Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

28/09/2017 20:02:52 da parte di Giovanni Migliore - Una storia antica
22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

Richiesta al Pregiatissimo Geometra - Rotatoria dente crocicchia (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6722
a cura di Fruitore abituale della Dente Crocicchia

del 06/08/2011 16:17:27

Signor Geometra in pensione avrei grande piacere a capire tramite Sua pregiatissima consulenza come può costare € 3.400.000 una rotatoria, mi riferisco alla rotatoria di Dente Crocicchia.

E' four di dubbio che vada realizzata, ma quella cifra mi sembra abnorme.

La ringrazio e Le rammento che il poco simpatico Sgarbi dice anche:
CAPRA!
CAPRA!
CAPRA!
CAPRA!
CAPRA!
CAPRA!

Commenti: 1


Re: Re: Le storie bizzarre attorno al .....project financing (Ascolta il messaggio) Tema: 14 - Post: 6721
a cura di Meno Rosa "Fare Ambiente"

del 06/08/2011 13:12:40

> Ecco!! questi sono i commenti che fanno cadere le braccia specialmente a chi da anni ed in tempi non sospetti combatte con tutte le proprie forze ed in tutte le sedi istituzionali anche come Presidente della "Carlo Papa" fornendo a tutti dati e documenti e chiedendo anche un Referendum,combatte dicevo questo scellerato "Project-Finanging".Occorre che chi scrive certi commenti si documenti prima di scrivere.Al CONSIGLIERE MIGLIORE GIOVANNI LASCIO IL COMPITO DI DARE LA GIUSTA,COMPLETA E DOCUMENTATA RISPOSTA A COMMENTI SIMILI.GRAZIE.

Commenti: 0


del 06/08/2011 13:05:58

Rileggendo il post da me scritto sul Project financing, credo che sia opportuno fare alcune precisazioni.

Rispetto a come sono stati svolti i lavori, le mie critiche al presidente erano solo di carattere politico ma non istituzionale.

Cosa voglio dire....

..il presidente Scarso dinnanzi ad una lettera di revoca non poteva in nessun modo parlare del Consiglio comunale aperto perchè qualunque altro capogruppo non presente poteva ecceppire un difetto di forma.

dal punto di vista politico invece io ero molto contento se potevano parlane anche in modo informale e quindi anticipare i lavori che poi verranno,mi auspico,ufficializzati giorno 25 Agosto.


Inoltre rispetto alla revoca fatta dal Consigliere proponente,Nino Gerratana, voglio precisare che pur essendo leggittima perchè la richiesta presentava un vizio nella forma, era auspicabile che all'indomani venisse ripresentata un'altra richiesta.
Sono consapevole che il periodo estivo, rende difficile gli incontri tra consiglieri.

Venerdi in occasione dell'incontro dei capigruppo, l'idea di riformulare la richiesta è stata propizia.
Sono certo che, se il consigliere Gerratana fosse stato presente, avrebbe votato assieme con noi la richiesta del consiglio comunale aperto.
Pubblicamente, almeno per me, chiedo scusa per non aver chiamato in tempo il consigliere Gerratana il quale non ha avuto la possibilità di apporre la sua firma prima dell'incontro dei capigruppo.
(sinceramente questa fretta era nata dal'idea di protocollare prima dell'incontro e parlarne nella riunione).

Commenti: 0


link su Giornale di Ragusa (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6719
a cura di Giovanni Migliore

del 06/08/2011 11:56:33

http://www.ilgiornalediragusa.it/notizie/politica/34229-2011-08-05-14-21-16.html

Migliore:"La maggioranza a Modica ha perso i muli e cerca i capestri "
Modica, continua il dibattito politico
Migliore duro con l'amministrazione


Scritto da Felicia Rinzo
Venerdì 05 Agosto 2011 - 15:19

Modica – Un'estate rovente. Un dibattito politico a fil di lama. I consiglieri si misurano sui tempi di intervento. Una corsa per dire la propria sulla situazione politica, sul ruolo della maggioranza, sulla sua capacità di rimanere in sella in un momento così delicato, sull'opposizione impegnata a riscattarsi.

E' Giovanni Migliore ad intervenire difendendo il ruolo della minoranza. “La minoranza di oggi ha sempre lavorato per essere costruttiva e propositiva ma è stata sempre puntualmente snobbata e mai presa in seria considerazione – dice la storia dei tre anni trascorsi, a noi opposizione ha insegnato che non serve a nulla emendare, perché gli esponenti della maggioranza, ragionano solo con la forza dei numeri e mai sono disposti ad intavolare rapporti sinergici con la controparte politica, nemmeno di fronte alla più palese opportunità.

E’ stato il nostro senso di responsabilità politica a non approvare per puro trionfalismo, dei regolamenti privi del benché minimo parere delle commissioni”. L'appello è quello di evitare inutili e sterili polemiche: “perchè non pensa, la maggioranza, al rilancio effettivo della città a rivedere la Cosap per tutti gli operatori commerciali, concedendo un minimo d’ossigeno a loro e ponendo le basi per una diversa concezione della ripresa delle attività?”.

