Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:33:51 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

del 12/04/2010 11:51:33

IN EVIDENZA


> Visto che tra alcuni giorni,la mia spazzatura andrà a finire,(se non ci saranno novità), a Mazzarrà S.Andrea in provincia di Messina,vorrei vederci un pò più chiaro sulla vicenda.

La discarica di Mazzarà Sant’Andrea,dista solo 300 metri dal centro abitato di Furnari,(Comune sciolto per infiltrazioni mafiose e quindi commissariato).
Ben sette consiglieri comunali,su quindici complessivi,si sono dimessi.
Nel paese l’aria è irrespirabile, non sempre, ma spesso, il cattivo odore arriva dalla discarica, ne sono coinvolti anche i comuni limitrofi.
La discarica era fin a qualche tempo fa un problema che era meglio tacere, era comoda da tirar fuori in campagne elettorali con promesse, dimenticate subito dopo l’elezione, qual’ è la stranezza? in Italia è prassi, in Sicilia è obbligo. Il 10 Aprile 2008 scatta l’operazione “ Vivaio” condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Messina, che porta a provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di varie persone, riconducibili a “ Cosa Nostra” operante nella zona tirrenica.
Buona parte dell’operazione è riconducibile all’attività imprenditoriale legata alla discarica ed al suo indotto; il Gip scrive: “ il Comune di Mazzarà allo scopo di allargare la discarica avrebbe dovuto acquisire attraverso la procedura espropriativa, determinati terreni. Di fatto quest’acquisizione è avvenuta per cessione bonarie dei proprietari che si sono rivelate particolarmente lucrose per i precedenti proprietari dei fondi”. La società che si occupa della discarica è la Tirreno Ambiente.

Il Senatore Lumia,in un'interrogazione, chiede: quali iniziative il Governo intenda assumere per evitare che la discarica di Mazzarà S. Andrea sia ancora soggetta al condizionamento mafioso; se il Ministro dell’interno sia a conoscenza dei gravissimi fatti esposti in premessa e delle ragioni per cui sono, allo stato, mancate conseguenti iniziative da parte delle istituzioni competenti; se, una volta verificata la veridicità di quanto riportato, non ritenga doverosa l'adozione di una procedura di accesso, al fine di poter assumere le eventuali necessarie determinazioni in ordine allo scioglimento dell’amministrazione comunale di Furnari, ai sensi dell’articolo 143 del decreto legislativo n. 267 del 2000.
Il 13 Marzo 2009 si è insediata al comune di Furnari la commissione ministeriale nominata dal Prefetto Alecci di Messina su disposizione del Ministro degli Interni Maroni, per accertare infiltrazioni della criminalità organizzata all’interno dell’ente. La commissione, presieduta dal viceprefetto Contarino, è composta da esponenti delle forze dell’ordine: il dirigente del commissariato di Barcellona, Rodolfo Savio, il tenente colonnello dei Carabinieri, Luigi Bruno, e il Maggiore della Guardia di Finanza, Ugo Rabbuffetti. La commissione avrà tempo novanta giorni per concludere le indagini.
La legge deve fare il suo corso, speriamo che a Furnari non accada ciò che già si è verificato in altri comuni, ma intanto il danno ai cittadini è stato fatto, il comune è rinomato per il suo vino e il suo olio, oggi invece ha un danno ambientale causato dalla vicina discarica, che tra l’altro dovrebbe essere ampliata.
I Camion carichi di spazzatura la notte attraversano la statale 113, per arrivare alla discarica di Mazzarà, lasciamo perdere la velocità, lo dico perché io personalmente abito sulla statale in territorio Terme Vigliatore, da lì passano; Dai camion cola un liquido che si riversa sulle strade e con l’avvento del caldo lascio al lettore immaginare l’odore che al mattino si sente salire, non oso immaginare l’odore che arrivi a chi si trova vicino alle discariche.

ulteriori informazioni per chi ha tempo e pazienza :

http://isolapulita.over-blog.it/article-furnari-sette-consiglieri-si-dimettono--42828985.html

Commenti: 0


Area Petizioni - Attiva (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3270
a cura di Giovanni Migliore

del 12/04/2010 10:53:53

IN EVIDENZA


Amici del blog con questo post vi segnalo che da oggi è partita la petizione on-line per il trasferimento del Mercato Rionale di Modica Alta.
La firma digitale sarà garantita dalla convalida tramite l'email che sottoscriverete.
Se il numero di firme sarà congruo,alla petizione farò seguire una mozione altrimenti esporrò il fatto tramite una interrogazione all'ammninistrazione.

Come fare per sottoscrivere la petizione ?

Andare alla vostra destra nell'area petizione, cliccare sul trasferimento mercato rionale di Modica Alta e poi sottoscrivere la petizione.
La tua firma sarà valida se risponderai all'email che verrà inviata nell'email che hai evidenziato.
In questo modo avremo solo email certe e definite.
Spero di aver fatto cosa gradita a quanti del Viale Manzoni patiscono questo problema da anni.

