Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:33:51 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

Comunicato Pdl sul bluff di questa amministrazione (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6618
a cura di Giovanni Migliore

del 24/06/2011 02:14:48

“Bilancio e falso risanamento: scoperto il grande bluff dell’Amministrazione.

Sul debito del comune in passato solo bugie”

Grazie all’Amministrazione Comunale di Modica abbiamo avuto modo di appurare che i miracoli esistono. Come descrivere altrimenti la notizia diffusa ieri della riduzione del debito del Comune e dell’aspettativa di pareggio per il 2012? Qualcuno a Palazzo San Domenico è convinto che i cittadini siano ciechi , pensando di poter propinare qualsiasi falsità, senza alcun pudore, come del resto fatto in questi tre anni in cui la città è arretrata in maniera incredibile.

Abbiamo scoperto che il debito, dichiarato e sbandierato di 21 presunti milioni di euro, dopo che in campagna elettorale lo avevano fatto lievitare a 70 o addirittura 80 milioni di euro, predisponendo per loro già la qualifica di salvatori, è sceso a soli 9 milioni di euro, azzerabili in pochi mesi. Insomma, l’Assessore Amoroso (grazie alla sua presenza di due giorni alla settimana a Modica !) e compagnia bella si sono rivelati più bravi di Tremonti e forse in grado anche di risolvere la crisi greca.

La tragica realtà è che è stato svelato anche l’ultimo bluff di questa amministrazione, che, giocando con il rapporto tra residui attivi e passivi, come più volte denunciato da noi, ha accelerato sull’incremento dei primi e cancellato i secondi, come ingenuamente fatto trasparire dalla tabella allegata al comunicato di ieri, determinando il nuovo saldo ma dimenticando di raccontare come si era ottenuto.

Non solo tramite i residui, ma omettendo di dire come in questo conto economico ballino i quasi 6 milioni di euro prestati dalla Regione, il ruolo illegittimo suppletivo del’acqua per il quale migliaia di cittadini hanno protestato con vigore, il mancato computo di una serie di indennità per il personale,ancora da inserire in bilancio.

Ed ecco presto fatto il conto: non solo non c’è stato alcun miracolo, ma è emersa la verità: quei 21 milioni di debito non erano tali, ma solo frutto della volontà di presentare una situazione drammatica per screditare la precedente amministrazione ed ergersi ad eroi.

I conti del grande bluff sono presto fatti: se nel 2007 la gestione dei residui presentava un saldo passivo, visto che era ancora in corso la cancellazione di quelli non più dovuti pari a – 15.555.900,00 euro, nel 2010 lo stesso saldo era positivo di 7.368.808,00 euro, con una differenza attiva di 8.200.000,00 euro. Se a questo dato si aggiungono i quasi 6 milioni avuti dalla Regione in prestito e l’importo della nuova tassa illegittima sull’acqua, si ottiene facilmente la somma di 14 milioni di euro che fu dichiarata come debito vero e storico dal Commissario regionale, somma cristallizzata nel tempo e le cui cause affondano nella notte dei tempi.

Che la situazione sia frutto di un artificio contabile lo dimostra il fatto che a giugno non sia stato esaminato il bilancio dell’anno in corso, nonostante le promesse come al solito disattese del Sindaco, ma sopratutto la condizione della cassa: stipendi ai comunali non pagati da aprile, netturbini che non vengono pagati da tre mesi e minacciano lo sciopero, operatori della ex Multiservizi non pagati da tre mesi, cooperative e lavoratori non pagati da tredici mesi (ultimo stipendio pagato maggio 2010!!!). Se a questi dati si aggiungono i consueti ritardi nel pagamento dei fornitori, la crisi economica che attanaglia la città, la moria di imprese ed attività commerciali ed una disoccupazione in netta crescita, allora il quadro è chiaro: questa Amministrazione ha fallito ed oggi celebra il suo ennesimo e più clamoroso bluff.

Quando, e se vogliono, siamo pronti ad un confronto pubblico che smascheri finalmente le bugie e ripristini la verità!

Commenti: 1


Comunicato Stampa Paolo Nigro (integrale) (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6617
a cura di Giovanni Migliore

del 24/06/2011 02:10:09

Commenti: 0


Un contributo alla ....chiarezza!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6616
a cura di Giovanni Migliore

del 24/06/2011 02:00:38



Commenti: 0


A CIASCUNO IL PROPRIO RUOLO … (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6615
a cura di Paolo Nigro

del 24/06/2011 01:53:15

Modica – Caso Quetzal: “… ”
Disparità di trattamento tra gli imprenditori del Cioccolato Modicano!

Mi sono astenuto dal fare apprezzamenti sul merito dei licenziamenti operati dalla Coop. Quetzal perché nessun titolo avrei avuto, io come gli altri, per farne. Ancor più il contenzioso è da considerare “CAMPO MINATO” per la politica e per le rappresentanze istituzionali in quanto di esclusiva competenza delle Organizzazioni Sindacali, se chiamate in causa, e della Magistratura del Lavoro, se adita.

Mi interpella, invece, e non soltanto me, ma buona parte della cittadinanza, la dibattuta questione circa il dovere o la facoltà d’intervento della politica nel campo delle iniziative imprenditoriali, di qualunque natura esse siano, con o senza profitto.

Non posso non esprimere il mio stupore per la circostanza che mentre l’AVIS, il PD, il Sindaco di chiara estrazione PD, si sono profusi in esaltazioni dei meriti della Coop. Quetzal per l’iniziativa “I’m mensa mente”, realizzata in Piazza Matteotti a Natale 2009 nel tendone-mercato equo e solidale, il loro silenzio assordante cala sulle iniziative assunte dal “Consorzio di Tutela del Cioccolato Modicano per il riconoscimento dell’IGP”.

E dire che sia la Coop. Quetzal, che il Consorzio di Tutela, hanno, o dovrebbero avere entrambi, il denominatore comune della “promozione e valorizzazione del cioccolato Modicano”.

Ci ha fatto sapere il vice coordinatore del PD di Modica, intervenendo sulla vicenda dei licenziamenti alla Quetzal, che tale Cooperativa ha nel proprio direttivo componenti che “… fanno capo senza alcun dubbio ad un’area culturale e politica affine a quella del Partito Democratico …”.

Secondo me avrebbe fatto bene a parlarne solo all’interno del Suo Partito, ma tant’è ha autorizzato noi cittadini a dedurre che l’esaltazione della Quetzal ed il silenzio sulle iniziative del Consorzio di Tutela non sono del tutto casuali, ma equivalgono alla sponsorizzazione con pubblicità gratuita per la prima. Da consigliere comunale deduco anche che corrispondono ad una scelta faziosa che non avrebbe dovuto avere matrici istituzionali.

Il Ministro del Lavoro, nel nostro piccolo il Sindaco, può intervenire se chiamato in causa dalle Rappresentanze dei Lavoratori e delle Imprese, con il compito di mediare, magari facilitando accordi, in vertenze che hanno ricadute sul tessuto economico e sociale, rispettivamente della Nazione e della Città (Modica).

