Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

28/09/2017 20:02:52 da parte di Giovanni Migliore - Una storia antica
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
31/01/2015 22:12:26 da parte di Stefano - Gruppo di preghiera di Gesù Bambino di Gallinaro
25/05/2014 00:26:28 da parte di ex fonte internet - Re: Re: Re: Metamorfosi societarie (5)
24/03/2014 20:20:40 da parte di Pinzo Panzo - La situazione si sta facendo drammatica !!!!!
22/03/2014 08:58:59 da parte di Antonio - Re: ma chi c'è nell'aria?
17/03/2014 00:42:30 da parte di uno ri murica auta - ma chi c'è nell'aria?

 

Un primato da dimenticare (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5135
a cura di Fonte internet

del 21/08/2010 20:12:49

NEL RAPPORTO SQUILIBRIO EFFETTIVO / POPOLAZIONE DEL DISAVANZO DELL'ANNO 2008 MODICA ADDIRITTURA E'PRIMA.

Un sentito grazie a chiunque ha contribuito all'ottenimento di questo primato.

http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/controllo/sez_autonomie/2010/Delibera_n._16_2010_e_relazione.pdf

Commenti: 0


Re: raccolta differenziata (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5134
a cura di Darwin

del 21/08/2010 15:07:51

> Ma come non lo sa? E' gia partita (persa) ed è in atto la trasformazione delle deiezioni umane in mucillagene se non mi crede parli con quanti frequentano le nostre spiagge e con l'assessore al ramo.

L'ecologia a Modica è il settore più avanzato, subito dopo con grande sforzo abbiamo i servizi sociali, Voi pensate che sono pochi e scadenti, ma dimenticate che sono graziosi o meglio CARI e sicuri, i nostri concittadini li affidiamo solo agli amici, così siamo sicuri che li tratteranno bene.

Non dimentichiamo il settore sviluppo economico, Berlusconi parla di semplificzione per chi vuol iniziare un'attività, noi da tempo non chiediamo nulla, Voi magari malignamente direte che sono abusivi, ma così si genera ricchezza e lavoro.

Fiore all'occhiello i settori urbanistica ed edilizia, sempre Berlusconi, Lui pensa in piccolo, parla di piano casa, Noi da tempo attuiamo il piano imprenditore, funziona così, acquista un terreno agricolo con 4 soldi, lo sportello Unico lo trasforma in miniera, forse sarebbe il caso di chiamarlo maghello Unico, per gli oneri si fà quel che si può, ma teniamo duro e vogliamo tutto con l'edilizia cooperativa perchè questi vogliono speculare.

Non trascuriamo i nostri economisti, pensate il piglio, l'impegno estenuante a redigere un bilancio preventivo, stanno provando strenuamente a raggiungere la precisione alla lira, pardon al centesimo, fra bilancio preventivo e consuntivo siamo solo a quattro mesi di differenza.

Modicani dormite sonni tranquilli, c'è chi lavora anche per Voi. Forse.

Commenti: 0


Le riflessioni continuano (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5133
a cura di Giovanni Migliore

del 21/08/2010 15:07:16

REPLICA DEL SINDACO

http://www.ilgiornalediragusa.it/politica/22351-risanamentorisposta-immediata-al-pdl-resposabile-del-disastro-assieme-al-mpa.html

RISPOSTA DEL PDL

http://www.radiortm.it/2010/08/21/pdl-modica-le-facce-di-bronzo-non-si-arrendono-ad-alcuna-evidenza


http://www.ilgiornalediragusa.it/politica/22357-modica-bilancio-qamministrazione-senza-strumento-di-programmazioneq.html

LE FACCE DI BRONZO NON SI ARRENDONO A NESSUNA EVIDENZA

Avevamo da tempo capito che la principale causa del ridimensionamento su scala nazionale ed europea dei partiti di sinistra fosse da ricercare nell'arroganza politica della maggior parte dei suoi personaggi, ma non pensavamo che alcuni di loro non si arrendessero nemmeno di fronte a fatti inconfutabili.
Alludiamo ovviamente agli amministratori di Modica, che hanno davvero la faccia di bronzo.

Ecco alcuni dati di bilancio consuntivo dall'anno 2007 al 2009 e quelli del preventivo del 2010, che speriamo possano contribuire a riportare nel mondo reale gli uomini che da oltre due anni governano (si fa per dire)questa città.



Ciò che risulta evidente è che per gli anni presi in esame, la spesa corrente dell'ente è aumentata, grazie alla "limatura" operata sui servizi da questi maghi della finanza che propagandisticamente, avevano detto in campagna elettorale di avere tutti gli strumenti per salvare la città dai debiti accumulati dai loro predecessori.

