Giovanni Migliore - Cittadino Modicano

E-Mail info@giovannimigliore.it



 

 Avviso: Per problemi di invio con Explorer, si può utilizzare Mozilla Firefox o in alternativa scrivere al Consigliere

"Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)

Vuoi lasciare un tuo pensiero ? ........  scrivi qui

 AVVISO - Il sottoscritto Giovanni Migliore, non è responsabile di quanto espresso nelle varie notizie.
I blogger che decidono di commentare o di scrivere una notizia si assumono la totale responsabilità di quanto scritto.
In caso di controversie lo stesso comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

Ultimi 10 Messaggi e Commenti

22/08/2016 21:32:42 da parte di biondo scuro - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:30:33 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
22/08/2016 21:29:19 da parte di Alessandro Costa - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
14/05/2016 01:16:45 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:39 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:15:04 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
14/05/2016 01:14:35 da parte di Giuseppe Mirabelli - riapertura caso Piazzetta Pisacane
16/04/2016 10:35:47 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:35:40 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:
16/04/2016 10:33:51 da parte di Valerio - Re: Perché la soka gakkai è una setta:

 

del 24/10/2010 22:37:02

Convegno su Campi elettromagnetici non ionizzanti e loro effetti sanitari sull’uomo.

Ieri, in data 06+10+2010 alle ore 15,30, sotto il patrocinio gratuito dell’Università di Messina, della Provincia Regionale di Messina, dell’Arpa Sicilia e dai vari Ordini professionali della città di Messina,si è svolto un Convegno che ha avuto come tema “L’inquinamento da campi elettromagnetici non ionizzanti e loro effetti sanitari sull’uomo”.

L’incontro tecnico, ad alto livello scientifico, è stato organizzato dallo stesso Comune della ridente cittadina Tirrenica e dall’associazione Abitare bio di Messina (associazione non profit), in collaborazione con Sati Italia e Polab.

- Il Dott. Giuseppe Pappalardo, che è un medico chirurgo, si è soffermato in modo particolare sulla sua osservazione personale, che gli deriva dalla sua esperienza professionale, relativa all’aumento delle neoplasie ed anche delle malattie maligne dell’epidermide, che con molta probabilità devono essere messe comunque in relazione all’inquinamento ambientale, causato dai campi elettromagnetici che scaturiscono dalle 7 antenne dislocate nel territorio di Spadafora, nel quale proprio 2 ricadono nel centro abitato, mentre 1 antenna ricade sull’asilo e sul liceo. Pertanto, questa situazione deve rappresentare un campanello d’allarme e quindi non può assolutamente essere presa sottogamba, in quanto vengono colpiti tutti gli organi, pur non manifestando una preponderanza di casi specifici.

- Dopo la conclusione del Dott. Giuseppe Pappalardo, interviene il Prof. Angelo Gino Levis, già Ordinario di Mutagenesi Ambientale, membro del Comitato Scientifico ISDE, Vice Presidente Apple-PD e Socio Honoris Causa Abitare Bio Messina, il quale mette in risalto i dati ufficiali riportati dalla Agenzia Internazionale per le Ricerche sul Cancro+OMS, che sono in contrasto con le affermazioni trionfalistiche sulla imminente sconfitta dei tumori da parte di eminenti oncologi, in quanto nel 2008 sono stati diagnosticati invece 12 milioni di nuovi casi, mentre 7 milioni di persone sono morte ed altri 25 milioni di persone, ancora viventi, erano malati di cancro. Si stima che a causa di questi inquinamenti di campi elettromagnetici non ionizzanti entro il 2030 ci saranno 26 milioni di nuovi casi. Quanto appena detto, da parte degli oncologi si presenta come una posizione conservativa, che non tiene assolutamente in conto effetti a lungo termine, come anche aumenti di leucemia infantile e tumori cerebrali per l’utilizzo continuo dei cellulari.

-Il Dott. Alfio Turco (Fisico), nella qualità di Amministratore unico della Polab laboratorio Elettromagnetico, ente accreditato nello studio dei fenomeni di propagazione ed interferenza elettromagnetica ed esperto di Problem Solving nell’ambito della Compatibilità di Sistema Elettromagnetica, mette in risalto che questa società nasce per sperimentare una struttura tecnica al di fuori degli Organi Istituzionali per la realizzazione di piani territoriali per potere pianificare la telefonia mobile ed esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, regolata dalla legge del 22+02+2001, resa attuabile il primo luglio 2003 (Gazzetta Uff. n. 199) che predispone i limiti di esposizione a tutela della salute, generate a frequenze comprese tra 100 Khz e 300 Ghz. La stessa viene modificata con l’ulteriore legge n.73 del 22+05+2010 ed anche in base a leggi Regionali secondo l’art. 8 della legge quadro 36+01 nei poteri delle Regioni.
- Sig. Sergio Buriano, nella qualità di Product Manager della SATI Italia, esplicita il suo intervento tecnico sui “Sistemi di schermatura in bassa ed alta frequenza” in funzione alla collocazione dei posti di lavoro ed abitative contro le radiazioni elettriche che provengono da fonti elettromagnetici non ionizzanti che possono provocare effetti sanitari indesiderati. Il progetto prevede la realizzazione di impianti di schermatura anche dove esistono buche e giunti (cavi interrati e laterali) che mediante opposizioni di piastre multistrato e multi materiale, garantiscono l’elevato accoppiamento per una maggiore sicurezza. Come pure per le abitazioni che si trovano esposte proprio in direzione delle radiazioni è stato sperimentato un tipo specifico di stoffa che collocata davanti alle finestre o delle vetrate, come tendaggio, riesce a respingere le radiazioni e quindi si traduce in uno schermo protettivo.