Il Sindaco non può non sapere, in quanto, lui che si diletta a calcetto, sa benissimo che l’entrata a gamba tesa intenzionale od a piedi uniti è un fallo da espulsione.

E lui nel rapporto privilegiato con la Cooperativa Quetzal è entrato per ben due volte a piedi uniti.

Nella prima, con grande mecenatismo, a spese del comune, ha erogato un “ … contributo economico che ha coperto parte delle spese sostenute per gli eventi musicali, ha concesso in forma gratuita l’utilizzo di Piazza Matteotti per tutto il periodo della manifestazione (oltre un mese - nessuna tassa di occupazione suolo pubblico pagata) ed è venuto incontro in tutti i modi possibili alle esigenze di carattere tecnico che di volta in volta hanno richiesto l’intervento delle strutture comunali” (n.d.r. dichiarato dall’AVIS con comunicato stampa).

La seconda volta quando, nella qualità di Sindaco, ha garantito il Suo intervento riparatore e risolutore rispetto al licenziamento delle tre lavoratrici.

Quindi non da mediatore chiamato in causa dalle parti per una generale ricaduta sul tessuto economico e sociale di Modica, bensì da “colui che può …”, quasi a voler evocare il “ … ghe pensi mi …” spesso richiamato nei suoi interventi dal Buon Bersani!

Se Buscema non ha alcun titolo istituzionale per interferire ufficialmente nella vicenda, a che titolo allora è intervenuto?

Il Suo intervento, confermato nella Sua nota con cui rompe il silenzio sulla vicenda, alimenta paradossalmente la cultura del sospetto (questa volta nei suoi confronti) e foraggia quanti sulla questione stanno speculando esercitandosi nella dietrologia.

Non di rado capita di restare sepolti sotto la cultura del sospetto di cui si è stati alfieri e convinti assertori.

Io non mi associo a quanti speravano che il Sindaco mettesse il piede in fallo, anzi mi auguro che riprenda velocemente la Sua funzione istituzionale affrancandosi dal sospetto di avere interessi particolari (personali, di partito, etc.) e soprattutto che assuma il ruolo di Sindaco di tutta la Città, che dovrebbe avere a cuore l’economia di Modica cui concorrono tutti, siano o meno della stessa Sua parte politica.

Il Cioccolato sarà l’ORO NERO della Città, quindi di tutti i Modicani per le ricadute sull’intera economia, solo se le Istituzioni sosterranno tutti gli artigiani e cioccolattieri, anche quelli che non si fregiano di essere Onlus, nel percorso del tanto atteso riconoscimento dell’Indicazione Geografica Protetta (IGP) del Cioccolato Modicano.

Se il Sindaco sarà super parters ed affiancherà anche chi sempre tenacemente incalza le Istituzioni competenti in materia ci guadagnerà due volte: allontanerà da sé i sospetti e sarà il Sindaco dei Modicani, non già dei Suoi elettori, meno che mai di quelli a lui “culturalmente e politicamente affini”.

Paolo Nigro
Consigliere Comunale Indipendente

Commenti: 0


l'agonia !!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6614
a cura di Gruppo Consiliare Pdl Modica

del 24/06/2011 01:05:13


Con la sua ultima esternazione, il sindaco Buscema ha superato la soglia dell’assurdo per entrare nel campo dell’inverosimile.

Evidentemente distratto da questioni ‘solidali’ e dalle ‘amorevoli’ cure interessate di ‘botteghe’ e cooperative frequentate da parenti ed amici (come lui stesso ci ha fatto sapere), il “buon” Buscema esplode nell’ira dialettica incontrollata, perché punto nel vivo e sul nervo scoperto dall’intervento del nostro Parlamentare; ed in risposta ad una normale critica politico-amministrativa, replica (evidentemente malconsigliato da qualche ‘amico’ raccattato da quando è assiso, pro tempore, sulla poltrona di Palazzo San Domenico…) in modo che definire inelegante è eufemistico.

Sul merito è chiaro che non risponde e prova a svicolare; e questo perché si troverebbe a malpartito a replicare al fatto che le ‘mirabilie’ contabili raccontate lunedì scorso, sono solo frutto di fantasie numeriche utili a propinare dati e numeri che solo nella sua pia illusione, servirebbero a confutare la realtà dei fatti.
Che è quella fatta di dipendenti comunali senza stipendio e con la ‘spada di Damocle’ sul campo ogni fine mese, di commissari inviati per approvare i conti consuntivi, di un bilancio di previsione 2011 che, al 23 giugno, ancora non c’è nonostante lui avesse promesso di presentarlo al 31 dicembre di ogni anno (ma evidentemente, quando lo disse non pensava al 31 dicembre dell’anno precedente ma a quello successivo!!!), di dipendenti dell’indotto che lamentano mesi e mesi senza un euro, di continui annunci di sciopero degli operatori della NU perché non sono pagati (e meno male che questi lavoratori amano la città più di Buscema e continuano a pulirla nonostante lui e le sue promesse da marinaio…), di una città che da leader del Sud Est ne è diventata fanalino di coda, di una tristezza generalizzata e diffusa ‘grazie’ alla mestizia di un sindaco che continua ad utilizzare fette di prosciutto sui suoi occhi pur di non vedere la pessima condizione in cui ha ridotto Modica… e potremmo continuare all’infinito.

Il suo suggeritore, poi, gli ha anche detto di parlare di cose che non conosce (aeroporto di Comiso o Ragusa-Catania) non solo inducendolo alla preparazione di un minestrone dialettico insulso e rabbioso ma facendogli fare l’ennesima brutta figura, visto che l’unica verità e che solo il Governo Berlusconi ha il merito di avere prima finanziato e adesso preparato il bando di gara sulla Rg-CT (dopo decenni di vane promesse e di inutili chiacchiere) mentre per l’aeroporto questo Governo lo ha trasformato da militare in Civile e, dopo l’inaugurazione ‘farsa’ del 2008 firmata dai suoi amici e sodali di partito - lo hai dimenticato Antonello???!??!!! - lo sta conducendo verso l’apertura attraverso l’assoluzione di ogni adempimento e grazie ad un emendamento del luglio 2009 (firmato da Nino Minardo) che ha risolto anni di chiacchiere inutili e vane avviando davvero l’iter verso l’apertura dello scalo (quella vera e non quella bugiarda firmata da illustri esponenti del PD!!!)

