Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

28/09/2017 20:02:52 da parte di Giovanni Migliore - Una storia antica
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
31/01/2015 22:12:26 da parte di Stefano - Gruppo di preghiera di Gesù Bambino di Gallinaro
25/05/2014 00:26:28 da parte di ex fonte internet - Re: Re: Re: Metamorfosi societarie (5)
24/03/2014 20:20:40 da parte di Pinzo Panzo - La situazione si sta facendo drammatica !!!!!
22/03/2014 08:58:59 da parte di Antonio - Re: ma chi c'è nell'aria?
17/03/2014 00:42:30 da parte di uno ri murica auta - ma chi c'è nell'aria?

 

del 22/07/2010 23:48:11

I camaleonti sono rettili squamati appartenenti al sottordine dei Sauri. Sono contraddistinti da numerosi elementi peculiari: la capacità di mutare colore, la lunga lingua retrattile e appiccicosa con cui catturano gli insetti, e i grandi occhi che possono ruotare l'uno indipendentemente dall'altro.
Molte specie hanno la testa "decorata" da protuberanze nasali, rostri, corna, o creste; queste decorazioni sono in genere più evidenti nei maschi.
Gli occhi dei camaleonti rappresentano un caso unico nel mondo animale. Possono ruotare e mettere a fuoco indipendentemente l'uno dall'altro; senza spostarsi, il camaleonte è in grado di osservare l'ambiente circostante a 360°. Quando punta una preda, il camaleonte rivolge verso di essa entrambi gli occhi, recuperando la visione stereoscopica e quindi la percezione della profondità.
Come i serpenti, non hanno orecchie. Di alcune specie, viceversa, risulta che comunichino attraverso vibrazioni nei rami, e pare siano sordi. I camaleonti hanno la lingua incredibilmente lunga (talvolta più lunga del loro stesso corpo), e sono in grado di tirarla fuori molto velocemente; in un certo senso, la velocità con cui i camaleonti possono "lanciare" la lingua controbilancia la loro generale lentezza nei movimenti.
Una razza di recente mutazione genetica ha la caratteristica di cambiare oltre al colore della pelle,anche continuamente la sua identità,sputando veleno appiccicoso dietro uno squallido monitor di computer. Può essere nocivo. Tenersi a debita distanza.


Commenti: 0


del 22/07/2010 23:34:34

Silvio,sarà il nome a farti scrivere certe cose?
Mi sa proprio di si.
Meglio se te stai chiuso in un cantuccio al buio ed al limite esci tra qualche annetto.
Nenache il consigliere Migliore in persona,pensava ci fossero nel globo,gente che lo stima ed innalza utilizzando tali frasi,vocaboli che hanno qualcosa di celestiale.
Annuntio vobis gaudium magnum habemus Silvio!

Commenti: 1


Comunicazione di servizio (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 4798
a cura di >Organo Territoriale di Prevenzione Telematica

del 22/07/2010 23:32:40

Informiamo il sign."Gianni Parisi" o presunto tale che a seguito di controlli telematici anagrafici incrociati a breve accerteremo se persiste il reato di furto d'identità perpetrato ai danni di un soggetto rispondente al nominativo sopramenzionato.
Il furto di identità infatti è un reato.
L'uso del nome altrui per un indirizzo email, è un reato a tutti gli effetti. Ingannare così platealmente la comunità Internet non si può
Rischia un massimo di un anno di carcere chi si appropria dell'identità altrui in rete. Lo stabilisce la sentenza 46674 della Cassazione, che ha confermato la condanna di un uomo che aveva utilizzato un indirizzo email intestandolo in apparenza ad una propria conoscente.
Lo stesso dicasi per "Massimo Cassarino"e per quanti altri fomentano
dubbi agli inquirenti sulla loro reale identità.
E' altresì ammesso,oltre a chi preferisce il "vero" nome e cognome,l'uso comune di un nickname di fantasia,purchè supportato da indirizzo e-mail esatto e individuabile.
Resta ssempre ferma l'immediata tracciabilità dell'utente tramite l'indirizzo IP.
Per approfondimenti:
http://punto-informatico.it/2142699/PI/Brevi/furto-identita-un-reato.aspx