Se può servire a togliere un pò di confusione dalla testa del Sindaco, gli ricordiamo che non abbiamo mai detto di condividere alcune scelte della vecchia maggioranza, solo per il fatto di appartenere a quella formazione politica.

Quest'amministrazione che ha tanto criticato le scelte di alcuni servizi affidati a società partecipate, in realtà sta solo trasferendo i servizi ad una nuova società che ne sosterrà i vecchi costi.

Siete davvero "i creativi" della finanza!



Ma la vera alchimia,leggendo la bozza di bilancio di previsione 2010, l'avete realizzata, per quadrare il bilancio,ponendo nello stesso, per le entrate extratributarie, cifre per le quali, lo storico degli anni precedenti, V'indicava chiaramente che la riscossione era avvenuta nella misura di circa il 20% ,per effetto di quegli accertamenti che ad oggi non risultano essere stati eseguiti.
Avete scoperto come far pagare in due, tre mesi, ciò che non è stato possibile riscuotere in diversi anni?

Se non dovessero bastare i numeri a far riflettere questa maggioranza, facciamo per l'ennesima volta rilevare che la loro guida della città, è priva del benchè minimo strumento di programmazione sia a medio che a lungo termine, pertanto i cittadini, da un lato vedono aumentare la spesa pubblica e dall’altra assistano impotenti alla morte della loro città, per un economia sempre meno viva in tutti i settori, non possono che guardare con legittimo pessimismo al futuro.

Commenti: 0


raccolta differenziata (Ascolta il messaggio) Tema: 2 - Post: 5132
a cura di Libero

del 21/08/2010 14:06:49

Consigliere Migliore, mi sa dire se e quando partirà la raccolta differenziata porta a porta?Ieri mattina mi trovavo a Ispica dove questo nuovo metodo è già iniziato da un bel pò, e le posso dire che la città è pulita,organizzata e i cittadini hanno risposto in modo positivo collaborando pienamente.A mio avviso è da prendere in esempio.Noi avremo mai questo metodo di raccolta?Grazie mille

Commenti: 1


Una Provincia " na-babba" (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5131
a cura di Profondo sognatore

del 21/08/2010 13:14:31

Mi risveglio dopo un letargo durato quasi un anno.
Faccio un bilancio consuntivo dei sogni più importanti.
Tra di essi figurano,alla voce "infrastrutture da sogno"
(nel senso che ce le sogneremo)
tre cose in cui un pò tutti credevamo, ma ahimè l'evidenza dei fatti dimostra ancora una volta che la nostra "piccola" provincia continuerà ad esserlo ancora per molto.
Ho sognato un grande display luminoso in cui c'erano scritti gli orari dei voli - da e per Comiso -,incredibile,era il Magliocco, operativo e funzionante,un evento epocale per la nostra piccola provincia. Finalmente,mi son detto,ce l'abbiamo fatta!
Ben tre compagnie internazionali offrono servizi eccellenti da far invidia al Charles de Gaulles di Parigi.
Poi ho sognato la stazione di Modica,grande,moderna,con treni superveloci,come le frecce del nord; pensate,la tratta Modica -Ragusa
in soli sette minuti e mezzo,quella per Scicli tre minuti, Siracusa in soli 18 minuti.
L'ultimo sogno,per così dire,importante,riguarda l'autostrada.
Da non crederci,mi trovavo in c.da Beneventano(ss.115 Ispica-Pozzallo)
all'improvviso mi appare davanti,nuova,maestosa,verde,un'insegna indicante -entrata Autostrada Siracusa-Gela, direzione Catania-;
euforia al massimo, Catania finalmente raggiungibile in auto in massima sicurezza in meno di 60 minuti.
Finalmente Modica ha la sua tratta autostradale,la sua ferrovia superveloce e l'aeroporto a 15 minuti d'auto.
Adesso veramente il turismo risulterà il capitolo più importante della nostra economia,una volta per tutte.
Addio vocazione agricola del territorio,addio mucche,latte,formaggi,grano, adesso il vero volàno sarà il turismo che arriverà copioso ed abbondante da tutte le parti e con ogni mezzo. Finalmente il riscatto. Da provincia "babba" a provincia "nababba". Ed abbiamo pure il petrolio.
Modica, la Dubai del Sud Europa. Un vero sogno.
Già,infatti,solo un fantastico ed irrealizzabile sogno.

Commenti: 0


del 21/08/2010 12:51:31

> Consigliere Migliore, stamattina il cassonetto dato alle fiamme è stato rimosso ma non è stato sostituito con uno nuovo.
Come si dice: La speramnza è l'ultima a morire.