FONTE http:++magazine.messinaweb.eu+?p=8151

Commenti: 0


A Modica si può tutto.... (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 5593
a cura di Giovanni Migliore

del 24/10/2010 21:30:28

Venerdi pomeriggio alle ore 14:30 avevamo un appuntamento in Via Botta.

Martedi scorso alla fine della riunione e dopo aver parlato con quelli dell'Arpa, si era deciso di incontrarci alle 14:30

I tecnici della Wind
l'Assessore Spadaro
il dirigente Muriana
i membri del GTV

un tecnico dell'Arpa

L'incontro era duplice ,
per un verso fare la verifica di un sito alternativo alla Via Botta mentre il tecnico dell'Arpa visto che non poteva venire mercoledi e nemmeno giovedi,l'incontro di Venerdi era necessario per instalalre una centralina e verificare sia il campo magnetico e sia per verificare se la Wind avesse collegato la centralina.

Sono arrivato alle 14:35 e ho trovato sia il tecnico della Wind, Enrichetta Guerrieri del M.D.C
Alle 14:45 è arrivato l'Assessore Spadaro e il dirigente Muriana





















Alle 15:12 arriva il funzionario dell'Arpa assieme ad un'altra persona














Incredibile ma vero !!!!

Il funzionario dell'Arpa ha detto:

cosa devo fare?

alcuni dicono come cosa deve fare, doveva portare gli strumenti per fare la verifica e il controllo se l'antenna della Wind era attiva

il funzionario ha risposto:


L'ho dimenticata

ma come si può venire a Modica e dimenticare di portare la centralina.

Mi sembra assurdo pensare una cosa del genere, ....è una vera e propria violenza all'intelligenza umana.

Questo atteggiamento assurdo ha provocato la rabbia di qualcuno ..( in modo maligno credo che era stato preventivato.....

perchè ???

perchè appena il tono dialettico si è innalzato, ...è stata l'occasione propizia per andarsene e andare a vedere i siti alternativi.

i cittadini sono rimasti ......

tutti dicevano ...sicuramente verranno di nuovo qui.....e continueremo il discorso....

....i cittadini .....sono delle bestie possono restare li ad aspettare ......


io sono rimasto con loro fino alal fine del loro incontro.

nel frattempo siamo andati all'interno della rivendita di tabacchi per rifare la prova che avevamo fatto martedi sera

vedete la differenza



martedi campo pieno

coincidenza ...oggi dovevano venire quelli a fare le misurazioni......e vedi il caso cosa succede

venerdi campo 1 o al max 2 tacche





Saranno queste mai consuiderate prove?

NOOOOOO


Mai, questi sono esperimenti stupidi e.... sciuramente fatti da gente ignorante.....

Gli scienziati in materia dovevano portare l'apparecchiatura idonea ma vedi il caso vengono appositamente da Ragusa e si dimenticano di portare l'apparecchiatura.........



Alle 16.19 sono tornati sul posto solo la Signora Puccia e Signora Enrichetta del Movimento difesa del Cittadini....

incontro rinviato alle 15:30 a palazzo San Domenico per la conferenza di servizio

con i residenti abbiamo fatto un altro giro attorno al palazzo

Ci siamo posti delle domande ??

Cosa saranno queste serrature nel muro ???

Guardano la palazzina verrebbe da domandarsi.......ma quanta acqua si raccoglie in quella terrazza visto che scendono tutte queste grondaie.....
le grondaie sono piene di cavi











Commenti: 0


Re: Replica a "Treno Barocco" (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5590
a cura di Fabio Bruno

del 24/10/2010 12:56:31

Ringrazio l'evergreen Darwin per il conforto ed i consigli: consulterò il calendario prima del prossimo evento cui avrò modo di partecipare.