Commenti: 0


del 06/08/2011 10:40:30

> ottima considerazione.Credo che l'unica persona presente in consiglio comunale e ripeto l'unica persona che potrà dire qualcosa è e sarà solo il consigliere Migliore.l'unico presente, l'unico che ha studiato le carte e l'unico che senza interessi e senza frontiere ha votato contro il Project financing. Perchè? Mi chiedo ancora,perchè le varie associazioni, i vari sindacati , i vari esperti del no del progetto di finanza non cercano il consigliere Migliore?
Una mia supposizione : il consigliere Migliore è troppo scomodo.E' l'unico che sa bene come funziona il progetto e sarà l'unico che non rimuoverà il suo no.Chi invece proclama contro il no , ha scopi diversi come ad esempio costringere ad essere cercato dalla ditta proponente, scambiarsi qualche favore come ad esempio qualche lavoretto, qualche fornitura ( 40.000.000 di euro lasciano i margini) e poi cambiare opionione cioè piano piano defilarsi e non dire nè no nè si.Consigliere Migliore ammiro il suo grande impegno ma le consiglio , tranne se non vuole fare il KAMIKAZE, di allontanarsi da questo problema.Lo vuole sapere il perchè? Perchè resterà solo anzi super-solo.Auguri.Ringrazio le varie costelaazioni per aver visto una meteora nella politica a Modica.

Commenti: 1


Re: Le storie bizzarre attorno al .....project financing (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6717
a cura di geometra (in pensione)

del 06/08/2011 09:47:05

a quanto vedo non si parla di vergogna
VERGOGNA!
VERGOGNA!
VERGOGNA!
VERGOGNA!
VERGOGNA!
VERGOGNA!
VERGOGNA!
VERGOGNA!
direbbe Sgarbi
e lo dico anch'io
tante parole sono state spese attorno al Project Financing (da ora in poi PF) del Cimitero e ancora TUTTI, non qualcuno, ma TUTTI! vogliono chiudere occhi, orecchie e bocca (come le tre scimmiette omertose) per dare vantaggio personale a se stessi e all'impresa che vincerà l'appalto del PF.
ribadisco quanto detto in precedenti post:
1 - il PF del Cimitero non è un PF equiparabile nella forma ad altri più consoni e congrui con la legislazione (tipo scuole, strade e autostrade a pedaggio, palestre, centri sociali ecc.)
2 - in tal senso ci devono almeno essere precise garanzie che il comune SI OBBLIGA a dare loculo in colombaio GRATIS a tutti i cittadini, altrimenti questi pagheranno il loculo non una, non due bensì TRE volte
3 - BASTA CON LA BUFALA DELLA MANUTENZIONE DEL VECCHIO CIMITERO, abbiamo capito tutti che questa riguarderà solo i due colombai comunali e non tutti i colombai fatiscenti di ditte private, società di mutuo soccorso enti morali (parrocchie) e opere pie varie.
4 - aspetto con ansia il Consiglio Comunale Aperto, MA PRIMA CHE VENGA RIPUBBLICATO IL BANDO DI GARA DEL PF, altrimenti l'abbiamo solo presa in c..o per l'ennesiam volta!

Cons. Migliore, Cons. Nigro, a quando un gazebo per il PF del Cimitero?

Commenti: 3


del 05/08/2011 23:45:07

Project financing del Cimitero di Modica.

Qualche mese fa circa il Consigliere Gerratana si fece promotore di convocare un consiglio comunale aperto.
L'iniziativa da parte mia fu considerata , meritevole di attenzione visto che molte categorie sociali vogliono chiarimenti e molte riunioni in diverse parti della città sono state allestite per discutere su questo progetto di finanza.
Il Consiglio comunale aperto credo che sia il posto più vocato per questo tipo di incontro.
All'iniziativa oltre a Gerratana ,aderirono Puccia, Stracquadanio,Di Mauro, Aprile, Cannata e me medesimo.

per oggi, in seguito a questa presentazione era stata convocata la riunione dei capigruppo per discutere di come impostare il lavori




Martedi scorso .....colpo di scena.

Il Consigliere Gerratana ci chiede in quattro e quattr'otto di firmare una revoca alla richiesta perchè la precedente presentava un'errore di forma.

Firmo.

Ovviamente non si può aspettare Settembre o Ottobre , e quindi
stamattina sei consiglieri abbiamo firmato una nuova richiesta.






Alle 11:50 protocolliamo la richiesta.

Alle ore 12:30 iniziamo la conferenza dei capigruppo.

Il caos totale.

Il Presidente e l'ufficio di presidenza non sanno dove collocarci.

Come potete leggere dalla notifica, l'incontro era presso la sala Spadaro


.......nello stesso orario si svolge una conferenza di servizi!!!!!


I presenti :

il Presidente Scarso

i consiglieri
Iabichella
Cerruto
Zaccaria
Cavallino
Puccia
Stracquadanio
Migliore
Carpenzano
Avola
D'Antona

Assessori:
Frasca Caccia
Scarso

Il Presidente ha annullato il primo punto e cioè il project financing perchè aveva la lettera di revoca e la nuova richiesta ancora non gli era pervenuta.

Alla fine di un'acceso dibattito si è arrivati alla seguente soluzione:

Consiglio Comunale sul Bilancio di Previsione 29 Agosto ore 9:00

Consiglio Comunale sui regolamenti 25 Agosto ore 20:00

Conferenza dei Capigruppo 25 Agosto ore 19:00


La discussione ha preso una piega poco piacevole quando il Presidente ci ha detto che del Project del Cimitero non se ne poteva parlare prima che a lui giungesse copia ufficiale anche se brevi manu avevamo consegnato la copia protocollata
.... e mentre si avviavano i lavori per definire la data del bilancio quando invece ancora questo deve essere approvato dalla Giunta entro il 11 Agosto poi deve andare alla commissione bilancio.