Commenti: 0


12 Aprile 2010 - Un nuovo abusivo (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3269
a cura di Giovanni Migliore

del 12/04/2010 08:46:58

IN EVIDENZA


Stamattina in Via Musco Traversa di Viale Manzoni abbiamo un nuovo ambulante abusivo.
Cira 10 minuti fa ho inviato un messaggio all'Assessore Calabrese :
In Via Musco traversa Vial e Manzoni un abusivo con frutta sistemata a terra. Ti prego di fare intervenire i VV.UU.

Commenti: 1


Perdonate l'assenza (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3206
a cura di Giovanni Migliore

del 12/04/2010 01:41:16

Amici le funzioni religiose e il lavoro mi hanno allontanato dal sito.Ho tante cose da raccontarvi . A presto

Commenti: 0


Link delegazione comunale a Catania (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3205
a cura di Giovanni Migliore

del 12/04/2010 01:27:31

IN EVIDENZA


http://www.radiortm.it/2010/03/31/delegazione-del-comune-di-modica-visita-l%E2%80%99impianto-titolare-del-brevetto-refolo/

Delegazione del Comune di Modica visita l’impianto titolare del brevetto “Refolo”
scritto il 31 mar 2010 nella categoria: Politica


Ieri mattina una delegazione del Comune di Modica, composta dall’Assessore all’Ecologia Tiziana Serra e dai consiglieri comunali Leonardo Aurnia (MPA), Giovanni Occhipinti (MPA) e Giovanni Migliore (PdL), si è recata presso lo stabilimento della G.T.A. s.r.l del gruppo Arcobaleno, a Catania, titolare del brevetto Refolo(sistema alternativo e tecnologicamente avanzato nel campo dello smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani).
Durante l’incontro sono state esposte le potenzialità dell’impianto che potrebbe dare, nelle intenzioni del depositario del brevetto, una svolta importante nell’annosa questione dello smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani.
Durante la discussione si è valutata la possibilità di effettuare uno studio di fattibilità, con l’eventuale collaborazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), necessario per valutare le potenzialità e le ricadute del sistema Refolo sul territorio modicano.
La delegazione si farà carico di portare a conoscenza dell’ Amministrazione e del Consiglio Comunale le informazioni raccolte e le conseguenti impressioni positive maturate nel colloquio.
“Ci si auspica – dice Leonardo Aurnia – che in futuro problematiche importanti come quella dei rifiuti, possano essere affrontate con lo stesso spirito di collaborazione e di dialogo emerso in questa occasione, tra opposizione e maggioranza, a dimostrazione che entrambi gli schieramenti hanno a cuore le sorti della Città di Modica”.

Commenti: 0


Link su Giornali on-line (Ascolta il messaggio) Tema: 31 - Post: 3267
a cura di Giovanni Migliore

del 11/04/2010 23:57:19

IN EVIDENZA


Giornale di Ragusa

http://www.ilgiornalediragusa.it/component/content/article/17109.html

Radio Rtm

http://www.radiortm.it/2010/04/09/i-costoni-rocciosi-di-via-passogatta-frigintini-modica-il-consigliere-comunale-migliore-interroga/

Il Giornale di Pozzallo

http://www.ilgiornaledipozzallo.net/24292/frigintini-interrogazione-urgente-del-consigliere-migliore-sui-costoni-rocciosi-di-via-passogatti/

Scicli-Ondaiblea

http://www.ondaiblea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=17784:modica-interrogazione-urgente-del-consigliere-migliore-sui-costoni-rocciosi-di-via-passogatta-frigintini&catid=114:modica&Itemid=141

ModicaLiberata

http://www.modicaliberata.it/wp/?p=5120


Nel frattempo ho aggiornato la lista dei giornali on line cliccabili direttamente dalla mia homepage a sinistra e in basso ho inserito tutti i video sul mercato di Modica Alta

Commenti: 0


del 11/04/2010 21:41:42

IN EVIDENZA


Amici del blog e in particolare alle persone che mi hanno spinto ad interessarmi di questo problema a partire dal 30/01/2010.
post 2501











Da allora grazie al suo "pungolo" non ho lasciato mai un post senza seguito.

All'inizio gli uffici non avevano capito il posto dove porre una tabella.
Poi è stata messa una tabella ma ovviamente la stessa non poteva essere in grado di togliere il problema.

Cosi effettuai una ricerca tra gli uffici dei lavori pubblici e gli uffici della manutenzione e cosi riusci a ricotruire la storia di quella strada.

Il 13/03 nel post 3056 ho pubblicato la storia di quel costone roccioso.

Amici del blog, innanzitutto devo ringraziare il Sig. Libero per avermi aiutato a scovare e a scrivere un'altra pagina del mio blog.

In questi giorni quando sono andato in giro negli uffici per reperire informazioni, tutti sapevano di questo costone roccioso "passogatta-frigintini."

Come lei ben dice, una tabella non può fare nulla.