Vorrei replicare al Sig. Vicesindaco Dott. Enzo Scarso alcune considerazioni che mi sembrano alquanto inopporune.
Precisiamo che io forse potrei (il condizionale è d'obbligo) essere solo il primo turista cha ha avuto il coraggio di lamentarsi pubblicamente, Le ricordo che in 136 abbiamo avuto lo stesso trattamento e le medesime impressioni.
Ribadisco che nulla da eccepire abbiamo avuto nei confronti di TrenItalia e della Coop. Etnos (anche se mi è giunta voce, da verificare, che quest'ultima paga alla guida solo una delle due escursioni: o Modica o Ragusa), e se così fosse un ulteriore plauso va a chi ci ha accompagnato a Modica a sue spese, dimostrando serietà e abnegazione qualora ve ne fosse ancora di bisogno.
Preciso inoltre (anche se il fatto in se non è di fondamentale importanza) che la "sbirciatina" non è stata fatta a San Giorgio ma a San Pietro e torno a dire che l'obiettivo è il Viaggio in Treno e non la quantità dei monumenti che si possano visitare.

Per quanto riguarda il servizio navetta, mi permetta di dire che Ella non avrebbe dovuto "contattare" la ditta Abbate, bensì avrebbe dovuto sincerarsi personalmente (tramite opportuno sopralluogo sull'autobus incriminato) della bontà e veridicità delle affermazioni mie (e di altre 135 persone) e del Sig. Abbate, che, è ovvio, non poteva dirle altrimenti se non che l'Autobus fosse "disinfettato" ed "efficiente".

Le lodevoli iniziative di altro genere non mi sembrano poi appartenere a quest'argomento.

Commenti: 0


La favoletta del treno barocco (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5589
a cura di R.C.

del 24/10/2010 12:25:11

Un giorno un signore si permise di descrivere con una lettera, dettagliatamente, un disservizio vissuto personalmente assieme ad altre decine di persone,durante un tour panoramico di alcune città a bordo del famoso "treno barocco". Partendo da Siracusa,le tappe furono Noto,Scicli,Ragusa Ibla e Modica.
In tutte le città ad accogliere i turisti c'erano dei pulman nuovi i quali permettevano un veloce escursus nei posti da visitare.
In tutte le città,tranne che a Modica.

-La testimonianza-:

“Arriviamo alla Stazione di Modica nel primo pomeriggio e quì cominciano le note dolenti. Credetemi, non mi sono mai vergognato tanto in vita mia. Ad attenderci un solo autobus di linea privato* (ha dovuto fare due viaggi per portarci in centro, di fronte a Palazzo San Domenico). Non era attrezzato per i disabili* (ma a questo si potrebbe ancora porre rimedio).
Dentro non si poteva stare dalla puzza (molti hanno preferito fare il ritorno in stazione a piedi, compresa la famiglia con la bambina in carrozzella). Nessuno ad accoglierci, non una guida del luogo (abbiamo approfittato di quella di Ragusa che gentilmente ci ha preceduti in automobile), non un mezzo di trasporto degno di tale nome (veramente disgustato). Da modicano mi sono mortificato per l’accoglienza, o meglio per la “non accoglienza”.

La "risposta" delle istituzioni :

Non avendo elementi probanti abbiamo immediatamente contattato la ditta che per conto del Comune di Modica svolge il servizio. Il titolare, sig. A####, smentisce categoricamente tale rilievo affermando che nonostante la vetustà* del mezzo, esso fosse assolutamente pulito, disinfettato e soprattutto decoroso.
Consideriamo quindi ingeneroso infangare un bel progetto e l’immagine della città di Modica per una difformità rispetto allo standard assicurato nel corso delle domeniche precedenti.

Morale della favola:

un cittadino (a nome anche di tanti altri)democraticamente e civilmente esprime il proprio disappunto su qualcosa che lascia sicuramente l'amaro in bocca.
L'Amministrazione lo ammonisce tacciandolo di infangare ingenerosamente "il bel progetto".
Oltretutto dice che non ci sono elementi probanti che provino il contrario.

Viene spontaneo da pensare: ma è questo il modo di affrontare un problema,uno dei tanti che si presentano nella gestione del turismo a Modica?
Invece di chiedere scusa per eventuali disservizi dovuti ad eventi imprevisti o malprogrammati si dà del bugiardo a chi ha vissuto e raccontato un'esperienza di gruppo negativa evidente ed inconfutabile?
La politica evidentemente lo ritiene cosa normale, noi cittadini stanchi e delusi ....un pò meno!

* gli asterischi:

1)autobus di linea privato(quindi adibito al trasporto di persone da e per alcune aziende o società)
può essere assimilato a quello per il trasporto pubblico?
Possiede i requisiti di legge per farlo e le relative polizze assicurative per tale fine?

2)Non era attrezzato per i disabili:
bel modo di abbattere le barriere architettoniche,si richiede maggior rispetto,(la prossima volta!).