Commenti: 0


Link su siti on line (Ascolta il messaggio) Tema: 5 - Post: 4797
a cura di Giovanni Migliore

del 22/07/2010 23:31:34

http://www.radiortm.it/2010/07/22/il-consigliere-migliore-ri-scrive-al-sindaco-di-modica-sulla-multiservizi-riceviamo-e-pubblichiamo/
http://www.ondaiblea.it/2010072222845/Ragusa-e-provincia/Modica/modica-giovanni-migliore-pdl-llettera-al-sindaco-sulla-multiservizir.html

http://www.ragusanews.com/news/Giovanni-Migliore,-lettera-aperta-al-sindaco-Buscema/11662

http://www.modicainfigura.it/public/portale/index.php?option=com_content&view=article&id=340:il-caso-multiservizi-spa-parla-il-cosigliere-pdl-giovanni-migliore&catid=56:spettacolo

http://www.modicaliberata.it/wp/?p=6166


Commenti


Uno che non capisce
22 luglio 2010 alle 14:03

Il consigliere Migliore ha violentato un’intera città.
Perchè lo lasciate parlare cosi?
*
bimbo monello
22 luglio 2010 alle 14:30

e poi caro sindaco è cosi sicuro di avere con lei ancora la forza dei nummeri che le hanno permesso di sedersi li.Secondo le critiche che si ascoltano continuamente in citta la stessa citta che la sua amministrazione sta uccidendo,siete rimasti soli vedrete le prossime elezioni siete stati pesati,misurati e giudicati non idonei
*
Riccardo
22 luglio 2010 alle 15:00

Caro cons. Migliore, ci vuole spiegare con fatti, atti e tutto ciò che può essere documentabile, perchè l’operato di tale signore è discutibile?
O come abbia,parole sue “contribuito solamente ad una gestione fallimentare dai numeri spaventosi.”
Se non dovesse trovare nulla di documentabile, domandi agli amministratori nominati anche dal suo partito, loro magari sapranno qualcosa, visto che hanno fatto prestiti assurdi e tanto altro.
Il loro operato, ai suoi occhi, non è stato discutibile, sicuramente però andrebbe discusso.
Sono sicuro, che ai suoi occhi il loro operato non ha contribuito ad una gestione spaventevolmente fallimentare.
No, loro hanno contribuito solamente a creare quel clima di incertezza che oggi regna nei lavoratori.
A questa amministrazione va dato atto, se pur con lentezza, del fatto di volere sistemare le cose senza intaccare nessuno.
Lei continui pure la caccia alle streghe, mi raccomando non si domandi mai chi ha appiccato il rogo.
*
osservatore non politico
22 luglio 2010 alle 15:28

Uno che non capisce, prima di parlare dovrebbe imparare a capire per evitare di uscire dal seminato.
Un signore invece come Riccardo, piuttosto che fare dietrologia, potrebbe fare qualche considerazione più intelligente che gli eviterebbe di apparire solo come un amico del direttore ed uno che rimane comunista a prescindere.
Signori, io penso che data la situazione politica che da tempo inguaia gli italiani,quando molto raramente, accade che un politico di qualunque colore esso sia,cerca di evitare che la comunità a cui apparteniene, possa essere penalizzata da politiche miopi o scellerate,improntante alla vecchia logica del clientelismo,vada non dico lodato, ma quantomeno incoraggiato. Se per faziosità politica,non si riesce a capire che la mala politica o la cattiva amministrazione,come nel caso in oggetto,verrà comunque pagata da noi cittadini,non capiremo mai nulla.Sarebbe comunque giusto che ogni opinione venisse espressa nel merito delle questioni e non come spesso accade,per partito preso.Chi non lo avesse capito ancora,l’epoca dei partiti è finita,vorremmo che iniziasse quella della buona politica.
*
Fuser
22 luglio 2010 alle 16:11

Il Sig. Migliore scrive:
“Egregio signor Sindaco,
so che Lei non ama molto scrivere, specialmente quando si tratta di dare doverose risposte a Consiglieri che Le pongono questioni che dal loro punto di vista meritano riscontro…”
Sul dare le risposte “doverose” nulla da dire; ne ho da dire relativamente ai metodi: Lei è un Consigliere Comunale e come tale sa che le risposte “doverose” sulle problematiche relative ad una città Lei le può ottenere tranquillamente in Consiglio Comunale con una ’semplicissima’ interrogazione al Sindaco stesso. In quella sede, il Sindaco ha il dovere di risponderLe. Se poi, la risposta alla Sua interrogazione non la convince, può fare i Suoi comunicati stampa di denuncia.
La lettera aperta la potrei utilizzare io, da semplice cittadino, che ho qualcosa da ‘domandare’ o far rilevare al Sindaco o chi per lui. Non penso sia strumento di un Consigliere Comunale. Magari cosa ci si potrebbe aspettare? Che il Sindaco rispondesse alla Sua lettera utilizzando lo stesso metodo che sto utilizzando io per commentare le Sue parole?