Gli uffici mi hanno riferito che hanno inviato una diffida ai proprietari.

Assurdo........

Queste persone possono pagare loro ?

Qualcuno stima che ci vogliono da 500.000,00 a 700.000,00 ?

Beh nella mia mente ricordando il lavoro di C.da Pisciotto (vicino al rifornimento) questo è costato quasi 90.000,00 (A base d'asta era 110.000,00) ed erano circa 15 metri per un altezza di circa 5 metri.

Ora nel caso in specie il lavoro sarà per almeno 400 metri alto circa 3 metri e quindi ????'

bene,
dopo questi ragionamenti mi sono chiesto,

perchè questi lavori non li fa la provincia?

La risposta:
la Provincia non li può fare perchè questa strada è stata ceduta al Comune.

Quando ?

Il 15/01/2002

Esiste un verbale di consegna?

Si

Cosa c'è scritto ?

Nel 2001 il "Sindaco" con una propria determina n.1951 del 08/11/2001
ha trasmesso con un foglio di accompagno n.18981 del 28/11/2001, il quale ha assunto il protocollo il 04/12/2001 con n.67166

cosa ha chiesto ?

Il Sindaco di Modica ha ridelimitato il centro abitato ai sensi del
D.Lgs 285/92 art. 4 e
D.P.R. 495/92 art.5.

Visto che art.2 del D.Lgs 285/92 art.2 comma 7 sancisce che sono
COMUNALI LE STRADE STATALI,REGIONALI O PROVINCIALI CHE ATTRAVERSONO I CENTRI ABITATI CON POPOLAZIONI SUPERIORE A 10.000 ABITANTI E CHE DI CONSEGUENZA,LE PREDETTE STRADE DIVENGONO DI PROPRIETA' DEL COMUNE "OPE LEGIS" INDIPENDENTEMENTE DA SPECIFICI ATTI AMMINISTRATIVI DI DECLASSIFICAZIONE ......

Le strade passate con questo verbale sono km. 28,79
avete letto bene 28.790 metri di strade.


Ma la storia si fa più interessante, quando andiamo a leggere

Il 15/01/2002, giusta convocazione prot. 6118 del 08/01/2002 trasmessa al competente Ufficio Comunale con raccomandata A/R,
alle ore 09.00, l'Ing Salvatore Mauceri, dirigente del settore viabilità della Provincia Regionale di Ragusa,
si è trovato al km.0+000 della s.p 42 Caitina-Scicli per dare inizio alle operazioni di consegna dei tratti ( 18 tratti ..che potete leggere nel verbale) da parte della Provincia al Comune di Modica.


Nessuno è presente per il Comune di Modica

Atteso l'arrivo del richiesto funzionario comunale fino alle ore 09.30, constatato il perdurare dell'assenza, avuta la presenza, in qualitaà di testimoni, dei signori Massari Rosario e Schininà Claudio,
si da corso alle programmate operazioni di consegna percorrendo, alla presenza continua degli intervenuti, i tratti stradali oggetto di trasferimento, di cui alle allegate planimetrie....

come sarà stata consegnata questa strada ???

al punto 10) tratto iniziale della s.p.28 Modica Favarotta dal km.0+000 al km 1+200
- ubicazione del tratto declassificato in corrispondenza del confine delle particelle 170 e 298 del foglio 29 di Modica
-piano viabile con pavimentazione in conglomerato bituminoso in discrete condizioni manutentive
-impianto di segnaletica verticale completo
-segnaletica orizzontale mancante

e il resto ?????

Vedete amici del blog .......del costone roccioso non se ne parla.

Una strada del genere con un pericolo così evidente come è stata presa in consegna senza che nessuno abbia fatto accezioni ?????

Una svista del genere ci costerà almeno 500.000,00

Mi pongo a questo punto alcune domande ?

Il Sindaco nel 2001 voleva allargare il centro abitato.perchè?
Il funzionario dell'Ufficio Tecnico non si è presentato.perchè?

il verbale finisce in questo modo:

a partire dalla data del presente verbale i tratti sopradescritti nelle consizioi in cui tovasi .....vengono consegnati al Comune di modica che ne acquisisce la titolarietà, per cui da oggi cessa da parte della Provincia l'onere di provvedere alla relativa manutenzione nonchè ogni ingerenza del proprio perosanel tecnico ed ispettivo.
Per dare tempo al Comune di provvedere alla volturazione dei contatori ENEL degli impianti di pubblica illuminazuone ...resterà a carico della Provincia fino al 30/04/2002.

Ogni altro commento....è inutile!!!!!!!!!!!!!!!









































Nel post 3184 vi avevo scritto che avevo terminato l'interrogazione ma stavo lavorando per vedere se c'era qualche finanziamento da proporre all'amministrazione.

Nel nostro comune abbiamo un ufficio pagato per seguire tutti i finanziamenti regionali !!!!!!!!!