Su una cosa, però, il Sindaco ha ragione: sul fatto che l’Onorevole Minardo è intervenuto sulla questione degnandolo di un’attenzione che questo sindaco non merita. E’ vero: non può uno che fa politica seriamente per il territorio perdere del tempo con un sindaco che nella migliore delle ipotesi, nessuno considera…

Un esempio? L’ultimo, quello della caserma CC di Frigintini e della sua paventata chiusura.
Buscema si dice indignato; bene, le cose sono due: o Buscema sapeva da tempo che la caserma poteva essere chiusa e, dunque, anziché indignarsi, avrebbe dovuto sbracciarsi, muoversi e fare ciò che altri sindaci del passato prossimo remoto di questa città hanno fatto in simili circostanze (anche suoi ‘amici’ di partito ben più bravi di lui a governare Modica - tant’è vero che, dopo essergli stati a fianco in campagna elettorale, appena lo hanno visto all’opera, lo hanno salutato evitando di perdere altro tempo con lui…-) oppure non ne era a conoscenza.

E questo dimostra l’ALTA considerazione che hanno del sindaco della nostra città, non lo considerano proprio!!!

Per il BENE DI MODICA, caro Buscema, la invitiamo a dedicarsi a botteghe e solidarietà; starà meglio, sarà in ‘famiglia’, tra gente che lei conosce, apprezza, considera ed a cui vuole bene.

Ed abbia un sussulto di DIGNITA’: SI DIMETTA E CI EVITI COSI’ ALTRI DUE ANNI DI UNA TERRIBILE AGONIA E DELLA MISERA CONDIZIONE IN CUI HA RIDOTTO LA NOSTRA MODICA!!!


Modica, 23 giugno 2011 Gruppo PdL Modica

Commenti: 0


le logiche dell'apparire (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6613
a cura di Giovanni Migliore

del 23/06/2011 01:18:51

http://www.radiortm.it/2011/06/22/modica-antenna-di-via-botta-ruffino%E2%80%9D-spostare-l%E2%80%99antenna-significa-danneggiare-altri-cittadini-l%E2%80%99amministrazione-chiarisca%E2%80%9D/

In ordine ai rischi sulla salute dei cittadini residenti a Modica Alta a proposito dei campi elettromagnetici dell’Antenna Wind di Via Botta, interviene il già consigliere comunale Enzo Ruffino, residente di Modica Alta , e portavoce anch’egli della protesta e della preoccupazione espressa dai cittadini. “Il problema è stato mal posto da chi ,sulla questione, vuole solo trarre benefici di immagine e trova ampie responsabilità sul silenzio dell’Amministrazione comunale, incapace di vigilare sulla rigida osservanza delle norme in materia. Fare una battaglia per delocalizzare l’antenna di telefonia, equivale a mistificare il problema e nascondere ai cittadini la soluzione”. “Installarla dove? Sempre a Modica Alta. La favoletta è solo al primo capitolo- scrive Ruffino.
“Se è vero che “il regolamento, all’art.3, comma 3°, impone che le antenne dei cellulari devono essere installate su immobili di proprietà comunale, quale soluzione si propone allora per il trasferimento dell’antenna? Esiste già una prateria di terreni disabitati per non danneggiare nessun altro residente o cittadino di Modca Alta? Noi non crediamo”.
“Il sospetto è che le battaglie condotte sin qui da parte degli attori che si sono succeduti nella questione , sia solo una maschera alla soluzione definitiva”.
“Si abbia il coraggio di dire- conclude Ruffino- con chiarezza dove l’antenna deve essere allocata, senza tergiversare e senza occultare nulla ai cittadini. Se così non fosse si confermerebbero le tesi dei demagoghi, pronti a ad intercettare un problema per un ritorno d’immagine, piuttosto che risolvere il problema nell’interesse di tutta la comunità”.


L'ex consigliere Ruffino credo che oltre ad essere scarsamente informato, non conosce nè la legge Gasparri e nè il regolamento comunale.
L'unica certezza che si evince dal comunicato è che l'Assessore Spadaro ha giocato in modo sporco la partita e nè ha dato testimonianza sotto il gazebo giorno 11 Giugno.

L'assessore Spadaro sfruttando a pieno titolo la bonarietà che riverso a tutte le persone, ha cercato di fare credere all'opionione pubblica compreso il Ruffino che io ho partecipato alle riunioni e che ero d'accordo per lo spostamento delle antenne in Via Roma.

La vera verità invece è uscita proprio sotto il gazebo.

Infatti l'assessore Spadaro per evitare di andare contro il consigliere Zaccaria (residente della zona ) e del consigliere Roccasalva, ha sfruttato la mia immagine per fare credere che io ero d'accordo per lo spostamento dell'antenna al dirupo rosso.

Faccio presente che l'assessore Spadaro,il 19 Ottobre 2010 assieme ai tecnici della Wind e al consigliere Zaccaria,fecero un giro e individuarono il sito del dirupo rosso.
In uno dei miei primi colloqui, evideziai all'Assessore .................se avevano concertato con i residenti di Via Roma di questa delocalizzazione.

Lui assieme al consigliere Zaccaria, assicurarono che tutto andava bene.

Il Ruffino, l'amministrazione, l'Assessore Spadaro e tutta la compagnia non hanno capito che le antenne nella Via Botta sono illegali.

Il Piano Polab e il regolamento comunale hanno individuato siti alternativi.

Dirupo Rosso
Palazzo De Naro Papa
Posteggio dietro Chiesa di San Giovanni


quindi cosa significa in parole povere

In Via Botta c'è l'assoluto divieto

la legge Gasparri impone che la copertura deve esserci e quindi il comune deve muoversi per creare siti alternativi

L'amministrazione, il Sindaco e l'Assessore dormono
cioè non fanno nulla

il dirigente preposto dorme più del Sindaco e di tutti gli altri perchè fa scadere i tempi, non si oppone alla Dia e in automatico da autorizzazioni

i cittadini si arrabbiano

qualcuno come l'assessore Spadaro chiuso all'angolo cosa fà ?

scarica le sue inefficienze amministrative sulle persone come me e come Paolo Nigro che per rispetto dei cittadini di Via Botta hanno chiesto colloqui e incontri.

LA SCORRETTEZZA POLITICA A MODICA E' SOVRANA

Commenti: 0


Commissione Bilancio giorno 21/06/2011 (Ascolta il messaggio) Tema: 22 - Post: 6612
a cura di Giovanni Migliore

del 22/06/2011 03:23:56

Oggi pomeriggio alle ore 17:00 era stata convocata la commissione bilancio per debiti fuori bilancio

presenti: migliore, aurnia, iabichella e zaccaria (sostituto poidomani)
assenti : aprile e d'antona

oggetto . 2 debiti

questi debiti gironzalano in commissione da oltre 2 mesi

uno della Corfilac per 30 milioni vecchio conio
e uno Associazione Città dell'Olio per una cifra molto simile.

Il debito Corfilac nasce nel 2000
una delibera del sindaco impone al dirigente del II settore ad impeganre la somma di 30.000.000 di lire per un corso itinerante di formazione per i produttori del territorio.

