Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:33:51 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

del 29/10/2010 17:50:00

Si parla tanto,in questi giorni, di "filiera corta". I proclami a favore dei produttori aderenti ai mercati contadini non si contano.
Ogni politico di turno dice la sua; vogliono accaparrarsi in tal modo, evidentemente, quella fiducia,da parte degli addetti, che ormai manca; sfiducia dovuta all'evidente stato di crisi che sta colpendo l'agricoltura più di ogni altro settore.L'annaspare della politica ed il suo conseguenziale fallimento portano essa a trovare soluzioni piccole scaturite da idee ancora più piccole.
L'agricoltura è in ginocchio,lo sanno tutti,e grazie all'istituzione di questi mercati "contadini" di certo non si salveranno "nè capra ne cavoli", piuttosto continuando su questa linea in ginocchio lo sarà(più di quanto già lo è) anche quella parte del terziario dedito alla vendita dei prodotti in questione,cioè caseari e ortofrutticoli.
E'il teorema secondo il quale "scopriamo la Madonna per coprire il Signore". Cioè da un lato si vogliono favorire quei piccoli o medi produttori che attuano una vendita diretta al consumatore, ma dall'altro lato si danneggiano quanti da anni faticosamente portano avanti un commercio svolto in sede fissa o ambulante,in piena regola e con una sfilza enorme di adempimenti e tasse.
L'unico finora vicino al mio pensiero è stato il Presidente Ascom di Ragusa,sollecitato evidentemente da chi si ritiene leso da questa nuova forma di vendita libera da vincoli,tasse e norme restrittive.
S'è parlato anche di concorrenza sleale; una vendita non ad armi pari.
Se qualcuno ritiene che comprare in negozio non conviene per colpa di ricarichi troppo alti, è anche vero che il mercato dei contadini,per essere realmente conveniente,dovrebbe adottare prezzi inferiori a quelli di mercato di almeno il 40% o 50%.
Cosa che in pratica non avviene, nonostante la vendita "diretta" consente di intascare quasi al 100% il ricavo del prodotto venduto.
Se tutti i negozianti del settore consegnassero per protesta le licenze,penso che lo Stato ed in primis i Comuni,dovrebbero adoperarsi per un ravvedimento rapido ed intelligente.
Per finire segnalo l'ottimo lavoro svolto dal consigliere Migliore il quale ha monitorato fotograficamente lo svolgersi dei mercatini.
Di ulteriori controlli e monitoraggi da parte delle istituzioni, non ne abbiamo memoria.