Amici leggendo la rassegna stampa della Provincia di Ragusa (((( la Provincia ha un ufficio stampa che fa la rassegna stampa mentre Modica ha un Ufficio Stampa ma non ha rassegna stampa )))) ho scoperto che nel giornale di Sicilia del 23 Marzo 2010 c'è un articolo
FAS, PIOGGIA DI MILIONI SUI COMUNI MA ENTRO 2 MESI SERVONO I PROGETTI

Ho letto nel sito della Regione Sicilia ed effettivamente si parla di un bando per la spesa di circa 219 milioni.
http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE






































































































































































































La settimana scorsa sono andato presso gli Uffici del nostro Comune e ho trovato tutto fermo.

Allora ......

Vediamo che risposta avrò con la mia interrogazione










































Commenti: 0


del 11/04/2010 16:43:09

> Aspettiamo le ultime novità.

Commenti: 0


Re: Re: Rifiuti (Ascolta il messaggio) Tema: 2 - Post: 3264
a cura di MOTUKA

del 11/04/2010 15:53:56

> VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Commenti: 0


vicenda rifiuti Modica-Scicli (Ascolta il messaggio) Tema: 2 - Post: 3263
a cura di un iena

del 11/04/2010 15:52:06

Tutta questa vicenda è assurda e non si capisce il perchè la nostra deputazione iblea non si sia attivata subito per partecipare a questo incontro.I nostri deputati regionali non sapevano nulla di questa riunione?Questo dimostra ancora una volta che non fanno il loro lavoro e quando sono alla regione ci sono soltanto per riscaldare la sedia.Non sarebbe piu giusto chiedere le immediate dimissioni del presidente Antoci e del presidente dell'Ato????Caro presidente Antoci con questa sua idea lei si è giocato le prossime elezioni nel comprensorio Modicano dove se non ricordo male alle scorse elezioni lei ha ricevuto un ottimo risultato.Spero che la procura indaghi e metta fine a questa situazione mafiosa che gira intorno all'Ato.

Commenti: 0


Re: Era ora ( l'Ato è indagAto) (Ascolta il messaggio) Tema: 2 - Post: 3204
a cura di Buone Nuove

del 11/04/2010 12:56:35

> Ecco alcune delle iniziative promosse dal ns. Virtuoso ATO Ambiente di Ragusa,il cui piano di comunicazione è costato 800.000 euro suddivisi in due:
oltre 150.000 euro sono stati gestiti "in house" quindi direttamente dai vertici dell'Ato con iniziative di propaganda alcune a dir poco discutibili, e oltre 600.000 euro sono stati affidati alla società "Pomilio Blum" che a sua volta ha passato la gestione alla "Sikelia Iniziative" di Palermo".


Eco Fashion
05 Settembre 2008
Presso il Castello Donnafugata di Ragusa, il 05 Settembre 2008, Nathalie Caldonazzo presenta... "Ambiente sotto le stelle".

Serata Eco Fashion, per una città più pulita.

Per info: info@atoragusa.it


--------------------------------------------------------------------------------
Amici
03 Settembre 2008
Presso lo stadio comunale, COMISO, il giorno 03 settembre 2008, alle ORE 21.00, appuntamento con gli "Amici di Maria De Filippi" che si esibiranno in occasione della "Giornata Verde".

INGRESSO GRATUITO



Dopo quegli eventi,i problemi legati ai rifiuti si sono azzerati....
nel senso che se prima erano 10,ora sono 10.000 !
Auguri a tutti !

Commenti: 0


Tende parasole (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3203
a cura di Stefano

del 11/04/2010 01:22:49

IN EVIDENZA


Oggetto tende parasole presso esercio commerciale, Modica

Ciao Giovanni,

Sono titolare di un bar, Modica Bassa, dal 08/11/2010.
Il 15 marzo di quest' anno è sorto un problema.
Il bar mi impegna 14 ore al giorno e cento cose al minuto mi passano per la testa su cosa fare per portare aventi il mio esercizio. Quel giorno, un vigile mi ha chiesto l' autorizzazione per la tenda parasole e le insegne pubblicitarie.
Sto provvedendo a eseguire l' autorizzazione.
Oggi però non ho capito una cosa... perchè non si può scrivere sulla tenda parasole il nome del locale? é assurdo ciò che mi dicono, in quanto, ogni singola attività a Modica Bassa tiene scritto il nome sulla propria tenda parasole!!!!!
Dove posso trovare le norme su come le tende parasole e le insegne pubblicitarie dei locali devono essere fatte per essere in regola?
E soprattutto è un controllo che stanno facendo a tutti gli esercenti?

Commenti: 0


Re: Rifiuti "umani" (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3262
a cura di libero

del 10/04/2010 20:43:05

> Su tutta questa tragedia,non ho sentito una sola parola da parte della nostra deputazione regionale e nazionale.che fine hanno fatto sti "manciatari"?

Commenti: 1


Rifiuti (Ascolta il messaggio) Tema: 2 - Post: 3261
a cura di darwin

del 10/04/2010 19:52:30

Quanto pagheremo in più per conferire i rifiuti in provincia di Messina?