3)nonostante la vetustà del mezzo:

vetusto
agg. 1 (lett.) Che è molto antico, e perciò è degno di stima, venerazione, rispetto: templi vetusti; vetuste memorie. 2 (lett.) Che è molto vecchio.

Questo è tutto,per rendere l'idea.


Commenti: 0


Palme a Marina di Modica (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5588
a cura di Email firmata L. Carmelo 19/10/2010

del 24/10/2010 00:08:20

Caro Consigliere Migliore, prendendo spunto dal post in cui è stato messo in risalto la situazione delle palme secolari di piazza monumento ed essendomi recato a Marina di Modica, ho potuto constatare la presenza sul lungo mare mediterraneo di numerose palme, buona parte di esse con rami secchi.
Mi piacerebbe chiedere agli assessori competenti, che presumo siano l’assessore con delega per marina di modica e l’assessore all’ecologia se si siano mai posti il problema che questo stato delle palme sia dovuto al “punteruolo rosso” di cui tanto si parla.
Se cosi non fosse non mi sembra un comportamento corretto, poiché le palme sono un bene della comunità non solo in quanto elemento atto ad abbellire il lungo mare ed atto ad assorbire anidrite carbonica, ma anche per il valore economico che esse hanno in se.
Infatti qualora fosse necessario estirparle e ripiantarne di nuove sarebbe un costo per la nostra comunità anche perché se si volesse sostituirle con palme della stessa ètà i costi sarebbero non indifferenti soprattutto per un comune che presenta la situazione economica che tutti sappiamo.
Per cui è meglio spendere una piccola cifra per poter effettuare la manutenzione della flora del posto o eventualmente rifarla tra uno, due o dieci anni con costi notevolmente superiori????
Per non parlare dello stato di tutto il lungo mare che avrebbe bisogno dei giusti accorgimenti prima che il mare continui nella sua opera di erosione, motivo per cui se non ho capito male parte di esso risulta già transennato.
Spero che questa mia curiosità possa essere fatta presenta alla amministrazione e mia affido alla sua persona.
Cordiali saluti.
L. Carmelo.


Sig. Carmelo mi perdoni per il grande ritardo nella pubblicazione della sua email,
...in ogni caso la voglio informare che ho evidenziato il problema all'Assessore Spadaro.

Commenti: 0


del 23/10/2010 22:20:47

> Tutta la mia simpatia al Signor Fabio Bruno, ma purtroppo la colpa della disavventura patita a Modica col Treno Barocco se l'è voluta Lui.

Ha scelto il giorno sbagliato, 17!!!!

E comunque riteniamo che Lui volesse solo diffamare la Città di Modica, infatti il Vice Sindaco, sic! ha interpellato i proprietario del bus che smentisce categoricamente i rilievi fatti da F.B. affermando che nonostante la vetustà del mezzo, esso fosse assolutamente pulito e disinfettato.

Quindi caro F.B. Lei non si è reso conto che è stato accolto e invitato a salite su un pezzo da museo (vetusto) e quella che Lei riteneva puzza di olio altro non era che disinfettante, un disinfettante ricavato dall'olio.

Riguardo ai sedili marci e logori (qualcuno con le foderine lacerate) e dappertutto macchie di umidità, anche sul soffitto, Lei non si è reso conto che rientrava il tutto nello scenario di una visita barocca, tutto è stato creato ad hoc per generare quell'atmosfera ed alone di ritorno al passato.

Non ha visto la targa sul bus?

Non quella con i numeri, ma quella dove stava scritto " su questo bus ha viaggiato Tommaso Campailla, Salvatore Quasimodo, Pietro Floridia. Non ne ha usufruito solo il Papa perchè mai è stato a Modica, ma non disperiamo prima o poi verrà e a Lui sarà riservato il posto accanto al conducente. Se questo non accadrà porteremo il bus in Vaticano".

Ritornando ad essere seri, non capisco perchè il Vice Sindaco prende per buono quello che dice il proprietario del bus e non quanto affermato dal Signor F.B., forse il Signor F.B. è un becero comunista abituato a dire bugie e a raccontare frottole.

Non si capisce neanche perchè bisogna difendere ad oltranza anche l'indifendibile, nessuno è infallibile e a volte una serie di coincidenze possono creare un disagio anche ad una manifestazione organizzata più volte.

Chiedere scusa per l'accaduto e fare in modo che ciò non si ripeta è cosi difficile per un politico?

E Lei Signor F.B. non dimentichi di guardare bne il calendario prima di partecipare a gite di qualsiasi genere, il 17 non è il Suo giorno fortunato.