Il paradosso dei paradossi :

nella carpetta portata dal funzionario Fede troviamo in commissione una determina n.2117 del 22+dicembre 2000 dove il dirigente impegna la somma di 30.000.000


Oggi l'ufficio ci dice di approvare la somma di 15.463,71 come debito fuori bilancio

inoltre altro fatto fortemente anomalo

un debito dell'anno 2001 viene formalizzato .................. con una fattura n.2 del 06+04+2011

cioè dopo 10 anni !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

........con questi documenti alla mano possiamo ampliamente dire :
viviamo in una Repubblica delle Banane !!!!!!




Attenzione voglio precisare che in commissione abbiamo avuto solo 5 paginette di un fascicolo che alla luce di quello che abbiamo visto oggi in commissione era ed è molto più corposo.

alla fine i vari componenti della commissione abbiamo chiesto all'unanimità di chedere una relazione all'ufficio legale per capire se è possibile pagare un debito dopo 10 anni e capire per quale motivo si sta parlando di debito fuori bilancio quando esiste una delibera con un impegno di spesa regolarmente iscritta nel bilancio dell'anno 2000

domani vi parlo del debito Associazione Città dell'Olio

Saluti a tutti

Commenti: 0


del 20/06/2011 17:15:28

http:++www.radiortm.it+2006+08+02+modica-localizzazione-per-l-istallazione-di-nuove-stazioni-per-la-telefonia-mobile+

scritto il 2 ago 2006 nella categoria: Senza categoria
Pubblicata alle ore 15:30:53 - Fonte: Redazione

Dopo il consiglio aperto di ieri sera, l’argomento è all’ordine del giorno del civico consesso di domani. Sospesi i lavori nella costruenda antenna di Via Risorgimento

L’approvazione del progetto redatto dalla Polab srl relativo alla localizzazione per l’istallazione di nuove stazioni radio base per la telefonia mobile nel Comune di Modica è l’argomento inserito all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di domani, giovedì 3 agosto fissato per le ore 20,00.

Il Presidente del Consiglio Comunale Enzo Scarso è stato conseguenziale rispetto alle indicazioni scatuite ieri sera al termine del consiglio comunale, svoltosi in adunanza aperta, in cui il Sindaco, i consiglieri comunali presenti ( Buscema, Mania, Rizza, Covato, Minioto, Dormiente, Adamo, Rosa, Militello,Gilestro) e i rappresentanti delle associazioni

( in particolare Enrica Guerrieri del movimento di difesa del cittadino) e cittadini semplici, hanno chiesto un’approvazione rapida del piano e del regolamento.

L’adunanza aperta è stata motivata dal Presidente del Consiglio Comunale solo per un inghippo di ordine tecnico ( la macanta surroga del componente della seconda commissione ha nei fatti bloccato l’attività consiliare) per cui non era possibile convocare una riunione del civico consesso in sede deliberante.

La seduta e la motivazione è stata contesta dal capogruppo della Margherita Antonello Buscema che ha giudicato inutile l’appuntamento e per tale ragione sono assenti i consiglieri del centro sinistra – non si poteva deliberare- ritenendo, invece, necessario adottare da subito il piano.

L’inghippo non è tecnico ma politico in quanto la maggioranza non è stata sinora in condizione di surrogare il componente della seconda commissione bloccando l’attività del civico consesso. Il centro sinistra è pronto a votare da subito l’atto.

Il consigliere Rosa contesta il modo con cui si inseriscopno polemiche politiche su un argomento che invece va affrontato per adottarlo presto e ritiene necessario che passi al vaglio della prima commissione consiliare.

Il Sindaco fa una cronistoria dell’atto ribadendone l’importanza anche urbanistica tenuto conto che il piano di localizzazione va inserito nel Prg; un piano che andrebbe posto nelle attenzioni della 1^ commissione e il cui regolamento disciplina i termini della sicurezza dei cittadini con l’imposizione di distanze e precauzioni da parte dei gestori. Il primo cittadino ringranziando le associazioni e i movimenti per la collaborazione data e la Polab per la redazione del piano auspica un’ approvazione in tempi strettissimi del punto giudicando produttiva la seduta in quanto gli intervenuti possono esprimere le loro opinioni.

Il dr. Alfio Turco illustra, con l’ausilio di slide, il piano predisposto dalla Polab: legislazione vigente, situazione delle antenne esistenti ( venti le localizzazioni attuali) la richiesta di aree da parte dei gestori ( 19 al momento) e la nuova localizzazione che prevedono undici nuove installazioni, più la rimodulazione di due già esistenti per un totale di 13. Le nuove localizzazioni sostituiscono nei fatti la richiesta di nuove aree in assenza di piano ( 19 ). In totale il piano della Polab prevede, a regime, l’esistenza di 31 istallazioni. Venti esitenti e in più gli undici previsti. Il procedimento di intervento è stato fatto con i gestori, sui loro programmi a lungo periodo. La Polab ha bloccato alcune procedure poste in essere dai gestori nella fase di redazione del piano.

Sul piano del dibattito Mania ha evidenziato l’assenza dei consiglieri del centro sinistra denunciando la loro falsa anima ecologista e rivendica la paternità con le associazioni e l’amministrazione dell’iniziaitva intrapresa. Ciò ha provocato al replica del consigliere Buscema che se oggi non si può deliberare è perché il centro destra non riesce a surrogare il componente della seconda commissione. Sull’adozione rapida del piano e del regolamento si sono espressi il capogruppo di Forza Italia Rizza e il consigliere dell’Udc Adamo.

Il Sindaco ha preso atto della disponibilità da parte dei gruppi presenti a votare l’atto e ha annunciato azioni di forza per bloccare il cantiere che sta lavorando alla costruzione dell’antenna che si sta costruendo in Via Risorgimento.

Alle due precedenti diffide, stamani l’assessore all’urbanistica Giovanni Scucces con la squadra edilizia si è recato personalmente nella sede del cantiere di Via Risorgimento diffidando l’impresa a continuare nelle opere di completamento della costruzione dell’antenna per carenza di documentazione. L’attività del cantiere è stata sospesa e l’impresa sta procedendo a concretizzare le misure di sicurezza del cantiere stesso.
Il Sindaco ha già in programma l’attivazione dell’Ausl per verificare la misura dello stato elettromagnetico nell’area di pertinenza.

Commenti: 0


Re: Resoconto Incontro Sabato 11 Giugno (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6610
a cura di Meno Rosa "Fare Ambiente"

del 19/06/2011 14:43:10

> Paradossi: "Se non ricordo male questo Regolamento fu fortemente voluto dall'allora Asessore ai Servizii Sociali Antonello Buscema ora Sindaco" e fortemente sostenuto da Nino Cerruto (Nuova Prospettiva) ora Consigliere Comunale...Se la memoria non mi inganna....