Il presidente in una sua nota personale era amareggiato contro il legislatore perchè permette di allungare i tempi e redigere un bilancio che non è più di previsione ma quasi un consuntivo.

Il Presidente e alcuni amici della maggiranza che erano presenti hanno diemnticato che si può esiemere dalle date massime e si può redigere un bilancio previsionale entro il 31 Dicembre dell'anno precendente.

L'altra grande incogruenza è stata la richiesta di Enzo Scarso che ha chiesto un consiglio urgente prima del 29 Agosto per discutere di quei regolamenti che proprio martedi scorso aveva ritirato,..............perchè....... per paura che l'opposizione diventata in quel consiglio maggioranza , li approvasse con sue modifiche.

Il Presidente ha auspicato che la commissione si riunisce dopo l'approvazione della Giunta almeno 3 /4 volte....speriamo che sia verifichi......
l'anno scorso abbiamo esaurito tutto in .......un nulla di fatto!!!!!!!

Auguri alla buona politica......se ci sarà !!!!!

Commenti: 1


il vuoto dell'opinione (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6715
a cura di il negato opinionista

del 04/08/2011 20:17:54

vedo che la rubrica l'opinione è molto viva e genera dibattiti sublimi.Non vedo l'ora di leggere la nuova opiniooooone di oggi.

Commenti: 0


del 04/08/2011 20:13:44

http://www.radiortm.it/2011/08/04/consigliere-migliore-la-maggioranza-a-modica-ha-perso-i-muli-e-cerca-i-capestri/

Commenti: 0


Commenti su Radio Rtm (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6713
a cura di Giovanni Migliore

del 04/08/2011 18:23:53

LA POLITICA DELLE PAROLE E QUELLA DEI FATTI NEL BEL MEZZO D’UNA CRISI SENZA PRECEDENTI

Commenti
concetta spadaro
3 agosto 2011 alle 21:56

Come non condividere in pieno tutte le considerazioni del consigliere Migliore, ma le giuste considerazioni fatte, non trovano allogio nella mente e nel cuore di chi oggi ci governa.
Quando si faceva politica per passione,( ai miei tempi) l’amministratore metteva in primo piano il benessere della collettivita’ e non il proprio. Oggi che non si fa piu’ politica per passione, si antepone il proprio interesse a quello della collettivita’.E’ tutto li il guaio……..
Chi cambia casacca politica ad ogni elezione,( e il Consiglio comunale di Modica è pieno di questi elementi) pensate che lo faccia per il bene comune? Nooooooo, lo fa perche’ ha un interesse a poltrone e posti di comando, che altrimenti, nella coerenza politica non avrebbe.Caro Giovanni, purtroppo per te, sei nato in una brutta epoca……..e agli occhi di qualcuno potresti essere preso per un marziano venuto da marte e non un normale cittadino, che vuole svolgere il proprio mandato con coscienza e onesta’.

carmelomodica
4 agosto 2011 alle 10:30

Carissimo consigliere,
quanto lei ha scritto, che è stato oggetto della mia attività pubblicistica degli ultimi anni, si fa apprezzare solo perchè è Lei a scriverle del quale molti apprezziamo la compostezza e la sincerità.
Dovrà però convenire che è sufficente leggere la rassegna stampa degli ultimi vent’anni per verificare che non dice nulla che non sia stato noisamente detto e scritto dagli amministratori e dai politici che oltre ad aver occupato posizioni di governo sono poi stati oggetto di attenzioni giudiziarie.
Il problema, quindi, è quello di dare credibilità a quanto si dice ecco perchè mi permetto di obiettare che dovrà riflettere attentamente per dimostrare che lei non si fa inquinare nè dal pulpito partitico nè dai suoi più stretti collabboratori di gazebo, altrimenti le sue parole dovranno essere aggiunte a tutte le altre della rassegna stampa già citata.
Sono certo che saprà trovare il giusto equilibrio tra necessità operative e logistiche ed istanze ed ansie politico-culturali e… perchè no… morali che lei dimostra di possedere e coltivare.
Auguri

Carmelo Modica

carmelo modica
4 agosto 2011 alle 10:32

Preciso:
Dal pulpito partitico in cui lei adesso è posizionato

Commenti: 0


Link su Ragusa Oggi e Radio Rtm (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6712
a cura di Giovanni Migliore

del 04/08/2011 18:17:56

http://www.ragusaoggi.it/12312/la-politica-delle-parole-e-quella-dei-fatti-nel-bel-mezzo-d-una-crisi-senza-precedenti

http://www.radiortm.it/2011/08/03/modica-migliore-la-politica-delle-parole-e-quella-dei-fatti-nel-bel-mezzo-d%e2%80%99una-crisi-senza-precedenti/

Commenti: 0


del 04/08/2011 17:33:08

Era davvero necessario che il capogruppo consiliare del PD, Giorgio Zaccaria si avventurasse in un’improponibile difesa d’ufficio della maggioranza al Consiglio comunale ed in un contestuale, sterile attacco all’opposizione ?