Commenti: 0


ALCUNE CONSIDERAZIONI SUL BILANCIO (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5129
a cura di GIOVANNI MIGLIORE

del 21/08/2010 03:50:59






una primissima analisi cosa si fa vedere che la spesa corrente
nel 2007 era 44.616.278 e nel 2010 con la grande limatura dei servizi è andata a 48.195.571,41
quindi abbiamo solite spese+debiti fuori bilancio
infatti cosa è cambiato rispetto al passato ....
critica alla Multiservizi considerata superflua ma in effetti nella sostanza resterà....magari con un 'altro nome
unica contrazione alla spesa
qualche dipendent in pensione
forse 4 in mobilità
4 pulmini di bambini in meno
....e poi
infatti guardate i numeri

potremmo dire che la spesa si è contratta se avessimo sempre 44.616.278 del 2007 e avremmo in essa inserito i debiti fuori bilancio...
invece abbiamo la stessa spesa + i debiti fuori bilancio

per bilanciare cosa troviamo

tasse uguali sempre le stesse
ma con entrate tributarie ed extra in aumento

ho finito poco fa di ricostruire le entrate extratributarie
cosa sono ?

Segreteria Generale, Personale e Organizzazione
Ufficio Tecnico
Anagrafe, Stato Civile, Elettorale, Leva e Servizio Statistico
Polizia Municipale - Risorse generali
Polizia municipale - Risorse finalizzate codice della strada
Assistenza scolastica, trasporto, refezione, altri servizi
Biblioteche, musei e pinacoteche 0 0 0
Teatri, attivita' culturali e servizi diversi nel settore culturale
Piscine comunali
Stadio comunale, palazzo dello sport e altri impianti
Manifestazioni diverse nel settore sportivo e ricreativo
Servizi turistici
Manifestazioni turistiche
Viabilità, circolazione stradale e servizi connessi
Trasporti pubblici locali e servizi connessi
Urbanistica e gestione del territorio
Edilizia residenziale pubblica locale e piani di edilizia econ. popol.
Servizio idrico integrato
Tariffa di igiene ambientale
Asili nido, servizi per l'infanzia e per i minori
Proventi servizi di prevenzione e riabilitazione
Strutture residenziali e di ricovero per anziani
Assistenza, beneficenza pubblica e servizi diversi alla persona
Servizio necroscopico e cimiteriale
Entrate da sanzioni amministrative, ammende e oblazioni
C.O.S.A.P.
Canone per concessioni cimiteriali
Interessi su anticipazioni o crediti
Utili netti delle aziende speciali e partecipate, dividendi di societa'
Proventi diversi

ENTRATE ACCERTATE 2007 6.107.941,00
INCASSATO COMPETENZA 2007 1.311.531,00


ENTRATE ACCERTATE 2008 6.763.476,00
INCASSATO COMPETENZA 2008 1.527.917,00


ENTRATE ACCERTATE 2009 7.515.756,10
INCASSATO COMPETENZA 2009 1.578.256,00



PER IL 2010 PREVISIONI D'ENTRATA 9.381.392,26

Guardate che forbice che c'è tra l'accertato e l'incassato !!!!!

Quale criterio se non quello di fare quadrare, può spingere a pensare che le previsioni sia di oltre 9.000.000 di euro quando al 19/07 si sono accertate solo 1.700.000 cioè nemmeno il 20%?

Si pensa di accertare il restante 80% in 4 mesi quando il 20% scarso si è fatto in 8 mesi?
Qualche dubbio si prospetta all'orizzonte.

Alcune considerazioni.....

strano ad esempio nel bilancio che è prevista un entrata di 1.000.000 per la pubblicità e poi al 19/07 abbiamo incassato solo 98974,66


Visto l'orario oltre misura, rinviamo a domani qualche altra ulteriore analisi.
Buonanotte

Commenti: 0


del 21/08/2010 02:57:40

> Consigliere Migliore, mi creda il quartiere è in mano ai vandali.Ce un numeroso gruppo di ragazzi che con fare minaccioso e con strafottenza disturbano in maniere costante l'intero quartiere.Io stesso non credevo ai discorsi fatti con amici della zona fino a quando non sono andato a vedere con i miei occhi.Cè bisogno di controlli continui e il rispristino della legalità e della civiltà.Notte

Commenti: 0


del 21/08/2010 02:44:26

> Con grande rammarico e tristezza leggo il suo post.
E' difficile comprendere quali possono essere stati i motivi che non hanno permesso di ripristinare i cassonetti.
Ancora più grave è immaginare che qualcuno abbia dato fuoco a qualcosa che appartiene alla collettività.
Io sarei più felice ( anche se detto con ironia) che l'atto volgare di dare a fuoco sia all'interno di qualche mente perversa piuttosto che pensare che sia una bravata di ragazzi di gruppo.
Se cosi fosse questo fatto ci deve fare riflettere in modo doppio.
la repsonsabilità del nostro futuro, dei nostri giovani è nostro compito....se questo ....è il risultato significa che stiamo fallendo.