Continua:
“E’ palese sig. Sindaco, che abbiamo modi diversi di concepire la politica e l’amministrazione d’un ente: Lei ritiene che il consenso popolare Le dia legittimità a non rispettare la parte politica avversa, io penso invece che nessuna forza dei numeri, autorizzi la non trasparenza e legittimi il diniego al confronto democratico. ”

Il confronto democratico, come Le dicevo prima, due soggetti pubblici come il Sindaco ed il Consigliere Comunale, lo hanno principalmente in sede di Consiglio Comunale.
*
italiano
22 luglio 2010 alle 17:03

vale anche a livello nazionale: “che il consenso popolare dia legittimità a non rispettare la parte politica avversa, io penso invece che nessuna forza dei numeri, autorizzi la non trasparenza e legittimi il diniego al confronto democratico”.
*
Giovanni Migliore
22 luglio 2010 alle 17:50

Assolutamente sereno e condivisibile il commento del sig. Fuser,che evidentemente interpreta il corretto atteggiamento della politica.
Purtroppo però, le cose non vanno secondo lo schema riportato da Fuser,che eviterebbe quest’attività epistolare.
Infatti il mio ricorso “anomalo” ai media è sempre successivo ad una mancata risposta di un’interrogazione o ad una risposta monosillabica che non può ritenersi soddisfacente.
Poichè ritengo che in qualche modo bisogna rimediare,obtorto collo, di necessità ne facciamo virtù.
*
Fausto Righi
22 luglio 2010 alle 19:10

Fuser, non sono d’accordo sul primato della forma sulla sostanza, non sono d’accordo sulla sua accentuazione del metodo, a scapito dei potenziali risultati. Che il Consiglio comunale sia la sede idonea per certe discussioni è pacifico. Non è affatto pacifico che questa idoneità ‘ab origine’ escluda lo svolgimento delle stesse discussioni in sedi diverse. Grazie al Consigliere Migliore siamo in presenza, a Modica, di una modalità di far politica che consente veramente ai cittadini di rendersi conto più da vicino di quello che succede nel Palazzo. Giovanni Migliore sta dimostrando che non considera la politica un giochino nascosto, riservato agli addetti ai lavori. Non sta coltivando il suo orticello privato, per coglierne, lui da solo, i migliori frutti, cosa che , ormai è chiaro, hanno fatto e continuano a fare in tanti. Dovremmo essere orgogliosi di poter sapere come stanno le cose. Il confronto democratico, allargato a tutti i cittadini , è molto più democratico di un confronto a due. Come lei sa, democrazia significa letteralmente governo del popolo. Mi risponda, per favore. Secondo lei dov’ è che troviamo più popolo, cioè più democrazia? In un confronto limitato a due o in un confronto aperto a tutti? E’ ora che il Sig. Buscema scenda dalla torre eburnea . Il fatto che sia Sindaco non lo autorizza a comportarsi in maniera così distaccata – per non dire altro – nei confronti di nessuno. Una lettera aperta non è lesa maestà. E Buscema non ha nulla di regale. Se si fosse degnato di rispondere, non ci sarebbe stato bisogno della lettera.Cordialmente.
*
Zorro, caballero spadaccino con mascera annessa
22 luglio 2010 alle 19:44

eburnea = di avorio

Commenti: 0


del 22/07/2010 22:27:32

MAMMA MIA CHE CATASTROFE,
il sig. Massimo Cassarino e il sig. Gianni Parisi che si arrampicano sugli specchi per difendere un improbabile sindacuccio e un'inesistente sinistra-opposizione (a suo tempo come ora, visto che si oppone al buon governo e ai suoi soci di coalizione),
il sig. Salvo che va nel pallone e non riesce a comprendere ciò che il sig. Darwin ha chiaramente espresso,
ci mancava solo scientology (che io ho conosciuto come Dianetics negli anni '80 del secolo scorso) che si rinnova.

tra i tanti truffatori non so chi scegliere; forse Daisaku Ikeda, almeno lui non ha idea di quello che accade a Modica (se solo sapesse dell'esistenza di Modica).