Commenti: 0


Resoconto Incontro Sabato 11 Giugno (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6609
a cura di Giovanni Migliore e Paolo Nigro

del 19/06/2011 01:02:14



Modica: Resoconto incontro Sabato 11 giugno su “DELOCALIZZAZIONE ANTENNE VIA BOTTA”

La partecipazione attiva di 104 cittadini Modicani, fra residenti, rappresentanti di associazioni varie (esponenti sindacali, adiconsum, movimento difesa del cittadino, GTV, etc.), professionisti ed esponenti politici, ha qualificato ed esaltato la seconda uscita ufficiale del GAZEBO PER LA CITTA’.
Abbiamo illustrato e consegnato ai presenti una carpetta contenente tutti gli atti ufficiali (piano polab, delibere consiglio comunale, regolamento inquinamento elettromagnetico, etc.) relativi alla problematica “ANTENNE VIA BOTTA”.

I cittadini hanno espresso liberamente le loro opinioni, ed essendo stati da noi veramente informati, con atti ufficiali alla mano, si sono resi conto che l’Amministrazione Buscema non li ha saputi informare.

Ebbene che sia chiaro a tutti: “il regolamento, all’art.3, comma 3°, impone che le antenne dei cellulari devono essere installate su immobili di proprietà comunale”.

Da ciò ne deriva che il 15 ottobre 2010 l’Antenna della WIND in Via Botta non poteva e non doveva essere montata e tutte le altre preesistenti dovevano essere tolte.

Il Sindaco, nonostante gli impegni assunti, non è stato capace di far rispettare ed applicare il regolamento voluto dal consiglio comunale di Modica.

A conclusione dell’incontro i cittadini ci hanno chiesto di continuare ad impegnarci affinché vengano tolte le antenne ed a supporto della loro espressa volontà hanno deciso di sottoscrivere una petizione da inviare al Sindaco, al Prefetto, alla Procura della Repubblica, al Manager dell’ASP N.7 di Ragusa ed al Consiglio Comunale per chiedere il loro impegno per questo fine.

Noi di certo non ci fermeremo qui, andremo avanti perché sentiamo forte la responsabilità di rispettare la volontà dei nostri concittadini.
Siamo convinti che certa politica sia assolutamente inadempiente nei confronti dei cittadini. E’ questo il motivo per cui si spiega la nostra presenza tra la gente e fuori dal palazzo, così come riteniamo che debba essere!
La TUTELA DELLA SALUTE DEI CITTADINI DAL RISCHIO DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO non può essere considerata un impegno marginale, trascurabile, rinviabile nel tempo.
Siamo tornati con il GAZEBO DELLA CITTA’ forti del convincimento che “LA TUTELA DELLA SALUTE DEI CITTADINI ED IL RISPETTO DI ALCUNI LORO DIRITTI FONDAMENTALI” sono prioritari di fronte a qualsivoglia interesse politico e partitico.


Commenti: 1


Re: Manifesto Via Botta (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6608
a cura di Meno Rosa "Fare Ambiente"

del 16/06/2011 09:52:56

> Mi è dispiaciuto moltissimo non aver potuto partecipare perchè impossibilitato .Avanti così nell'azione di denuncia-proposizione delle tante problematiche che affliggono la nostra città....anche e principalmente di fronte ad un'Amministrazione Comunale sempre più latitante.

Commenti: 0


gazebo per la Città (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6607
a cura di Alessandro

del 15/06/2011 23:43:31

pensavo a voce alta, perchè i cosiglieri Nigro e Migliore che ben stanno facendo organizzando questi incontri affrontando problemi importanti non prendano a cuore il problema dell'urbanistica che stà seminando sempre piu terra bruciata all'edilizia modicana.
Mi piace aver letto quanto scritto dal Sig. Ballaro' su rtm quando dice:
Penso sia onere di chi amministra confrontarsi con i cittadini e dare risposte anche per gli eventuali errori commessi in passato; le opposizioni, semmai, devono incalzare la maggioranza al Comune, perché ciò avvenga e fare in modo che le cose promesse non vadano nel dimenticatoio.
Perché a Modica, non si può realizzare neanche quello che non costa nulla ?
Appunto tutti ci domandiamo perchè!!!!!
Che ti costa Signor Sindaco, perchè non metti mano all'Urbanistica non ti costerebbe niente, non servono risorse economiche, ma solo buona volontà.

Commenti: 0


(Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6606
a cura di giombattista ballarò

del 15/06/2011 22:49:12

L’AMMINISTRAZIONE DI MODICA, LA POLITICA, L’OPPOSIZIONE

Amministrare una città, una qualunque città, credo non sia cosa semplice specialmente negli ultimi anni per gli effetti prodotti da politiche di tagli e ritagli,poste in essere dai Governi centrali e da quello regionale, che di fatto hanno messo gli Enti locali nella condizione di non poter gestire neanche l’ordinaria amministrazione.
Questo, credo sia un dato inconfutabile, a meno che non si voglia creare confusione e polemica tra i cittadini e schierarsi con una parte politica senza guardare in faccia la realtà.
Se da un lato però è vero quanto appena detto, è altresì vero che amministrare una città in un modo o in un altro, spesso esula dalle risorse economiche disponibili ed attiene invece alla concezione che si ha di fare politica, poiché chi governa un Comune può essere squattrinato e quindi oggettivamente impedito a portare avanti progetti di qualificazione per la città, investimenti a medio e lungo termine, politiche di assistenza ai ceti più deboli, ma nulla vieta di portare avanti politiche partecipate con la cittadinanza, in quanto non abbisognano di risorse economiche ma di semplici concezioni politiche.
A Modica, negli ultimi mesi, due consiglieri d’opposizione, Migliore e Nigro, si sono inventati “il gazebo per la città” ed in forma itinerante, hanno affrontato due tematiche di diffuso interesse tra la popolazione, ovvero la costruzione di via fontana che a giudizio di molti rappresentava una grave deturpazione del centro storico e sabato scorso, la questione delle antenne di telefonia mobile allocate su un palazzo privato di via botta.
Un modo certamente coinvolgente di fare politica, di stare tra la gente ed ascoltare le loro istanze, ma ciò che mi chiedo è : non sarebbe più giusto che simili iniziative ed altre legate alle diverse problematiche dei quartieri, fossero affrontate da chi governa la città ?
Penso sia onere di chi amministra confrontarsi con i cittadini e dare risposte anche per gli eventuali errori commessi in passato; le opposizioni, semmai, devono incalzare la maggioranza al Comune, perché ciò avvenga e fare in modo che le cose promesse non vadano nel dimenticatoio.
Perché a Modica, non si può realizzare neanche quello che non costa nulla ?
Non ho elementi per pensare che sia il caso di via fontana che quello di via botta, siano state problematiche non attenzionate dall’Amministrazione o che masochisticamente, quest’ultima abbia aspettato di farsi cogliere in fallo dall’opposizione della città, sta di fatto che i tempi della politica, piaccia o no, non sono compatibili con quelli delle esigenze dei cittadini, i quali non trovando risposte consone da chi li dovrebbe dare, legittimamente, si rivolgono a chi li ascolta.
Ed in questi casi appena citati, non può essere addotto il solito ritornello che recita “non tengo dinero”, perché si tratterebbe solo ed esclusivamente di concepire la politica come servizio al cittadino.
Riusciranno i politici tutti di questa città ad entrare in questa dimensione mentale ?
Lo spero, perché altrimenti non potranno che ingrossarsi le fila dei disamorati alla politica, che com’è noto sono già considerevoli e prima o poi produrranno i loro effetti su tutti, al di là delle colorazioni politiche.