Commenti: 0


Strano caso di questo Piano Paesistico (Ascolta il messaggio) Tema: 115 - Post: 5586
a cura di giancarlo palazzolo

del 23/10/2010 20:42:57

Strano caso questo del Piano Paesistico! Mha, come può essere che tutti gli interessati (agricoltura, movimento terra, edilizia, artigianato, ecc...) gridano lamenti lancinanti di danni oggettivi alle potenzialità di svariate categorie e che tutta la classe politica invece tace?
Noi a Modica di inadempienze socioeconomiche ed amministrative di questo genere ne siamo esperti per vicissitudini del passato e forse ci rifacciamo a questo: finanziamento perso per il rilievo del centro storico più di un decennio addietro per non aver provveduto adeguatamente, fra il silenzio di tutti i consiglieri, gli assessori, i politici, ecc...; mancato ricorso quando è stata inserita "di default" anche tutta Marina di Modica in unico blocco sotto la pesante egida della Sovrintendenza, perché nessun competente o chi per esso allora ha scritto una letterina comunicando i confini margine del vincolo paesaggistico, ...ed abbiamo costruito a Mare per più di vent'anni con tipologie di falde con 33% pendenza, senza aggetti delle falde, con coppo siciliano, senza terrazze, grondaie in rame, colori da masseria contadina, ecc... , assolutamente con nessuna attinenza storica alla tipologia esistente ...già solo per il fato che non c'era proprio nulla di esistente e comunque non più liberamente, ad esempio, in stile mediterraneo o altro più consono. Solo per citarne un paio ad esempio.
Adesso siamo di nuovo dinanzi a un macigno che sta volta, invece di solo condizionare, inbirà sia prosiegui d'azienda sia loro sviluppo, a quanto appare da tutti gli interventi di allarme e richiesta di aiuto, che si levano da ogni direzione.
Cosa diranno i politici (comunali, provinciali, regionali) ai loro elettori in futuro? Che avevano altro di più importante da fare per il territorio? Ma cosa?
I Comuni dovrebbero organizzare degli incontri coi cittadini interessati per la discussione di questa specie di PRG in negativo.

Commenti: 0


meglio soli che ....accompagnati ! (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5585
a cura di Turista fai da te.

del 23/10/2010 09:10:23

Ai colleghi turisti che si sono lamentati:
la prossima volta munitevi di foto e videocamera,nonchè di un rilevatore elettronico di odori(naso artificiale).
La vostra parola a quanto pare non conta nulla; ci vogliono le prove.
Semplici indizi o ingenue lamentele sono solo foglie al vento.
W la Contea !

Commenti: 0


Replica (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5584
a cura di Email firmata Vice Sindaco Enzo Scarso

del 23/10/2010 00:34:41

CITTA’ DI MODICA
Provincia di Ragusa
Patrimonio dell'Umanità
L’ufficio del Vice Sindaco


Apprendo dal blog del collega Giovanni Migliore e dal blog di rtm che riprende la notizia, di una lamentela di un cittadino che riguarda il tour a Modica del Treno Barocco.
Alcune precisazioni sono d’obbligo al fine di evitare doverosamente da amministratore prima e da cittadino dopo, che da questa notizia esca una immagine distorta di un servizio che vantiamo come una eccellenza della nostra offerta turistica.

Innanzitutto precisiamo che questa è la prima lamentela che Modica registra dopo due anni di servizio accoglienza di migliaia di turisti che hanno goduto del servizio Treno Barocco, compresa la visita guidata.
Il Comune di Modica ha partecipato attivamente a questo progetto, in particolar modo quest’anno, mettendo a disposizione per il servizio call center di prenotazione il proprio ufficio turistico che, con indiscussa ed apprezzata professionalità, si è interfacciato in questi mesi quotidianamente con migliaia di turisti , soprattutto stranieri, offrendo loro informazioni di ogni tipo in multilingua.

All’avvio della iniziativa sono stati predisposti immediatamente tutti i servizi necessari per l'accoglienza dei turisti in arrivo a Modica, nonostante lo stretto tempo di visita, pianificato da Trenitalia, per godere delle straordinarie bellezze architettoniche e paesaggistiche di cui gode Modica. Per tutto il mese di agosto, settembre ed ottobre, l’amministrazione comunale ha messo a disposizione a proprie spese il servizio di due autobus moderni ed accessoriati comprese le guide multilingue garantendo efficienza e professionalità al pari o addirittura in modo superiore, in alcuni casi, rispetto gli altri partner dell’iniziativa.

Nessun problema o lamentala, ribadisco sino ad oggi, si è registrata. Trenitalia, in questi due anni di collaborazione con il Comune di Modica e la coop. Etnos non ha lesinato complimenti e plausi per la professionalità con la quale si è attuato a Modica il servizio.

Venendo al casus belli, l’inconveniente del singolo autobus anziché di due, trovandosi costretti alla spola, si è registrato poiché la ditta che ha gestito il servizio, rispetto la decisione di procrastinare l’iniziativa Treno Barocco per tutto il mese di ottobre, assunta a fine settembre, si è trovata nella impossibilità di garantire limitatamente per la giornata di domenica scorsa, la stessa tipologia qualitativa del servizio avendo già anzitempo impegnato i due bus per altra escursione.