Cons. Migliore, la esorto a guardare avanti, a lasciare dietro di se l'immagine pura che la contraddistingue e che la rende unico più che raro.

come tutti voi attendo con ansia la risposta del sindaco, se mai verrà.
s.

Commenti: 1


del 22/07/2010 21:49:16

Che ci pozzo fare se non ciò le squole alte come celi à lei e tutti li altri che scrivvono in cuesto sito.

Commenti: 0


del 22/07/2010 21:45:09

Ecco a voi,come previsto,il primo supporter!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Osservatore non politico...a breve,tutti gli altri fans!!!!!

Commenti: 0


del 22/07/2010 21:24:19

> Signor Parisi, chi è combinato come lei,non dovrebbe avere spazio al confronto,almeno per due motivi:
il primo, perchè chi è accecato dalla faziosità,vive con i paraocchi e quindi non vede nemmeno il proprio naso,figuriamoci se riesce a distinguere il bene dal male;
il secondo,perchè chi riesce a fare due errori in una sola parola,quale contributo pensa di poter dare alla discussione?
Ci vorrebbe il buonsenso di stare a sentire.

Commenti: 3


del 22/07/2010 20:49:21

Attendiamo con ansia i commenti dei vari ed innumerevoli Fausto Righi,darwin,vedetta,psicologo,ammiratore dello psicologo,maria calabrese,R.C.
Guarda un pò,questo consigliere quanti sostenitori attivi ha sul Suo sito e chissà quanti ne dimentico.
Sindaco Buscema e signor Giurdanella,andate a casa i pobblemi ti Motica li risovve il consigliere comunale,dottore Giovanni Migliore.

Commenti: 1


meteo a modica (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 4791
a cura di che tempo fa?

del 22/07/2010 20:37:29

Oggi 22 Luglio 2010,nonostante il caldo,si è lavorato "bene" anche
nei tribunali. Grazie ai climatizzattori.

Commenti: 0


del 22/07/2010 20:33:15

> Ma scusate vorrei capire,ma se l'ex Sindaco Torchi, sbagliava o leggittimava la Politica di allora, cosa significa che il Sindaco Buscema deve lasciare tutto come lo ha trovato?
Ma per piacere sign. Darwin si faccia un pò di scuola sulla Politica Amministrativa.
Poveri noi.

Commenti: 1


del 22/07/2010 19:22:11

> Signor Cassarino,

mi auguro sia vero che il Sindaco Buscema "NON C'ERA AI TEMPI DELLA NOMINA.", me lo auguro di cuore. Il dovere dell'opposizione è controllare ogni atto della maggioranza, diversamente non si capisce perchè debba essere presente nelle commissioni ed in consiglio la coalizione che ha perso le elezioni.

Anche Lei persegue la logica del vecchio marpione politico, DELEGITTIMARE PER LEGITTIMARSI. Ieri sera ho sentito alla TV Quagliariello che alla domanda se esisteva una questione morale nel PDL ha risposto seraficamente che in Puglia c'erano diversi indagati della sinistra.

Ma se possiamo "giustificare" il politico di turno che ci prende in giro, non è possibile giustificare il cittadino che subisce e paga.

Col Suo ragionamento, siccome il PDL, a Suo dire, ha partecipato a creare il disastro della Multiservizi (pensavo fosse targata UDC), il Consigliere Migliore, che tra l'altro non era neppure in politica in quel periodo, non può chiedere conto e ragione dell'operato dell'amministrazione.
Veramente masochista.
Eppure il Sindaco aveva dichiarato che se ricorrevano gli estremi avrebbe tutelato il comune nelle sedi opportune, a questo punto bisogna presumere che tutto è stato regolare. Ed è regolare che Noi tutti paghiamo per un operazione che ha portato benefici solo a poche persone.

Se Lei è contento di tutto ciò, consenta agli altri di avere un pensiero diverso.