Commenti: 0


Soddisfatti ....o rimborsati. (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 6605
a cura di Fonte Internet

del 14/06/2011 20:34:28

IL REGOLAMENTO DEI MERCATI A MODICA.LA SODDISFAZIONE DEL PD.

articolo tratto dal sito RTM - MODICA -

scritto il 10 giu 2011 nella categoria: Politica
Pubblicata alle ore 22:03:32 - Fonte: redazione - 179 letture - 13 commenti.

Il gruppo consiliare del partito democratico esprime piena soddisfazione per l’approvazione in consiglio comunale del nuovo regolamento che riordina i mercati rionali di Modica. “Finalmente, dopo decenni – dice il capogruppo, Giorgio Zaccaria – si è messo ordine a un settore che è stato da sempre oggetto di polemiche e contrasti di ogni genere. Oltre al riordino del mercato della Caitina, la legalizzazione di quello di Marina di Modica, fatto importante è stato la regolarizzazione di quello del Viale Manzoni di Modica Alta. La soluzione delle problematiche di quest’ultimo è stata frutto di mesi di incontri concertativi tra le associazioni di categoria, l’amministrazione e vari esponenti del consiglio comunale appartenenti a tutte le forze politiche sia di maggioranza che di opposizione. Finalmente avremo un mercato all’insegna della sicurezza, poiché la nuova disposizione garantirà le vie di accesso per i mezzi di soccorso
nelle vie circostanti e nelle abitazioni”.
Sarà all’insegna della pulizia e dell’igiene, poiché saranno garantiti i servizi igienici e si accerterà che ogni operatore abbia cura della pulizia del posto loro assegnato. Sarà all’insegna della legalità, poiché potrà operare solo chi è in regola con i pagamenti effettuati negli ultimi cinque anni.
“Tuttavia – aggiunge Zaccaria – siamo consapevoli che non basta solo un regolamento per risolvere la problematica, e che l’attività amministrativa non si esaurisce solo con la stesura e l’approvazione di tale atto. Adesso c’è bisogno che l’amministrazione faccia un ulteriore sforzo affinché queste regole siano rispettate e siano rispettati i luoghi e i diritti dei residenti. Occorre una lotta aspra contro gli ambulanti abusivi, non solo per garantire le elementari regole della concorrenza commerciale, ma anche perché riteniamo che tale fenomeno sia stato una delle cause principali che ha determinato la protesta nei confronti di tutti gli operatori, mettendo in cattiva luce la maggior parte degli ambulanti che lavorano, e hanno lavorato, onestamente e nel rispetto dell’ambiente circostante. Ovviamente non possiamo che ringraziare l’assessore Frasca Caccia per l’impegno profuso e per l’ottimo risultato ottenuto su una problematica che oramai si dilungava da diversi anni senza mai giungere ad una soluzione condivisa e soddisfacente per tutti”.

I COMMENTI

cittadinomodicano

10 giugno 2011 alle 22:07

Be’ cuusi viri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1


Ignazio Giunta

11 giugno 2011 alle 0:30

Ed ora collaboriamo tutti, cittadini ed operatori, per la buona riuscita del NUOVO MERCATO RIONALE DI VIALE MANZONI.


URAGANO

11 giugno 2011 alle 8:09

SIIIII COME LA TUA COLLABORAZIONE , MA NON ERI IMPEGNATO NELLA DIFESA DI MINARDO RICCARDO E FAMIGLIA?……….CU TI CI POTTA O MERCATU?

Buonu ca si etta

11 giugno 2011 alle 9:16

Uragano, se ti conoscessi ti porterei un libro di un filosofo pensatore contemporaneo di Modica. Dovresti leggerlo.

Ottimo questo regolamento.


x factor

11 giugno 2011 alle 9:40

L’amministrazione dormiva sonni tranquilli su questo problema,ad un certo punto un Consigliere d’opposizione,un certo Migliore,scuote le coscienze con interrogazioni,ordini del giorno,mozioni,riprese con telecamere,foto,manifestazioni ed incontri sul posto,ha rischiato linciaggi veri e propri,ha subìto sputi ed insulti da qualche operatore focoso e maleducato,ha speso centinaia di ore del suo tempo su questa spinosa problematica affrontandola con determinazione e coraggio,
e adesso vagamente ci tocca sentire affermazioni che rasentano l’ipocrisia del tipo
“La soluzione delle problematiche di quest’ultimo è stata frutto di mesi di incontri concertativi tra le associazioni di categoria, l’amministrazione e vari esponenti del consiglio comunale appartenenti a tutte le forze politiche sia di maggioranza che di opposizione.”
Non un minimo accenno ad uno dei pochi consiglieri attivi e propositivi come Giovanni Migliore,artefice di tante altre iniziative come quello attuale del trasloco delle Antenne di telefonia di via Botta,come quello del “,Palazzo di via Fontana”,della piazzetta Pisacane,delle discariche abusive,della rimozione delle auto nel centro storico,delle innumerevoli segnalazioni di disservizi,della rilevazione di errori nei bandi di gara,della trasparenza sul project financing del cimitero,della cittadinanza onoraria (molto dubbiosa)di un Signore giapponese,della trasparenza su un terreno di c.da Carrubbella e di tantissime altre cose che nessun altro consigliere nella storia del Comune di Modica ha mai affrontato nell’arco di un paio d’anni.
Le associazioni di categoria,le varie amministrazioni di governo della città,come gli organi di controllo municipali,sono stati da circa un ventennio osservatori passivi di una manifestazione commerciale su area pubblica scandalosa,illegale e disordinata,luogo d’incontro tra operatori seri e che pagavano la tassa d’occupazione(pochissimi) ed operatori abusivi e senza scrupoli(in maggioranza).


Ignazio Giunta

11 giugno 2011 alle 11:21

E’ innegabile l’impegno profuso dal consigliere Giovanni Migliore, come risulta dal commento di “x factor”, veritiero ed esaustivo, ma la nota di Giorgio Zaccaria include chiaramente, pur non entrando nei dettagli, per ovvi motivi, il coinvolgimento di “vari esponenti del consiglio comunale appartenenti a tutte le forze politiche sia di maggioranza che di opposizione.”