Quanto ai tempi quindi della "sbirciata" come leggo nella nota di lamentela, al Duomo di San Giorgio e Santa Maria di Betlem, occorre evidenziare che essi non dipendono dall'Amministrazione e dall'organizzazione locale ma da quelli complessivi della durata del tuor.

Inoltre, ai turisti del Treno del Barocco, al loro arrivo a Modica è stata regolarmente garantita l'accoglienza e la visita guidata curata da una guida professionista.
Si trattava della stessa guida trovata a Ragusa solo perchè, da due settimane, Etnos (società di servizi turistici che opera a Modica e in tutta la provoncia di Ragusa) cura il servizio anche per il Comune di Ragusa.
Se, quindi, prima della sosta a Ragusa, i viaggiatori avessero visitato Modica, avrebbero trovato la stessa guida a Ragusa. Pertanto cambiando l'ordine dei fattori il prodotto non cambia e non comprendo i motivi della protesta che reputo assolutamente inconsistente.

Cosa ben diversa riguarda invece l’olezzo che dalla nota apprendo, si respirava all’interno dell’autobus. Non potendo affermare il contrario, non avendo elementi probanti ho immediatamente contattato la ditta che per conto del Comune di Modica svolge il servizio.

Il titolare, sig. Abate, smentisce categoricamente tale rilievo affermando che nonostante la vetustà del mezzo, esso fosse assolutamente pulito e disinfettato.

A margine mi sia permesso di aggiungere che il tuor modicano del Treno Barocco, è nella preferenza degli avventori il treno, apprezzatissimo al pari di altri servizi che giornalmente continuiamo ad offrire, forse senza grandi clamori, non ultimo l‘importantissimo raduno Bugatti, del Bus Panoramico estivo, il tour Baroccati che viene offerto gratuitamente il sabato pomeriggio a tutti i turisti che risiedono in strutture alberghiere modicane, la Giornata del Touring Club Italiani nel 2008 e molto altro ancora.

22 ottobre 2010

Il Vice Sindaco
Enzo Scarso

Commenti: 1


Re: Spostiamo le antenne (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 5583
a cura di Darwin

del 22/10/2010 23:57:34

> R.C. non smette di stupirmi favorevolmente.

L'idea di spostare al cimitero le antenne se in un primo momento mi ha fatto sorridere, subito dopo mi ha colpito per la praticità della proposta.

Zona pubblica, pochissimo abitata, in posizione abbastanza alta da coprire buona parte della Città.

Risultato: beneficio per le casse del Comune, Cittadini soddisfatti e gestori senza casini.

Ma vorrei fare sapere dal Consigliere Migliore un paio di cose:
1) Il piano Polab (si chiama così) ha avuto un costo per il Comune?
2) Se è in vigore nel territorio comunale come mai viene disatteso?
3) Quale ufficio e chi è il dirigente che dovrebbe far rispettare tale
Piano?
4) Perchè nel caso della Via Botta non è stato tenuto in
considerazione?
5) Se c'è inefficienza degli uffici competenti perchè non vengono
presi provvedimenti?

Saluti.


Commenti: 0


Partecipiamo alla crescita di modica (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5582
a cura di animatore del forum

del 22/10/2010 20:41:08

Ma che fine hanno fatto i bloggers : franco, dr.jekyll e mr.hyde,gas,fornello,specialone,amistad,vedetta,mariacalabrese,
concettaspadaro,pinolavatrice,pippo,libero,motuka,diapan,
grilloparlante e tanti altri con i quali mi scuso se non li nomino perchè non mi ricordo i nomi ?
I vs commenti,le vs.proposte,i vs.pensieri sono sempre i benvenuti su questo forum. Mai la politica è stata così vicina ai cittadini.
L'apporto delle vs.idee è indispensabile alla crescita di questo formidabile forum.
A voi la parola!

Commenti: 0


Spostiamo le antenne (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 5581
a cura di R.C.

del 22/10/2010 19:07:08

Il ns.cimitero, come la maggior parte di essi, è situato su di una collinetta ben visibile da parecchie zone,tra le quali Modica Alta.
Un sito idoneo quindi per eventuali installazioni di apparecchiature di trasmissioni in radiofrequenza,sia radiotelevisive che telefoniche.
Con il vantaggio che le onde elettromagnetiche non potrebbero causare effetti nocivi agli "inquilini" della struttura,per ovvie ragioni.
Oltretutto i visitatori sono di passaggio, e la breve permanenza non sortirebbe alcun effetto.
Altro vantaggio: l'introito derivante dalla locazione del sito ai gestori delle antenne andrebbe dritto dritto nelle casse comunali,le quali garantirebbero così una maggiore attenzione ai problemi che solitamente si riscontrano nei cimiteri,quali l'incuria,la mancanza d'acqua e l'ordinaria manutenzione.