Le decisioni scellerate delle precedenti amministrazioni e l'incapacità di porvi rimedio da parte di questa, incideranno parecchio su famiglie e imprese modicane.
OGGI un'attività commerciale con 200 mq superficie, paga circa 1.000 euro una famiglia circa 350 euro e DOMANI?
La mancanza di una discarica nel territorio modicano e l'appaltarne la raccolta è stata un'operazione da folli.

Quanti sono i Consiglieri attuali che hanno votato ciò?

Vi ricordo che l'operazione assurda ci costringe da anni a pagare l'uso delle discariche di altri Comuni.
Tutti i netturbini di ruolo dal momento dell'appalto esterno, sono stati trasferiti ad altre mansioni e la ditta appaltatrice deve assumere obbligatoriamente le oltre cento persone che hanno sostituito i netturbini di ruolo.
In questo modo è cresciuta l'occupazione al comune e di pari passo il debito del Comune.

Quando lo capiranno che bisogna organizzare la raccolta differenziata porta a porta in Città e centri di raccolta nelle campagne?
Un alta percentuale di differenziata consentirà di creare una discarica di modeste dimensioni, con un impatto ambientale sostenibile (in attesa di soluzioni migliori ad impatto zero) e conferire materiali (vetri, plastiche, metalli, carta e legno) che genereranno ricavi.

C'è limite al peggio? Potremo avere un giorno Amministratori capaci?

Commenti: 2


interrogazzione : bollette pazze (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 3268
a cura di Tato Cavallino

del 10/04/2010 18:55:51

IN EVIDENZA


Riunire un “tavolo” tecnico-operativo aperto anche ai consiglieri comunali per rivedere le modalità di contabilizzazione dei ruoli acqua, le scadenze di pagamento, la possibilità di rateizzare le somme dovute e riorganizzare gli uffici preposti, nel rispetto degli impegni assunti dall’assessore al Bilancio Giuseppe Sammito.
È quanto chiede il consigliere comunale del Pdl Tato Cavallino affinché si faccia chiarezza sulle “bollette pazze” che i cittadini si sono visti recapitare nelle scorse settimane.
«A tutt’oggi – continua Cavallino – nonostante gli impegni assunti dallo stesso assessore Sammito, le sollecitazioni del sottoscritto (l’ultima risale allo scorso 25 marzo in consiglio comunale) e le reiterate proteste dei cittadini, l’incontro tecnico operativo per migliorare l’attuale servizio non è stato ancora convocato. Prendiamo atto che in questa delicata fase della vita cittadina e su un problema che tocca molti cittadini, l’Amministrazione ha ritenuto di non dialogare con l’opposizione, escludendo il sottoscritto e altri consiglieri dal “tavolo”».
Un atteggiamento parziale, questo, che si è riflesso sulla risposta inadeguata e insufficiente ai cittadini.
«Il buon senso e il rispetto per i cittadini – scrive il consigliere del Pdl - impongono all’Amministrazione, dopo la “figuraccia” fatta con l’invio di fatture calcolate con criteri discutibili e approssimativi, di correggere prontamente il tiro, potenziare gli sportelli informativi e approntare dei numeri di telefono per dare delle risposte chiare e celeri agli utenti che si rivolgono agli uffici per avere delucidazioni e informazioni in merito. L’Amministrazione si era impegnata a individuare locali più idonei ad accogliere il flusso di cittadini in attesa di informazioni e a verificare che ci fosse la possibilità di modificare gli orari di apertura degli uffici, attualmente limitata solo a due giorni settimanali. Non mi risulta che ciò sia stato fatto. Gli utenti continuano a essere ricevuti in uno spazio di pochi metri quadrati, senza rispetto per la privacy, con file che proseguono all’esterno dell’edificio. Tra l’altro, la mancanza di raccordo tra i dipendenti e il dirigente si traduce in una perdita di tempo e in un disservizio per i cittadini, che spesso sono dirottati verso l’ufficio del dirigente incaricato. Il quale, oberato da altri impegni, non può riceverli. Quanto ai numeri telefonici per le informazioni, l’assessore ha fornito quelli degli uffici aperti al pubblico. In tal modo, non solo il problema di informare i cittadini che non possono recarsi al Comune non è stato risolto, ma si sono addirittura rallentate le operazioni ordinarie dei dipendenti, i quali oltre a ricevere il pubblico, devono contemporaneamente rispondere al telefono.
Ad oggi non ci sono criteri chiari circa la possibilità per ogni cittadino di verificare l’esattezza dei ruoli notificati, non si sa se rivolgersi al Comune o alla Serit per chiedere delle rateizzazioni commisurate al proprio reddito. Alla luce di tutto ciò sollecito il Sindaco e l’assessore a riunire al più presto un tavolo tecnico-operativo, allargato questa volta anche ai consiglieri comunali che ne volessero fare parte, al fine di dare un servizio efficiente, chiaro e celere ai cittadini».
Il consigliere del Pdl Tato Cavallino