Anche questi atteggiamenti rappresentano il sintomo evidente d’una concezione della politica caratterizzata dall’antico, saggio detto “O RITTU O TUOTTU T’ADDIFIENNI U TUO.”.

La ripetuta latitanza della maggioranza non può essere giustificata con presunti, programmati impegni dei suoi colleghi di partito e di coalizione o col periodo vacanziero che può imporre scelte diverse rispetto a quelle di rappresentare la città.

Quando il collega Consigliere Zaccaria parla d’una “ghiotta occasione” persa dall’opposizione per riscattarsi dopo tre anni di “purgatorio forzato” ed essere per una volta maggioranza, forse non si rende conto che è proprio il senso di responsabilità dell’attuale opposizione a non far ricercare occasioni ghiotte e a non risentire di questo purgatorio forzato del quale invece risente fortemente la città, perché la minoranza di oggi ha sempre lavorato per essere costruttiva e propositiva ma è stata sempre puntualmente snobbata e mai presa in seria considerazione.

La storia dei tre anni trascorsi, a noi opposizione ha insegnato che non serve a nulla emendare, perché lor signori della maggioranza, ragionano solo con la forza dei numeri e mai disposti ad intavolare rapporti sinergici con la controparte politica, nemmeno di fronte alla più palese opportunità.

E’ stato il nostro senso di responsabilità politica a non approvare per puro trionfalismo, dei regolamenti privi del benché minimo parere delle commissioni.
A differenza di loro, guardiamo al vero interesse della città, rinunciando convintamente alle vittorie di Pirro.
Se ci fossimo comportati come Zaccaria suggerisce, allora si, avremmo mostrato il nostro opportunismo politico.

Ai cittadini, caro Zaccaria, non interessa la vittoria politica della maggioranza o dell’opposizione al Comune, interessa invece che vengano seriamente prese in considerazione le loro istanze.

Piuttosto che continuare sul piano delle sterili polemiche, perché non entrate nella forma mentis di costruire fatti ?

Perché ,ad esempio, non pensate per il rilancio effettivo della città a rivedere la COSAP per tutti gli operatori commerciali, concedendo un minimo d’ossigeno a loro e ponendo le basi per una diversa concezione della ripresa delle attività ?

Commenti: 0


del 03/08/2011 19:05:37

Il Mondo è in crisi, comprese le super potenze che sino a poco tempo fa, venivano additate ad esempio di grande lungimiranza politica e notevole capacità amministrativa.
E poiché mi pare che il fallimento di alcuni Stati, la prospettiva di default per altri, non sia riconducibile a condotte scellerate d’un partito politico o d’un altro che abbia opposta visione politica in campo economico, bensì imputabile alla politica in senso lato, si può dedurre ch’essa stia risultando inadeguata rispetto al sistema Paese, perché il vivere ed operare nella propria torre d’avorio del politico, abbia fatto sicuramente dimenticare un principio tanto elementare quanto efficace ossia quello di assumere i comportamenti che assumerebbe nel privato in momenti di difficoltà, da buon padre di famiglia.

Se non ci convinciamo però che, oltre a fare le giuste analisi di ciò che succede nel Mondo, nel Paese, sia opportuno anche in ambiti più ristretti, iniziare ,per chi amministra, per chi ha un ruolo politico, ad adottare tutte quelle misure che il politico porrebbe in essere in seno alla propria famiglia, allora anche quest’esercizio di analisi dei fatti, diventa sterile e persino banale.

Un buon padre di famiglia si defilerebbe con pretesti banali piuttosto che assumersi le proprie responsabilità a tutela e per il bene della propria famiglia ?

Se la risposta è certamente no, perché dunque il politico lo fa ?

Perché i suoi interessi non sono i cittadini così come lo sarebbero i suoi figli !


Anche nel nostro Comune, dove spesso non si va al di là dei buoni propositi, si sta operando con il principio del buon padre di famiglia ?
Tutto fa propendere per il no, perché altrimenti, oltre ai proclami, ci s’impegnerebbe in serie analisi dei costi ed a ricercare le soluzioni che consentirebbero di registrare grandi economie sugli oneri passivi dell’Ente (oggi Modica spende la spaventosa cifra di 1,4 milioni di € all’anno in interessi passivi); registra entrate non riscosse per 50 milioni di € di cui 18 milioni per canone acqua e 12 milioni per tassa sui rifiuti solidi urbani.

Un buon padre di famiglia non avrebbe forse ricercato quelle misure per introitare quanto gli è dovuto, strutturandosi più adeguatamente ed uscendo in tal modo dal costante stato di Ente deficitario a rischio default ?

Ma la politica purtroppo non viene concepita come gestione degli interessi dei rappresentati ma piuttosto come mantenimento del potere ed in virtù di ciò, si soprassiede su tante anomalie che legittimamente indignano i cittadini, come ad esempio quella di mantenere un numero d’impiegati spropositato rispetto alle esigenze di quel settore e soprassedere al potenziamento di altri uffici che consentirebbero una gestione più corretta delle entrate, risolvendo non pochi problemi.

Ma anche altre proposte, come quella di premiare alcuni impiegati che s’impegnano a fare introitare maggiori risorse, oggi evase, all’Ente, non vanno certamente nella direzione che assumerebbe il buon padre di famiglia.