URAGANO

11 giugno 2011 alle 11:54

BRAVO X FACTOR……………..LA TUA ANALISI E COMMENTO ERA QUELLO CHE CI VOLEVA !!!!!, BRAVO ANCORA……INFATTI è QUELLO CHE TUTTI SAPPIAMO, MA NESSUNO LO DICE E C’è GENTE CHE ANCORA FA IL BELLO BELLINO DIETRO A DIS-ONOREVOLI CADUTI IN DISGRAZIA PERCHE’ HANNO RUBATO……..E DOBBIAMO PURE PREGARE PER LORO…….SI AFFINCHE’ IL BUON DIO NON NE FACCIA NASCERE PIU’ DI QUESTI ESSERI INUTILI….
Ignazio Giunta

11 giugno 2011 alle 14:23

Daccordo con (sig!) URAGANO nel pregare il BUON DIO per evitarci esseri inutili e dannosi, ma EGLI ha voluto fare UOMINI LIBERI dando, poi, gli strumenti (IL VANGELO predicato da GESU’) per le SCELTE GIUSTE.

Anche URAGANO beneficia di questa generosità del BUON DIO, ma dovrebbe usare gli strumenti a disposizione per le SCELTE GIUSTE.



carmelo Modica

13 giugno 2011 alle 9:33

Il Pd produca le denunce per omissioni di atti d’ufficio oppure chieda scusa

Considerato che affermare che occorre che il mercatino di Modica alta “sia regolamentato in modo tale che tutti gli operatori paghino le occupazioni di suolo pubblico […] che i vigili urbani controllino e multino gli abusivi e coloro che lasciano rifiuti di ogni genere,” così come si afferma nel comunicato del PD modicano del 17 marzo scorso significa che i Vigili urbani, nel passato, non hanno fatto il proprio dovere, occorre che il capogruppo Giorgio Zaccaria ci racconti se ha prodotto le relative denunce per omissione di atti d’ufficio a carico dei responsabili, altrimenti ci spieghi il perché e la logica di quel comunicato oppure la chiudiamo con un suo atto di scuse ai vigili urbani a nome del PD.
Carmelo Modica


Giorgio Zaccaria

13 giugno 2011 alle 13:50

gentile signor Carmelo Modica, nel comunicato mi sembra sia scritto in modo chiaro che potranno operare coloro che sono in regola con i pagamenti degli ultimi 5 anni. Non mi sembra che ciò costituisca una critica nei confronti dei vvuu. Per quanto riguarda gli abusivi, è un fatto acclarato la loro presenza nel nostro territorio. come è acclarato che sia l’amministrazione che il comando dei Vigili urbani, spesso in collaborazione con la guardia di finanza, negli ultimi mesi hanno intrapreso una lotta per debellare tale fenomeno. il nostro invito è quello di continuare la strada intrepresa. Mi dispiace contraddirla, ma non noto nessuna sorta di critica nei confronti dei VVUU che, anzi, il più delle volte svolgono il loro dovere con organici ridottissimi e ai limiti dell’operatività, e ai quali va tutto il nostro apprezzamento.



carmelo Modica

13 giugno 2011 alle 15:34

Gentilissimo capogruppo del PD

Il Pd nel comunicato del 19 marzo 2011 ha scritto:
“Bisogna però che il mercato sia regolamentato in modo tale che tutti gli operatori paghino le occupazioni di suolo pubblico…, che i vigili urbani controllino e multino gli abusivi e coloro che lasciano rifiuti di ogni genere, imbrattano le strade, bloccano i residenti e i passi carrabili”
Questo dire non consente interpretazioni diverse da quella che considera i vigili urbani fino ad allora responsabili dell’aver consentito l’occupazione del suolo pubblico senza il pagamento della relativa tassa. Quindi nelle mie osservazioni non è presente alcuna contraddizione.
Ciò che sarà fatto da oggi in poi lo vedremo, per il passato il Partito democratico ha scritto che i vigili urbani non hanno fatto il loro dovere, quindi agisca di conseguenza oppure chieda scusa ai vigili urbani.
Cordialità
Carmelo Modica

Giorgio Zaccaria
14 giugno 2011 alle 0:16

gentile sig. Carmelo Modica
nel mio precedente commento, ho evidenziato la controtendenza di questi mesi e la lotta intrapresa contro l’abusivismo. auspico che il nuovo mercato sia scevro dai problemi che l’hanno portato alla chiusura. problemi che derivano da diversi fattori e da prassi consolidate nel tempo che riguardano responsabilità attribuibili a diversi soggetti. è alquanto riduttivo, come sostiene lei, la quale vuole forzatamente addossarci una sua personale interpretazione, che le colpe possano riguardare solamente o esclusivamente i vigili urbani. Personalmente, non ho mai offeso i vigili urbani, come lei vorrebbe lasciare intendere, e quindi non sento nemmeno la necessità, e le assicuro che se fosse altrimenti non avrei nessuna remora, di chiedere scusa.
cordiali saluti
Giorgio Zaccaria


x factor

14 giugno 2011 alle 13:10


Condivido il pensiero espresso da Carmelo Modica.
Comunque per alleggerire la posizione dei tre vigili “presenti” ad ogni manifestazione,diciamo che loro erano l’espressione di una cattiva gestione della cosa pubblica; loro avevano il compito di presenziare il mercato,però nessun amministratore impartiva loro ordini volti a rendere il mercato il meno illegale possibile,e ciò accadde sia con amministazioni di destra che di sinistra,per circa un ventennio,cioè da quando fu abolito il mercato del Foro Boario di via Fontana.
Comunque è da apprezzare l’attuale amministrazione perchè grazie al pressing di un bravo consigliere comunale d’opposizione,ha finalmente intrapreso provvedimenti atti a riportare un pò di decoro e legalità nel quartiere popolare di viale Manzoni, però non ne condivido l’accaparramento dei meriti. Si sarebbe dovuto agire spontaneamente e senza lungaggini per individuare ed eliminare tutte le anomalie di un mercato semi abusivo e mal tollerato dai residenti.
Ad ogni modo staremo a vedere ciò che accadrà nelle prossime settimane.

Commenti: 0


Manifesto Via Botta (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6594
a cura di Giovanni Migliore

del 11/06/2011 00:21:15

Commenti: 1


Link gazebo della città su Giornale di Ragusa (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6599
a cura di Giovanni Migliore

del 11/06/2011 00:16:27

http://www.ilgiornalediragusa.it/notizie/attualita/32310-modica-torna-il-qgazebo-per-la-cittaq-per-sensibilizzare-sulla-salute-dei-cittadini.html

Commenti: 0


del 10/06/2011 23:54:47

http://www.radiortm.it/2011/06/10/il-regolamento-del-mercato-settimanale-di-modica-alta/

Il consiglio comunale del 9 giugno ha approvato il nuovo regolamento del mercato rionale di Modica Alta che secondo il parere dell’Assessore al ramo, nel volgere di quindici giorni, tornerà ad essere operativo. “Ritengo doveroso esprimere il mio personale apprezzamento per il lavoro svolto dalla quinta commissione – dice il consigliere comunale, Giovanni Migliore – ed in particolare, i consiglieri Nigro, Azzaro, Di Mauro, Covato e Colombo e dall’Assessore Frasca Caccia, che sinergicamente hanno prodotto un lavoro propedeutico a garantire alla città una prospettiva di rispetto delle regole per gli operatori e la tutela di diritti fondamentali dei cittadini abitanti nella zona , che in entrambi i casi, non vi è stata fino ad oggi.