In ogni caso domani mattina farò una telefonata all'Assessore Serra per vedere se può fare ripristinare i cassonetti bruciati.
Grazie

Commenti: 2


del 21/08/2010 02:34:09

> Consigliere Migliore, la prego cortesemente di intervenire ancora una volta per risolvere un problema a dir poco vergognoso: nel mio messaggio precedente dove le spiegavo ciò che i residenti del quartiere di viale Manzoni lamentano,le ho scritto anche che circa 3 giorni fà sempre nello stesso quartiere era stato dato alle fiamme un cassonetto della spazzatura. Ebbene sono passato proprio 20 minuti fà dal Viale Manzoni e ho fatto un giro nelle vie sottostanti, e con rammarico ho visto che ciò che è rimasto del cassonetto dato alle fiamme è ancora la..nessuno l'ha rimosso e ha dato una ripulita e non hanno neppure sostituito con uno nuovo.Ditemi voi se è normale una cosa del genere.Mi dispiace solo di non aver potuti fare una foto altrimenti l'avrei inviata.E' scandaloso che un cittadino deve rivolgersi ad un consigliere comunale affinchè quest'ultimo si deve interessare per una cosa che in un paese civile e con un'assessore competente tutto questo dovrebbe avvenire in automatico.

Commenti: 1


Re: Re: Re: Re: Viadotti (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5125
a cura di Libero

del 21/08/2010 02:22:02

> sono daccordo con lei, e faccio un'appello a tutti gli organi di stampa affinchè mettano in evidenza questa problematica con la speranza che qualcuno di nostri politici possa prendere a cuore il problema e risolverlo.

Commenti: 0


del 20/08/2010 20:50:05

> La coerenza è un optional. E le parole lasciano davvero il tempo che trovano. Il PdL dichiara che l’attuale gestione non ha apportato “modifiche sostanziali e di correzione ad un’attività dell’ente che continua sulla strada di chi li ha preceduti”. Questo vuol dire che il PdL non condivide, oltre all’attuale gestione, quella che l’ha preceduta. Davanti a questa affermazione vengono presentate due ipotesi: è un merito o è un demerito? E’ chiaro che non è un merito ed è chiaro che è un demerito. Tuttavia, come se niente fosse, la risposta è strabiliante. Se è un merito aver continuato a percorrere la strada della precedente gestione, il PdL deve tacere. Questo significa che chi scrive queste amenità ritiene che l’appartenenza ad un partito dovrebbe imporre, comunque, la sua difesa a spada tratta. Se poi aver continuato a percorrere la strada della precedente gestione, al contrario, è un demerito, occorre comunque tacere. Giusto per sottolineare che è solo ed esclusivamente l’appartenenza ad un partito che stabilisce ciò che è corretto e ciò che non lo è. Ma stiamo scherzando? E’ questo il concetto di politica che informa il Palazzo? Qualunque cosa, se fatta da uno schieramento politico, non importa se bene o male deve “per forza” essere condivisa dagli appartenenti a quello schieramento? Ci mancava solo questa dichiarazione per aprire ulteriormente gli occhi su un sistema che, invece che preoccuparsi della tutela dei cittadini, alza a vessillo la tutela del sistema della lobby.

Commenti: 0


Commento del sindaco Buscema a nota del Pdl (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5123
a cura di Giovanni Migliore

del 20/08/2010 19:36:43

http://www.radiortm.it/2010/08/20/modica-commento-del-sindaco-buscema-a-nota-del-pdl/


Replica dell’amministrazione comunale di Modica, alla nota del Pdl di ieri sulle scelte amministrative. Riceviamo e pubblichiamo.

Leggendo la nota del gruppo consiliare del PdL, diramata a commento delle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi al Giornale di Sicilia dal deputato regionale del MpA Riccardo Minardo, la cosa più facile che verrebbe da dire è che dovrebbero essere loro a stare più attenti agli effetti della canicola estiva: c’è però molto più seriamente da valutare che questo risveglio del PdL dal torpore si è manifestato con toni tanto inutilmente disordinati e violenti quanto incoerenti e scorretti.

Dal momento che il gruppo consiliare del PdL si rivolge direttamente all’onorevole Minardo, non sta a noi assumerne una difesa d’ufficio, ma su certe accuse che entrano nel merito delle scelte della nostra gestione finanziaria e che denotano –delle due l’una- ignoranza o malafede, non possiamo non sentirci in obbligo di ristabilire la “verità”, espressione di cui loro abusano ma della quale noi abbiamo ancora profondo rispetto, come ne abbiamo del diritto dei nostri concittadini di conoscerla.