Commenti: 2


del 29/10/2010 02:35:39


Il consigliere del PdL Michele D’Urso, componente della commissione consiliare urbanistica, preannuncia una interrogazione con la quale evidenzia, in riferimento al centro storico, le gravi carenze nell’operato dell’amministrazione in materia di programmazione della manutenzione e della viabilità.
“Il centro storico – dichiara D’Urso - versa in stato di abbandono per l’incapacità della amministrazione comunale di programmare la propria azione. L’elenco delle lamentele, che provengono numerosissime soprattutto dai cittadini, non può non iniziare con la mancata effettuazione dei servizi essenziali di manutenzione di strade e marciapiedi e di cura del verde pubblico. Ciò accade perché la “Multiservizi” non è stata né potenziata né eliminata, ma abbandonata in un limbo, mentre l’unica azione – inopportuna in questo momento - è stata quella di revocarle le competenze in materia di manutenzione stradale e di cura del verde, per affidarle a terzi, con una decisione suicida, che più volte abbiamo invitato ad evitare, perché comporta costi altissimi cha hanno spinto le ditte esterne a non partecipare ai bandi per il timore di non essere pagate, per le note difficoltà finanziarie dell’ente. Ed infatti – continua il consigliere - tra ritardi nella redazione dei bandi e difficoltà finanziarie, i servizi effettuati dai dipendenti della Multiservizi allo stato attuale non sono espletati da alcuno, con la conseguenza che, andando in giro per il centro storico, ed in particolare nella zona di V.le Medaglie d’Oro e di V.le V. Veneto, dove non viene effettuata da tempo la potatura degli alberi, si percepisce un gravissimo problema igienico per le deiezioni di migliaia di uccelli che nidificano negli alberi, come se fossimo in campagna e non nel centro storico, e dove i marciapiedi sono pieni di buche, anche in prossimità dell’ingresso delle scuole (vedi il plesso di Santa Marta), a causa della assenza di soggetti incaricati di intervenire. Per non parlare del C.so Umberto, un tempo il salotto buono della città, dove un grosso paracarro in cemento è divelto da mesi ed abbandonato sul marciapiede, nella indifferenza degli organi preposti…”.
“In molti, poi, si chiedono la ragione per cui sono stati installati da tempo i nuovi pali della luce lungo il C.so Umberto, ma nessuno si sia premurato di attivarli e di eliminare i vecchi sostegni che, tra l’altro sono spesso guasti e spenti. Anche questo sarà oggetto di una precisa richiesta. Devo rilevare, infine, come nessun interesse sembra avere per l’amministrazione il problema della viabilità e dei parcheggi nel centro storico. Stanno per essere avviati i lavori di pavimentazione di Via Conceria, via parallela di V.le M. d’Oro, che elimineranno decine di posti macchina e una viabilità alternativa di fondamentale importanza, senza che l’amministrazione si sia curata di individuare soluzioni agli inevitabili e conseguenziali problemi, sempre per la mancanza assoluta di una visione complessiva delle problematiche più importanti. È notizia di questi giorni che, addirittura, sarebbe stata decisa la pedonalizzazione di una piccola area in P.zza Corrado Rizzone, eliminando una decina di posti macchina in un sito che è già una bolgia; per ciò è stata presentata un petizione con circa settanta firme di residenti”.
“Il risultato certo – conclude Michele D’Urso - sarà un caos indescrivibile nel centro storico, soprattutto nei momenti topici della giornata lavorativa e nelle sere di sabato e domenica, quando il centro storico è chiuso al traffico, nonostante la presenza del megaparcheggio di V.le M. d’Oro, di cui nessuno, però, si interessa nonostante le numerose richieste che abbiamo presentato. Si coglie il senso di una azione amministrativa approssimativa e stentata, che naviga a vista e non riesce, così, a tutelare la qualità della vita dei cittadini, degli operatori economici e dei visitatori del centro storico. Altro ancora ci sarebbe da dire, ma ciò è ampiamente sufficiente per comprendere come la gestione della città da parte di questa amministrazione sia confusa e distante dai suoi reali bisogni, con un disagio oramai evidente in tutta la popolazione. Tutto ciò non è tollerabile per una città che pretende, per uscire dal lungo e buio tunnel in cui è entrata, di essere amministrata in modo lucido e moderno”.

Commenti: 0


Strumentazione Arpa (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5632
a cura di Giovanni Migliore

del 29/10/2010 02:17:02

La settimana scorsa , l'Arpa aveva promesso che entro martedi installasse una centralina per verificare il campo elettromagnetico.

martedi sera sono andato in Via Botta per accertarmi se era stata mantenuta la promessa.

Ho trovato la strumentazione installata.

Ho fatto delle foto ma era troppo buio.

Sono ritornato sul posto all'indomani e ho scattato qualche foto.

Quest'apparecchio si alimenta con l'energia solare e misura i campi elettromagnetici ogni mezz'ora.











Commenti: 0


email o piccioni viaggiatori ??? un dilemma (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5631
a cura di Giovanni Migliore

del 29/10/2010 02:04:07

Vi ricordate quando vi dissi che al Comune di Modica, nessuno mette documenti nella cassetta dei Consiglieri?

Perchè?

Perchè nessuno li legge....e quindi

e quindi se non si vuole sprecare carta e nello stesso si vuole la certezza che i consiglieri leggano un documento....cosa si fa al comune di Modica?

In ogni posto dell'aula viene posto un foglio di carta contenente la comunicazione.

Mi chiedo perchè la stessa cosa non si è fatto per la revoca dei pass?

Nella Repubblica delle banane ....assistiamo a queste scene.