Pur condividendo l’impostazione di massima del nuovo strumento al quale si dovranno attenere gli operatori interessati all’assegnazione di spazi in tale sito, ho presentato un emendamento volto alla salvaguardia dei posti assegnati, secondo le indicazioni del dirigente, allegate al regolamento, avendo cura del corretto rapporto tra le superfici da occupare e la larghezza della strada sulla quale insisteranno i box, al fine di garantire le condizioni di sicurezza. L’emendamento, è stato accolto all’unanimità, dando un segnale di responsabilità comune a tutti gli schieramenti.

E’ stato promesso dall’Assessore Frasca Caccia che fra due settimane, Modica alta riavrà il suo mercato settimanale, garantendo altresì la presenza dei servizi igienici pubblici, superando anche in questo caso, un problema di cui certamente nessuno poteva andarne fiero in passato.

Sembrerebbe, ma il condizionale al momento è d’obbligo, che una parte della città riconquisti il mercato al quale legittimamente ha aspirato; è auspicabile però, che in presenza di questo nuovo regolamento, l’Ente si attrezzi per farlo rispettare da tutti con appositi, costanti controlli, al fine di evitare la presenza dei soliti furbetti e facendo in modo che il viale Manzoni rimanga davvero sgombero da ambulanti che provano ad ignorare il rispetto delle regole”.

Commenti: 0


Link su Radio Rtm (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6597
a cura di Giovanni Migliore

del 10/06/2011 02:26:03

http://www.radiortm.it/2011/06/09/modica-torniamo-con-il-gazebo-per-la-citta%E2%80%99-questa-volta-per-parlare-di-%E2%80%9Ctutela-della-salute-dei-cittadini%E2%80%9D/

Commenti: 0


Comunicato Stampa sull'incontro di Sabato x Via Botta (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6596
a cura di Giovanni Migliore e Paolo Nigro

del 10/06/2011 02:05:51


Torniamo con il GAZEBO PER LA CITTA’ questa volta per parlare di “tutela della salute dei cittadini”.
A Modica Alta, in Via Botta, da troppo tempo siamo a “rischio inquinamento elettromagnetico”.
Avevamo chiesto, insieme ad alcuni cittadini della zona, nell’incontro tenutosi il 3 maggio u.s., all’Assessore all’Ecologia ed al Dirigente del Settore interessato, che erano presenti, che si provvedesse alla delocalizzazione della antenna di telefonia mobile installata sul tetto di una casa in Via Botta.
Siamo rimasti in fiduciosa attesa per oltre un mese da quell’incontro, ma nonostante gli impegni assunti dall’Assessore e dal Dirigente, purtroppo, ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro alla richiesta.
Pur essendo rimasti entusiasti della prima esperienza d’incontro con una parte della Città nel nostro GAZEBO in merito alla nota vicenda della costruzione di un Palazzo in Via Fontana al Quartiere Vignazza, in questa occasione avremmo preferito che la soluzione al problema dell’antenna di Via Botta si fosse trovata mediante la normale concertazione e nella collaborazione tra cittadini, consiglieri comunali (in questo caso d’opposizione) ed amministrazione.
Purtroppo così non è stato!
Questa volta, nostro malgrado, a causa della non lieve disattenzione degli impegni assunti dall’Amministrazione, abbiamo sentito il dovere di reinstallare il GAZEBO in Via Botta (accanto l’antenna), Sabato 11 giugno alle ore 17, organizzando un “incontro pubblico aperto a tutti”.
Se, come speriamo, il Sindaco e l’Assessore all’Ecologia saranno con noi e con i residenti della zona, forse potremo conoscere il loro SI o il loro NO alla “delocalizzazione dell’antenna”.
IERI eravamo nel GAZEBO perché la “maggioranza dei capi gruppo consiliari” (sia di governo che di opposizione) aveva deciso di “non decidere e di non impegnarsi per la tutela ambientale e culturale del Quartiere Vignazza tentando di evitare la costruzione confliggente di un palazzo in Via Fontana”, OGGI ci ritorniamo perché l’Assessore all'Ecologia ed il Dirigente del settore competente “hanno deciso di non rispettare l'impegno assunto”, con noi e con una delegazione di cittadini, di farci sapere la loro decisione.
La “TUTELA DELLA SALUTE DEI CITTADINI DAL RISCHIO DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO” non può essere considerata un impegno marginale, trascurabile, rinviabile nel tempo.
E’ doveroso DECIDERE e SUBITO!

F.to
Giovanni Migliore e Paolo Nigro

Commenti: 0


del 10/06/2011 01:56:31

Al Sindaco

All’Assessore all’Ecologia

Ai Consiglieri Comunali

Ai Componenti del GTV

LORO SEDI


Oggetto: Incontro pubblico su Antenna di Via Botta.



Lo scrivente, insieme al consigliere Paolo Nigro, in data 15 ottobre 2010, a seguito delle numerose segnalazioni di cittadini, si è adoperato per la delocalizzazione delle antenne di telefonia mobile installate in un fabbricato in Via Botta a Modica Alta.

L’amministrazione aveva assunto impegno per la sospensione della Autorizzazione concessa e per lo spostamento dell’antenna.

In data 03 maggio u.s., al fine di essere notiziati in merito allo stato della problematica, su nostra richiesta, si è tenuto un incontro alla presenza dell’Ass. Spadaro, del Dirigente Muriana e di una delegazione di residenti, a conclusione del quale l’Assessore aveva assunto preciso impegno di fornirci, nell’arco di breve tempo ed in altro analogo incontro, tutte le informazioni per la definitiva soluzione della problematica.

Non avendo ricevuto alcuna notizia, eccetto quella che il 26 maggio u.s. si è tenuto un incontro limitato alla presenza dell’Assessore, del Dirigente e dei componenti del GTV, abbiamo ritenuto opportuno e, soprattutto, doveroso nei confronti della cittadinanza interessata, organizzare un incontro pubblico, aperto a tutti, per discutere e per essere informati sullo stato dei fatti.

In virtù di quanto sopra, a nome mio e del consigliere Nigro, mi permetto di rivolgerVi l’invito a partecipare all’incontro pubblico che si terrà Sabato 11 giugno p.v., alle ore 17, nel GAZEBO per La CITTA’ che sarà allestito in Via Botta nei pressi dell’antenna.

Certo della Vs. partecipazione, l’occasione mi è gradita per porgere cordiali saluti.

Modica, lì 02 giugno 2011

Giovanni Migliore

Commenti: 0


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28  29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)