Commenti: 1


Re: Spostiamo le antenne (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 5580
a cura di altra proposta

del 22/10/2010 17:53:46

altro sito papabile è la minirotatoria per andare alle "Violicce", da lì si vede tutta Modica.

Commenti: 0


Spostiamo le antenne (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 5579
a cura di semplice proposta

del 22/10/2010 17:31:45

Antenne di telefonia installate sul tetto del Palascherma o del Palarizza.Potrebbe essere un'idea. Il denaro elargito dai gestori andrebbe al Comune che lo reinvestirebbe per le spese di gestione e manutenzione degli stessi immobili.
L'altezza e la distanza dalle abitazioni non sarebbe un drammma.
Almeno credo.

Commenti: 1


ore 14:30 Via Botta (Ascolta il messaggio) Tema: 30 - Post: 5578
a cura di Giovanni Migliore

del 22/10/2010 14:23:54

Ad una settimana di distanza,
alle ore 14.30 c'è un incontro in Via Botta tra il GTV, Assessore, Dirigente ed i tecnici della Wind.
Sto andando sul posto.....vi racconterò....a presto

Commenti: 0


Odg Consiglio 22/10/2010 (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5577
a cura di Giovanni Migliore

del 22/10/2010 02:52:45

Commenti: 0


Vecchi post ...su cui togliere un po' di polvere (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5576
a cura di Giovanni Migliore

del 22/10/2010 02:44:10

http://www.giovannimigliore.it/message.asp?MessageID=81

http://www.giovannimigliore.it/message.asp?MessageID=1951

http://www.giovannimigliore.it/message.asp?MessageID=1955


Commenti: 0


Cimitero : Project financing (Ascolta il messaggio) Tema: 14 - Post: 5575
a cura di Giovanni Migliore

del 22/10/2010 02:37:28

Domani o meglio oggi giorno 22/10 all'ultimo punto dell'ordine del giorno è inserito il project financing del cimitero

Giovedi pomeriggio ho impiegato 1 ora e mezza per reperire i documenti e oltre 1 ora per sistemarli in file e ora inserirli nel sito

Come si pensa che i cittadini possono conoscere gli atti?

Quanti consiglieri impossibilitati non sono riusciti a documentarsi?

La mia operazione pensate che era impossibile farla svolgere a qualche impiegato e cosi avere tutti le carte a disposizione , consiglieri, assessori e cittadini?

E così impossibile adottare la trasparenza neglia tti amministrativi?

Vi raccomando se c'è qualcuno esperto in materia, fatevi avanti ...scrivete sul sito ...facciamo conoscere il nostro pensiero......

Vi allego i file su cui sto studiando :

progetto-cimitero-ampliamento9ml.PDF

progetto-cimitero-ampliamento1982.PDF

progetto-cimitero-avvido2007.PDF

progetto-cimitero-dg2009.PDF

progetto-cimitero-dpr285.PDF

progetto-cimitero-espropiazioni001.PDF

progetto-cimitero-inumazioni.PDF

progetto-cimitero-lotti-assegnazione.PDF

progetto-cimitero-relazione-illustrativa.PDF

progetto-cimitero-relazione-project-fina.PDF

progetto-cimitero-studiofattibilita.PDF

progetto-cimitero-studio-inquadramet.PDF

progetto-cimitero-studiofattibilita.PDF

progetto-preliminare-cimitero.PDF

progetto-preliminare-cimitero-prefattibi.PDF

























Commenti: 0


Treno Barocco: Grazie a Fabio Bruno (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5574
a cura di Giovanni Migliore

del 22/10/2010 01:59:09

http://www.giovannimigliore.it/message.asp?MessageID=5554


Una nota scritta sul mio sito dall'amico Fabio Bruno ha meritato di essere messa a conoscenza della collettività grazie anche al contributo di Saro Cannizzaro.

http://www.radiortm.it/2010/10/21/treno-barocco-lamarezza-di-un-gruppo-di-modicani/

Treno Barocco. L’amarezza di un gruppo di modicani
scritto il 21 ott 2010 nella categoria: Cronaca
Pubblicata alle ore 22:50:53 - Fonte: saro cannizzaro - 40 letture - nessun commento.