Mi chiedo ancora ....ma al comune di Modica ....gli uffici della Presidenza del Consiglio sanno usare il computer?

sanno usare la posta elettronica??

Credo che una comunicazione al Ministro Brunetta non farebbe male.

Conclusioni :

Al comune di Modica , per comunicare con i consiglieri mancano i
PICCIONI VIAGGIATORI




(come volevasi dimostrare)

Commenti: 0


A ...caccia di antenne !! (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 5630
a cura di Giovanni Migliore

del 29/10/2010 01:38:11

Per qualcuno poteva essere scontato, ma a Modica bassa ho scoperto una nuova antenna.

la caccia di comignoli molto alti....mi ha portato l'occhio nel punto che vedete dalla foto.

Di chi sarà?

Quale gestore utilizza queste antenne?

La struttura dalle foto sembra fatiscente....

da alcune informazioni, ho appreso che la casa è affittata a degli extracomunitari....













ci saranno altri comignoli a Modica ???? vedremo

Commenti: 0


Re: Enigma : copio o non copio !!!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5629
a cura di Giovanni Migliore

del 28/10/2010 23:31:41

> Sig. Osservatore io conosco solo di vista il Sig. Sebastiano Failla.
Non ho mai scambiato alcuna parola ma solo un semplice saluto per conoscenza sociale.

Le mie ricerche sono a disposizione di tutti e spero che il "sistema" "Comune di Modica" accresca la voglia della trasparenza dei propri atti.

Credo che il "sistema" non deve temere nulla delle proprie azioni quando queste sono inserite in una programmazione.

Io spero in un comune che prediliga la trasparenza e la capacità di confronto con tutti i cittadini.

Credo che ogni cittadino deve avere la possibilità di poter esprimere propri giudizi e proprie opinioni sull'operato dei "suoi" amministratori.

"Conditio sine qua non" è che si lavora sempre e solo per i bene comune.

Commenti: 0


I mercati contadini (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5628
a cura di R.C.

del 28/10/2010 16:51:30

Riporto integralmente un articolo interessante apparso oggi su RTM.
Riguarda Ragusa,ma fa riflettere anche su ciò che accade a Modica.
Come diceva Lubrano "la domanda nasce spontanea": E' vera convenienza?
Ci sono controlli seri e continui? E' concorrenza sleale nei confronti degli operatori commerciali corretti che sottostanno alle rigide normative sanitarie e fiscali,nonchè ad onerosi locazioni o gestioni di negozi? L'Ascom di Ragusa ha detto la sua, e quella di Modica?
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Mercati contadini a Ragusa,il Presidente-Sorbo:E'vera convenienza?Occorrono maggiori controlli.

La vendita diretta dei prodotti agricoli ai consumatori finali è vera convenienza? A chiederselo il presidente della sezione Ascom di Ragusa, Cesare Sorbo, dopo che i mercati contadini hanno fatto il loro prepotente ingresso nella città capoluogo determinando quelle che, a detta degli operatori commerciali del settore, possono essere configurate come vere e proprie situazioni di concorrenza sleale. “Non vogliamo aprire alcun fronte polemico con chicchessia – si affretta a precisare il presidente Sorbo – ma è nostra intenzione lanciare degli spunti di riflessione su una pratica che, in altre città d’Italia, ha fatto emergere palesi contraddizioni rispetto allo spirito originale per i quali erano stati istituiti i cosiddetti “farmer’s market”. Il presidente Sorbo continua: “Riflessioni che non possono fare a meno di essere allacciati agli interrogativi sull’equità fiscale (i commercianti, che vendono frutta e verdura, all’interno dei propri esercizi pagano le tasse proprio per questo motivo mentre i contadini che partecipano ai mercati sono esenti, tra l’altro, anche dal pagamento del suolo pubblico) e alle condizioni igienico-sanitarie (quali garanzie possono essere date, in questo senso, ai consumatori?), per non parlare della tracciabilità dei prodotti (ma siamo sicuri che arrivano proprio dai campi coltivati dei contadini ragusani e non da chissà quali posti di frontiera?) e, a quanto pare, del mancato utilizzo di bilance omologate. Se poi a ciò si aggiunge che, come ravvisato in più di una occasione, non vengono neppure mantenute le promesse relative all’attuazione di prezzi inferiori a quelli praticati dalla distribuzione, ecco come si ha la sensazione che tutto ciò si trasformi in un bluff. Ecco perché, come Ascom diRagusa, chiediamo ufficialmente, a tutti gli attori del tavolo dello sviluppo che si eviti, il più possibile,che i farmer’s market diventino una forma di concorrenza sleale nei confronti di altre forme di commercio Non vorremmo che i mercati contadini, se si pensa al meccanismo della cassa comune, si trasformassero in qualcosa di diverso rispetto alla vendita diretta intesa come tale. Rivolgiamo un invito al sindaco e al comando di Polizia municipale di effettuare accurati controlli al fine di verificare eventuali anomalie e il rispetto delle regole”.

