poi nel Gennaio del 2005 vennero stipulati i contratti per i seguenti servizi :
1)mantenzione ordinaria edifici comunali e scolastici
2)mantenzione ordinaria stradale ed idrica
3)pulizia immobili urbani
4)cura e manutenzione del verde pubblico
5)trasporto scuolabus

il 10/08/2005 veniva stipulato il contratto di affidamento del servizio gestione soste a pagamento

il 10/10/2005 veniva esteso il servizio di manutenzione ordinaria e di pulizia degli immobili urbani all'ex Ospedale S.Martino ed all'istituto ex Salesiani (destinati a dese dell'università)

QUINDI DA LUGLIO 2004 A GENNAIO 2005 (AD ECCEZIONE DEL CONTRATTO DEL SERVIZIO IDRICO) QUELLE BUSTE PAGHE EVIDENZIATE PRIMA SU QUALE ENTRATE DI GESTIONE SI POGGIANO ?

SU NULLA O...... MEGLIO SUL CAPITALE SOCIALE VISTO CHE L'AZIENDA NON AVEVA ALCUNA ENTRATA.

COSA SUCCEDE APPENA LA MULTISERVIZI INIZIA L'ATTIVITA' ?

A dicembre l'Ing. Salvo Giuseppe Rossi rassegna le dimissioni di Amministratore delegato per essere assunto come dipendente.
Il CCNL applicato all'Ing. Salvo Giuseppe Rossi fu quello "IMPRESE DI PULIZIE E MULTISERVIZI" nella funzione QUADRO.

Al posto dell'Ing Salvo Giuseppe Rossi fu nominato come amministratore delegato Adamo Mario.

L'Ing.Rossi però non rimase solo dipendente ma rientrò nel Consiglio d'Amministrazione nella qualità di Consigliere.
(quindi controllato e controllore)


L'Ing. Rossi poi passò a Direttore Tecnico sempre con lo stesso CCNL ma gli fu riconosciuto un premio o meglio un SUPERPREMIO di circa € 1.500,00 mensile

Per concludere questa seconda puntata sulla Multiservizi, vediamo cosa avvenne quando fu eletto amministatore delegato Adamo Mario.

Vennero affidati incarichi di consulenza ai seguenti professionisti
Ing. valerio Veloce responsabile della sicurezza per oltre 40.000,00/annui

Studio RM Consulting SRL x la contabilità del lavoro con tariffe secondo l'albo professionale.

Il proprietario maggiore della RM Consulting Srl è il Dott. Rosario Alescio socio quest'ultimo dello Studio del Dott.Adamo (PROSVI)


.......alla prossima .Giovanni Migliore

Commenti: 1


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193  194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)