Il PdL si arrischia infatti a sostenere che “nessun costo è stato limato” da questa Amministrazione e che pertanto “risulta difficile comprendere come si possa realizzare un percorso di risanamento”: forse il PdL è rimasto distratto rispetto alle scelte che siamo stati costretti a fare in questi due anni e ai sacrifici radicali ai quali abbiamo dovuto costringere capitoli importanti per la gestione dell’Ente e della Città.

Del resto dobbiamo ricordare al PdL ciò che la Città già sa, ovvero che abbiamo chiuso a pareggio il Conto consuntivo del 2009, rispetto ai 5 milioni e 700 mila euro di disavanzo del 2007 e che questo non sarebbe stato possibile senza “limare” le spese.

Nonostante ogni singolo passaggio della nostra azione di risanamento sia stato reso puntualmente chiaro e pubblico -e siamo certi che i modicani ne abbiano, nel bene e nel male, piena consapevolezza- rinviamo al dibattito della prossima sessione consiliare sul Bilancio il dettaglio dei numeri, invitando il PdL ad essere più attento nel leggerli e meno avventato nel commentarli, evitando così di avventurarsi in critiche tanto demagogiche e superficiali quanto improbabili e a tutti gli effetti autolesionistiche.

Laddove i consiglieri del Pdl dichiarano infatti, andando davvero oltre i limiti del congruo, che noi non avremmo apportato “modifiche sostanziali e di correzione ad un’attività dell’ente che continua sulla strada di chi li ha preceduti”, chiediamo che ci chiariscano, sebbene nella assoluta scorrettezza e infondatezza dell’affermazione, se quello che ci attribuiscono è un merito, e allora dovrebbero astenersi da ogni critica, o un demerito, e allora non resterebbe davvero nulla da replicare, rispetto a quella che sarebbe a tutti gli effetti la più esplicita ammissione di colpa rispetto alla gestione disastrosa che loro –che ci hanno preceduti- hanno condotto.

Commenti: 1


del 20/08/2010 15:21:21

POSSEDERE LA SAPIENZA E' MEGLIO DI AVERE ORO E POSSEDERE L'INTELLIGENZA VAL PIU' CHE AVERE ARGENTO.

Commenti: 0


Re: Re: Re: Viadotti (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5121
a cura di geometra

del 20/08/2010 13:49:00

Sig. Libero, sono perfettamente daccordo con lei e con i suoi post, volevo solamente dare un contributo tecnico circa le possibilità di intervento atti all'installazione di ulteriori e più sicuri dissuasori che potessero prevenire le disgrazie.
Le disgrazie su un ponte sono di due tipi: quelle volute (suicidi) e quelle involontarie (cadute dal ponte a causa di incidente).
I metodi che potremo o potremmo "inventare" sono comunque legati alla stabilità del manufatto in questione (tra il Ponte Guerrieri e il Viadotto Nino Avola ci sono enormi differenze statiche).

Nessuna polemica dunque, ma solo contributi alla soluzione del problema.

E' ovvio che nè Lei nè io abbiamo voce in capitolo tanto quanto i nostri amministratori che possono agevolmente interessare l'ANAS per porre rimedi preventivi ad una consuetudine per chi dell'insano gesto ne fa una soluzione definitiva.

Mi auguro che non siamo solo noi due a voler sollevare una questione così importante, ma che tutta l'opinione pubblica se ne faccia carico e non solo per dare la "sensazionale notizia" di un tentato (o peggio, riuscito) suicidio.

Commenti: 1


Link su Giornale di Ragusa (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 5120
a cura di Giovanni Migliore

del 20/08/2010 01:45:20

http://www.ilgiornalediragusa.it/attualita/22313-modica-una-proposta-di-giovanni-migliore-per-regolamentare-lambulantato-in-citta.html

Commenti: 0


del 19/08/2010 18:36:55


Modica, 19.08.2010

Se l'onorevole Riccardo Minardo, nel periodo di vacanza fosse più attento a proteggersi dalla canicola, evitandone gli effetti alla testa, forse oggi, non avremmo il privilegio di conoscere la verità sul bilancio del Comune di Modica.
Il parlamentare regionale in una dichiarazione rilasciata al giornale di sicilia in data 18 agosto, afferma di condividere le linee generali che hanno come obiettivo il risanamento dell'ente diretto dal sindaco Buscema, fermo restando che i prossimi bilanci non potranno essere più approvati con i ritardi che caratterizzano quello in via d'approvazione.