Commenti: 1


del 22/07/2010 18:17:29

> Signor Massimo Cassarino, se c’è qualcuno, non tanto che dimentica, ma che confonde, il che è più grave, è lei. Una cosa è il costo, altra cosa è la retribuzione, quante volte bisognerà ripeterlo? Se non conosce la differenza si informi. Non mi risulta che il contratto a tempo indeterminato escluda il licenziamento, sa dirmi da quando? Di giusta causa ne basta una e qui ce ne sono tante. Altra considerazione. Lei sostiene che, siccome una cosa è stata fatta male da alcune persone in passato, invece che risolverla lasciamola come sta. Allora, se dopo un intervento chirurgico le rimane una pinza nell’addome, non vada a lamentarsi dal nuovo primario, perché l’intervento sbagliato le è stato fatto quando il primario era un altro. Quando si assumono gli onori, si assumono anche gli oneri. Quindi il Sig. Buscema, assumendo l’onore di sindaco ha assunto anche gli oneri connessi alla precedente gestione. Il suo improponibile attacco a Giovanni Migliore fa ridere per l’inconsistenza, sorridere per l’incompetenza e piangere per la pochezza. Al suo posto andrei a nascondermi. Che modalità squallida, la sua, di esprimere livore!

Commenti: 0


del 22/07/2010 17:59:08

> multiservizi????una vecchia mestierante che nessuno vuole ufficialmente,ma che tutti usano in disparte.!!!!!!

Commenti: 0


del 22/07/2010 17:38:05

GENTILE CONSIGLIERE,
HA DIMENTICATO DI SCRIVERE CHE IL DIRETTORE DELLA MULTISERVIZI HA UN CONTRATTO CON RETRIBUZIONE ANNUALE PARI AD € 104,00 A TEMPO INDETERMINATO ,CON TUTTE LE DIFFICOLTA' DEL CASO RELATIVAMENTE AL LICENZIAMENTO DELLO STESSO.
HA DIMENTICATO DI DIRE CHE E' STATO ANCHE IL SUO PARTITO,QUANDO ERA AL GOVERNO DELLA CITTA' A PREVEDERE L'INQUADRAMENTO A TEMPO INDETERMINATO.
CERTE DOMANDE LE PONGA AI VERI RESPONSABILI DI TALI ATTI ONEROSI PER LA CITTA'.
MAGARI,PIUTTOSTO CHE DA BUSCEMA,SI FACCIA SPIEGARE DA SUOI COLLEGHI DI PARTITO,COME MAI HANNO PREVISTO L'INQUADRAMENTO A TEMPO INDETERMINATO CON UN COMPENASO COSI' ALTO.
BUSCEMA NON SA SCRIVERE NE RISPONDERE ED INOLTRE NON C'ERA AI TEMPI DELLA NOMINA.
LO CHIEDA AI SUOI AMICI E COLLEGHI DI PARTITO.IN QUESTO CASO,COME IN ALTRI HA SBAGLIATO DESTINATARIO CUI MANDARE TALE RICHIESTA DI DELUCIDAZIONI.
Che modalità mediocre di fare opposizione.

Commenti: 3


del 22/07/2010 17:11:14

> Modica sta diventando terra da conquistare, le sette avanzano. Prima quella giapponese, adesso Scientology. Sanno come muoversi, lo fanno con molto garbo. Una sbandiera i nobili ideali della cultura e del pacifismo, l’altra si maschera dietro la lotta a una piaga mortale. Come specchietti per le allodole non c’è male. E purtroppo molta gente ci cade. Mi auguro che nessuno, stasera, a Marina di Modica, voglia prestarsi alla commedia, ovvero alla tragedia di entrare in contatto con questa gente. Non intendo appesantire il forum con la divulgazione di cosa è e cosa fa questa spregevole organizzazione, recentemente condannata anche in Francia per truffa. Chi è interessato può digitare su google ‘scientology truffa’ e anche ‘scientology setta’. Oppure, direttamente:
http:++www.arcetri.astro.it+~comore+skeptic+sette.html
http:++www.giovani.it+news+societa+scientology.php
http:++xenu.com-it.net+txt+mariapia02.htm#2