Commenti: 0


del 28/10/2010 14:32:25

> Essendo un Osservatore_nuovo è perdonato.

Il Consigliere Migliore quando ha tempo e soprattutto quando viene messo in condizione di accedere agli atti amministrativi senza fare salti mortali riporta le notizie calde calde.

Altri, che consultano il sito, traggono spunto per loro iniziative.

Purtroppo stanno facendo un regolamento comunale per accedere agli atti AD PERSONAM CONTRO, contro il Consigliere e quanti amano la trasparenza amministrativa.

Cosa vuole farci meno persone sanno [ meglio si muove la burocrazia sostenuta dalla politica misera e poco avveduta.

Commenti: 0


Enigma : copio o non copio !!!!! (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5626
a cura di Osservatore_nuovo

del 28/10/2010 13:34:03

Guardate questo link
http:++www.giovannimigliore.it+message.asp?MessageID=4818

Io mi immaginavo che c'era qualcosa sotto, o il Consigliere Migliore collabora con Failla e gli passa le informazioni oppure il Vice-Presidente della Provincia Sebastiano Failla provvede a fare una ricerca nelle pagine del forum di Migliore e copia le notizie.

Molto semplice viene in questo modo.

Infatti questa notizia, è stata per me come un Déjà vu, infatti sono andato nel sito del consigliere e il 26+07+2010 alle ore 1:33 notizia:4818 trovo quello che riporta Failla.

A questo punto credo che una risposta sia del Failla e sia del Migliore, sia doverosa.
Per amore di chiarezza, rimango in attesa.Distinti Saluti

Commenti: 2


ho sonno (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5625
a cura di Giovanni Migliore

del 28/10/2010 02:29:17

gli occhi si chiudono....perdonate quello che ho scritto....anzi non so cosa ho scritto ...a domani.Buonanotte

Commenti: 0


Re: Re: Re: Re: TRENO BAROCCO (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5624
a cura di Giovanni Migliore

del 28/10/2010 02:28:08

> Questa storia mi ha incuriosito molto. Credo che dal Vicesindaco mi devo far dare l'elenco di tutte le persone hanno frequentato questo treno e allo stesso tempo chiedere se hanno fatto un controllo qualità.

Credo che la sicurezza di come abbiano parlato in conferenza stampa sia dato da una sicurezza che il sistema gli permette e cioè non dare a nessuno la possibiltà di confrontarsi.

Credo che ci serva qualche dato in più per capire la vera bonta dell'iniziativa. Vedremo.....

Commenti: 0


Re: piazzetta al posto della via conceria.... (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5623
a cura di Giovanni Migliore

del 28/10/2010 02:21:00

> Sig. Roberto non le so rispondere.
Modica viene "tinta" di colori diversi senza alcuna continuità da un'amministrazione all'altra.

La Via Conceria si inseriva in uno sviluppo e rimodulazione dell'intero Viale Medaglia D'Oro.