Sarebbe opportuno capire di quale risanamento parli l'onorevole, posto che nessun costo è stato limato, risulta difficile comprendere come si possa realizzare un percorso di risanamento.
Evidentemente non si sentono appagati di aver vinto le elezioni, sproloquiando sul tema del risanamento! Sarebbe opportuno che ai cittadini si spiegasse come intendono rilanciare l'economia locale,non apportando modifiche sostanziali e di correzione ad un'attività dell'ente che continua sulla strada di chi li ha preceduti.

Il bilancio di cui parla Minardo,sarà approvato entro agosto per essere rivisto entro il 30 settembre, quando cioè saranno trascorsi i 9 dodicesimi dell'anno e ad oggi sono trascorsi gli 8 dodicesimi, si chiede a questo esperto della finanza, cosa possa cambiare nell'arco d'un mese negli equilibri di bilancio, se i giochi sono già fatti.

Cerchiamo di capire anche quanta credibilità possa avere un bilancio che ad oggi abbia incassato gli oneri previsti solo al 30% e in qualche caso, al di sotto di questa soglia, per avvenuti accertamenti pari a zero.

Sappiamo che l'onorevole Riccardo non ha una formazione specifica in termini di economia, ma non può per questo affermare certe baggianate come quella di prevedere l'uscita da ente strutturalmente deficitario in tempi che la legge non riconosce, così come sarebbe opportuno che ricordasse che il Commissario di Stato ha già bocciato la proposta di rientro dalle anticipazioni regionali in 10 anni piuttosto che nei tre previsti, per evitare di parlare di qualcosa che già si sa di non poter perseguire.

Ma l'onorevole ha voluto tentare una furbata politica, nel tentativo che qualcuno ci cadesse!

Lo sa l'onorevole Riccardo che il bilancio 2009 è "orfano" del conto patrimoniale, obbligatorio da allegare al conto economico?

Allora, se davvero vuole informare la cittadinanza di quanto accade nel Palazzo, lo faccia nel rispetto della verità, altrimenti privilegi il silenzio.

Il gruppo Consiliare del PDL

http://www.radiortm.it/2010/08/19/pdl-modica-tuona-contro-il-parlamentare-riccardo-minardo-in-merito-al-bilancio-del-comune/

Commenti: 0


del 19/08/2010 16:16:41

Il sottoscritto Migliore Giovanni,Consigliere Comunale di Idea di Centro, fa appello all’ Assessore al Commercio, Avv. Frasca Caccia , di voler considerare la seguente proposta formulata:
Spett. Assessore, malgrado il Suo assessorato abbia da tempo attenzionato i problemi che caratterizzano il settore del commercio ambulante, nonostante il Suo ufficio stia lavorando anche in queste settimane,giusto impegno da Lei assunto il 15 luglio scorso, per ovviare alle problematiche emerse dallo svolgimento del mercato settimanale in viale Manzoni, l'ambulantato a Modica, continua a porre problematiche che ritengo di sottoporre alla Sua attenzione, affinchè da un adeguato studio possa venir fuori una soluzione congrua per la nostra città e per gli operatori interessati.
Gli ambulanti a posto fisso, muniti di regolare autorizzazione, potrebbero essere controllati mediante l'apposizione d'un cartellino numerato sul mezzo in cui è depositata la merce e con delle tabelle che delimitino il posteggio, sulle quali venga segnato l'orario di vendita autorizzato.

Inoltre, ravviso l’opportunità che con strisce orizzontali, venga delimitato lo spazio occupato da ogni singolo operatore.
Gli ambulanti locali itineranti, potrebbero essere muniti del numero di cui sopra ma di diverso colore, da apporre sempre sul proprio mezzo; infine, gli ambulanti itineranti con nulla osta, lo stesso cartellino numerato ma di colore diverso rispetto agli altri.

Questi piccoli ma necessari accorgimenti, potrebbero contribuire a mettere ordine in un problema annoso che genera non poca confusione tra gli operatori e danno economico al nostro Comune e che se attivati, certamente contribuiranno a migliorare i controlli degli organi preposti.

Ho ritenuto doveroso sottoporLe queste mie ipotesi di regolamentazione d'un settore "difficile" ma per il quale bisognerà pure trovare adeguata soluzione,in uno spirito di collaborazione.
Rimango in attesa di Suo cortese riscontro,dichiarandomi sin da ora disponibile a qualunque forma di confronto volto alla soluzione di questo problema.