Commenti: 0


del 22/07/2010 16:47:00

> Tratto da www.repubblica.it

REPORTAGE
----------------------------------------------
"Noi operai Chrysler con la morte in faccia
resuscitati dalla cura italiana e dall'orgoglio"
---------------------------------------------------
"All'inizio ci siamo offerti volontari per qualsiasi cosa. Ora lavoriamo con il Wcm: leggi qualità". Viaggio nello stabilimento di Jefferson dopo il piano Marchionne da 700 milioni
---------------------------------------------------
di SALVATORE TROPEA
------------------------
"Noi operai Chrysler con la morte in faccia resuscitati dalla cura italiana e dall'orgoglio"

DETROIT - "Noi che abbiamo visto la morte in faccia, sappiamo che cosa vuol dire essere resuscitati e siamo orgogliosi di avere contribuito a questa rinascita della Chrysler".

"Viviamo in maniera sostanziale la partnership con Fiat, come una vera partnership, a differenza di quanto è accaduto con altre esperienze del passato, anche recente". Cynthia C. Holland, opulenta e simpatica ragazza di colore, descrive l'altra faccia della luna, quella di un posto come la Chrysler di Jefferson, unica fabbrica di automobili sopravvissuta, nell'area di Detroit, alla grande diaspora che in poco tempo ha visto disperdersi o declinare i colossi dell'industria dell'auto.

Ha buon gioco a parlare così perché dirigente di un sindacato, la UAW (Unione Auto Workers) che ha un rispettabile peso nell'assetto azionario della società. Essere socio piuttosto che controparte sociale vuol dire tanto. Ma lei dice che "non è soltanto un problema di ruolo". "Qui ha contato e conta ancora il fatto che la gente ha capito che eravamo arrivati all'ultima spiaggia e si è rimboccata le maniche, in senso vero non metaforico. Quando si è trattato di riorganizzare la fabbrica per metterla in grado di produrre la Grand Cherokee, la gente si è offerta volontaria per venire a pulire, tinteggiare, riportare questo posto all'onore del mondo. E guardi con quali risultati. Per questo parlo di orgoglio".

A Jefferson, uno dei pochi quartieri industriali di Detroit che ancora conserva tracce dell'antica grandezza, la Chrysler di Sergio Marchionne ha investito 700 milioni di dollari (poco meno della cifra investita da Fiat a Pomigliano d'Arco), per cominciare la risalita verso la riconquista del rango che aveva negli anni ruggenti in cui era la rispettabile e temuta seppure più piccola delle big three dell'auto a stelle e strisce. I soldi ma anche la collaborazione e il dialogo. Qui Marchionne si è messo sulla frequenza d'onda americana, cosa per lui facile, e ha vinto. Se restituirà, come conta di fare, entro il 2014 i 7,4 miliardi di dollari che deve per 5,8 al Tesoro Usa e 1,62 al Canada, dopo controllerà una quota superiore al 50 per cento della Chrysler di cui è ceo. Lui italo-canadese, padrone in terra americana.

Sulla facciata della torre che domina il quartier generale di Auburn Hills, un complesso che per grandezza è secondo solo al Pentagono e forse, dicono, alla ex residenza di Ciausescu, si legge a caratteri cubitali "The things we make make us" per dire che uno conta e viene percepito per quello che pensa e che fa. Per Marchionne questo vuol dire la strada verso il successo, ovvero verso una Fiat che diventa americana e mondiale e una Chrysler che, grazie al Lingotto, torna tra i grandi dell'automobile. In numeri, oltre 6 milioni di vetture assieme nel 2014. Nell'ingresso del palazzo la cui torre si alza nel cielo come il silos di una farm da prateria americana di pietra grigia e rossa, un'aquila ad ali spiegate color verde smeraldo, più che simboleggiare la grandezza appannata del passato segnala le ambizioni che Marchionne ha trasmesso per il futuro ai 51 mila lavoratori (di cui 36 mila colletti blu) sparsi negli stabilimenti di America, Messico e Canada.