Via Conceria, riqualificazione mercato ortofrutticolo, parcheggio in fondo.

invece la politica cosa ha fatto.....

la via Conceria, già finanziata ...deve andare avanti

il mercato ortofrutticolo........una storia a parte

l'ex Sindaco Torchi prevede una villa

il SIndaco Buscema inserisce nel suo programma una villa...

cos succede ...

qualche assessore legato ad un partito politico che a sua volta ha altri interessi.....

prevede una cosa completamente diversa.....

cioè favorire agli amici degli amici ....

come ?


Si scopre che una delle migliore scule di Modica è in pessime condizioni......

perchè?

Perchè buttandola a terra, nel sito è possibile costruire un bel locale alto con appartamenti e locale commerciale.

la scuola la facciamo al posto del mercato


il programma del Sindaco? carta straccia.....importante è favorire gli amici

Come vede, crede che sia convinto di quello che dico....

No....credo che non abbia capito nulla.

Senza soldi...poveri e pazzi...fantastichiamo.....

costruiamo terminal a destra e a sinistra ......

promettiamo la luna nel pozzo .......e poi

e poi l'anno scorso il comune aveva preventivato di poter scendere oltre 60 milioni di euro e invece......

qualche la spesa effettuata si aggira ad un paio di milioni e il resto....... bohhhhhhhhhhhhhhhhhh

Commenti: 0


Piano Paesaggistico : Riflessioni Paolo Nigro (Ascolta il messaggio) Tema: 115 - Post: 5622
a cura di Giovanni Migliore

del 28/10/2010 02:07:20

Amici blogger martedi mattina alle ore 9:30 a Palazzo San Domenico si è svolta una riunione molto importante proprio sul tema del Piano Paesaggistico.

Come vi ricordate in una riunione dei capigruppo allargata alla II Commissione si era deciso per un incontro aperto a tutti i portatori di interesse diffuso.

Ahimè, quella mattina per vari impegni di lavoro non riusci ad essere presente.
Ero molto rammaricato poichè la stampa non ha riportato nulla e quindi non ero riuscito ad allineare tutte le varie discussioni fatte in commissione con quello che hanno riferito le persone.

Stamattina e precisamente alle ore 11:26 mi è pervenuta una email firmata dal Consigliere Paolo Nigro.

Ho letto con molta attenzione la lettera e dalla stessa sono in qualche modo riuscito all'allineamento precedemente detto.

A questo punto penso che sia doveroso e rispettoso sia per il Consigliere Nigro e sia per tutti voi,mettervi a conoscenza di questa "superba" sintesi.