Un buon padre non aiuterebbe a mangiare i figli più deboli, piuttosto che ingrassare ulteriormente quelli già obesi ?

Nella nostra città esiste una complicata situazione di precariato, eppure, non si pensa di risolvere il problema pensando a ruoli dei precari che uscirebbero da uno stato lavorativo mortificante e che potrebbero anche migliorare la difficile situazione economico-finanziaria dell’Ente, no, anzi si prospetta di coinvolgere chi già ha un lavoro.
Penso dunque che se non si concepisce la politica con il principio del buon padre di famiglia, sono davvero poche le speranze che la società possa evolversi in positivo.

Commenti: 0


Congratulazioni all'avv. Michele D'Urso (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 6709
a cura di giovanni migliore

del 02/08/2011 09:29:30

Mi piace esprimere le mie più sincere congratulazioni all'amico Michele D'Urso per il prestigioso incarico conferitogli dal Pdl cittadino.Una scelta del partito, a mio parere molto intelligente, in quanto individua le reali capacità d'un soggetto che conosce la politica, la persegue con grande impegno e costanza e riesce ad interloquire con gli altri referenti con grande serenità.
Il conferimento a coordinatore cittadino del Pdl di Michele D'Urso, pertanto, contiene tutti i presupposti affinchè all'interno del partito si creino quelle condizioni di sinergia col capogruppo Luigi Carpenzano per realizzare quel necessario coordinamento che prelude a più qualificati risultati politici nel nostro territorio.
Buon lavoro all'amico Michele.

Commenti: 0


del 02/08/2011 07:48:44

Presenti 18 consiglieri, il consiglio è presieduto dal consigliere anziano Michele D’Urso.

Il consigliere Diego Mandolfo chiede l’anticipazione dei punti relativi al regolamento generale delle entrate comunali e quello per l’applicazione del canone per la occupazione di spai e aree pubbliche. L’anticipazione viene motivata con il fatto che si tratta di argomenti datati.
Il consigliere Vito D’Antona chiede invece di seguire l’ordine del giorno con la modifica del disciplinare dei Mercati contadini.
Ai voti l’anticipazione richiesta dal consigliere Mandolfo che viene respinta con 10 favorevoli, nove astenuti e un contrario.

Si passa dunque alla modifica del disciplinare dei Mercati contadini riservati alla vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli. Il parere della commissione è contrario per alcune parti e favorevole per altre.
Il punto viene illustrato dall’Assessore allo Sviluppo Economico Nino Frasca Caccia che rileva che solo in una parte è sfavorevole ovvero sull’ingresso nella commissione di un membro dei mercati contadini. Ciò è il frutto di un’intesa tra produttori, sindacati e i rappresentanti del comitato. Non comprende tale posizione della commissione consiliare. Non ne fa un dramma nel mentre ritiene utile destinare i canoni per gli stand e per i servizi.

Il Presidente della quinta commissione Maurizio Di Mauro in merito al parere contrario sull’ingresso del componente del mercato all’interno della commissione perché i produttori sono rappresentati all’interno del comitato come esponenti delle categorie e quindi è apparsa inadeguata la richiesta. Favorevole il parere invece, per le altre parti di modifica del regolamento.

Il consigliere Leonardo Aurnia come componente del comitato dei mercati contadini si dice d’accordo per l’inserimento dell’esponente dei produttori nel comitato stesso in quanto è stata espressa questa volontà.

Il consigliere Giovanni Migliore condivide i pareri della commissione e rileva che alcuni produttori locali non aderiscono ai mercati contadini di Modica e vanno altrove. Fa emergere che i prezzi non sono visibili al banco ed è stato già previsto nelle modifiche del regolamento con relativa sanzione a chi non lo fa. Bisogna anche dimostrare che tutti i prodotti provengono dalle aziende con una sorta di tracciabilità. Diverse persone a Piazza Matteotti non si fermano per mancanza di parcheggio nel mentre alcuni produttori non riescono a garantirsi lo scarico delle merci. Questo imporrebbe la individuazione di un luogo più idoneo. Si potrebbe sperimentare un sito diverso, per due o tre mesi, magari alla Caitina dove dividere i parcheggi dalla zona vendita.
Se ci sono dei presupposti positivi si continua nell’esperienza. Per i produttori questa non è una soluzione ideale in quanto il mercato si apre a maggiore concorrenza anche esterna, ma il tentativo va fatto.


Il consigliere Maurizio Di Mauro ritiene che può essere eletto un referente dei mercati contadini che porti le istanze dei produttori all’attenzione del comitato.
Sull’esposizione del numero dei prodotti il consiglio è libero di farlo sostiene l’Assessore Frasca Caccia.

Il capogruppo del PID, Giorgio Stracquadanio rileva che i produttori non si sentono rappresentati dalle associazioni; si tolgano i rappresentanti di queste e si eleggano tre rappresentanti dei mercati nel comitato.
Rileva il rischio che possono esporsi prodotti che non sono di produzione locale. Chiede al consiglio di ritirare il punto e ridiscuterlo in commissione e aggiungere le modifiche proposte dal consigliere Migliore.
Propone anche di spostare il mercato in un luogo più idoneo come Viale Medaglie D’Oro.