In un luminoso corridoio centrale pende dal soffitto una grande bandiera bianca bordata di rosso con al centro due stelle, una nera e una gialla, a indicare i morti nelle guerre e i superstiti. Ai lati si aprono altri corridoi segnalati con i numeri come le avenues americane: ovunque grandi murales che mostrano operai e famiglie sorridenti. Una Grand Cherokee fa bella mostra di sé all'ingresso, quasi a indicare il primo grande passo verso la risalita. Poco lontano, la piccola 500 arrivata a Torino e pronta per essere prodotta a Toluca in Messico, è su un congegno nei pressi della galleria del vento: la stanno sottoponendo ai test necessari per consentirle di affrontare poi il mercato americano. Gli italiani, per dire gli uomini Fiat, che stanno guidando la "renaissance" sono undici, compresi i pendolari come Marchionne diciotto in tutti gli Stati Uniti. Vivono nelle cittadine attorno a Detroit e non hanno la pretesa di tornare a casa ogni fine settimana come facevano i manager tedeschi della Daimler. A tenerli in tiro ci pensa Marchionne. Risultato: hanno accorciato di 3-4 mesi il timing dal congelamento del progetto all'entrata in produzione di una vettura.

A una cinquantina di chilometri, nella storica fabbrica di Detroit, gli operai raccontano che appena un anno fa, quando il fallimento sembrava dovesse cancellare l'azienda dalla storia, i dipendenti erano 47 mila. Oggi sono oltre 50 mila. "Vuol dire che non ci sono state solo uscite ma anche assunzioni e per giunta in larga parte di lavoratori qualificati con un elevato titolo di studio" dice Massimo Risi, un ingegnere arrivato qui dagli stabilimenti di Bursa in Turchia, col compito di responsabile del World class manifacturing. Che poi vuol dire "la capacità di lavorare al meglio, incrementare la qualità, ridurre a zero gli sprechi".

Questa della Wcm sembra essere la chiave di lettura del successo. Non solo nel racconto di Marchionne che sarebbe più che comprensibile. Sono i lavoratori, le donne e gli uomini in larga parte neri e latinos che affollano le officine rimesse a nuovo sulle linee delle quali scorrono le Grand Kerokee, a confermare questa "filosofia" spiegandola con un'aria di partecipazione impensabile altrove. "Se vuoi difendere il tuo lavoro devi saperlo fare bene" dice un corpulento operaio negro: un anziano che guadagna 28 euro lordi l'ora per quaranta ore settimanali, mentre il suo vicino dalla faccia ispanica, ne guadagna 14 essendo entrato da poco. "A noi va più che bene - dicono - perché abbiamo il lavoro e se provi a farti un giro nelle periferie di Detroit capirai meglio cosa vuol dire".

(22 luglio 2010)

Commenti: 0


Per Il sig. Salvo (Ascolta il messaggio) Tema: 5 - Post: 4783
a cura di Franco

del 22/07/2010 16:03:53

Ha visto che il cartepillar quando entra in azione è difficile fermarlo ?
Io credo che in base a quello che lei aveva scritto, una risposta al consigliere è d'obbligo. Le piante devono essere concimate ed innaffiate e non aspettare solo i frutti.in attesa

Commenti: 0


La storia si ripete (Ascolta il messaggio) Tema: 5 - Post: 4782
a cura di Darwin

del 22/07/2010 13:38:11

> E' dagli anni ottanta che non si fanno concorsi pubblici significativi a Modica, allora la pianta organica fu portata a dimensioni faraoniche, circa 550 dipendenti se non ricordo male.

Possiamo ben dire che in quel momento fu messo in atto il progressivo disagio economico del Comune di Modica.

Chi è venuto dopo, per acquisire consensi e voti, ha dovuto invertarsi opportunità, rifiuti, Cooperative, Multiservizi e Rete Servizi. Tutte le sigle politiche che si sono succedute nel tempo, sia di maggioranza che di opposizione ne hanno tratto benefici, ma solo i Cittadini hanno subito le conseguenze di tutto ciò, tasse sempre più alte e servizi sempre più scadenti.

Solo nell'ultimo decennio:
appaltando i rifiuti e destinando i netturbini di ruolo ad altro incarico, si sono aggravati costi per oltre 100 unità lavorative;
stesso sistema con la nascita della Multiservizi e della Rete Servizi, si sono aggiunte unità lavorative per oltre le 50 unità;
le cooperative hanno fatto la loro parte con un numero simile di occupati.

Volendo volare bassi sono circa 3.000.000 di euro l'anno che hanno eroso liquidità al comune alimentando a dismisura la voragine di debiti.