Caro Giovanni, dal tuo blog più volte ho letto notizie in merito al “nuovo piano paesaggistico”, penso quindi che possa essere utile, a titolo di aggiornamento, riepilogare l’iter degli ultimi mesi e far sapere come è andato l’incontro tenutosi ieri mattina nell’aula consiliare.
PREMESSA
Innanzitutto bisogna precisare che a Modica di Piano Paesaggistico, in Consiglio Comunale, se ne è cominciato a parlare circa sei mesi fa’ grazie a specifiche interrogazioni presentate prima da noi consiglieri di opposizione e poi anche da alcuni colleghi della maggioranza.
Come forze di opposizione, pur riconoscendo la necessità dei vincoli di tutela paesaggistica che discendono da precise norme di legge, abbiamo però sin da subito posto l’accento sull’importanza di questo argomento e sull’aspetto, non meno rilevante, che con una adozione non concertata, frettolosa e quasi in silenzio, ci sarebbero state inevitabili penalizzazioni per il nostro territorio.
In data 28 giugno u.s. il Consiglio Comunale, a seguito anche delle suddette interrogazioni, si è confrontato sul Piano Paesaggistico ed ha approvato la Deliberazione N.80 zb>(che Ti allego in copia), con 18 voti favorevoli (Cons. n.9 di opposizione e n.9 di maggioranza) ed 1 astenuto (Cons. Antonino Cerruto), in forza della quale il Consiglio impegnava l’Amministrazione a chiedere una proroga dei termini (che scadevano il 30 giugno) per consentire un approfondimento teso a formulare una proposta ufficiale.
Richiesta di proroga non accolta dalla Sovrintendente Vero Greco, dal che la conseguente nota adozione ferragostana del Piano.
Preso atto di ciò, in data 7 settembre u.s., con nota prot.n.48043 (che Ti allego in copia), i consiglieri Cannata Salvatore, Colombo Michele, Nigro Paolo ed Occhipinti Giovanni, presentano una richiesta di convocazione urgente e straordinaria del Consiglio Comunale al fine di discutere ed approvare uno specifico ordine del giorno avente come obbiettivo la presentazione del ricorso al TAR per opposizione al Decreto di adozione del Piano.
In data 16 settembre u.s. il Consiglio Comunale, appositamente riunitosi, ha approvato la Deliberazione N.97(che Ti allego in copia) , con 20 voti favorevoli (Cons. n.8 di opposizione e n.12 di maggioranza) ed 1 astenuto (Cons. Antonino Cerruto), impegnando il Sindaco a presentare ricorso al TAR, i Parlamentari Regionali e Nazionali ad attivarsi per le loro competenze.
Cosa molto importante attesa la propositività, il Consiglio decide di dare mandato alla commissione urbanistica, allargata ai capigruppo che fungerà da commissione speciale, di incontrare e sentire le associazioni portatrici di interessi diffusi e di studiare ed elaborare una proposta da utilizzare eventualmente nella fase di presentazione delle osservazioni al Piano qualora non venisse accolto il ricorso.
La commissione urbanistica (presieduta dal Cons. Carmelo Cerruto), allargata ai capigruppo, ha già tenuto alcuni incontri, ha affrontato l’argomento alla presenza anche dell’amministrazione e dei funzionari dell’ufficio urbanistica, e sin da subito si è attivata per pubblicare un manifesto per informare la cittadinanza dell’avvenuta adozione del Piano, della possibilità di prenderne visione presso l’ufficio urbanistica, nonché per comunicare la data dell’incontro con i rappresentanti delle associazioni portatrici di interessi diffusi.
ESITO DELL’INCONTRO
L’incontro è stato moderato dal Cons. Michele D’Urso, quale delegato dal Presidente della Commissione Urbanistica (Cons. Carmelo Cerruto), presenti il Sindaco Buscema, l’Ass. all’Urbanistica Avv. Giurdanella, l’Ass. Allo Sviluppo Economico Avv. Frasca Caccia, i Consiglieri Carmelo Cerruto, Cannata Salvatore, Occhipinti Giovanni, Zaccaria Giorgio (tutti componenti della commissione urbanistica), Mandolfo Diego e Nigro Paolo.
Per le associazioni erano presenti: COLDIRETTI con il segretario zonale Franco Savarino, l’UNSIC con Ignazio Abbate, la CNA provinciale e locale con Brancati, Caccamo e Bonomo, l’ENTE LICEO CONVITTO con il Prof. Colombo, LEGAMBIENTE con l’Arch. Cavallo, il CONSORZIO POLO COMMERCIALE con il Direttore Marisa Giunta, i rappresentanti sindacali CAMPIONE e COLOMBO, il COLLEGIO GEOMETRI RAGUSA con il Vice Presidente Giovanni Scucces, i PERITI AGRARI con l’ex Ass. Meno Abbate, nonché diversi cittadini, imprenditori e professionisti.
Sono stati ascoltati i rappresentanti di tutte le associazioni presenti, ma anche alcuni professionisti (Ing. Assenza, etc.) e semplici cittadini (Giorgio Caruso, Saro Scarso, etc.), dagli interventi è prevalsa l’opinione, quasi unanime, che il piano così redatto ed adottato sicuramente penalizza la vocazione del nostro territorio aumentando in maniera esponenziale il regime vincolistico e che è pertanto importante porvi rimedio con delle osservazioni.
I rappresentanti di Legambiente ed Ente Liceo Convitto, hanno espresso la loro piena condivisione del Piano Paesaggistico per come è stato adottato, rimarcando le valutazioni positive e la condivisione dei vincoli imposti.
E’ stata sottolineata da tutti i presenti la positività dell’incontro voluto dal consiglio comunale, che a differenza di altri comuni non è finito nella contestazione e polemica fine a se stessa, ma che, pur rimarcando posizioni diverse, nonché le contraddizioni ed alcune scelte adottate e contenute nel nuovo piano, si è concluso con l’intenzione e la volontà di raccogliere i rilievi e le riflessioni di ciascun soggetto titolato.
Nel mio breve intervento, non a carattere politico ma quale tecnico e cittadino, ho messo in risalto che non serve a niente ed a nessuno la contrapposizione politica, ideologica, la distinzione di appartenere a questa o quella associazione, etc.
E’ chiaro che difficilmente saremo tutti concordi, ma abbiamo tutti il dovere di ricercare la soluzione più condivisa e condivisibile e senza estremismi. Una soluzione che sia la più realistica possibile, che faccia prevalere l’interesse generale e non quello particolare, che stabilisca regole certe, ma per tutti e senza discriminazione o particolarità fra i territori dei vari comuni. Una soluzione che tenga conto dei legittimi interessi del mondo agricolo e dell’intero comparto delle attività produttive da decenni presenti nel nostro territorio e che ne caratterizzano il sistema economico locale. Una soluzione che non trascuri le ricadute in termini occupazionali anche nei confronti degli oltre 300 liberi professionisti Modicani e non ultimi gli interessi dei cittadini ai quali non può e non deve essere negato il proprio diritto di proprietà.
In ultimo, come evidenziato anche dal cons. D’Urso, ho fatto rilevare l’opportunità di acquisire, entro 10/15 giorni, i documenti ufficiali contenenti le proposte ed i suggerimenti da parte delle varie associazioni.
Ho detto durante l’incontro, e lo ribadisco adesso, che il Consiglio Comunale di Modica, attese le competenze esclusive di Legge in materia di pianificazione e programmazione territoriale (Testo Unico degli Enti Locali, art.42 del D.Lgs. n.267/2000, etc.), ha il preciso dovere nei confronti dei cittadini Modicani di elaborare e presentare (dal 91° al 120° giorno dall’adozione, cioè tra fine novembre e metà dicembre) una “osservazione istituzionale” al Piano Paesaggistico che nasca proprio dalle suddette proposte.
CONCLUSIONI
Attendiamo, entro la prima decade di Novembre, l’esito dei ricorsi presentati al TAR.
Nel frattempo, nell’attesa anche di ricevere i documenti e le proposte da parte delle varie associazioni, noi continuiamo a lavorare in commissione speciale, non escludendo la possibilità di effettuare dei sopralluoghi nelle principali zone interessate dai vincoli per renderci conto direttamente di ciò che prevede il Piano e di qual è lo stato reale delle zone sottoposte a vincolo.
Saluti.
Paolo Nigro