Il consigliere del PD Carmelo Cerruto si dichiara d’accordo con l’idea di riportare in commissione il punto. Non si dichiara d’accordo di spostare i mercati altrove. Bisogna trovare soluzioni che valorizzano il centro storico.

Il consigliere dell’Udc Concetto Puccia propone il passaggio del punto in prima commissione atteso il contesto sociale che sotto intendono i mercati contadini.

L’Assessore Nino Frasca Caccia a questo punto ritiene utile riportare il punto in commissione e arricchirlo con le proposte emerse. Il punto viene ritirato.

Si passa al punto relativo al regolamento generale delle entrate comunali.

Il consigliere Giovanni Migliore si dichiara amareggiato in quanto rileva l’assenza dell’Assessore in ordine a questo argomento discusso in commissione sui motivi della modifica del regolamento. Il dirigente invece ha dato le motivazioni tecniche sul punto. Insomma è mancata l’argomentazione sulla scelta politica sul regolamento. Ritiene necessario che i punti salienti del documento vengano illustrati soprattutto l’istituto della compensazione perché non è sempre possibile farla. Il regolamento è una buona traccia ma poteva essere migliorata.

Il consigliere Leonardo Aurnia rileva il parere della commissione bilancio sul punto per mancanza del numero legale nell’ultima seduta.

Il capogruppo dei Popolari, Salvatore Cannata ritiene che oltre le commissioni competenti questo regolamento possa essere confrontato nella conferenza dei capigruppo in quanto manca il contenuto politico della scelta fatta nel documento.

Il capogruppo del Pid Giorgio Stracquadanio suggerisce di portare il punto in commissione bilancio. La maggioranza fa mancare il numero legale negli organismi e non è sufficiente una spiegazione tecnica da parte del dirigente. Manca la motivazione politica sulla scelta dell’atto.

Il consigliere Diego Mandolfo ritiene che il parere della prima commissione c’è; il punto è datato ed è stato spiegato. Il regolamento accorpa tutte le discipline di natura tributaria e non e quindi si può stare tranquilli sul punto e quindi si può votare.

Il consigliere Tato Cavallino ritiene che in terza commissione non c’è la preponderanza della maggioranza e propone di rinviare il consiglio comunale a giovedì 4 agosto p.v.

Il consigliere del Pdl Bartolo Azzaro prende atto che c’è confusione nella maggioranza; non vede il problema di votarlo visto che la maggioranza lo può fare o altrimenti lo ritira e si va avanti con gli altri punti e quindi contrario a rinviare il consiglio.

Il consigliere Giovanni Migliore conferma la pregiudiziale sul punto in linea con quanto già dichiarato dal capogruppo del PD Giorgio Zaccaria. Si riferisce alla compensazione orizzontale con quella verticale che andrebbe spiegata sufficientemente in quanto argomento delicato. Chiede il rinvio dell’argomento.

Il consigliere del PD Carmelo Falco ritiene che ci siano tutte le condizione per votare l’atto.

Il consigliere Carmelo Cerruto giudica necessario approfondire il punto.

Il Presidente del consiglio comunale chiede la votazione sul rinvio dell’argomento.

Ai voti il rinvio ottiene dieci favorevoli, due astenuti e due contrari. Mancando il numero legale il consiglio viene rinviato di un’ora.

Alla ripresa dei lavori all’appello manca il numero legale, otto i consiglieri presenti, e la seduta è rinviata alle ore 20.00 di domani

Redatto dall'ufficio stampa del Comune di Modica - Marco Sammito

Commenti: 0


Chi cerca trova (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6707
a cura di x files

del 27/07/2011 20:26:14

Un bel concorso intitolato "trova l'antenna" sarebbe alquanto opportuno. Antenne di telefonia naturalmente.
A Modica ce ne sono ovunque,persino occultate dentro le canne fumarie oppure sui tetti di centri commerciali molto "solari" nel bel mezzo di potentissime antenne radio televisive.
Viva Modica.

Commenti: 0


QUANDO LA POLITICA “SPOSA” IL BUONSENSO (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6706
a cura di Giovanni Migliore

del 27/07/2011 11:16:30


Modica - Antenne di Telefonia Mobile: QUANDO LA POLITICA “SPOSA” IL BUONSENSO


Il Consiglio Comunale tenutosi lunedì 25 luglio u.s. può essere annoverato tra quegli adempimenti istituzionali che, sia gli addetti ai lavori e sia i cittadini, possono ricordare piacevolmente per la concretizzazione del “buonsenso in politica”.

La maggior parte della seduta consiliare è stata dedicata alla discussione di una mozione d’indirizzo sulla delocalizzazione delle antenne di telefonia mobile, presentata dal consigliere Paolo Nigro e dal sottoscritto, approvata quasi all’unanimità (un solo astenuto e tutti gli altri presenti favorevoli) evidenziandosi in tutti i consiglieri quell’intelligenza e quel buonsenso che in altre circostanze vengono offuscati da logiche di diversa appartenenza partitica.

E’ con piacere infatti che sentiamo di congratularci con tutti i colleghi consiglieri per aver saputo anteporre gli interessi dei Cittadini a becere logiche che spesso qualificano la politica inadeguata ed irrispettosa dei diritti dei Cittadini e crediamo che nel Consiglio Comunale di lunedì non abbiano vinto ne’ la maggioranza, ne’ l’opposizione, ma soltanto la buona politica e tutti i Cittadini Modicani.