Commenti: 0


Re: Terreno C.da Carrubbella (Ascolta il messaggio) Tema: 4 - Post: 3260
a cura di silvio

del 10/04/2010 12:54:42

sono daccordo con Darwin per la Class Action contro il Comune per il Terreno Carrubbella

amici di Modica Alta e quanti si fregiano del titolo di soci e simpatizzanti dei vari Comitati per Modica Alta, è ora di tirare fuori gli attributi e passare all'AZIONE dopo il PENSIERO

il terreno in questione è di circa 7000 mq, che sommati ai 3000 del "consolo" potrebbero servire alla città Alta quale valvola di sfogo e riqualificazione di 5 mega quartieri (Carcere, Consolo, S. Antonino, "Pizziddha" e il recente sviluppo edilizio della Via Roma-C.so Sicilia che probabilmente si chiamerà proprio Carrubbella) per un totale di circa 5000 elettori e 15000 abitanti

può essere che 15000 persone non riescano a farsi sentire a gran voce per ottenere A COSTO ZERO uno spazio polivalente (piazze, mercato rionale, bambinopoli, raccolta Protezione Civile, piazzole ecologiche, raduni amatoriali, manifestazioni sportive, manifestazioni elettorali) e con un buon Project Financing un centro culturale di quartiere (piccola biblioteca, ludoteca, emeroteca, cronicario ecc.)????

se queste motivazioni non bastano a spingere il Comune ad una azione di rivalsa, IO FACCIO VOTI ED OBBLIGO TUTTI I 5000 ELETTORI A DISERTARE LE URNE ALLE PROSSIME ELEZIONI, PERCHE' E' CHIARO SEGNO CHE NESSUNO CI GOVERNA E TUTTI CI PUCCIANO IL BISCOTTO.

ESORTO IL CONS. MIGLIORE A STAMPARE UN VOLANTINO DA DISTRIBUIRE PORTA A PORTA E CHE RENDA EDOTTA LA POPOLAZIONE SU UN EVENTO STORICO CHE HA IL CARATTERE DI ECCEZIONALITA'

negli anni sono stati manipolati atti d'ufficio (ne sono prova le squinternate visure catastali storiche che potete vedere su questo blog e che il Cons. Migliore potrebbe riproporre in questi giorni) e ribadisco di seguito quanto scritto da "cu cerca trova":

IN EVIDENZA


Buona sera al Sig. Consigliere Migliore che gentilmente mi ospita in queste pagine;
mi scuso per l'anonimato, ma non vorrei essere oggetto di ire se riporto in queste pagine quanto già di pubblico dominio;

sollecitato da un amico a fare delle ricerche nella mia memoria per dare una soluzione alla querelle del terreno sito in c.da Carrubbella a Modica e riportato in catasto alla p.lla 223 del foglio 171, mi accingo a raccontare quanto emerge:

1) da tempo immemore e fino al 05.04.1980 tutti sanno che il terreno in questione è della "Chiesa", o meglio è promesso alla "Chiesa" dai vecchi proprietari in cambio di un ex voto, e cioè che questa si impegni a costruire un edificio religioso; venendo a mancare questa condizione, la proprietà sarebbe dovuta andare ipso facto al Comune di Modica e quindi alla comunità modicana tutta. Ma vediamo meglio cosa si intende per "Chiesa";
in effetti chi aveva il Diritto del concedente era "l'Amministrazione del Fondo per il Culto", mentre livellario risultava "l'Opera Pia Casa di Assistenza dell'Infanzia di Modica".
In questo frattempo, cioè fino alla data del 05.04.1980, il terreno veniva coltivato dal Sig. Gerratana "Nino" detto "u triona".

2) come potete vedere dalla visura storica catastale il 05.04.1980 accade qualcosa, cioè muore qualcuno, e al catasto avviene un fatto strano: - nella denunzia (nei passaggi per causa di morte) sparisce l'AMMINISTRAZIONE DEL FONDO PER IL CULTO e misteriosamente compaiono 5 nominativi, e cioè gli eredi del Sig. Gerratana "Nino", ovvero la moglie e i 4 figli;
non solo, ma in questo passaggio è possibile notare come l'OPERA PIA CASA DI ASSISTENZA DELL'INFANZIA DI MODICA da "livellario" diventa "diritto del concedente". mentre gli eredi di cui sopra vengono inseriti come "livellari".

Soffermiamoci un attimo su questa cosa, perchè gli atti e la registrazione non avvengono il 05.04.1980 ma il 22.11.1993, ciè 13 anni dopo il decesso .... di chi? dalle carte sembra che sia morta l'AMMINISTRAZIONE DEL FONDO PER IL CULTO, ma va da se che ciò è impossibile, quindi si deve necessariamente trattare del Sig. Gerratana "Nino" (però di ciò non ho certezza)

3) e arriviamo al 05.06.2002, allorquando un altro lutto viene a funestare la famiglia Gerratana, con la morte di Rosa, maestra, una delle figlie, e quì, catastalmente, si compie un altro procedimento strano, ovvero sparisce anche l'OPERA PIA CASA DI ASSISTENZA DELL'INFANZIA DI MODICA e i vecchi livellari si tramutano in PROPRIETARI.