Modica non è stata preparata ad accogliere i partecipanti all’iniziativa turistica “Treno Barocco”. Si sono lamentati soprattutto il gruppo di modicani che domenica scorsa avevano deciso di approfittare del viaggio turistico volto a promuovere la conoscenza del territorio barocco del Val di Noto e romanticamente percorso con un trenino che, partendo da Siracusa, si snoda attraverso un meraviglioso paesaggio toccando le città di Noto, Scicli, Ragusa Ibla e Modica (ultima tappa per i turisti di ritorno dalla bellissima Ibla). “Alle 7.45 (insieme ad altre comitive, in tutto siamo un gruppo di circa 136 persone) – spiega uno dei partecipanti – il treno è partito da Siracusa. Ho subito notato con stupore che non si trattava del mitico “Centoporte” trainato dalla “740″ ma di un modernissimo diesel pulito e comodo, con servizi igienici degni di un albergo di lusso. Il viaggio è cominciato bene e giunti a Noto siamo stati accolti da due pullman di linea (seminuovi) che ci hanno portano davanti alla Porta Nazionale “già Porta Ferdinandea”, dove abbiamo trovato una simpatica guida che, scusandosi per la velocità con cui avremmo dovuto affrontare il percorso, visti i tempi obbligati dall’orario ferroviario, ci ha assistiti”. Fin quì tutto bene, dunque, d’altronde il fascino del viaggio in treno val bene il costo di qualche sacrificio. Dopo Noto è stata la volta di Scicli: accoglienza ancor più strepitosa, organizzazione perfetta. “Due pullman dell’Ast nuovi di zecca – dice il partecipante – pronti per accogliere anche disabili in carrozzella (con noi c’era una bambina diversamente abile), piena collaborazione dei Vigili Urbani (quasi tutte vigilesse professionali e cortesi); le guide, le uniche munite di microfono ed altoparlante su tutto il percorso, si sono dimostrate preparatissime e gentili, e pur dovendo lottare contro un tempo tiranno (sempre perchè il treno non aspetta) ci hanno dato uno scorcio di Scicli che rimarrà indelebile nei 136 turisti che hanno avuto la felice idea di partecipare all’iniziativa”. Il treno ha transitato per Modica, direzione Ibla. La tratta dalla stazione di Ragusa Superiore ad Ibla è stata fatta con altri due autobus urbani dell’Ast anche questi nuovi e funzionali. “Arriviamo alla Stazione di Modica nel primo pomeriggio e quì cominciano le note dolenti – aggiunge l’uomo -. Credetemi, non mi sono mai vergognato tanto in vita mia. Ad attenderci un solo autobus di linea privato (ha dovuto fare due viaggi per portarci in centro, di fronte a Palazzo San Domenico). Non era attrezzato per i disabili (ma a questo si potrebbe ancora porre rimedio).

Dentro non si poteva stare dalla puzza (molti hanno preferito fare il ritorno in stazione a piedi, compresa la famiglia con la bambina in carrozzella). Abbiamo avuto a malapena il tempo di dare una sbirciatina al Duomo di San Pietro e a Santa Maria di Betlemme e poi la grande corsa da Bonajuto e da Rizza (unici luoghi sponsorizzati in tutto il percorso dove il turista spende volentieri per le indubbie leccornie). Nessuno ad accoglierci, non una guida del luogo (abbiamo approfittato di quella di Ragusa che gentilmente ci ha preceduti in automobile), non un mezzo di trasporto degno di tale nome (veramente disgustato). Da modicano mi sono mortificato per l’accoglienza, o meglio per la “non accoglienza” e per l’evidente confronto con città che noi riteniamo meno importanti e certamente più piccole della nostra, ma che hanno capito cosa vuol dire turismo”.

Una soddisfazione : il sito serve a qualcosa.

grazie sempre a tutti.

Commenti: 0


un pensierino (Ascolta il messaggio) Tema: 99 - Post: 5573
a cura di Bruno

del 21/10/2010 21:02:33

Il comportamento è uno specchio in cui ognuno rivela la propria immagine.

- Johann Wolfgang Goethe -

Commenti: 0


- Pagine: INDIETRO - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77  78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 AVANTI -

L'informazione On Line


Curiosità

  1. 1


Aree tematiche


Numeri utili in città

  • Comune di Modica centralino: 0932-759111

  • Rifiuti Ingombranti : 0932-759707

  • Manutenzione Acqua :

  • Polizia Municipale 0932-759211

  • Segnalazioni Urp Modica


Cerca la notizia


   Costruzione Via Fontana 

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Randagismo

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Multiservizi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cittadinanza Onoraria

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Piazzetta Pisacane

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercati Rionali e Abusivi

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Mercato V.le Medaglie D'Oro

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Spin Off Immobiliare

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Cimitero

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Antenne Telefoniche

Scorri l'intero TEMA
Clicca qui


Area Petizioni

  1. Trasferimento Mercato Modica Alta
    (12-04-2010)


Area Multimediale

Servizio su Video Regione Consiglio Comunale 30/07/20100 Trappoli per Topi

Migliore Modica revoca bando di gara Vr News ore 14:00 30/07/2010

  • Lettera aperta ai concittadini

  • Situazione politico amministrativa

    Lettera di Ballarò al Sindaco


    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

    Test Adsl       Statistiche

    "Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! " (John F. Kennedy)