La sinergia tra tutti i colleghi consiglieri, al di là degli schieramenti, ha reso possibile un risultato non ottenibile con le vecchie logiche della politica che vuole il prevalere d’una parte sull’altra. Ha posto, infatti, le basi affinchè in futuro non abbiano a verificarsi casi che per ragioni diverse vedano penalizzati i Cittadini.

Si è convenuto che i proventi derivanti dai gestori per l’occupazione degli spazi comunali, siano utilizzati per l’aggiornamento del Piano Polab e per il costante monitoraggio delle allocazioni delle antenne su tutto il territorio comunale mediante l’installazione di centraline di rilevamento e di monitoraggio.

Si è deliberato altresì d’istituire un ufficio che segua con la dovuta attenzione l’intera tematica delle antenne di telefonia mobile, dalla stipula dei contratti con i gestori, alle scadenze contrattuali ed a quant’altro possa rendere possibile un regolare iter degli accordi assunti, ivi compresa la delocalizzazione delle antenne alle scadenze contrattuali previste, poiché, senza alcuna vena polemica, va detto che, pur avendo noi in Consiglio adottato uno specifico regolamento, l’Amministrazione Comunale dal mese di febbraio del 2009 ad oggi non ne ha mai preteso il rispetto.

Infine, grazie al lavoro che sarà svolto dall’istituendo ufficio, dovranno essere rese pubbliche tutte le allocazioni delle antenne presenti nel territorio affinchè il cittadino ne abbia contezza.

Un grazie sentito , oltre che alla buona politica, va rivolto a tutti quei cittadini che per sensibilità sociale, hanno seguito con grande passione il percorso del “GAZEBO PER LA CITTA’” nel quale, prima si è affrontato il problema della costruzione di via Fontana, realizzata in maniera difforme rispetto alle concessioni e che si spera si possa trovare a breve una soluzione condivisa, e poi, il problema delle antenne di via Botta, per il quale se verranno intraprese tutte le procedure deliberate dal Consiglio comunale, si potrà considerare definitivamente risolto, col contributo d’una forma di politica partecipata.

Modica, lì 27/07/2011

I CONSIGLIERI
Giovanni Migliore e Paolo Nigro

Commenti: 0


Grazie (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6705
a cura di un residente

del 26/07/2011 16:57:47

Grazie COnsigliere Migliore e Consigliere Nigro.
Che forza.
Chi pensava che eravamo abbandonati, si sono sbagliati.

Commenti: 0


Mozione approvata !!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 6704
a cura di Giovanni Migliore