http://www.radiortm.it/2010/08/19/modica-consigliere-migliore-proposta-di-regolamentazione-dellambulantato/

http://www.modicaliberata.it/wp/?p=6466

Commenti: 0


Re: Re: Viadotti (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5117
a cura di Libero

del 19/08/2010 15:30:24

>Sig. Geometra,non capisco il riferimento agli automobilisti e il limite di velocità, in ogni caso la foto che ho allegato era solo per fare un esempio di come potrebbe essere la recinzione e non centra nulla con l'altezza del viadotto.Se ci fa caso la rete metallica è della stessa altezza di quella del ponte Gurrieri,solo che è più sicura per il semplice fatto che l'estremità della stessa è piegata verso l'interno per far si che in qualche modo ostacoli chi volesse scavaccarla.A mio avviso questo tipo di rete è sicuramente migliore dell'attuale e spero che qualche politico o addetto ai lavori prenda in seria cosiderazione l'idea di cambiarla.Bisogna fare qualcosa immediatamente.Bisogna intervenire con la messa in sicurezza del ponte Gurrieri, del Costanzo e del viadotto Nino Avola.So benissimo che se un povero disgraziato vuole compiere l'insano gesto trova il modo per farlo,ma le istituzioni devono fare qualcosa per prevenire.Quella di cambiare la rete di protezione è solo un'idea,magari qualcuno se ne ha altre sono gradite.

Commenti: 1


INFORMAZIONI UTILI 2 (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5116
a cura di giobbe

del 19/08/2010 14:33:00

Consigliere Migliore, legga questa sentenza e ne tragga le conclusioni.

Saluti.