Commenti: 0


Link su Modica Liberata (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5621
a cura di Giovanni Migliore

del 28/10/2010 01:35:19

http://www.modicaliberata.it/wp/?p=7270

Commenti: 0


Re: Re: TRENO BAROCCO (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5620
a cura di Giuseppe Arcoraci

del 27/10/2010 22:53:40

> Giorno 17 Ottobre, una bella giornata ma una sfacchinata unica.Non capisco perchè abbiamo mangiato a Ragusa e poi vomitare in quel pulman di scifo.
Una conferenza bella , tutti sorridenti ma i cittadini che dicono...
Quante persone sono state interpellate?
un operazione magnifica,tutti felici e contenti.La favola di pinocchio è rimasta nella storia di Modica.giuseppe arcoraci con affetto

Commenti: 0


Re: Re: Re: TRENO BAROCCO (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5619
a cura di silvio

del 27/10/2010 20:56:47

bella cosa....!

"Il sindaco Antonello Buscema ed il suo vice Enzo Scarso....(omissis)....hanno preso le distanze dalle polemiche legate ad alcuni disservizi lamentati dai visitatori."

due considerazioni:
1) è vero che ci sono stati dei disservizi a Modica;
2) Sindaco e Vicesindaco invece di affrontare il problema "prendono le distanze".