4) Tutto il resto è cronaca: qualche mese dopo, il 26.11.2002, muore anche la moglie di Gerratana "Nino" e il 23.09.2005 viene a mancare un'altra figlia, Giovanna, che lascia l'eredità al marito e alle tre figlie, ma tutto questo lo potete vedere dalle visure, incluso un errore di trascrizione dell'ufficio rettificato il 09.02.2007, data in cui qualcuno per qualche motivo (progettazione sui terreni?) si accorse dell'errore, in quanto risultavano 36 quote su 27 del terreno in questione.

5) e siamo ai giorni nostri; dove troviamo l'ultima chicca: l'Agenzia del Territorio (ovvero il Catasto) mette le mani avanti e fa una RISERVA su tutti i diritti ed oneri reali dal 05.04.1980 ad oggi, la riserva è la seguente: "ATTI DI PASSAGGIO INTERMEDI NON ESISTENTI" ed inoltre dichiara che "sono stati inoltre variati i seguenti immobili: Foglio 171 particella 224", cioè il fabbricato ex rurale che oggi deve trovarsi all'Ente Urbano in forza di legge.
Questo è quanto di certo vi è nella vicenda catastale.
Ogni commento è lasciato al lettore.
Difficilmente io riscriverò su queste pagine, in quanto non ho fatto altro che commentare degli atti pubblici.
Si dice che ci sia un processo in atto, mi auguro che la giustizia faccia il suo corso.

Questo era il post del 21.01.2010. evidentemente la giustizia ha fatto il suo corso, ADESSO ATTENDIAMO CHE FACCIA IL SUO RI-CORSO, nel frattempo diffondiamo il più possibile gli atti pubblici.

Commenti: 0


del 10/04/2010 12:35:35

IN EVIDENZA


http://www.enricodigiacomo.org/2009/12/mazzara-santandrea-me-operazione-antimafia-vivaio-il-nuovo-collaboratore-di-giustizia-enzo-marti-del-clan-di-mazzara-spiega-la-gestione-mafiosa-del-business-rifiuti/




C’è un nuovo collaboratore di giustizia pronto a raccontare parecchi retroscena della vita del clan di Mazzarà Sant’Andrea, in particolare i loro interessi nel business dei rifiuti e in relazione all’omicidio di Antonino Rottino, il fedelissimo di Carmelo Bisognano eliminato a fine agosto 2006 nell’ambito dei contrasti interni al gruppo, tra il boss storico e l’emergente Tindaro Calabrese. Si tratta del marchigiano Enzo Marti, ex dirigente di Tirreno Ambiente, la società che si occupa di raccolta rifiuti nel barcellonese, condannato a 6 anni in abbreviato nel processo Vivaio, l’indagine sugli affari dei mazzaroti sfociata nella retata dell’aprile 2008 che costò le manette anche a lui. I suoi primi verbali sono stati depositati ieri agli atti del troncone principale del processo, in corso davanti ai giudici della Corte d’assise d’appello, dai pm dell’accusa, il sostituto della Direzione distrettuale antimafia, Giuseppe Verzera, e il collega della procura ordinaria di Barcellona, Francesco Massara. Adesso sono a disposizione dei legali che difendono gli imputati alla sbarra. Tra loro anche i Bisognano, Tindaro Calabrese e i loro fedelissimi. Marti ha raccontato agli investigatori come operava la longa manus del clan nel business dei rifiuti. Enzo Marti era legato proprio ai Bisognano. Molte le telefonate intercettate dai Ros dei carabinieri tra il marchigiano e i fedelissimi di Bisognano. Una di queste conversazioni risale all’indomani della notizia dell’inchiesta sulla società TirrenoAmbiente. Marti raccomanda ad uno degli uomini del boss di “stare vigili” sulla faccenda. Ancor più interessanti per gli investigatori quelle intercettate l’indomani dell’omicidio di Rottino, nelle quali il marchigiano si preoccupa di cercar riparo al fratello dell’ucciso, temendo ulteriori ritorsioni. Le conversazioni captate in quei giorni fanno emergere la convinzione, di Marti e dei suoi interlocutori, che dietro il delitto ci sia il capo della frangia “scissionista” Tindaro Calabrese, allontanatosi dal Mazzarrà proprio qualche giorno prima dell’omicidio. Nel marzo 2007, in vista della scarcerazione di Carmelo Bisognano, la sorella Vincenza e i suoi fedelissimi si recano nelle Marche per comunicare a Marti i loro intenti: si preparano possibili ritorsioni nei confronti degli scissionisti e si progetta la vendetta all’omicidio di Rottino. La probabile faida interna fu scongiurata dalle Forze dell’Ordine proprio col bltiz Vivaio. Il contatto tra Enzo Marti ed i mazzarroti risale all’inizio del decennio. Nel 2003 il marchigiano è responsabile della discarica di Mazzarrà per Tirreno Ambiente. E’ lui a siglare gli atti che consentono a Teresa Truscello, moglie del boss Bisognano, di continuare a guadagnare dalla discarica stessa, attraverso l’affitto dei terreni di famiglia alla società che gestisce il sito. Antonino Rottino, invece, era un imprenditore del settore movimento terra che operava nell’indotto delle discariche. E in quest’ambito che nasce l’amicizia tra il marchigiano e l’ucciso. da Normanno.it