Società partecipate: i Consiglieri comunali possono accedere agli atti
(Tar Piemonte, Sez. I, Sentenza n. 934+10)
di Alessio Tavanti
Il diritto di accesso agli atti da parte dei Consiglieri comunali è esteso a tutte le società di cui si avvalgono gli Enti locali per la gestione dei servizi pubblici, a prescindere dalla misura della partecipazione del Comune al capitale sociale e dalla qualità di società partecipata o di mero concessionario della gestione dei servizi.
E’ quanto ha affermato il Tar Piemonte, con la sentenza in commento, con la quale ha accolto il ricorso presentato da un Consigliere comunale avverso il diniego di accesso agli atti di una società partecipata dall’Amministrazione.
Nel caso di specie, il ricorrente aveva presentato istanza per accedere all’elenco fornitori della società mista, a partecipazione pubblica maggioritaria, affidataria di alcuni servizi pubblici, ritenendo tale diritto strumentale all’espletamento del mandato elettivo.
La società, per contro, aveva negato l’accesso, sostenendo che, nonostante la partecipazione maggioritaria del Comune, essa non sarebbe stata qualificabile come Ente o azienda dipendente dal medesimo, ex art. 43 del Tuel, non configurandosi nella fattispecie il modello gestorio dell’in house providing di cui all’art. 113 del Tuel, mancando il requisito del controllo analogo.
Da ciò è scaturito il ricorso del Consigliere comunale, il quale ha lamentato la violazione dell’art. 43 del Tuel e del Regolamento del Consiglio Comunale.
In particolare, ha sostenuto che il diniego all’accesso, giustificato con la presunta non riconducibilità della società tra le aziende dipendenti dal Comune, comporterebbe, innanzitutto, una restrizione del diritto di accesso dei Consiglieri, maggiore di quello riconosciuto alla generalità dei cittadini che, ex art. 22 Legge n. 241+90, trova estensione anche ai soggetti di diritto privato gestori di servizi pubblici.
Inoltre, la specifica composizione societaria sopra citata non varrebbe ad impedire il richiesto diritto di accesso.
Infine, ha affermato il ricorrente, non vi è alcuna norma che delimiti la nozione di Ente dipendente dal Comune alle sole società in house.
Il Tar adito ha, preliminarmente, posto l’attenzione sul contenuto del diritto di accesso del Consigliere comunale e, partendo dall’interpretazione dell’art. 43 del Tuel, ne ha effettuato una ricostruzione richiamandosi alla numerosa giurisprudenza intervenuta sul punto.
Il Collegio, in particolare, ha affermato che tale diritto deve essere letto in un’accezione ampia sia da un punto di vista soggettivo, dovendosi ricomprendere “qualsiasi informazione ritenuta dal richiedente utile all’espletamento del mandato elettivo, con esclusione delle sole richieste strumentali ed indeterminate e senza alcun onere di motivazione scritta” (Tar Piemonte, Sez. II, Sent. n. 2128+09), sia da un punto di vista oggettivo dovendo interpretare il termine “utili” come estensione del diritto a qualsiasi atto ravvisato utile all’espletamento del mandato (Consiglio di Stato, Sez. V, n. 5264+07).
All’Amministrazione non è di fatto lasciato alcuno spazio di sindacato in merito all’interesse del consigliere alla visione degli atti e all’ottenimento delle informazioni, in quanto “sul piano oggettivo, esso ha la medesima latitudine dei compiti di indirizzo e controllo riservati al Consiglio comunale (al cui svolgimento è funzionale)”(Consiglio di Stato, Sez. V, Sent. n. 4471+05).
Per quanto riguarda la possibile estensione di tale diritto anche agli atti delle aziende o Enti partecipati dal Comune, a prescindere dal loro inquadramento nella figura dell’in house providing, il Giudice amministrativo ha ribadito l’inesistenza di una norma, secondo cui il diritto d’accesso può estendersi solo alle aziende comunali riconducibili all’anzidetta forma gestionale.
Nessuna norma di legge o principio costituzionale, infatti, autorizza l’interprete ad operare una simile discriminazione, la quale si rivelerebbe lesiva degli stessi canoni ermeneutici di origine costituzionale, di cui agli artt. 3, 24 e 113 Cost.
Né, tantomeno, tale restrizione può essere ravvisata nelle intenzioni del Legislatore del Tuel, il quale nell’utilizzo dell’espressione “aziende o Enti dipendenti” del Comune, non poteva assolutamente riferirsi agli organismi in house, non essendo in quel momento ancora riconosciuti dalla giurisprudenza, né in via normativa, quale figura organizzatoria tipica.
La stessa sentenza Teckal del 1999 non era peraltro idonea in quel momento a delineare la figura dell’in house providing, come successivamente elaborata dalla dottrina e dalla giurisprudenza e poi disciplinata nell’art. 113 del Dlgs. n. 267+00.
Inoltre, i giudici hanno evidenziato che tali aziende o Enti gestiscono pubblici servizi locali per il Comune e per questo che il legislatore li ha individuati come soggetti passivi del diritto di accesso dei rappresentanti della popolazione locale.
Tutto ciò, secondo il Giudice amministrativo, fa propendere per una lettura interpretativa estensiva delle intenzioni del Legislatore, tale da considerare le società in house come solo uno dei possibili soggetti destinatari delle richieste di accesso dei consiglieri, rappresentando insieme alle altre figure di società partecipate dall’Ente locale, uno dei diversi soggetti giuridici idonei a gestire i servizi pubblici locali.
In sostanza, a parere del Tribunale, il discrimine ai fini dell’assoggettamento al diritto di accesso dei consiglieri comunali ex art. 43 Tuel, è contrassegnato dall’essere, l’azienda o l’Ente affidatario della gestione di un pubblico servizio locale per conto del Comune, non rilevando il modello di gestione.
Tale assunto trova conferma nella recentissima giurisprudenza, la quale ha ritenuto soggette al diritto d’accesso dei Consiglieri comunali tutte le società di cui si avvalgono gli Enti locali per la gestione di servizi, a prescindere dalla misura della partecipazione del Comune al capitale sociale e dalla qualità di società partecipata o di mero concessionario della gestione dei servizi.
Il Giudice amministrativo, nel caso di specie, pronunciandosi su una richiesta di accesso formulata nei riguardi di una società consortile comunale, cui partecipava l’Ente con una quota non maggioritaria, ha precisato che la natura di società di capitale non preclude l’esercizio del diritto in oggetto, dato che la proprietà della medesima è in parte imputabile al Comune, elemento che vale a giustificare e legittimare la richiesta documentazione.
Pertanto, è possibile affermare che “le società partecipate pubbliche, siano esse strumentali agli enti partecipanti o concessionarie o affidatarie di servizi pubblici locali, restano assoggettate alle regole di buona amministrazione imparziale, secondo il principio di legalità, di cui all’art. 97 Cost. e al capo I della legge n. 241 del 1990. Finché questi strumenti societari impiegano soldi pubblici per lo svolgimento di funzioni pubbliche o per l’erogazione di servizi pubblici, non è consentito che il rivestimento formale privatistico possa consentire ad essi di sottrarsi alle regole di trasparenza e di controllabilità che indefettibilmente caratterizzano la funzione e il servizio pubblici”.( Tar Campania – Napoli, Sez. V, Sent. n. 448+10).
In conclusione, il Collegio ha accolto il ricorso del Consigliere comunale, ritenendo riduttiva la linea interpretativa sostenuta dall’Amministrazione, secondo cui l’accesso agli atti delle società partecipate resta subordinato alla norme civilistiche in forza delle quali tale diritto vada negato ai soggetti estranei agli organi della società e non può esercitarsi al di fuori dell’assemblea (artt. 2381 e 2403 c.c.).
Tale interpretazione, infatti non tiene in considerazione l’inevitabile segno distintivo caratterizzante le società di gestione dei pubblici servizi, rappresentato dal vincolo della funzionalizzazione dell’attività della società agli scopi di pubblico interesse sottesi alla gestione di servizi di pubblica utilità.
Pertanto, il Consigliere comunale ha diritto di conoscere anche le notizie e le informazioni relative alle società o organismi che gestiscono servizi pubblici a favore del comune.

Commenti: 0


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97  98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)