Sig. Bruno, lasci stare, tanto è inutile.
Sig. Arcoraci, si metta il cuore in pace: ciò che è, sarà!

Commenti: 1


Re: Re: TRENO BAROCCO (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5618
a cura di Fonte Internet

del 27/10/2010 20:50:18

Tratto da "Il Giornale di Ragusa":

Modica - Una conferenza stampa per fare il bilancio dell’iniziativa trenobarocco relativamente all’esperienza di Modica a cui è stato affidato tramite l’ufficio turistico comunale la gestione del call center delle prenotazioni. Ha esordito così il vice sindaco di Modica nonché assessore al turismo Enzo Scarso che ha tenuto a precisare che il bilancio complessivo dell’inziativa che coinvolge anche altri comuni della provincia di Ragusa e di Siracusa verrà fatto in un altro contesto.
La responsabile dell’ufficio turistico comunale Margherita Fargione insieme ai rappresentanti della cooperativa Etnos hanno parlato di numeri molto incoragginati,. Dall’8 agosto al 24 ottobre, nelle dodici domeniche in cui era attivo il servizio, hanno viaggiato sul versante ferroviario circa 1500 viaggiatori con una media di 125 a domenica. Il sindaco Antonello Buscema ed il suo vice Enzo Scarso hanno sottolineato come l’esperienza treno barocco sia stata un vero e proprio successo e per questo motivo va sostenuta e ripetuta ulterioremente e hanno preso le distanze dalle polemiche legate ad alcuni disservizi lamentati dai visitatori.

Commenti: 1


del 27/10/2010 20:23:21

> piccatu i soddi spisi jusu.
custa cifra putieunu sistimari a fera ro juovi a modic'alta.
a carruedda,o mautu oppuri a jaddinara;
l'isola pedonali ci voli pà fera, iddi anveci a fanu ammienzu a na §trada, sbinturati.
quannu ceccunu i voti,lignati ciama ddari.

Commenti: 0


del 27/10/2010 18:01:21

...propongo di pedonalizzare anche Viale Medaglie D'Oro.
anzi, no; meglio se scopriamo di nuovo il torrente e ricostruiamo i ponti per mettere in comunicazione Via-Piazza Conceria con il marciapiede opposto.
così avremo anche un ritorno alla Modcia Piccola Venezia del Sud!
TUTTO A PIEDI E SOTTO LA PIOGGIA OVVIAMENTE CHE RIEMPIRà L'ALVEO.

Spero almeno che abbiano il buon senso di lasciare il secolare FICUS e la Madonnina benedicente, magari ampliando un pò le zone verdi (i cosiddetti "polmoni verdi" famosi in tutta Modica, vedi piazzetta Pisacane).

Commenti: 1


contro la crisi... meno strade e più isole pedonali. (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5615
a cura di L'osservatore modicano.

del 27/10/2010 17:45:58

...forse non lo sapevi,Roberto, ma Modica è una fucina di menti ingegnose e raffinate. Eliminare una strada e trasformarla in isola pedonale denota un quoziente intellettivo fuori dal Comune.
Siccome Modica Bassa è un labirinto di stradine,strade,viali e superstrade alternative al corso, toglierne una non fa una piega. I problemi relativi alla circolazione ed al parcheggio aumenteranno? Mai avuti problemi di questo genere. Da noi possono venire a parcheggiare anche dai paesi vicini,anzi alcuni vengono solo per il piacere di ammirare la fontana del cellini e qualcuno rischia pure di rimanere incastrato dalla sua bellezza e maestosità...pardòn...volevo dire incantato.
Lo slogan "a Modica tutto si può" è semplicemente reale.
Io aggiungerei : "Modica,di tutto...di più"!

E poi l'eliminazione della via Conceria e la sua trasformazione in isola pedonale prelude un'attento studio sull'effetto futuro dell'attuale grave crisi economica mondiale; prima o poi cammineremo tutti a piedi,per forza maggiore($), quindi che ce ne facciamo delle strade? Meglio convertirle in piazze; se mancherà il lavoro,almeno avremo un luogo in più dove "passare" il tempo.

Commenti: 1


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75  76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)