Commenti: 1


del 10/04/2010 12:22:56

Da google maps:

Indicazioni stradali per Mazzarrà Sant'Andrea (ME)
278 km – circa 3 ore 23 min.

Ovviamente percorrenza in auto ad una velocità media di 90km.h.

Ma se questo tragitto verrebbe percorso da un camion carico di spazzatura(autocompattatore),quanto tempo impiegherebbe?
Forse dal 20 Aprile potremo saperlo.
Alcune "sagge" decisioni dall'alto dell'Olimpo hanno previsto che Modica e Scicli dovranno conferire i propri rifiuti in questo paesino in prov.di Messina con 1755 abitanti (705 famiglie) ,come da censimento del 2001.
Conosciamolo meglio.

Centro agricolo dell'entroterra del golfo di Patti, sulle prime pendici settentrionali dei Peloritani, Mazzarà S. Andrea è posto in lieve pendio.
Sebbene il nome sia di origine saracena la costruzione del borgo iniziò nel 1653 ad opera di Pietro Spadafora che ne ottenne il principato da Filippo IV e la sua costituzione, a Comune, è databile tra il 1810 e il 1820. Dalle notizie storiche in possesso, risulta emergere la pratica culturale del vivaismo che sostanzialmente, sin dai primi insediamenti, costituisce l'asse portante e la molla dello sviluppo produttivo ed economico della comunità mazzarese. Nei tempi recenti, in particolare negli anni cinquanta, il commercio delle piante da vivaio (agrumi, frutti esotici, ecc.) ha assunto dimensioni internazionali.

Da una mia riflessione storico religiosa mi è venuto in mente un aforisma arci noto : "Se Maometto non va alla montagna,la montagna va da Maometto".

Parafrasando, se la spazzatura di Modica non va a Mazzarrà S.Andrea,(perchè troppo lontano e difficoltoso),
Mazzarrà S.Andrea e la sua discarica potrebbero venire da noi.
1700 abitanti,nel contesto dei nostri 55.000 nemmeno si noterebbero.
E la loro discarica,bella e pronta,non avremmo problema sul dove collocarla.

Così facendo,almeno risparmieremmo sui costi di conferimento.

Ma, mi sorge un dubbio,....come mai un paesetto (non si offenderà per il diminuitivo) di 1750 abitanti (pressappoco come Frigintini),
possiede una discarica così grande da poter ospitare anche i rifiuti di due grossi centri come Modica e Scicli?
Propensione ed arguzia per gli affari?
Complimenti.


Commenti: 0


Terreno C.da Carrubbella (Ascolta il messaggio) Tema: 9 - Post: 3257
a cura di Darwin

del 10/04/2010 11:44:07

Se il Comune perde il terreno di C.da Carrubbella di chi è la colpa?
I Cittadini possono ricorrere ad una Class Action contro gli Amministratori che non hanno tutelato un bene della Città?
Quel terreno è l'unica possibilità di spazio pubblico per Modica Alta, non è possibile che Modica Alta venga penalizzata da parsone incompetenti ed incapaci.

Commenti: 1


Consiglio rinviato a Lunedi sera alle 20:00 (Ascolta il messaggio) Tema: 95 - Post: 3256
a cura di Giovanni Migliore

del 10/04/2010 03:26:42

Amici del blog a domani ...................
cose da raccontarvi :
tante notizie
costoni rocciosi Frigintini
aperture domenicali zone rurali
mercato modica alta contravvenzioni
terreno C.da Carrubbella : la famiglia Gerratana si aggiudica il terreno per usucapione si attende il ricorso
Perdita acqua Via Loreto : problema regolamento
problema ambulanti posto fisso per somministrazione
problema cibo Giovedi con Daily Food nelle varie scuole
riconoscimento per le aziende che occupano capannoni con utilizzo agricolo come edifici rurali
multiservizi
depuratore
e poi.....
analisi di alcuni punti del consiglio
rinvio di un'ora
revisori dei conti
ritiro debito alecci
approvazione debito hydroservice
approvazione suap Adamo Giorgio
e tante altre cose
insomma cose da scrivere ne ho tantissimi,
questa settimana alcuni li ho scritti
quelli sopramenzionati sono in attesa di pubblicazione.
A presto

Commenti: 1


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190  191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)