del 26/07/2011 02:23:54

Finita la questione time viene illustrata la mozione di indirizzo su “Delocalizzazione antenne di telefonia mobile” presentata dai consiglieri Migliore e Nigro.
E’ proprio Giovanni Migliore ad illustrarla. Cita la data del 19 febbraio del 2009 quando il consiglio votò la regolamentazione dei campi elettromagnetici e quindi intercettare i siti previsti nel territorio del comune dal Piano Polab e che non siano di proprietà privata. Laddove non potrebbe essere possibile, dice il regolamento, le antenne potrebbero mettersi su abitazioni private.
Il 2 febbraio 2010 un gestore chiede l’istallazione di un antenna in Via Botta non prevista nel piano Polab.
Da quella data non risponde nessuno. Il 12 ottobre viene convocato il gtv, organismo consultorio, dando parere contrario. La compagna atteso che il termine del parere era scaduta da notizia che comincerà l’istallazione. Alle contestazioni nate da un movimento di opinione il Sindaco chiede la sospensione e nell’arco di tre mesi la compagnia doveva delocalizzare l’antenna che l’ente indicherà.
Dopo tanti mesi si chiede oggi, in maniera urgente, all’amministrazione di fare scelte coerenti con il piano; nell’ufficio denuncia Migliore c’è un caos e i gestori invocando la pubblica utilità l’ente non riesce a fare rispettare quanto deciso nel regolamento. Non si trovano i contratti e così non si possono introitare le somme appannaggio del Comune. Si chiede il consiglio l’attuazione del regolamento e destinare le risorse per il risanamento ambientale e informare in modo capillare i cittadini della individuazione dei siti delle antenne.
Il consigliere indipendente Paolo Nigro ribadisce che ci sono luoghi di proprietà pubblica dove allocare le antenne. Dalla sua approvazione questo regolamento non è applicato. L’antenna di Piano Ceci che doveva durare tre mesi è ancora lì su una piano mobile. In via Botta l’antenna è ancora lì e il consiglio comunale ha il dovere di fare applicare il regolamento. Auspica che la mozione possa essere votata all’unanimità.
Il consigliere Gaetano Cabibbo dell’Mpa rileva che aveva posto, due anni fa, la questione della installazione selvaggia delle antenne. Denunciò all’assessore dell’epoca la posa in opera di un antenna al Polo Commerciale ed è stata lì è installata. Modica registra un presenza di massiccia delle antenne telefoniche.
Riferisce di ricerche internazionali secondo le quali le onde elettromagnetiche sono dannose per la salute della persona. L’impegno deve essere quello che il regolamento deve essere rispettato perché ci tutela.
Il capogruppo del PID Giorgio Stracquadanio riferisce sull’attività del nuovo dirigente del settore che fa passare otto mesi per rispondere alle istanze dei cittadini, riguardante il problema dell’Antenne, quando la risposta doveva essere rapidissima. Denuncia il ritardo con cui vengono gestite le pratiche molto delicate e importanti come l’Antenna di Via Botta.
Il consigliere del Pd Carmelo Cerruto si dichiara d’accordo, e non può essere diversamente, il rispetto del regolamento. Il decreto Gasparri però bypassa quanto deciso dai consigli comunali. La discussione sulle prerogative relative al controllo del territorio è aperta. La Regione Lombardia su questo ha avuto ragione con l’avvallo della Corte Costituzionale che ha deciso che la gestione urbanistico del territorio è dei Comuni. Invita l’amministrazione ad approfondire dal punto di vista legale la materia per affrancarsi dagli effetti del decreto Gasparri.
Il capogruppo di Nuova Prospettiva Antonino Cerruto rileva che c’è una preoccupazione legittima nel territorio delle antenne, comprese quelle televisive, di cui peraltro si è occupato da quindici anni.
Il decreto Gasparri del 2002 non mette l’ordine; anzi ha danneggiato quello che di buono c’era. Le installazione delle antenne sono opere di interesse nazionale anche in deroga agli strumenti urbanistici. La legge ha sottratto ogni podestà agli enti locali. Con la Gasparri si possono installare le antenne anche vicino ai luoghi sensibile. L‘amministrazione ha votato il regolamento rispetto al Piano Polab del 2006, la revisione dei contratti con i gestori; il Comune deve avviare un’opera di concertazione con i gestori chiedendo il piano di sviluppo utile per adeguarlo al piano di gestione al fine di evitare i pericoli per la popolazione.
La mozione non può chiedere all’amministrazione di applicare il regolamento in quanto l’Ente non può imporre nulla. Tutto va confrontato con i gestori con la concertazione. Bisognerebbe avviare un referendum per superare la legge Gasparri e riportare in vita la vecchia legge che rimetteva la gestione delle antenne ai comuni.
Il capogruppo dei popolari, Salvatore Cannata si dichiara d’accordo al fatto che l0’amministrazione si deve impegnare ad applicare il regolamento.
Il consigliere del Pdl Michele D’Urso stigmatizza la maggioranza che tenta di portare una materia così importante come di parte. La mozione ha un tono bonario e invita l’amministrazione a fare applicare il regolamento. Le responsabilità sono della maggioranza che approvando nel regolamento nel 2009 non lo fa rispettare. La questione non è politica; la mozione doveva passare con sobrietà e senza eccezioni di parte. Ritiene che non si ha una precisa mappatura delle antenne per cui come si fa a fare rispettare il regolamento ? Le antenne vanno mappate quelle che si vedono e quelle che non si vedono e si intervenga con cadenza periodica. La mozione va approvata.
Giorgio Zaccaria capogruppo del PD ritiene che la problematica va gestita in quanto legata alla modernità.
La mozione ribadisce quello che in effetti vuole il regolamento. L’antenna di Via Botta va comunque tolta perché non rientra nei siti del Piano Polab. Ai gestori vanno indicati i siti dove vanno messi gli impianti. Rifuggiamo dalla demagogia e si facciano scelte di concretezza.
Il consigliere dell’Mpa Gaetano Cabibbo intervenendo nuovamente ha citato il Comune di Massa Carrara secondo il quale non solo applica il proprio regolamento ma hanno anche creato una rete di monitoraggio che consente di aggiornare i cittadini circa il rispetto dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici e avviare le conseguenti azioni di tutela. I dati delle centraline, che sono ubicate in prossimità delle antenne, vengono rese note quotidianamente ai cittadini. La proposta è stata assunta come emendamento nella mozione votata.
L’amministrazione per bocca del Vice Sindaco, Enzo Scarso condivide la mozione a cui propone anche una proposta aggiuntiva. Chiarisce che il Piano Polab è del 2006 e la cui realizzazione fu il frutto di una concertazione. Da allora ad oggi sono passate “sei ere glaciali” nel senso che la tecnologia è molto avanzata e chiede celle di collegamento molto più potenti e soprattutto risente di barriere come immobili alti.
Il piano Polab non ha più quella efficacia tecnica con cui era nato. Il regolamento ovviamente ne risulta condizionato. L’emendamento aggiuntivo come il costante aggiornamento del Piano Polab che potrebbe essere fatto con le risorse che provengono dai contratti di affitto. Bisogna poi monitorare i contratti a scadenza per una migliore gestione delle allocazioni.
Il consigliere Nino Cerruto propone l’emendamento secondo il quale con i contratti in scadenza si concordi con i gestori altri siti dove rilocalizzare in area pubbliche le antenne.
Ai voti la mozione viene votata a maggioranza, con 21 favorevoli, e un’astensione.
I lavori del consiglio sono rinviati a lunedì 1 agosto 2011 alle ore 20.00

Modica lì 25 luglio 2011 Il capo ufficio stampa

Commenti: 0


del 23/07/2011 22:16:46

> Il Consigliere Migliore è intervenuto in tempo visto che il collaudo era lunedi scorso.Tutto sospeso.la ditta andrà a rifare i lavori.Grazie Consigliere Migliore a nome di tutta Modica

Commenti: 0


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23  24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)