Dopotutto mica erano soldi loro, e non avevano neppure pudore dato che nessuno si scandalizzava, in questo modo i baroni della politica hanno fatto carriera o hanno perpetuato il loro posto in consiglio, hanno avuto anche il tempo di allevare eredi a loro immagine e somiglianza, una clonazione in atto da anni nelle segreterie dei partiti nelle tane del malaffare.

Se è responsabile chi ha amministrato, dov'era l'opposizione? dov'erani i sindacati? Quando i ruoli non sono ben marcati o non vengono ben interpretati cosa possiamo pretendere?

Chi ha vissuto queste esperienze e vorrebbe continuare, chi coltiva ideali faziosi e di parte, chi è pieno di pregiudizi, dell'operato del Consigliere Migliore resta prima stupito, poi infastidito, infine costruisce secondi fini atti a delegittimare il Suo operato.

Consigliere Migliore, continui, anche gli scettici dovranno ricredersi.

Commenti: 0


del 22/07/2010 12:12:55

Egregio signor Sindaco,
so che Lei non ama molto scrivere, specialmente quando si tratta di dare doverose risposte a Consiglieri che Le pongono questioni che dal loro punto di vista meritano riscontro, in quanto attengono a problematiche che investono la collettività, ma evidentemente a Suo giudizio vanno cestinate e magari commentate nel silenzio del Suo gabinetto con la frase:”vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole e più non dimandare.”
E' palese sig. Sindaco, che abbiamo modi diversi di concepire la politica e l'amministrazione d'un ente: Lei ritiene che il consenso popolare Le dia legittimità a non rispettare la parte politica avversa, io penso invece che nessuna forza dei numeri, autorizzi la non trasparenza e legittimi il diniego al confronto democratico.
Ho, a più riprese sollecitato un confronto serio che mettesse la parola fine alle diverse storture che caratterizzano la Multiservizi Spa, che facesse prendere coscienza a Lei ed alla Sua Giunta di quanto non fosse giusto buttare denaro pubblico in un carrozzone che ne ha già divorato tanto e risolvesse alcune anomalie che l'opinione pubblica non tollera più, in merito ad alcuni rapporti di lavoro che vanno risolti non con il buonismo ma con l'equità del buon amministratore.
Ma Lei si finge sordo!
Stamane, per gentile concessione, possiamo leggere su un quotidiano un intervento sul tema, scritto dall'amministratore unico della società, Giovanni Giurdanella che giustifica la lungaggine dei tempi con la preparazione degli atti propedeutici alla stesura dell'atto notarile per la liquidazione della società,tiene a precisare che la cifra da me denunciata corrisponde al lordo dello stipendio del direttore tecnico,definisce necessaria la figura d'un tale quadro e qualifica polemiche le mie riflessioni.
Il signor Giurdanella omette di dire però che spesso i tempi tecnici delle procedure nel pubblico, diventano asfissianti perchè non vengono adeguatamente seguiti; non ho mai sostenuto che il compenso di 104.000 euro del direttore tecnico fosse al netto, bensì relativo al costo complessivo per la società (dismessa)e sarebbe stato opportuno che l'amministratore spiegasse ai cittadini la necessità di tale figura professionale ed il perchè andasse mantenuta, sebbene in presenza di risultati che per il momento evito di definire.
Faccio infine osservare al signor Giurdanella che si può definire polemica una contestazione fatta per puro spirito di contraddizione.
A me pare invece che i dati relativi a questa vicenda siano sufficientemente oggettivi e pertanto non inquadrabili in una presunta polemica.
Chiedo al sig. Giurdanella : se piuttosto che amministrare una società interamente partecipata dal Comune, amministrasse una sua società, quindi con denaro proprio,penserebbe lo stesso di spendere oltre 100.000 euro l'anno per una figura il cui operato è discutibile, solo per usare un eufemismo?
Sig. Sindaco, io nella mia vita professionale come in quella politica,amo portare a termine le questioni che affronto, si convinca pertanto che chiuderò la mia attività epistolare solo quando daremo soluzione al problema, fino ad allora sarò il Suo costante controllore, perchè nè da cittadino,nè tantomeno da politico, riuscirò mai a tollerare il malgoverno e lo spreco di pubblico denaro.
Speranzoso che Lei possa familiarizzare con una penna, La saluto distintamente.

Modica 22/07/2010

Commenti: 3


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113  114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)